Qual è la differenza tra varicella e allergie?

Virus

Nessun commento 9,937

Quando l'eruzione da varicella è facilmente confusa con l'allergia. Capire come distinguere la varicella dalle allergie è facile. L'attenzione dovrebbe essere prestata ai segni di accompagnamento, localizzazione e comparsa di lesioni.

Per una corretta guarigione, è importante riconoscere correttamente la malattia, che ha sintomi simili con altre malattie.

Definizione di varicella

La varicella è una malattia infettiva che è accompagnata da debolezza, mal di testa, febbre. Sullo sfondo di questi sintomi, compare un'eruzione - piccoli brufoli rossi che si trasformano in piccole vesciche e iniziano a prudere. Dopo un po ', l'acne acquosa scoppia e si asciuga. Allo stesso tempo ci sono nuovi. E così costantemente. Dopo una settimana e mezza, l'eruzione va via e inizia la ripresa.

Definizione di allergia

Allergia - la reazione del corpo agli stimoli. Manifestata da gonfiore e arrossamento delle mucose, naso che cola, lacrimazione. È sempre accompagnato da un versamento vario, che può essere simile non solo alla varicella, ma anche ad altre malattie infettive. La natura dell'eruzione cutanea è un sintomo distintivo. L'allergia si manifesta dopo il contatto con la membrana mucosa di pollini o peli di animali, dopo l'assunzione di droghe o di determinati prodotti. I sintomi scompaiono dopo la cessazione dello stimolo.

differenze

L'esantema pruriginoso appare anche con la varicella e con le allergie.
Ispeziona attentamente il bambino. La varicella è caratterizzata dal fatto che per qualsiasi difficoltà ha sintomi preliminari. Si tratta di un aumento della temperatura (anche lieve), una debolezza generale.

L'allergia appare improvvisamente e solo con un'eruzione cutanea che assomiglia alla varicella.

Influenze e natura del flusso

Per distinguere le due malattie, dovresti pensare e ricordare accuratamente quale potrebbe essere la causa dell'eruzione.

Se un bambino frequenta la scuola materna quando la varicella si verifica lì, non ci dovrebbero essere dubbi: un'eruzione cutanea è una manifestazione di varicella. Debolezza preliminare, febbre - i sintomi innegabili della varicella.

Se un bambino frequenta l'asilo e non ha mostrato reazioni allergiche prima di allora, molto probabilmente ha il vaiolo.

L'allergia, al contrario, è inerente esclusivamente alle persone che hanno una tendenza a un particolare tipo di reazione agli stimoli. È impossibile contagiarlo. Le eruzioni alimentari sono allergiche al cibo o agli stimoli tattili. Questo è tipico dei bambini quando introducono nuovi alimenti nella dieta. Anche gli indumenti di lana o sintetici possono scatenare un'eruzione allergica. Passa senza lasciare traccia dopo aver regolato la potenza o sostituito i tessuti per i vestiti con quelli ipoallergenici.

Aumento della temperatura

La varicella è caratterizzata dalla comparsa di calore con grandezze che oscillano in diverse gamme:

  • In forma lieve, la temperatura corporea sale a 38 gradi. In questo caso, non appaiono più sintomi e l'eruzione cutanea potrebbe non attraversare l'intero ciclo di sviluppo.
  • In forma moderata, la temperatura è più alta (sopra i 38 gradi), che può essere mantenuta per almeno una settimana. Ci sono altri sintomi.
  • Nei casi più gravi, c'è una crisi iperemica: la temperatura corporea raggiunge i 41 gradi. Nonostante l'uso intensivo di antipiretici, dura fino a 10 giorni. Oltre al principale, ha aggiunto ulteriori sintomi. L'eruzione è molto intensa.

La varicella può avere una corrente "sfocata". In questo caso, la temperatura non disturba, non si lamenta. Non abbiate fretta di trarre conclusioni dopo le prime eruzioni cutanee simili. Aspetta un paio d'ore. Se i brufoli sono diventati acquosi - questo è sicuramente la varicella.

Per quanto riguarda le allergie, oltre all'eruzione cutanea, non c'è febbre e non si osservano ulteriori sintomi, ad eccezione del possibile prurito. Questo sintomo può facilmente essere confuso con la manifestazione della varicella.

Tipo di rash e localizzazione

Eruzione di varicella:

  • può apparire sulle mucose;
  • copre tutto il corpo, compresa la testa, ma meno eritema sul viso;
  • brufoli acquosi;
  • quando si aprono le bolle, si forma una crosta;
  • quando infetto, provoca l'apparizione di piccole cicatrici rotonde;
  • appare gradualmente, in diversi bagliori.
Di regola, emette delle bolle nella varicella e in tutto il corpo.

Inoltre, vi è una chiara sequenza di stadi di eruzione cutanea sulla pelle: dall'aspetto del primo brufolo all'essiccazione e alla scomparsa:

  • appaiono prima i punti rossi;
  • quindi, le cosiddette papule, minuscoli noduli rossi al centro delle macchie;
  • seguito da un'eruzione simile alle punture di zanzara;
  • i brufoli diventano acquosi;
  • al posto di una bolla di scoppio e la sua essiccazione, si forma una crosta.

Un'eruzione cutanea sulle mucose appare anche in più fasi:

  • appare il rossore;
  • forme di acne acquose nel sito di rossore;
  • dopo l'infortunio compaiono piaghe dolorose, circondate da un bordo di tessuto infiammato rosso vivo;
  • la lingua è ricoperta da una leggera fioritura.

Quando infetti, i brufoli possono causare suppurazione, la comparsa di bolle.

Eruzione della varicella allergica:

  • di solito copre tutto il corpo o aree separate contemporaneamente;
  • dopo poche ore (o giorni) l'eruzione diventa pallida e scompare;
  • i brufoli non sono acquosi;
  • impallidisci quando li premi con il dito;
  • con complicazioni l'eruzione si bagna, trasformandosi in eczema.

Sintomi aggiuntivi

  • Se compare un colpo di tosse o naso che cola, si può sospettare che l'allergia si manifesti anche con gonfiore delle vie aeree o della mucosa nasale. In questo caso, c'è il rischio di broncospasmo.
  • Rossore degli occhi o della pelle, bruciore in aree iperemiche.
  • Disturbi digestivi
  • Tosse soffocante.
  • Mal di gola

Nei casi più gravi:

  • aumento della frequenza cardiaca;
  • sensazione di caldo o freddo;
  • sudore appiccicoso;
  • difficoltà a respirare, sensazione di mancanza d'aria;
  • convulsioni;
  • shock anafilattico.
  • dolore muscolare, contrazioni muscolari involontarie;
  • sentirsi non passare la fatica;
  • disturbo del sonno;
  • la comparsa di dolore nei gas in piena luce;
  • disturbi del sonno;
  • linfonodi ingrossati;
  • perdita di appetito;
  • a volte nausea, accompagnata da vomito.

Ricorda, la varicella differisce da allergia in corso più grave e deterioramento della salute generale. Anche se l'allergia è anche pericolosa. Entrambe le malattie richiedono un consiglio medico. Innocuo, a prima vista, l'allergia, richiede un trattamento attento e coerente, come la varicella.

Le principali differenze dall'allergia alla varicella

Come distinguere la varicella dalle allergie? Questa domanda spesso sorge dai genitori al medico curante, perché l'eruzione cutanea con la varicella è molto simile all'allergia.

