Stomatite allergica: quale è la malattia e come combatterla

Sintomi

La stomatite è il nome di un gruppo di malattie della mucosa orale di natura infettiva, infiammatoria o allergica. Questo termine è anche chiamato le manifestazioni locali di malattie immunitarie, della pelle e di altro tipo.

La stomatite è abbastanza frequente sia nei bambini che negli adulti. La mucosa della bocca, delle guance, del palato è interessata in isolamento o è accompagnata da glossite (infiammazione della lingua), gengivite (infiammazione delle gengive), a volte con cheilite (infiammazione delle labbra).

La stomatite si sviluppa indipendentemente o è una manifestazione di altri processi patologici.

Caratteristiche generali della malattia

La stomatite allergica è una malattia della mucosa orale, che si basa su complessi processi immunologici. I segni tipici della malattia sono iperemia, edema, ferite sanguinanti, formazioni erosivo-ulcerative. I pazienti non possono normalmente mangiare a causa del dolore e del disagio, indicare un peggioramento della salute in generale.

La ragione di questa stomatite è l'ingestione di un allergene o il contatto diretto dell'elemento traumatico con la mucosa orale.

Il polline delle piante, i farmaci, alcuni prodotti alimentari possono provocare allergie, a seguito delle quali si sviluppa una reazione immunitaria complessa. La stomatite è una delle manifestazioni di questa reazione.

L'influenza locale del fattore provocante (prodotti per l'igiene orale, gocce per la tosse, protesi) irrita la mucosa, che di nuovo porta alla malattia.

La stomatite da contatto è associata ad un'elevata sensibilità ai mezzi di trattamento dentale:

  • agenti anestetici locali;
  • materiale di riempimento;
  • sistema di staffe;
  • piastre ortodontiche;
  • corona;
  • metallo e altri arti artificiali.

Spesso l'allergia è causata da impianti acrilici, che contengono monomeri residui e sostanze coloranti. Quando si installa una carpenteria metallica, si sviluppa un'allergia sulla lega utilizzata (ad esempio, nichel, cromo, platino). Il decorso e l'esito della malattia dipendono anche dalla presenza nella struttura ortodontica della plastica e di altri componenti.

È stato accertato che le malattie sono suscettibili a persone che soffrono di malattie croniche del tratto gastrointestinale (disbiosi, pancreatite, colecistite, colite, gastrite e altre), nonché disturbi endocrini (diabete, aumento della funzionalità tiroidea, menopausa).

A causa di vari tipi di disturbi, le malattie elencate portano ad una modifica della reattività e sensibilizzazione del corpo agli allergeni delle protesi dentarie.

Come dimostra la pratica, gravi reazioni di ipersensibilità si sviluppano in soggetti con anamnesi allergica aggravata (rinite vasomotoria, varie forme di eczema, orticaria, angioedema, ecc.). Molto spesso si verificano con allergie ai farmaci (30% dei casi), cibo (30%), asma e altre patologie.

Stomatite allergica può verificarsi in isolamento o essere parte di disturbi sistemici:

  • lupus eritematoso sistemico;
  • vasculite;
  • sclerodermia;
  • diatesi;
  • necrolisi epidermica tossica;
  • La malattia di Reiter;
  • eritema essudativo, maligno e altri.

Ci sono i seguenti tipi di stomatite allergica:

  • catarrhal (semplice);
  • bollosa;
  • catarrale-emorragica;
  • erosiva;
  • Ulcerosa.

Una forma della malattia è la stomatite anafilattica, che è la comparsa di molteplici aftek e eritema in bocca. Si sviluppa a causa dell'uso di qualsiasi farmaco.

Eruzione della droga fissa intraorale - una lesione che si ripresenta nello stesso posto dopo l'assunzione del medicinale. La malattia si sviluppa rapidamente (alcuni giorni), poi i sintomi scompaiono. Si basa sulla risposta rapida del terzo tipo di ipersensibilità. Quando ciò accade, eritema, edema, lesioni erosive.

Secondo la velocità di comparsa dei segni clinici, le reazioni allergeniche sono lente e rapide. In quest'ultimo caso, la stomatite si sviluppa in base al tipo di angioedema. La reazione lenta si fa sentire solo pochi giorni dopo il ricevimento dell'allergene.

L'esame dei pazienti inizia con l'ispezione della cavità orale, chiarisce i reclami, la cronologia, i test allergologici e altri test. Nel sangue, leucopenia, un aumento del livello dei linfociti, si osserverà una diminuzione del numero di leucociti neutrofili.

Come appare in diversi casi

Le manifestazioni e il decorso dipendono dalla forma della malattia. La stomatite catarrale è accompagnata da prurito, bruciore, secchezza delle fauci, alterazioni del gusto (sapore di metallo o acido), dolore.

Rossore visivamente osservato e gonfiore del linguaggio mucoso, "levigato".

Con la stomatite emorragica catarrale compaiono emorragie delle mucose.

La forma bollosa è accompagnata dalla formazione di bolle in bocca con un liquido limpido. Dopo una scoperta della vescicola, la malattia entra in uno stadio erosivo. Le ulcere sono coperte di fiori, causando forti dolori durante il mangiare e parlare. Gli elementi ulcerativi possono fondersi, formando una vasta superficie erosiva.