Per il trattamento di successo di qualsiasi malattia allergica è molto importante fare una diagnosi in modo tempestivo e corretto. Molte malattie hanno sintomi simili, quindi riconoscere una malattia può essere difficile.

Inoltre, entrambe le malattie hanno una serie di sintomi simili: eruzione cutanea, prurito grave, iperemia di alcune aree cutanee.

Per sapere come distinguere le allergie dalla varicella, è necessario comprendere la natura di ciascuna di queste malattie.

Quadro clinico della varicella

Varicella o allergie - come distinguere?

La varicella è una malattia infettiva causata da un virus. Procede in una forma acuta, spesso il paziente ha la febbre. I bambini spesso lo tollerano più facilmente degli adulti. Il processo di eruzione è ciclico e dura circa sette giorni.

Temperatura della varicella:

  1. Se il vaiolo procede in modo relativamente semplice, il paziente può avvertire un aumento della temperatura fino a 38 gradi.
  2. In uno stato di moderata gravità, sale sopra i 38 gradi e i sintomi di accompagnamento sono più pronunciati.
  3. Nel caso in cui la varicella è difficile, l'aumento della temperatura è possibile a 41 gradi e l'eruzione cutanea sul corpo è molto intensa.

Di regola, un'eruzione cutanea con varicella in breve tempo si trasforma in piccole bolle acquose. Poi scoppiano e piccole ulcerazioni rimangono sulla pelle. Se li pettini, potrebbero esserci cicatrici evidenti per tutta la vita.

La varicella è una malattia molto pericolosa se la si avvia e non si reca da un dottore in tempo. Al minimo sospetto di vaiolo, è necessario chiamare un medico.

Il quadro clinico delle allergie

Un'allergia è una reazione di un organismo indebolito a una proteina aliena, che non può affrontare. A differenza della varicella, l'allergia non è una malattia infettiva. Qualunque cosa può servire da antigene per una reazione allergica.

A volte una persona può vivere la maggior parte della sua vita senza allergie, e poi improvvisamente si manifesta. Per provocare una situazione del genere può essere qualsiasi fattore forte, ad esempio, una situazione stressante o una malattia a lungo termine che ha colpito in modo drammatico il sistema immunitario. L'allergia appare abbastanza rapidamente dopo il contatto con l'antigene.

Nei casi più gravi, dovresti chiamare immediatamente un'ambulanza.

Come distinguere queste malattie?

Al fine di non confondere queste due malattie, è necessario prestare attenzione ai segni di accompagnamento. Ma prima è necessario analizzare attentamente ciò che serviva da catalizzatore per le eruzioni cutanee. Ad esempio, un bambino frequenta l'asilo e nella quarantena del gruppo per la varicella. Ci sarà un'alta probabilità che stiamo parlando di varicella. Se non ci fossero contatti con i bambini con la varicella, vale la pena di pensare alla reazione all'antigene. I sintomi possono essere sorti dopo l'introduzione di un nuovo prodotto nella dieta o dopo il contatto tattile con una nuova sostanza. Quindi, molto probabilmente, è un'allergia.

Con la varicella, non ci sono tali segni. Inoltre, un'eruzione si presenta in onde.

Le eruzioni allergiche sono più come ustioni di ortica, motivo per cui viene spesso chiamata orticaria. A volte le allergie possono andare via senza eruzioni cutanee. Se si verifica un'eruzione cutanea durante una reazione allergica, sono sempre il primo segno di malattia e passano rapidamente se non c'è contatto con l'allergene. Di regola, l'eruzione esteriore non cambia entro 3-4 giorni. Gli antistaminici prescritti da un medico aiutano a far fronte alla causa della malattia.

Per la varicella, l'eruzione cutanea è un sintomo obbligatorio, ma è secondario. Prendendo antistaminici allevia il paziente, ma non cura la varicella.

La temperatura corporea con la varicella aumenta spesso, e con le allergie non è sempre. Con la varicella, papule, vescicole e nuove lesioni possono essere sulla pelle allo stesso tempo. Con reazioni allergiche non lo è.

Un paziente con eritemi di varicella appare non solo sulla pelle, ma anche sulle mucose. Con le allergie, questo non succede. Solo un allergologo può stabilire una diagnosi accurata.

Cosa fare

Entrambe queste malattie sono abbastanza gravi e, con un atteggiamento frivolo nei loro confronti, possono causare gravi danni alla salute umana. È particolarmente pericoloso farlo se il bambino è malato o la persona ha già altri problemi di salute. In ogni caso, sarà opportuno rimuovere i prodotti discutibili dal menu del paziente. È anche necessario seguire le regole generali della dieta. Se la causa era un'allergia, allora i sintomi si placano, se la varicella - quasi nessun cambiamento. È necessario ricordare che la cosa più importante in ogni caso è ricevere assistenza medica qualificata in tempo e iniziare il trattamento.

Pertanto, è assolutamente impossibile impegnarsi in auto-trattamento in caso di qualsiasi sintomo. L'autotrattamento può peggiorare le condizioni della vittima.

Qual è la differenza tra varicella e allergie?

Molti pazienti sono alla ricerca di informazioni su come distinguere la varicella dalle allergie? Questo è un problema urgente, perché i segni primari esterni sono simili, entrambe le malattie appaiono come eruzioni cutanee sulla pelle. Al fine di determinare quale sintomo di una malattia è un'eruzione cutanea, è necessario avere un'idea di quanto varicella differisce dalle allergie.

Varicella: descrizione, sintomi, caratteristiche

La varicella è una malattia infettiva che dura 2-3 settimane. L'agente patogeno è diffuso da goccioline trasportate dall'aria, la suscettibilità al virus della varicella-zoster in un bambino e un adulto è del 100%. Se nei bambini questa malattia è relativamente facile, allora per gli adulti l'infezione da varicella rappresenta una seria minaccia. Molto spesso, essendo stati malati con questa malattia durante l'infanzia, è praticamente impossibile ricontestarlo, anche se i pazienti con una significativa diminuzione dell'immunità a causa di varie condizioni dolorose (infezione da HIV, stress, trapianto di organi, acclimatazione) sono a rischio con una probabilità di reinfezione.

I principali segni di varicella sono:

  • Eruzione della pelle;
  • Forte prurito;
  • Aumento della temperatura corporea;
  • Mal di testa;
  • Condizione febbrile

Qual è la differenza tra la varicella? La principale differenza di questa malattia è un'eruzione cutanea, che inizialmente assomiglia a piccole macchie rosa, che si diffondono rapidamente in tutto il corpo. Nel giro di poche ore, l'eruzione si trasforma in papule (impassibili, dense al tatto, più o meno al di sopra del livello della pelle), quindi si formano vescicole - vesciche con un liquido incolore o torbido (essudato sieroso), dopo 1-3 si asciugano, formano delle croste, che in 2-3 settimane scompaiono. L'eruzione cutanea si verifica ciclicamente, almeno 7-9 giorni, prurito sin dai primi giorni.

Un mulino a vento differisce da un'allergia anche da un aumento della temperatura corporea e un periodo febbrile, questa condizione dura da 2 a 10 giorni, a seconda dell'età e dell'immunità del paziente.

Allergia: descrizione, sintomi, caratteristiche

Allergia - la reazione del corpo al contatto diretto con l'allergene:

  • polvere;
  • Peli di animali;
  • Polline delle piante;
  • cibo
  • Morso di insetto;
  • farmaci;
  • cosmetici;
  • Prodotti chimici domestici

Il tipo allergico della malattia si manifesta con un'eruzione cutanea ed è accompagnato da sintomi aggiuntivi a seconda del tipo di reazione allergica:

  1. prurito;
  2. gonfiore;
  3. Naso che cola;
  4. Rossore e dolore nella congiuntiva;
  5. Lacrimazione.

Le allergie saranno diverse dalla varicella nell'aspetto di un'eruzione cutanea: una distribuzione irregolare di eruzioni cutanee sul corpo, può essere localizzata in un unico luogo, si verifica solo sulla pelle (la varicella si manifesta sulle mucose). Così come il segno distintivo di allergia da varicella è che con una reazione allergica, la temperatura corporea è normale.

Come distinguere la varicella dalle allergie

Quando la prima manifestazione di eruzione cutanea, è necessario esaminare attentamente i sintomi per scoprire se la varicella o l'allergia è una malattia che ha scatenato l'eruzione. Per fare ciò, devi seguire i seguenti consigli:

  1. Analizzare gli eventi alla vigilia di un'eruzione cutanea, il contatto con un possibile allergene (uso di cibi esotici, l'arrivo di animali domestici in casa), il contatto con una persona infetta.
  2. Rimuovi dagli alimenti dietetici che possono provocare una reazione allergica (frutta secca, agrumi, frutti di mare, uova, fragole, cioccolato), fare la pulizia a umido in casa, rimuovere le nuove piante da fiore. Prendere un antistaminico (Suprastin, Diazolin, Fenistil), che contribuirà ad alleviare il disagio quando reagisce a una sostanza irritante, non influenzerà il corso di una malattia infettiva.
  3. Esaminare attentamente l'eruzione: la natura dell'aspetto, la localizzazione e la velocità di diffusione. Un'eruzione da una malattia infettiva è un brufolo, con un liquido che si diffonde uniformemente sulla pelle. Altrimenti, con allergie - più eruzioni cutanee, distribuite in modo non uniforme in tutto il corpo, delle stesse dimensioni.
  4. Quando una eruzione della turbina eolica appare sulle membrane mucose e congiuntiva dell'occhio, che non può essere trovata in una reazione allergica.
  5. Se il paziente è malato di varicella, c'è un'alta temperatura corporea, brividi, vomito e mal di testa sono possibili, e un'eruzione cutanea sul corpo appare 2-3 giorni dopo l'insorgenza della malattia.
  6. L'acne a contatto con l'allergene appare quasi immediatamente ed è accompagnata da lacrimazione, naso che cola e gonfiore degli organi respiratori.

Memo: varicella o allergie

Per reagire rapidamente alla malattia, per sapere come distinguere la varicella dalle allergie in un bambino, sarà più facile confrontare i sintomi sul tavolo e usare il seguente promemoria:

Come si può distinguere la varicella dalle allergie?

Come distinguere la varicella dalle allergie, se i sintomi di queste malattie sono simili? Questa domanda viene spesso posta dai genitori. Un'eruzione cutanea è una caratteristica delle reazioni allergiche. Ma non solo. Con malattie come la rosolia, il morbillo, la varicella, appare anche questo sintomo. Per riconoscere quale tipo di malattia si trova sotto l'eruzione cutanea, è necessario conoscere le caratteristiche di ciascuno di essi.

Cos'è un'allergia?

L'allergia è una malattia del corpo, che è caratterizzata da una serie di sintomi. Tra questi: gonfiore, lacrimazione, prurito, congestione nasale, eruzione cutanea. Un'eruzione cutanea è la manifestazione più comune di questo disturbo. Appare dopo il contatto con l'allergene. Questo sintomo è distribuito in modo non uniforme in tutto il corpo. La causa delle eruzioni allergiche può essere qualsiasi cosa. Molto spesso, anche test costosi nella migliore clinica non possono rivelare cosa ha causato l'allergia. Le allergie più comuni con manifestazioni sotto forma di eruzioni cutanee causano:

  • prodotti alimentari;
  • prodotti chimici domestici;
  • polvere di casa;
  • polline delle piante;
  • peli di animali domestici

Il trattamento delle reazioni allergiche consiste nell'eliminazione della causa della malattia e nell'assunzione di farmaci antistaminici (antiallergici).

Oggi, le allergie sono una delle malattie più comuni. Il numero di bambini con diverse manifestazioni di allergia aumenta di anno in anno. Pertanto, è importante conoscere i suoi sintomi esatti per non essere confuso con una malattia più grave.

Cos'è la varicella?

La varicella o la varicella sono una malattia infettiva che è molto facile da prendere. È trasmesso letteralmente con il vento. Pertanto, questo disturbo è il nome. Appartiene alla categoria delle malattie infettive dei bambini. I bambini lo tollerano abbastanza facilmente. Ma gli adulti - molto difficile.

L'esordio della malattia è preceduto da un periodo di incubazione. Dura 7-21 giorni. Una persona che ha avuto contatti con un paziente può ammalarsi durante questo periodo. Una persona infetta diventa contagiosa 2 giorni prima della comparsa di eruzioni cutanee e rimane tale per altri 5 giorni dopo la loro comparsa. I sintomi includono:

  • eruzioni cutanee sulla pelle e sulle mucose;
  • forte prurito;
  • febbre;
  • malessere generale.

Il sintomo principale della varicella è un'eruzione specifica. In primo luogo, queste piccole macchie rosa appaiono sulla testa e poi si diffondono in tutto il corpo. Il giorno 2, questi punti si trasformano in papule - bolle piene di liquido.

Quando in 2 - 3 giorni scoppiano, piccole ulcere (vescicole) si formano al loro posto, che devono essere trattati con una soluzione di verde brillante o un altro antisettico per prevenire l'infezione. Questo sintomo appare in onde per 3-7 giorni. E sul corpo allo stesso tempo possono essere nuovi punti, papule e piaghe.

Dopo un po 'di tempo, l'ulcera si ricopre di una crosta che poi scompare. Una caratteristica dei papuli nella varicella è che quando si combina questa bolla rimane una cicatrice. Il numero di eruzioni cutanee singolarmente. Un bambino avrà diversi brufoli e l'altro sarà coperto da questi. Un altro sintomo è il forte prurito. Quando le bolle si seccano e si ricoprono di una crosta, iniziano a prudere. Pertanto, nel trattamento della malattia, vengono anche prescritti farmaci antiallergici.

L'aumento della temperatura corporea non è sempre il caso. Tutto dipende dalle caratteristiche individuali dell'organismo. Di regola, nei bambini la temperatura non supera i 38 gradi.

Quando le eruzioni da varicella non sono solo sulla pelle, ma anche sulle mucose. L'eruzione particolarmente abbondante si verifica negli adulti, perché, come detto sopra, hanno una malattia in una forma più grave.

Il trattamento non richiede molto sforzo, a meno che, naturalmente, la malattia proceda senza complicazioni. Nel tempo (circa 7-10 giorni), l'eruzione scompare da sola. Complicazioni della varicella includono:

  • suppurazione di papule se hanno un'infezione batterica;
  • dell'herpes zoster;
  • infezioni dell'orecchio;
  • encefalite;
  • polmonite.

Di regola, in una persona che ha avuto questa malattia, l'immunità è mantenuta per tutta la vita.

Sebbene ci siano casi molto rari di reinfezione. Ma in tali situazioni, la malattia procede facilmente e senza complicazioni.

Come distinguere la varicella dalle allergie?