La più grave è la stomatite necrotica, in cui è presente una marcata iperemia, numerose ulcere con una sporca patina grigia, foci necrotici. Tale stomatite è accompagnata da aumento della salivazione, febbre, mal di testa, incapacità di mangiare normalmente.

Nelle foto seguenti è possibile trovare esempi reali di stomatite allergica negli adulti e nei bambini:

Stomatite allergica: come e perché l'allergia attacca la cavità orale?

La stomatite allergica è chiamata infiammazione, in cui, a causa del contatto del corpo con un antigene, la membrana mucosa nella cavità orale viene danneggiata dai suoi stessi agenti immunitari.

A seconda di dove l'allergia è localizzata in bocca, ci sono:

  • cheilite: danno alla mucosa delle labbra e alla loro zona di transizione;
  • glossite - l'infiammazione è localizzata nella lingua;
  • palatinite - la reazione infiammatoria si verifica sul palato molle o duro;
  • papillite - infiammazione della papilla delle gengive;
  • gengivite: il processo è localizzato nelle gengive;
  • stomatite: in questo caso, la membrana mucosa nella regione della cavità orale e delle guance soffre.

La stomatite allergica può anche essere uno dei sintomi delle malattie autoimmuni o reazioni di ipersensibilità generalizzate, come ad esempio:

  • angioedema; angioedema;
  • vasculite sistemica (malattia di Behçet o lupus eritematoso (LES));
  • pemfigo volgare (le sue forme che perdono più severamente sono Stevens-Johnson o Lyell);
  • pemfigoide bolloso;
  • eritema multiforme essudativo (MEE).

Allo stesso tempo, saranno presenti i sintomi di intossicazione generale del corpo o danni agli organi interni. Ad esempio, nell'eritema multiforme essudativo, si osserva uno specifico rash (di solito sulle mani) e una lesione nella zona transizionale delle labbra (viene anche chiamato un bordo rosso).

Il meccanismo di sviluppo e le cause di una reazione allergica

Stomatite allergica si verifica in risposta alla ripetuta penetrazione di antigene nel corpo. Alla prima introduzione dei linfociti T allergeni

T-linfociti al microscopio

trasmettere informazioni sulla sua struttura ai linfociti B, che diventano plasmacellule e iniziano a produrre anticorpi contro composti proteici estranei.

Questo processo è chiamato sensibilizzazione del corpo. Quando un antigene proteico entra nel flusso sanguigno una seconda volta, si lega alle immunoglobuline e innesca il rilascio di mediatori dell'infiammazione.

Questa è la reazione di ipersensibilità. A seconda della velocità di manifestazione dei sintomi, vi è un'ipersensibilità di tipo immediato o ritardato.

Nel primo caso, la causa principale dei sintomi è un massiccio rilascio di istamina dai leucociti basofili. Nella seconda, reazioni mediate in cui la proteina estranea marcata con anticorpi interagisce con le cellule, e vengono lisate (distrutte) dagli agenti immunitari cellulari che riconoscono l'antigene.

Con la manifestazione di allergie nella cavità orale è spesso necessario che l'agente estraneo venga ripetutamente iniettato nel corpo e "stuzzicato" il sistema immunitario, spingendolo a produrre sempre più immunoglobuline. Di conseguenza, si accumulano così tanto che quando colpiscono la quantità minima di antigene, può verificarsi una violenta reazione allergica.

Le sostanze che possono provocare allergie in bocca possono essere:

  • antigeni di microrganismi che vivono nella cavità orale, particolarmente importanti se vi è una lesione o una periodontite cariosa (focolai di infezione cronica);
  • intolleranza al farmaco che si verifica quando vengono presi per un lungo periodo di tempo;
  • reazioni allergiche da contatto alle strutture protesiche (il più delle volte, la cosiddetta stomatite allergica da contatto "protesica").

La reazione stessa passa attraverso tre fasi principali:

  1. Immunologica. Una sostanza estranea viene introdotta nel corpo, dove il processo di isolare la stessa proteina contro la quale gli anticorpi possono essere prodotti è la presentazione dell'antigene. Successivamente, viene avviata una cascata di reazioni, volte a sensibilizzare il corpo. Quando questa sostanza entra di nuovo nel corpo, si coniuga con le immunoglobuline.
  2. Pathochemical. Il complesso antigene-anticorpo stimola il rilascio di vari mediatori dell'infiammazione.
  3. Fisiopatologico. L'effetto dovuto al rilascio di agenti chimici infiammatori porta alla fine alla comparsa di sintomi.

Stomatite protesica allergica alla foto

Classificazione stomatite natura allergica

Secondo la gravità dei sintomi, la stomatite di natura allergica può essere:

  • catarrale;
  • erosiva;
  • erosivo e ulcerativo;
  • necrotizzante.

La classificazione etiopatogenetica comprende la stomatite:

  • perno;
  • dermatostomatite autoimmune;
  • medica;
  • tossico-allergica;
  • stomatite aftosa ricorrente cronica (CRAC, manifestazione estrema - aphtosis di Setton).

sintomi Caratteristiche

I sintomi variano a seconda del tipo di allergene e dei tipi specifici di stomatite:

  1. Catarral distingue le manifestazioni cliniche più leggere. Ci sono tali lamentele: secchezza in bocca; morbilità quando si mangia cibo; bruciore e prurito alle gengive; cambiamento nella percezione del gusto (presenza di sapore aspro o metallico). All'esame, il medico può rilevare arrossamento e gonfiore della mucosa orale.
  2. Catarrale-emorragica. Si trova nella diatesi emorragica. Comprende tutti i sintomi della stomatite catarrale, così come durante l'esame il medico può vedere la presenza di rash emorragico petecchiale nelle aree colpite.
  3. Bollosa. È caratteristico per un pemfigoide bolloso, procede con formazione delle bolle riempite di essudato trasparente. In questo caso, le bolle hanno una gomma spessa. Possono scoppiare con la formazione di erosioni di fibrina doloranti, rivestite di bianco. C'è una diminuzione dell'appetito, un'ipersalivazione.
  4. Erosiva. Si trova nella sindrome di Stevens-Johnson, IEE. In primo luogo, le vescicole sono formate con un cappuccio sottile. Facilmente scoppiando, formano più superfici erosive, coperte da un rivestimento di fibrina. Il processo è accompagnato da forte dolore, perdita di appetito, sintomi di intossicazione generale. La guarigione avviene senza una cicatrice.
  5. Erosivo e ulcerativo. In questa forma, le malattie di erosione, che appaiono nello stesso modo della forma erosiva, non sono risolte, ma progrediscono. Il processo cattura il tessuto sotto l'epitelio e le ulcere si formano con una fioritura bianca fibrinosa. Tale flusso è caratterizzato dall'afrodosaggio di Setton. La guarigione del difetto della mucosa avverrà con la formazione della cicatrice.
  6. Necrotizzante. È caratterizzato dalla formazione di ulcere ed erosione. In questo caso, le ulcere saranno ricoperte da masse necrotiche di grigio. Il processo è accompagnato da forte dolore, linfoadenopatia regionale, sialorea e sintomi di intossicazione generale. Può verificarsi nella sindrome di Lyell.

Caratteristiche del corso nei bambini

Il corpo del bambino è caratterizzato da:

  • sistema non formato di immunità;
  • divisione cellulare attiva;
  • alto tasso di reazioni metaboliche.

Tutto ciò porta al fatto che qualsiasi infiammazione, comprese le allergie in bocca, sarà:

  • inizia acutamente;
  • colatura più dura di un adulto;
  • avere un rapido sviluppo (le complicanze si sviluppano prima rispetto a un adulto);
  • sindrome da intossicazione pronunciata;
  • spesso diagnosticato nella fase di sviluppo di complicanze.

Inoltre, il corpo dei bambini è più incline alle allergie che negli adulti: una risposta troppo attiva a qualsiasi potenziale "pericolo" dal sistema immunitario porta all'emergere di reazioni allergiche e pseudo-allergiche vere.

Questi ultimi si distinguono per il fatto che il grado di intensità dei sintomi dipende direttamente da quanto antigene è entrato nel corpo (di solito, queste sono reazioni al cibo di un certo colore o composizione).

Pertanto, la stomatite allergica nei bambini sarà:

  • accompagnato da un aumento della temperatura;
  • causare un grande gonfiore dei tessuti circostanti;
  • progredire rapidamente.

Diagnosi e differenziazione

Quando si effettua una diagnosi, devono essere escluse tutte le malattie sistemiche o infettive con un quadro clinico simile.

La stomatite catarrale è caratterizzata dalla seguente immagine, a seconda della causa provocatoria:

  1. Anamnesi. In caso di allergia - interazione con l'antigene, in caso di infezione - inosservanza delle norme igieniche, parodontite.
  2. Caratteristiche. In caso di infiammazione allergica - prurito, bruciore in bocca, distorsione della sensibilità del gusto (alcuni sapori sono presenti). Quando non le caratteristiche infettive.
  3. Odore. La reazione allergica è "sterile", quindi non c'è l'alito cattivo. Quando il processo infettivo è.
  4. Salivazione. L'allergia provoca una diminuzione della salivazione e della secchezza delle fauci, con un processo microbico, è normale o aumenta.

La forma erosiva si differenzia come segue:

  1. Anamnesi. Con allergie ha osservato effetti sul corpo dell'antigene. Con l'infezione, a volte ci sono sintomi prodromici, l'interazione con una persona malata.
  2. La localizzazione. Allergie - sia in bocca che intorno ad esso, così come in tutto il corpo (IEE, sm Stevens-Johnson o Lyell). Con l'infezione, a volte anche la cavità orale, con l'OGS, è interessata anche dalla pelle delle labbra.
  3. Odore. Come con la stomatite catarrale.
  4. Iperemia della corolla Con le allergie non lo è, in ogni processo infettivo lo è.
  1. Anamnesi. In caso di allergia - interazione con un agente straniero, in caso di infezione - contatto con una persona malata.
  2. Il numero di ulcere. Le allergie (Sethton's Aft) sono ulcere singole con un rivestimento di fibrina bianca. Processo di infezione - ulcere multiple con placca necrotica (batteri) o fibrinosa (patogeno - un virus).
  3. Odore. È assente con le allergie, ma c'è con l'infiammazione infettiva.
  4. La localizzazione. Sindrome di Stevens-Johnson: colpisce la pelle, la mucosa orale (mucosa orale), la congiuntiva e la cavità nasale; altre forme - all'interno del DPR. Se il processo è causato da un'infezione, viene interessata solo la mucosa orale.
  1. Anamnesi. Lo stesso che con la stomatite catarrale.
  2. La localizzazione. Sindrome di Lyell: danno alla pelle e a tutte le mucose. Stomatite Fuzospirillary - infiammazione all'interno della COPN.
  3. Ulcere. Coperto di fiori bianchi o grigio chiaro con allergie e masse necrotiche grigie, brune, nere durante l'infezione.
  4. Odore. Con l'infiammazione allergica è assente, con batteri - forte, pronunciato.