  1. Ricorda se tuo figlio ha avuto contatti con la varicella nelle ultime 3 settimane. Se durante questo periodo il bambino è stato in contatto con il paziente, molto probabilmente ha anche la varicella.
  2. Analizza se qualcosa potrebbe causare un'eruzione allergica in un bambino. Forse questa è un'introduzione alla dieta di un nuovo prodotto o l'abuso di dolci.
  3. Guarda attentamente l'eruzione. Il loro personaggio dirà molto. Se ci sono papule (bolle con liquido), allora questa è sicuramente una varicella.
  4. Se un'eruzione cutanea in un bambino non è solo sulla pelle, ma anche sulle mucose, allora è la varicella. Sebbene non sia possibile escludere la rosolia.
  5. Analizza le condizioni generali del bambino malato. Se i sintomi di un'eruzione cutanea, quindi molto probabilmente è un'allergia. Se la febbre, la debolezza, il malessere generale vengono aggiunti all'eruzione, è la varicella.

Se noti un'eruzione cutanea in un bambino, allora è meglio non indovinare la causa, ma andare in ospedale. Lo specialista esaminerà il bambino, farà una diagnosi accurata e prescriverà il trattamento appropriato. Ciò garantirà un recupero rapido e completo.

La differenza tra varicella e allergie nei bambini

I genitori di bambini spesso sperimentano malattie infantili che hanno sintomi comuni. Infezioni virali simili, ad esempio, possono vantare molte infezioni virali. Quando il morbillo, la rosolia e il lichene sul corpo del bambino appaiono rash. Devono essere in grado di differenziare da calore pungente o orticaria. Questo articolo discuterà su come distinguere la varicella dalle allergie. Tale conoscenza aiuterà, se necessario, a fornire il pronto soccorso corretto.

Allergia e varicella - varie malattie

Allergia - ipersensibilità del corpo agli stimoli interni ed esterni. Succede congenito e acquisito. Manifestata sotto forma di comparsa di una varietà di eruzioni cutanee sul corpo, arrossamento delle mucose, gonfiore. Spesso accompagnato da un naso che cola e lacrimazione.

La varicella è una malattia infettiva che si verifica dopo che un virus dell'herpes umano del terzo tipo entra nel corpo. Manifestato sotto forma di eruzione papulare e sintomi di intossicazione. Eruzione cutanea, come con allergie, accompagnata da forte prurito.

Nonostante la somiglianza delle manifestazioni individuali, ci sono una serie di sintomi che consentono di descrivere le principali differenze. Capire, varicella o allergie possono essere i seguenti motivi.

Determinare ciò che preoccupa il bambino non è difficile se si esamina attentamente il suo corpo e si analizza il corso della sua indisposizione.

L'inizio della malattia

La varicella si sviluppa gradualmente. Dal momento dell'infezione fino ai primi sintomi nei bambini possono richiedere 10-14 giorni. Durante questo periodo, il virus viene introdotto aggressivamente nella mucosa delle vie respiratorie, ricostruisce le sue cellule e si riproduce attivamente. Quando la sua quantità aumenta significativamente, il parassita cellulare attraverso le tonsille entra nella corrente linfatica, che trasporta il virus nel sangue. Da questo momento inizia la fase acuta della malattia. In primo luogo, compaiono segni di intossicazione - la reazione del corpo all'avvelenamento da parte delle tossine - i prodotti di scarto del virus, e solo allora un'eruzione cutanea.

Le allergie compaiono all'istante, quindi il corpo reagisce alla presenza di un fattore provocatore. Come può essere cibo, peli di animali, medicinali, reagenti chimici. Le allergie si verificano spesso con l'espansione della dieta del bambino, l'introduzione di piatti insoliti per lui. Una volta apparso, si verifica costantemente quando esposto a un fattore provocatore. Una storia di crisi passate permette ai genitori di rispondere correttamente quando compare un'eruzione cutanea.

Periodo Prodromico

Due giorni prima dell'inizio dell'eruzione della varicella, il bambino malato comincia a sentirsi male, debole, ha mal di testa, l'appetito è sparito. La condizione generale è simile ai fenomeni di un raffreddore.

Non c'è allergia prodromica. Tutti i principali sintomi compaiono contemporaneamente. Insieme a un'eruzione cutanea, può iniziare un naso che cola, una tosse e una grave mancanza di respiro. Indica lo sviluppo di una complicanza molto pericolosa - angioedema.

Caratteristiche distintive dell'eruzione

La formazione di eruzione cutanea con varicella ha uno schema caratteristico. Prima, uno o due elementi di rash appaiono sul collo, poi sul cuoio capelluto, poi scendono in basso e catturano l'area della parte superiore del corpo. Con una malattia moderata, diventa possibile coprire l'intero corpo con l'eccezione della pelle dei palmi e dei piedi.

La pelle diventa prima rossa, poi si forma una papula, che sembra un brufolo. Col passare del tempo, si riempie di un liquido traslucido, cresce di dimensioni e si trasforma in una vescicola. Al suo interno, il virus si sta attivamente propagando. Quando la quantità di contenuto aumenta notevolmente, la vescicola si rompe, al suo posto si formano forme di erosione, che in un giorno si ricoprono di una crosta. Dopo che la crosta scompare, non ci sarà traccia al posto della bolla. I vesicoli possono avere diverse dimensioni. Sono formati in onde, quindi allo stesso tempo si possono vedere bolle di maturazione, erosione esposta e croste che si asciugano su una parte della pelle. Questa corrente è una caratteristica distintiva della varicella.

Le eruzioni allergiche possono essere diverse. A volte sembra un normale arrossamento della pelle, si manifesta anche sotto forma di un piccolo placatore omogeneo sparpagliato in tutto il corpo o in un'area specifica. Ci sono anche grandi bolle. La natura delle manifestazioni dipende dallo stimolo che ha provocato la reazione descritta. Con l'esclusione dello stimolo in poche ore o un paio di giorni, l'eruzione scompare senza lasciare traccia. Durante un'allergia, non è mai acquoso, quando si preme il dito sulla zona interessata, gli elementi di un'eruzione allergica diventano pallidi.

La presenza di temperatura e l'aumento dei linfonodi

La varicella si sviluppa sempre in mezzo a un aumento della temperatura corporea. Con il flusso di una forma lieve, gli indicatori del termometro salgono al livello di 38 gradi, mentre il flusso della forma di moderata gravità del paziente ha una temperatura più alta (38,5-39 gradi). Forme gravi provocano una crisi ipertermica (40-41 gradi). I picchi di aumento coincidono con picchi di onde di eruzione papulare. Nonostante l'uso di antipiretici, non è possibile interrompere completamente questo sintomo. Il calore viene mantenuto fino a quando sul corpo non compaiono nuove vescicole. Diventa possibile e linfonodi ingrossati.

Nei bambini in età prescolare, la varicella può manifestarsi in forma usurata. Con esso, il benessere generale non si deteriora, la temperatura corporea non aumenta, compaiono elementi isolati di eruzioni sul corpo. Hanno bisogno di guardare. Se dopo poche ore (massimo giorno) diventano acquosi, si sviluppa una varicella.

L'allergia non provoca la febbre, non ha segni di cambiamenti sistemici. Questo è diverso dalla varicella. L'unica cosa che tormenta il paziente è il forte prurito.

Altri sintomi aggiuntivi

Le allergie possono essere riconosciute da altri sintomi aggiuntivi. Spesso provoca mal di gola o tosse da soffocamento, disturbi del tratto gastrointestinale. Nelle reazioni gravi, vi è un aumento del battito cardiaco, alternanza di vampate di calore e maree fredde e una sensazione di mancanza di ossigeno. Le allergie possono scatenare convulsioni e shock anafilattico.