I dati degli esami clinici di solito non sono sufficienti per stabilire una diagnosi accurata.

Diagnosi di laboratorio

Rilevazione di processi elettrochimici in bocca:

  • analisi chimico-spettrale del fluido orale;
  • determinazione del pH della saliva;
  • galvanometro.

Valutazione del livello di igiene orale per escludere la natura infettiva di stomatite:

  • analisi biochimica della saliva, oltre a determinare il livello di attività dei suoi enzimi;
  • raschiando dalla mucosa dei funghi del genere Candida;
  • Valutazione dell'igiene protesica.
  • test con esposizione: la protesi viene temporaneamente rimossa dalla cavità orale e quindi monitora la dinamica del processo patologico;
  • immunogramma;
  • test cutaneo allergico;
  • test provocatorio: viene ripreso l'uso della protesi sotto la supervisione di un medico per valutare il risultato

Assistenza medica

Il trattamento di stomatitis allergico consiste di tre aree principali.

Direzione etiotrope

Eliminazione del contatto con l'antigene. Sostituzione di strutture ortopediche (protesi dentarie, apparecchi ortodontici, ecc.), Correzione della dose di droghe o abolizione del farmaco.

Direzione patogenetica

La nomina di farmaci antistaminici (da 2 generazioni: Loratadin, Chlorpyramine, ecc.).

L'applicazione locale di unguenti con GKS è possibile: pomata di idrocortisone, ecc.

Le malattie accompagnate da lesioni massicce (cisti volgari, sindromi di Stevens-Johnson e Lyell) richiedono una chiamata urgente al reparto di terapia intensiva con successivo trattamento nel reparto di terapia intensiva!

Il trattamento viene eseguito mediante somministrazione parenterale di glucocorticosteroidi.

Direzione sintomatica

La prevenzione dell'adesione dell'infezione viene effettuata: gli antisettici sono nominati per il risciacquo (clorexidina 0,05%, decotto di camomilla o salvia, Furatsillina 1: soluzione 5000) - 5-6 volte al giorno (non prima di 3 ore dopo aver mangiato)

Sollievo dal dolore: anestetici locali - Anestezin 5%, Lidocaina 5-10% per anestesia da applicazione - 3 volte al giorno prima dei pasti. Poltiglia di prescrizione con anestesia su olio di pesca.

Stimolazione della guarigione: soluzioni oleose di vitamine E e retinolo, olio di rosa canina, olivello spinoso, pesca.

Rilievo dei sintomi di intonazione: farmaci antinfiammatori non steroidei (pomata per sodio mefenamine topico 5%, totale - Nimesil, paracetamolo, ecc.)

In caso di forma ulcera-necrotica della malattia, una visita dal medico a giorni alterni è indicata per l'eliminazione enzimatica delle masse necrotiche. Assicurati di monitorare costantemente.

Misure preventive

  • eliminazione di fuochi di sepsi cronica:
  • trattamento di tutte le lesioni cariose;
  • pulizia professionale dei denti;
  • trattamento della parodontite;
  • Assicurare una buona igiene orale: lavarsi i denti al mattino e alla sera per almeno tre minuti, sciacquare la bocca e lavare la protesi dopo aver mangiato (o almeno bevendo);
  • modificazione dello stile di vita: moderata attività fisica, indurimento, dieta equilibrata.

Stomatite allergica

Stomatite allergica - alterazioni infiammatorie della mucosa del cavo orale, dovute allo sviluppo di reazioni immunopatologiche (ipersensibilità, iperattività). Manifestazioni di stomatite allergica sono edema, iperemia, sanguinamento, ulcere ed erosione della mucosa, bruciore in bocca, dolore durante il pasto, ipersalivazione e talvolta deterioramento delle condizioni generali. L'esame di un paziente con stomatite allergica include la raccolta dell'anamnesi allergologica, l'identificazione della causa di una reazione allergica, l'esame della cavità orale, l'esecuzione di campioni provocatori, l'eliminazione della pelle, l'esame della saliva, ecc. Il trattamento della stomatite allergica comporta l'evitare il contatto con l'allergene, l'assunzione di antistaminici e la cura della mucosa.

Stomatite allergica

La stomatite allergica è un sintomo patologico che si verifica nel cavo orale durante contatto microbico, contatto, allergia ai farmaci o come manifestazione locale di malattie infettive, cutanee, autoimmuni e di altro tipo. Lesioni allergiche del cavo orale possono verificarsi sotto forma di stomatite, papillite, glossite, gengivite, pareite, palatinite, cheilite. Tra queste forme cliniche, la stomatite allergica si verifica più frequentemente. Affrontare i problemi associati alla stomatite allergica richiede l'interazione interdisciplinare di specialisti nel campo dell'odontoiatria, allergologia e immunologia, dermatologia, reumatologia, ecc.

Cause della stomatite allergica

La comparsa di stomatite allergica può essere dovuta alla penetrazione dell'allergene nel corpo o al contatto diretto con la mucosa della cavità orale. Nel primo caso, la stomatite allergica servirà come manifestazione di una reazione sistemica (polline, medicinali, muffe, prodotti alimentari, ecc.); nel secondo, una reazione locale a fattori irritanti che sono in contatto diretto con la membrana mucosa (dentifricio, dentiere, pastiglie medicinali per succhiare, risciacquo della bocca, ecc.).

Lo sviluppo della stomatite allergica da contatto è più spesso associato con l'ipersensibilità ai materiali utilizzati in odontoiatria: farmaci per l'applicazione di anestesia, otturazioni metalliche, apparecchi ortodontici, corone, protesi acriliche o metalliche. I fattori allergici nelle protesi acriliche sono solitamente monomeri residui, in rari casi coloranti. Quando si usano protesi metalliche si possono sviluppare allergie a leghe contenenti cromo, nichel, oro, palladio, platino, ecc.. Inoltre carie, tonsilliti croniche e agenti patogeni e prodotti che si accumulano nel letto della protesi giocano un ruolo nella patogenesi della stomatite allergica le loro funzioni vitali che irritano le mucose.

La stomatite allergica da contatto è più spesso osservata in pazienti affetti da malattie gastrointestinali croniche (gastrite, colecistite, pancreatite, colite, disbatteriosi, elmintiasi, ecc.), Patologia endocrina (diabete, ipertiroidismo, disturbi della menopausa, ecc.). Ciò è dovuto al fatto che i disturbi organici e funzionali in queste malattie alterano la reattività del corpo, provocando la sensibilizzazione a contatto con gli allergeni.

Classificazione della stomatite allergica

A seconda della natura delle manifestazioni cliniche, si distinguono la stomatite allergica catarrale, emorragica, bollosa, erosiva, ulcera-necrotica. Dal punto di vista dell'eziologia e della patogenesi, la stomatite allergica comprende farmaci, contatto (inclusa la protesi), tossico-allergica, dermatostomatite autoimmune, stomatite aftosa ricorrente cronica e altre forme.

Tenendo conto della velocità di sviluppo dei sintomi, si distinguono le reazioni allergiche del tipo immediato e ritardato: nel primo caso, la stomatite allergica, di norma, assume la forma di angioedema. Se si verifica una reazione allergica di tipo ritardato, i sintomi di stomatite allergica vengono rilevati più spesso diversi giorni dopo l'esposizione all'allergene. A volte la stomatite allergica sulla protesi si sviluppa dopo 5-10 anni dal loro utilizzo, cioè dopo un lungo periodo di sensibilizzazione asintomatica.

Sintomi di stomatite allergica

Le manifestazioni di stomatite allergica dipendono dalla forma della malattia. Quindi, la stomatite allergica catarrale e catarrale-emorragica è caratterizzata da xerostomia (secchezza delle fauci), bruciore, prurito, alterazione del gusto (sapore aspro, gusto metallico), disagio e dolore durante il pasto. Un esame obiettivo è determinato mucosa orale iperemica ed edematosa, lingua "laccata"; in caso di forma catarrale-emorragica, si evidenziano emorragie petecchiali sullo sfondo di iperemia e sanguinamento della mucosa.

La stomatite allergica bollosa procede con la formazione nella cavità orale delle vescicole di diversi diametri con contenuto trasparente. Di solito, dopo la formazione di vesciche, la stomatite allergica si trasforma in una forma erosiva con la formazione di erosioni rivestite di fibrosi sulla mucosa. L'aspetto delle ulcere è accompagnato da un forte aumento del dolore locale, particolarmente evidente quando si parla e si mangia. Quando si uniscono i singoli difetti, sulla membrana mucosa possono formarsi ampie superfici erosive. Forse il deterioramento del benessere generale: perdita di appetito, debolezza, febbre.

Il più grave nelle sue manifestazioni è la forma necrotica di stomatite allergica. Ciò è determinato da una forte iperemia della membrana mucosa con ulcere multiple, coperte da placca fibrinosa grigio-sporca e da focolai di necrosi. La stomatite allergica ulcera-necrotica si manifesta sullo sfondo di forti dolori durante l'assunzione di cibo, ipersalivazione, febbre alta, mal di testa, linfoadenite sottomandibolare.

I sintomi comuni nella stomatite allergica possono comprendere una compromissione funzionale del sistema nervoso: insonnia, irritabilità, fobia del cancro, labilità emotiva.

Diagnosi di stomatite allergica

Un paziente con una stomatite allergica viene esaminato da un dentista con il coinvolgimento, se necessario, di specialisti alleati: un allergologo-immunologo, un dermatologo, un reumatologo, un endocrinologo, un gastroenterologo, ecc. La raccolta e l'analisi della storia allergologica e l'identificazione di un potenziale allergene sono importanti.

Quando una valutazione visiva della cavità orale, il medico nota il contenuto di umidità della mucosa, il suo colore, la presenza e la natura dei difetti, il tipo di saliva. Nel processo di esame dentale, l'attenzione è rivolta alla presenza nella cavità orale di dentiere, otturazioni, apparecchi ortodontici; loro composizione e periodi di usura, scolorimento delle protesi metalliche, ecc.