La varicella ha anche ulteriori sintomi. Si manifestano sotto forma di dolore muscolare, contrazione muscolare involontaria, sensazione di non affaticamento. Il paziente può lamentare disturbi del sonno, crampi agli occhi, perdita di appetito.

I medici, raccontando la differenza tra varicella e allergie, prestano attenzione al fatto che la prima malattia è sempre più difficile della seconda, causa un peggioramento della salute più significativo. L'allergia non è così innocua come sembra a prima vista. Può causare la morte. Pertanto, il trattamento di entrambe le malattie richiede il parere di un medico.

Durata della malattia

La varicella dura alcuni giorni. Con una moderata gravità della malattia, il suo decorso è entro 25-30 giorni. È caratterizzato dallo sviluppo graduale. In primo luogo, il periodo di incubazione (10-14 giorni), poi prodromico (1-2 giorni), poi arriva lo stadio di eruzione cutanea (5-9 giorni), altri cinque giorni dopo l'ultimo elemento dell'eruzione compare, la persona è considerata infettiva. È possibile parlare di recupero completo quando le croste delle vescicole scompaiono completamente.

Una reazione allergica si manifesta improvvisamente, con l'esclusione improvvisa di un agente dello stimolo.

Test diagnostico

Per determinare a casa quale malattia si sta sviluppando, un test diagnostico semplice consente: quando si assumono antistaminici, l'eruzione allergica scompare, rimane l'eruzione cutanea sulla varicella, ma il prurito che accompagna invariabilmente la formazione delle vescicole scompare.

La differenza tra varicella e altre eruzioni cutanee

Eruzioni cutanee, simili nell'aspetto all'eruzione della varicella papulare, diventano possibili con la rosolia, il morbillo, la pertosse, l'herpes zoster e l'herpes. Come possono essere identificate queste malattie?

La varicella differisce dalla rosolia nella natura dell'eruzione. Con la rosolia, le prime macchie rosse compaiono sul corpo, poi la temperatura corporea aumenta, i linfonodi aumentano notevolmente di dimensioni e diventano particolarmente sensibili. L'intero processo è accompagnato da sintomi del comune raffreddore.

È importante essere in grado di riconoscere il morbillo. Può essere facilmente confuso con la varicella. L'infezione si verifica attraverso goccioline trasportate dall'aria. Il paziente mostra per primo segni di raffreddore: tosse grave, debolezza crescente, la temperatura sale a 39 gradi. La congiuntiva degli occhi diventa rossa, le vesciche appaiono nel cielo, le macchie rosse si formano sul corpo e dopo quattro giorni iniziano a staccarsi. L'assenza di un flusso ondulatorio dà il diritto di scartare la diagnosi di "varicella".

Con la pertosse, si forma anche un'eruzione sul corpo. Il suo aspetto è preceduto da un periodo di malessere, debolezza e stanchezza, come nella varicella. Il paziente ha un naso che cola, è tormentato da una tosse, che è accompagnata da attacchi d'asma. Col passare del tempo, si intensifica solo più tardi compaiono tremori. Durante tali periodi, le vene si gonfiano attorno al collo, tutta la lingua sporge. La combinazione di questi sintomi, insieme a un'eruzione cutanea, dovrebbe portare alla diagnosi corretta.

Herpes zoster - una malattia in cui il corpo ha anche una caratteristica eruzione cutanea, ha una sorprendente somiglianza con l'eruzione cutanea con la varicella. E questo non sorprende: in entrambe le malattie un agente patogeno è il virus Varicella Zoster. Lui, entrando nel corpo, si stabilisce lì per sempre. All'inizio provoca una reazione acuta sotto forma di varicella, dopo che il suo corso non muore, ma si trasforma in una forma latente, addormentata. Quindi compaiono la persona e i sintomi del fuoco di Sant'Antonio. I bambini non si ammalano, negli adulti è estremamente difficile. L'eruzione appare nel corso della posizione dei nervi intercostali e ternari. Accompagnato da forte prurito e dolore, che è difficile da fermare con gli antidolorifici. Lei versa sullo sfondo di intossicazione acuta. La combinazione di tali manifestazioni consente di identificare la malattia.

L'eruzione cutanea da varicella sembra anche diversa dall'eruzione che si verifica quando i bambini sono infetti dal virus dell'herpes del sesto tipo. Provoca una malattia chiamata roseola pediatrica. Il più delle volte colpisce bambini fino a due anni. L'herpes inizia in un bambino con febbre acuta, e in tre giorni la temperatura del corpo diminuisce gradualmente. Dopo di ciò, sul corpo compare una sfilza di colore rosa maculopapulare. Se li premi con il dito, diventeranno pallidi. L'eruzione può persistere per diversi giorni o può scomparire nel giro di poche ore dopo l'esordio. Appare sul corpo, si estende agli arti e al collo.

Se esaminate attentamente il materiale proposto, sarà facile distinguere l'aspetto della varicella dalle allergie, dalle punture di zanzara e dal morbillo e dall'herpes. Ma comunque, qualsiasi eruzione cutanea è un motivo per chiamare un medico a casa.

La differenza tra varicella e allergie

I genitori ripetutamente giovani hanno chiesto al pediatra la stessa domanda - come distinguere la varicella dalle allergie, se i segni esterni di queste malattie sono simili l'uno all'altro.

Eruzioni cutanee sulla pelle compaiono quasi sempre in malattie allergiche. Ma una malattia infettiva come la varicella è anche caratterizzata dalla comparsa di un'eruzione cutanea. Per scoprire quale tipo di patologia in questione, è necessario avere un'idea generale di ciascuno.

Cos'è la varicella?

La varicella è una malattia di natura infettiva, che, come suggerisce il nome, è distribuita nella squadra con velocità lampo, praticamente con il vento. Cioè, prendere la varicella è molto semplice. Di solito, questa malattia colpisce i bambini e la tollerano abbastanza facilmente. Cosa non si può dire degli adulti - per loro la varicella diventa una vera prova. Fortunatamente, una volta che ha avuto questa malattia, il corpo forma un'immunità permanente ad esso.

La malattia inizia con un periodo di incubazione, la cui durata varia entro 1-3 settimane. Cioè, una persona che è stata in contatto con una varicella malata una volta può sperimentare segni di questa infezione durante questo periodo. La varicella malata può infettare qualcuno due giorni prima dell'eruzione e altri cinque giorni dopo di essa.

  • eruzione cutanea sulla pelle;
  • forte prurito;
  • alta temperatura;
  • disagio generale.

Il sintomo principale della varicella è un'eruzione specifica.

Inizialmente, sembrano piccoli granelli di colore rosa che appaiono sul cuoio capelluto, ma molto rapidamente iniziano a diffondersi in tutto il corpo. Presto questi punti diventano papule - bolle con contenuto liquido.

Alcuni giorni dopo, queste papule dovrebbero scoppiare, dopo di che rimangono piccole ulcerazioni sulla pelle - vescicole, che dovrebbero essere trattate con qualsiasi antisettico (di solito preferisce la vernice verde) per prevenire l'infezione. Il processo di eruzione dura ciclicamente per almeno 7 giorni. Allo stesso tempo, nuove macchie, papule e vescicole possono essere osservate simultaneamente sulla pelle.

Dopo alcuni giorni, le piaghe vengono schiacciate, che causano prurito e scompaiono presto. Con forti graffiature di queste croste, cicatrici caratteristiche possono rimanere sulla pelle dopo la malattia.