L'analisi chimica e spettrale della saliva e la determinazione del pH consentono di effettuare una valutazione qualitativa e quantitativa del contenuto degli oligoelementi e di valutare i processi elettrochimici che si stanno verificando. Ulteriori studi sulla stomatite allergica possono includere analisi biochimica della saliva con la determinazione dell'attività enzimatica, determinazione della sensibilità al dolore della mucosa, valutazione igienica delle protesi, raschiamento della mucosa su Candida albicans, ecc.

L'esame allergologico prevede un test con esposizione (rimozione temporanea della protesi con la valutazione della reazione), un test provocatorio (ritorno della protesi nel luogo con la valutazione della reazione), test allergologici cutanei, studio dell'immunogramma.

La diagnosi differenziale di stomatite allergica deve essere eseguita con ipovitaminosi B e C, stomatite erpetica, candidosi, lesioni della mucosa con leucemia, AIDS.

Trattamento di stomatitis allergico

Le misure terapeutiche per la stomatite allergica dipenderanno dalla causa dello sviluppo della malattia. Il principio fondamentale del trattamento delle malattie allergiche è l'eliminazione del contatto con l'allergene: dieta, annullamento del farmaco, rifiuto di indossare una protesi, cambio di brillantante o dentifricio, ecc.

La terapia farmacologica della stomatite allergica di solito comporta la nomina di antistaminici (loratadina, dimetinden maleato, cloropiramina, ecc.), Vitamine del gruppo B, C, PP, acido folico. Viene effettuato il trattamento locale della mucosa orale con antisettici, anestetici, enzimi, preparazioni di corticosteroidi, agenti curativi (olio di olivello spinoso ecc.).

I pazienti la cui stomatite allergica è sorto come una complicanza del trattamento odontoiatrico, è necessaria un'ulteriore consultazione terapista dentista, dentista, chirurgo ortopedico, ortodontista; effettuare il cambio di otturazioni o corone, la sostituzione del sistema di mensole, la base della protesi, ecc.

Previsione e prevenzione di stomatitis allergico

La tempestiva diagnosi di stomatite allergica consente di superare la malattia in una fase precoce; I termini di trattamento della stomatite catarrale e catarrale-ulcerosa di solito non superano le 2 settimane. Nei casi più gravi e avanzati, può essere necessario un trattamento prolungato della stomatite allergica.

Le misure preventive comprendono una buona igiene della cavità orale, un trattamento tempestivo della carie e delle malattie gengivali. Sono necessarie visite preventive regolari dal dentista per rimuovere i depositi dentali, correggere le protesi e sostituirli prontamente. L'approccio individuale al trattamento e alla protesi dei denti, l'uso di materiali ipoallergenici svolge un ruolo importante nella prevenzione delle stomatiti allergiche.

Segni di stomatite allergica con foto, trattamento di malattie della mucosa orale nei bambini e negli adulti

Come allergia a qualsiasi eziologia, la stomatite allergica si verifica in persone di età diverse. Le persone con un'immunità indebolita, gli anziani, così come i bambini, ne soffrono pesantemente. È piuttosto difficile trattare la stomatite allergica, la cosa principale è determinare correttamente la causa della malattia e selezionare un complesso di farmaci il prima possibile.

Segni di stomatite allergica con foto

Ci sono diverse forme di stomatite allergica, ognuna delle quali ha i suoi sintomi caratteristici. Tutti possono portare allo sviluppo di disturbi nel lavoro del sistema nervoso - il paziente diventa irritabile, emotivamente instabile, non dorme bene, e può esserci carcinofobia (paura di ammalarsi di cancro).

La più grave è la varietà ulcera-necrotica. È caratterizzato da iperemia delle mucose della bocca, formazione di ulcere multiple rivestite di grigio. Sull'ultimo ci sono focolai necrotici. Aumento dei linfonodi sottomandibolari, aumento della salivazione. La temperatura corporea del paziente aumenta, si lamenta di mal di testa e dolore pronunciato in bocca, che si aggrava durante il pasto.

Se sulle membrane mucose appaiono vescicole piene di un liquido chiaro, questo indica una forma bollosa di stomatite. I vespi sono bolle, possono avere dimensioni diverse. Con lo sviluppo della malattia, scoppiano, lasciando l'erosione con un deposito fibroso sulla loro superficie. In questa fase, il paziente nota un aumento del dolore, che diventa particolarmente intenso durante la masticazione del cibo o durante una conversazione. Diverse erosioni possono fondersi in un'unica grande ferita. Allora la condizione del paziente peggiorerà bruscamente. Il mal di testa inizia, l'appetito diminuisce, spesso si osserva la febbre.

C'è un'altra forma della patologia in esame - catarrale-emorragica o catarrale. La sua caratteristica principale è la xerotomia (eccessiva secchezza delle mucose). Un altro sintomo pronunciato è la lingua "laccata". Di solito, le impronte dei denti del paziente sono chiaramente visibili. Familiarizza visivamente con il modo in cui si manifesta la stomatite, puoi farlo nella foto dell'articolo. Sono presenti anche i seguenti segni:

  • sensazione di bruciore;
  • forte prurito;
  • sapore sgradevole in bocca - aspro o metallico;
  • dolore mentre si mangia;
  • alcune parti della bocca (a volte - un'ampia area) si gonfiano, si osserva la loro iperemia;
  • in rari casi, sanguinamento delle mucose o delle gengive;
  • ci sono tracce di emorragie puntiformi sul generale sfondo arrossato.

Cause della malattia

La causa dello sviluppo di una forma allergica di stomatite è l'effetto dell'allergene su una persona. Se una sostanza-irritante entra nel corpo, l'insorgenza del processo infiammatorio può essere uno dei sintomi di una comune reazione allergica. In alcuni casi, l'allergene agisce direttamente sulle mucose della bocca, quindi parleremo della manifestazione di allergie, localizzata in bocca.

Una reazione allergica comune, uno dei sintomi dei quali può essere la stomatite, si sviluppa quando il corpo è influenzato da sostanze che lo portano a intolleranza individuale. Questo può essere polline delle piante, prodotti delle api, cibo o, ad esempio, medicinali.

Lo sviluppo della forma di contatto della malattia è possibile con l'esposizione locale all'allergene. In questo caso, protesi dentarie, risciacquo della bocca, dentifricio o compresse masticabili / riassorbibili sono cause comuni di stomatite. Alcuni materiali utilizzati in odontoiatria possono causare una maggiore sensibilità delle mucose della cavità orale:

  1. protesi metalliche - leghe che contengono nichel, cromo, oro, platino;
  2. protesi acriliche - una tintura può agire da irritante;
  3. bretelle e sigilli realizzati con l'uso di leghe metalliche;
  4. costruzioni ortodontiche - per esempio piastre;
  5. farmaci usati nell'anestesia da applicazione.

Esistono categorie di pazienti a rischio di sviluppare una stomatite allergica da contatto. Questi includono persone che soffrono di lesioni cariose o tonsillite in forma cronica. Esiste anche un'alta probabilità di insorgenza di patologie in persone esposte ad altri tipi di allergie, con compromissione del funzionamento del sistema endocrino o malattie del tratto gastrointestinale in forma cronica.

Nei bambini, la stomatite allergica si sviluppa spesso quando una sostanza irritante entra nel corpo da mani sporche - per esempio, dopo aver toccato una pianta in fiore, un bambino può leccarsi le dita. In alcuni casi, la stomatite allergica può agire come un segno di gravi processi patologici, tra cui:

  • eritema multiforme;
  • La malattia di Behçet;
  • Sindrome di Stevens-Johnson;
  • La sindrome di Lyell;
  • sclerodermia;
  • vasculite;
  • lupus eritematoso sistemico;
  • diatesi emorragica.

Caratteristiche del decorso della malattia nei bambini

La stomatite allergica nei bambini è importante per differenziare da altre forme di questa patologia, che richiedono un approccio fondamentalmente diverso al trattamento. Questo può essere fatto solo da uno specialista qualificato. Il sistema immunitario del bambino è imperfetto, quindi i bambini tollerano la malattia molto più degli adulti. In assenza di un trattamento tempestivo, si può unire un'infezione secondaria, quindi le condizioni del paziente peggioreranno e la durata della terapia aumenterà.

Nelle fasi iniziali dello sviluppo della stomatite allergica, il bambino lamenta una sensazione di bruciore o indolenzimento nella cavità orale. All'ispezione visiva, puoi vedere che la lingua, le guance o le labbra si gonfiano un po '. La saliva viene energicamente secreta in un bambino, uno strato di placca si accumula sulla lingua. A volte c'è un odore acre dalla bocca.

Nei bambini, la stomatite allergica si sviluppa spesso come sintomo di una comune reazione allergica. Può causare polline, cibo o medicine. In forma di contatto, l'irritante entra nel corpo dalle strutture ortodontiche che il bambino indossa sui denti, con caramelle masticabili o con dentifricio. Negli scolari più giovani e in età prescolare possono verificarsi sullo sfondo di lesioni cariose.

Modi per trattare le allergie nella bocca

Oltre a consultare un allergologo, è necessario ottenere consigli da un dentista. Prima di tutto, è escluso un ulteriore contatto con l'allergene:

  • Dieta iperallergenica - escludere spezie piccanti, prodotti in salamoia e affumicati, frutti rossi, sciacquare la bocca dopo aver mangiato con acqua pulita o una soluzione antisettica;
  • in caso di origine medica della malattia, è necessaria una revisione del corso terapeutico;
  • se le sostanze irritanti sono parte della protesi, quest'ultima viene rimossa, dopo il completamento del trattamento della stomatite, il paziente viene fatto costruire un altro materiale;
  • a volte è necessario cambiare il risciacquo e il dentifricio.

Inoltre, il medico raccomanderà l'assunzione di farmaci in forma di pillola e unguento per uso topico. Per eliminare il dolore nei bambini, si consiglia di utilizzare farmaci progettati per facilitare la dentizione. Questi sono Dentol-baby, Calgel, Dentinox. Poiché lo sviluppo di una stomatite allergica in un bambino spesso si unisce a un'infezione batterica, può essere necessario un trattamento antibiotico. Il resto della terapia non è praticamente diverso da "adulto".

Cambiamenti nella mucosa orale con lesioni allergiche

Allergia - ipersensibilità dell'organismo a varie sostanze, associata a cambiamenti nella sua reattività. La peculiarità delle reazioni allergiche è la diversità delle loro forme cliniche e delle opzioni del corso.

Sono classificati in due grandi gruppi: reazioni di tipo immediato e reazioni di tipo lento.

Reazioni allergiche immediate

?? Il tipo immediato di reazione è lo shock anafilattico, l'angioedema. Si sviluppano letteralmente in pochi minuti dopo l'ingestione di una specifica AG (allergene). L'edema di Quincke (angioedema) è caratterizzato dalla sua specifica manifestazione nell'area del viso in particolare.