La malattia in ogni paziente procede individualmente. Se qualcuno ha pochi brufoli e la malattia è passata facilmente, con un leggero aumento della temperatura, altri possono essere coperti da eritemi da un capo all'altro, e le papule si possono trovare anche nella bocca e sulla mucosa degli occhi.

Un altro sintomo evidente della varicella è il prurito di una natura pronunciata. L'eruzione comincia a prudere dopo l'essiccazione delle vescicole e la comparsa di croste su di loro. In questo caso, gli antistaminici verranno in soccorso.

Cos'è un'allergia?

L'allergia è una malattia, i cui sintomi possono essere prurito, eruzione cutanea, gonfiore, naso che cola, lacrimazione e molto altro. Eruzione: frequenti allergie e compaiono dopo il contatto diretto del corpo con l'allergene.

Gli allergeni, in quanto provocatori della malattia, possono essere molto diversi. Di solito le malattie allergiche accompagnate da eruzioni cutanee causano:

  • prodotti alimentari;
  • prodotti chimici;
  • polline vegetale;
  • acari della polvere;
  • pelliccia animale

Il trattamento delle allergie si basa sull'esclusione dell'interazione con gli allergeni che provocano la malattia e la somministrazione orale di farmaci antistaminici.

Attualmente, le allergie sono rilevate sempre di più. Ogni anno nascono sempre più bambini allergici. Pertanto, sapere come distinguere le allergie dalla varicella è importante per tutti i genitori.

Varicella o allergie?

Ciò che distingue la varicella dalle allergie, sarà più conveniente considerare nella seguente tabella.

Varicella o allergie: come riconoscere correttamente la malattia?

L'eruzione cutanea è un sintomo che segnala una varietà di condizioni e malattie del corpo. Questi possono essere eruzioni allergiche, diatesi, mononucleosi, morbillo, rosolia, varicella, scarlattina e molte altre malattie.

Come distinguere la varicella dalle allergie, quali segni prestare attenzione in tempo per iniziare il trattamento corretto?

Allergia: brevemente - sulla cosa principale

Questa condizione è una maggiore sensibilità dell'organismo a vari tipi di allergeni, in altre parole, la reazione del sistema immunitario a sostanze che di solito non sono dannose per la maggior parte delle persone.

Meccanismo di sviluppo

La base di ogni tipo di esso è un meccanismo unico, che può essere suddiviso in fasi:

  • contatto immunologico o iniziale dell'organismo con un antigene (quando un organismo attacca con allergeni, si formano complessi antigene-anticorpo);
  • patochimico: i suddetti complessi danneggiano mastociti speciali con granuli di mediatori infiammatori e quindi li stimolano a diventare attivi e a muovere nel flusso sanguigno;
  • patofisiologico, in cui una varietà di manifestazioni esterne di allergia "fioriscono" - da eruzioni cutanee a maggiore motilità intestinale.

Cause della reazione

Tutti i possibili allergeni sono suddivisi nei seguenti gruppi:

  • casalinghi - prodotti per la casa, polvere, pareti imbiancate;
  • epidermico: epidermide umana e forfora, nonché lana o piume, piumino, saliva e feci di animali domestici e selvatici, uccelli;
  • insetto - vari insetti e loro morsi;
  • medicinale - varie droghe;
  • parassiti elminti di vario tipo;
  • funghi, come funghi di lievito, muffe;
  • allergeni pollinici - polline delle piante;
  • cibo (nel 90% dei casi, latte di mucca, prodotti a base di grano, uova, arachidi e soia, pesce e pesce causano allergie).

Gli ultimi due tipi di allergeni - cibo e polline - sono i più comuni.

Inoltre, tutti i fattori allergici sono suddivisi in esterni (esoallergeni) e interni (endoallergeni).

Fattori e gruppi di rischio

Il rischio di sviluppare malattie allergiche è aumentato dai seguenti fattori:

  • predisposizione genetica;
  • accumulo di tossine nel corpo a seguito di malattie croniche o abuso di alcool e fumo;
  • ridotta immunità a causa di frequenti malattie virali e infettive, frequenti farmaci, vivendo in un ambiente non favorevole all'ambiente, lavorando in produzione pericolosa, ecc.

Di conseguenza, i gruppi a rischio comprendono, prima di tutto, le persone che hanno parenti stretti già affetti da malattie allergiche o che hanno malattie croniche.

Sintomi e decorso di malattie allergiche

Ci sono molte forme e sintomi di allergia. Possiamo distinguere i principali:

  • respiratorio - starnuti, prurito al naso e scarico da esso, tosse, soffocamento;
  • pelle - arrossamento della pelle e la sua desquamazione o secchezza, prurito, un diverso tipo di eruzione cutanea, vesciche, gonfiore;
  • danni agli occhi - prurito e bruciore agli occhi, lacrimazione, gonfiore dei tessuti adiacenti all'occhio;
  • Disturbi gastrointestinali - nausea e vomito, stitichezza o diarrea, coliche intestinali.

Possibili complicazioni

Ogni tipo di allergia, non trattata, può provocare lo sviluppo di gravi malattie croniche: eczema, malattia da siero, anemia emolitica, asma bronchiale e altri. Le conseguenze di numerose esacerbazioni di allergie non tagliate nei bambini possono portare non solo alle malattie summenzionate, ma anche provocare una debolezza del tratto gastrointestinale e, di conseguenza, un ritardo nello sviluppo fisico del bambino.

Le complicazioni più pericolose di una reazione allergica sono angioedema e shock anafilattico, che a volte possono richiedere diversi secondi per svilupparsi. I sintomi di anafilassi includono: grave mancanza di respiro, convulsioni, perdita di coscienza, vomito, atti involontari di minzione e defecazione, eruzioni cutanee su tutto il corpo. La mancata fornitura di cure mediche urgenti in tale situazione è fatale.

Varicella

La varicella è una classe di malattie infettive caratterizzata da febbre e un'eruzione cutanea sulle mucose e sulla pelle. Le eruzioni sono piccole bolle con contenuto di colore trasparente.

L'astuzia del virus: come si verifica l'infezione

Il virus che causa la varicella appartiene al gruppo dell'herpes e viene trasmesso:

  • per goccioline trasportate dall'aria, penetrando nel corpo attraverso le superfici mucose del rinofaringe;
  • modo di contatto, se il contenuto della varicella o della saliva del paziente cade sulla pelle di una persona sana;
  • dalla madre al feto (transplacentare).

La suscettibilità della malattia è del 100% (la permanenza a breve termine nella stessa stanza con una persona malata quasi garantisce l'infezione), ma è impossibile essere infettati attraverso una terza parte e oggetti comuni.

Meccanismo di sviluppo

Dopo l'accumulo primario del virus sulle cellule della membrana mucosa delle prime vie respiratorie, entra nel sistema linfatico. Inoltre, alla fine del periodo di incubazione (da 11 giorni a 3 settimane), il virus entra nel flusso sanguigno e viene così diffuso in tutto il corpo. Essendo fissato nelle mucose e nell'epitelio cutaneo, si moltiplica e provoca la comparsa di un rash-roseol (macchie infiammate rosa), trasformandosi in vescicole (bolle riempite di liquido trasparente).

Sintomi e decorso della malattia

2 giorni prima dell'inizio dell'eruzione cutanea, il paziente può essere disturbato da malessere generale, mal di testa e febbre, ma spesso questo periodo è asintomatico.

Sulla pelle del viso, della testa, del torace e della schiena, degli arti, degli organi genitali e anche sulle mucose appaiono delle chiazze rosa piatte che si trasformano in bolle con un liquido chiaro entro uno o due giorni.

Ciò causa forti pruriti e un aumento della temperatura a livelli elevati. Il processo di comparsa di una nuova eruzione cutanea dura circa una settimana, in casi gravi - fino a 10 giorni. Quindi, in assenza di complicazioni, inizia il recupero. Se l'eruzione non si pettina, dopo l'essiccazione scompare la crosta delle vescicole, senza lasciare traccia. Altrimenti, rimangono cicatrici atrofiche.

Caratteristiche del corso in bambini e adulti: sono possibili complicazioni?

Di norma, nei bambini fino a 10-12 anni la malattia è molto più facile che negli adulti. Più il paziente è anziano, più grave è il decorso della malattia e più alto è il rischio di complicanze - la cosiddetta polmonite da vento primaria o la meningoencefalite sono possibili.

La varicella per le donne in gravidanza rappresenta una minaccia particolare: nelle prime fasi può causare varie patologie o morte fetale e nel terzo trimestre può portare alla nascita prematura o allo sviluppo di varicella congenita in un bambino, che rappresenta una minaccia non solo per la sua salute, ma anche per la vita.

È possibile re-infezione?

Inoltre, dal momento che il virus varicella-zoster è identico al virus dell'herpes zoster, la ricorrenza della malattia negli adulti (o, come viene chiamata, la scoperta dell'infezione) è probabilmente anche sotto forma di fuoco di Sant'Antonio.

Come distinguere la varicella dalle allergie?

Distinguere correttamente l'esacerbazione di allergia dall'inizio di una malattia infettiva prestando attenzione ai segni che accompagnano l'apparizione dell'eruzione, la sua localizzazione e l'aspetto.

Cosa ha preceduto la malattia?

Il periodo di incubazione della varicella dura fino a tre settimane. Se in quel momento una persona che prima non ne aveva sofferto era nella stessa stanza del paziente per almeno un breve periodo, allora la probabilità di infezione è alta.

Altri eventi recenti dovrebbero essere analizzati: degustazione di nuovi prodotti o un viaggio nella natura durante il periodo di fioritura di massa delle piante, l'uso di sostanze chimiche per scopi industriali o domestici, o l'uso di nuovi farmaci può servire come fattori causali per un attacco di allergia.

Caratteristiche distintive dei sintomi

Di norma, uno studio accurato di questi ti consente di determinare correttamente cosa ha causato l'eruzione cutanea - allergie o varicella e di diagnosticare correttamente le condizioni del paziente.

  • arrossamenti di dimensioni non uniformi in poche ore si trasformano in vescicole con liquido all'interno;
  • distribuito uniformemente in tutto il corpo;
  • ci sono sulle mucose;
  • dopo l'essiccazione, si trasformano in croste e poi cadono senza lasciare traccia;
  • l'eruzione non cambia forma;
  • localizzato in modo non uniforme sul corpo;
  • no sulle membrane mucose;
  • può essere sotto forma di piccoli brufoli o "bruciature" di ortica;

La corretta diagnosi è la chiave per correggere il trattamento.

Solo il medico sarà in grado di determinare la strategia della terapia e selezionare i farmaci più efficaci e sicuri. Le informazioni di cui sopra sulla differenza tra allergie e varicella aiuteranno a determinare quale specialista contattare e, cosa molto importante, se si sospetta la varicella, hanno meno contatti con gli altri, riducendo il rischio di infezione.

Se, a causa di una combinazione di sintomi, un'eruzione cutanea è molto probabilmente un segno di un'allergia, l'allergologo, dopo un'indagine e un esame se necessario, effettuerà una diagnostica aggiuntiva.

  • Esame del sangue A seconda del tipo, il risultato può generalmente indicare la presenza di allergia (CBC, così come il rilevamento di anticorpi specifici) e determinare il profilo allergico del paziente (test RAST).
  • Test di allergia cutanea - applicazione, prick test e intradermica. Una tecnica speciale consente di identificare gli allergeni, la cui reazione è espressa da eruzioni cutanee. Sono custoditi per adulti e bambini di età superiore ai 3-5 anni. Fino a questa età, i risultati di quasi tutti gli studi sull'allergenicità delle sostanze non possono essere considerati affidabili e validi a causa della mancanza di immunità ai bambini.

Nel caso della varicella, è necessaria una chiamata a casa di un medico generico o pediatra. Specialista per la diagnosi di un quadro clinico sufficiente delle lesioni e delle condizioni generali del paziente. In casi di problemi estremamente rari o per scopi scientifici, viene effettuato uno studio virologico del fluido vescicolare.

Inoltre, un'eruzione cutanea sul corpo può essere un segno di molte altre malattie. Pertanto, l'accesso immediato a un medico è la chiave per correggere diagnosi e trattamento efficace.

Suggerimento 1: come distinguere la varicella dalle allergie

  • come può iniziare la varicella
  • Vetryanka.ru
  • come riconoscere la varicella nel 2018
  • Per la prevenzione delle eruzioni allergiche sulla pelle, è necessario fornire al bambino le cure adeguate e monitorare la sua dieta. Non avvolgere il bambino in modo che non sudi, acquistare vestiti solo da tessuti naturali, cambiare più spesso i pannolini, non dimenticare di ventilare la stanza in cui si trova il bambino. Durante il nuoto, aggiungere all'acqua un infuso di acqua o di permanganato di potassio. Nei mesi caldi, rimuovere la tela cerata da sotto le lenzuola. Non sovralimentare il bambino e cercare di seguire la dieta.

Suggerimento 5: come distinguere un'eruzione

Come distinguere efficacemente la varicella dalle allergie: riconoscere la caratteristica eruzione cutanea

Per capire qual è la differenza tra varicella e allergie, è necessario comprendere l'essenza stessa di queste due condizioni.

La varicella (il nome comune per la varicella) è lo sviluppo di un processo infettivo-infiammatorio nel corpo - un'allergia si riferisce a se stessa come un'iperreattività all'introduzione in esso di un agente irritante di qualsiasi natura (non necessariamente infettivo).

Ci sono molte somiglianze tra le manifestazioni di questi due stati patologici. Ma ci sono differenze significative.

Allergia o varicella: qual è la differenza?

Perché si verifichi la varicella, è necessario che un particolare agente patogeno entri nel corpo - un virus che ha una struttura proteica incomparabile.

Herpes virus sotto il microscopio

Il processo allergico è provocato da sostanze appartenenti a diverse classi di composti chimici. Queste non sono solo proteine ​​(alimentari o altro) che sono estranee al corpo, ma anche sostanze di semplice composizione chimica (classe di zuccheri di frutta), o anche composti inorganici, come fuliggine o sabbia ordinaria - i componenti principali di qualsiasi polvere.

Le allergie causano allergeni, il più delle volte - il cibo

Il tempo di manifestazione sul corpo dell'eruzione della varicella è il periodo necessario per l'inizio della riproduzione di massa del virus (circa 14 giorni dal momento dell'infezione). Un'eruzione allergica appare dopo pochi minuti (decine di minuti) dal momento in cui una sostanza entra nel corpo umano.

Il virus per la sua esistenza deve penetrare attraverso le vie respiratorie - un'allergia inizia sia quando l'allergene viene inalato e quando si arriva sulla pelle (durante la spruzzatura) o sulla pelle (quando iniettato da insetti o con altri mezzi).

Se l'insorgenza di una risposta allergica - la reazione dovuta alla struttura genica del corpo, allora lo sviluppo della varicella non dipende dalle caratteristiche genetiche della persona - la suscettibilità al virus è vicina al 100%.

Circa la natura dell'eruzione: simile, ma non la varicella

Mentre l'eruzione è presente in entrambe le condizioni, ha entrambe le manifestazioni caratteristiche ed è soggetta ad una certa evoluzione.

Un rash è caratteristico di varie condizioni.

Eruzione di varicella

L'eruzione della varicella è inizialmente singola, poi massiccia, seguita da gonfiore e inizia lo sviluppo inverso degli elementi sagomati. Non esiste una sequenza definita di sequestro della pelle e delle mucose con un'eruzione cutanea - un'eruzione compare ovunque.

Passa le fasi dal punto e il cono infiammatorio con una testa purulenta alla piaga con bordi rialzati e una crosta leggermente iperemica coperta da una crosta. La bolla persiste per 1-3 giorni, le croste scompaiono in 2-3 settimane, lasciando le cicatrici al posto del pettine.

La varicella è caratterizzata dalla presenza simultanea di elementi a diversi stadi di sviluppo e dall'evento di enanthema - analoghi di eruzioni cutanee localizzate sulle membrane mucose che appaiono in parallelo con il processo sulla pelle, con cicatrizzazione per 1-2 giorni.

Eruzione allergica

Le eruzioni allergiche sono le tipiche vesciche pallide di varie dimensioni che si ergono sopra la pelle. Appaiono tutti allo stesso tempo, assomigliano a frittelle circondate dal ritornello - elementi periferici di forme arrotondate o ovali, o formano una placca particolarmente grande sotto forma di uno scudo solido con bordi smerlati. Di solito è interessata un'area nella zona di danno (morso, puntura, sfregamento, impollinazione). I focolai allergici dopo la scomparsa della causa o del trattamento scompaiono senza lasciare tracce sotto forma di pigmentazione o altro.

Per la varicella non è pronunciato gonfiore pronunciato della pelle - una caratteristica distintiva di un'eruzione allergica.

Localizzazione tipica di lesioni per allergie

Il prurito è significativo in entrambe le malattie, ma nelle allergie è accompagnato da dolori, intorpidimento, "strisciare strisciando" - per la varicella, è solo il desiderio di raschiare il fattore irritante della pelle.

Su particolari varietà di varicella

Sebbene nella stragrande maggioranza dei casi, la malattia che si è sviluppata durante l'infanzia sia facilmente tollerata, con la formazione di un'immunità stabile ci sono delle eccezioni.

Rash con complicazioni

L'opportunità di ammalarsi di nuovo con la varicella esiste nelle persone che soffrono di grave immunodeficienza:

  • HIV (AIDS) infetto;
  • organi trapiantati;
  • cambiamenti climatici molto duraturi;
  • sopravvissuto a un forte stress.

Il decorso della varicella in pazienti di età superiore ai 30 anni è caratterizzato da:

  • durata più lunga del periodo di incubazione (fino a 21 giorni);
  • la presenza di sintomi che precedono il periodo di eruzione cutanea (febbre, dolore nella regione lombosacrale, mal di testa);
  • massicce eruzioni con grave prurito accompagnato da manifestazioni tossiche generali: febbre alta con brividi, nausea con conati di vomito, irrequietezza motoria, insonnia, dolori e dolori in tutto il corpo;
  • più inclini a complicanze come la linfoadenite, la piodermite, la miocardite, l'encefalite da varicella.

Cicatrici dopo la varicella per adulti

Nella vecchiaia e nella vecchiaia la malattia può manifestarsi sotto forma di un analogo della varicella - l'herpes zoster.

Il periodo del prodroma è caratterizzato da dolore significativo, simulando il processo di infarto nel miocardio o nel polmone, o un'altra malattia con significativa sindrome del dolore. L'area del dolore è solitamente limitata a uno o due spazi intercostali su un lato, sebbene possa coinvolgere entrambi i lati del corpo.

La comparsa di un'eruzione cutanea (con un corso tipico che non differisce da quello della varicella, né della morfologia, né della dinamica dello sviluppo) è limitata alla sua posizione entro i confini di uno o due dermatomi adiacenti (aree di pelle con comuni fonti di rifornimento e innervazione del sangue).

La guarigione è accompagnata dalla comparsa di pigmentazione, con forme atipiche (gangrenous ed emorragico) - si verifica con la formazione di cicatrici superficiali della pelle.

Possibili opzioni di malattia:

  • con la completa assenza di esantema e dolore (abortivo);
  • con un'eruzione nella forma di grandi bolle (bollose o spumeggianti);
  • con contenuto sanguinolente di eruzioni vesciche (emorragico);
  • con necrosi (morte) dello strato superficiale della pelle, sostituita da tessuto cicatrizzato rigenerato (necrotico o cancrenoso);
  • con eruzione cutanea diffusa su tutta la superficie del corpo (generalizzata o disseminata).

Un'altra variante di eruzione cutanea da herpes

Le complicanze della malattia possono essere un piano neurologico (fino alla comparsa della meningoencefalite) e causare danni agli organi interni (sviluppo di epatite, polmonite). Spesso, dopo aver sofferto di herpes zoster, il dolore persistente persistente persiste nell'area precedentemente interessata, denominata nevralgia post-erpetica.

Varicella o allergie: il verdetto finale, o un punto nella diagnosi

In materia di diagnosi della condizione (a favore di una o di un'altra malattia), diversi punti sono di notevole importanza:

  • la condizione del paziente nel precedente periodo di malattia;
  • l'efficacia di determinati gruppi di droghe;
  • ricorrenza dei sintomi se esposti a condizioni simili.

La tendenza a una risposta allergica si manifesta con ripetute ripetizioni della stessa clinica in una situazione ricorrente. In contatto con una sostanza strettamente definita:

  • la reazione avviene entro pochi minuti-mezz'ora;
  • si osservano tipiche eruzioni cutanee e sensazioni cutanee caratteristiche;
  • aumento della temperatura corporea non si verifica;
  • le manifestazioni edematose prevalgono nella reazione generale dell'organismo.

Quando si evita consapevolmente il contatto con una sostanza allergenica, non c'è una reazione generale della pelle.

Con un attacco allergico, l'uso di antistaminici è molto efficace, mentre con la varicella, possono essere solo uno dei punti del programma di trattamento (se ne sorge la necessità).

Nella versione classica della varicella:

  • gli episodi allergici non precedono la malattia;
  • la clinica della malattia ha una fase chiaramente contrassegnata (con l'evoluzione dell'eruzione) e non si ripete più;
  • la malattia è contagiosa per il contatto;
  • c'è una sconfitta di una certa età (bambini).

Con tutta la varietà di forme e manifestazioni cliniche, la differenza tra varicella e allergie è ovvia.

Eruzione allergica è gonfiore.

Oltre alle manifestazioni visibili sulla pelle e alla reazione generale del corpo, anche lo stato precedente del paziente è importante (nelle osservazioni dell'ambiente chiuso e secondo gli esami medici) e l'effetto dell'uso di antistaminici.

Non meno importanti per la diagnosi e la differenziazione da altri stati simili sono i dati degli studi di laboratorio e strumentali (virologici e clinici generali).

La somma di tutte le informazioni ricevute consente al medico di fare chiaramente la diagnosi corretta.