Angioedema (angioedema)

Si verifica a seguito dell'azione degli allergeni alimentari, vari farmaci usati per via orale, se applicati localmente. Accumulo localizzato di una grande quantità di essudato nel tessuto connettivo, più spesso nelle labbra, nelle palpebre, nella membrana mucosa della lingua e nella laringe. L'edema appare rapidamente, ha una consistenza elastica; i tessuti nella zona di edema sono tesi; dura da alcune ore a due giorni e scompare senza lasciare traccia, senza lasciare cambiamenti. L'angioedema del viso o delle labbra è spesso osservato come manifestazione isolata di allergia ai farmaci. Dovrebbe essere differenziato da: gonfiore delle labbra nella sindrome di Melkersson-Rosenthal, nel trophedema di Meyzha e in altre macrocheilite.

Edema di Quincke, con manifestazione sul labbro superiore:

Con manifestazione sul labbro inferiore:

Reazioni allergiche del tipo ritardato

Questi includono: stomatite da contatto (causata da protesi, medicazioni e applicazioni) e lesioni da droghe tossiche-allergiche di natura locale e generale. Si verificano in allergie infettive, sifilide, funghi, malattie parassitarie, infezioni virali. Può anche essere causato da sostanze chimiche, medicinali, cosmetici, materiali di protesi (plastica, metalli, amalgama). Le lesioni clinicamente allergiche del SOPR del tipo ritardato si manifestano sotto forma di catarrale catarrale-emorragica, erosivo cistico, stomatite ulcera-necrotica, eritema multiforme essudativo, stomatite aftosa ricorrente cronica, stomatite protesica, sindrome di Stevens-Johnson e così via.

Contatto e Stomatite allergica da farmaci

Sono la forma più comune di DUR difettoso in allergia. Possono verificarsi con l'uso di qualsiasi farmaco.

Reclami: bruciore, prurito, secchezza delle fauci, dolore quando si mangia cibo. La condizione generale di pazienti, di regola, non è disturbata.

Obiettivamente: si osservano iperemia e gonfiore dell'anemia orale della mucosa orale, le impronte dei denti sono chiaramente visibili sulle superfici laterali della lingua e le guance lungo la linea di chiusura dei denti. La lingua è iperemica, rosso vivo. Le papille possono essere ipertrofizzate o atrofizzate. Allo stesso tempo, può verificarsi gengivite catarrale.

Dif.diagnosi: cambiamenti simili nella patologia del tratto gastrointestinale, ipo e avitaminosi C, B1, B6, B12, disturbi endocrini, diabete mellito, patologie del sistema cardiovascolare, infezioni fungine.

Stomatite medica, con localizzazione sul labbro inferiore:

Gengivite-stomatite catarrale medica, con localizzazione sul labbro superiore:

Lesioni ulcerative di DGS

♠ ?? Si verificano sullo sfondo di edema e iperemia nelle labbra, guance, superfici laterali della lingua, palato duro.

♠ ?? Erosione osservata di varie dimensioni, dolorosa, ricoperta da una fioritura fibrinosa.

♠ ?? L'erosione può fondersi tra loro, formando una superficie erosiva discutibile.

♠ ?? La lingua è coperta di fioritura, edematosa. Le papille interdentali gengivali sono iperemiche, gonfie, sanguinano facilmente quando vengono toccate.

♠ ?? I linfonodi sottomandibolari sono ingrossati, dolorosi. La condizione generale è interrotta: febbre, malessere, mancanza di appetito.

♠ ?? Diagnosi differenziale: è necessario differenziare da stomatite erpetica, stomatite aftosa, pemfigo, eritema multiforme.

Stomatite erosiva medica:

Lesioni ulcerative-necrotiche della mucosa orale

♠ ?? Il processo può essere localizzato su un palato duro, lingua, guance.

♠ ?? Può essere diffuso, con il coinvolgimento non solo della mucosa orale, ma anche delle tonsille palatine, della parete posteriore faringea e persino dell'intero tratto gastrointestinale.

♠ ?? Le ulcere sono coperte da decadimento necrotico di colore bianco-grigio.

♠ ?? I pazienti lamentano forti dolori in bocca, difficoltà nell'aprire la bocca, dolore durante la deglutizione, febbre.

♠ ?? Diagnosi differenziale: stomatite necrotica ulcerativa di Vincent, ulcere traumatiche e trofiche, lesioni specifiche nella sifilide, tubercolosi e lesioni ulcerative nelle malattie del sangue.

Stomatite farmaco-ulcera-necrotica con localizzazione sulla superficie inferiore della lingua:

Manifestazioni allergiche specifiche sulle mucose, mentre si assumono determinati farmaci

♠ ???? Spesso, in seguito all'assunzione di una sostanza medicinale, compaiono bolle o bolle sulla membrana mucosa della cavità orale, dopo aver aperto le erosioni che di solito si formano. Tali eruzioni cutanee si osservano principalmente dopo l'assunzione di Steptomicina. Elementi simili sulla lingua, le labbra possono apparire dopo aver preso sulfonamidi, oletetrina.

♠ ???? I cambiamenti nella cavità orale come risultato di antibiotici tetracicline sono caratterizzati dallo sviluppo di glossite atrofica o ipertrofica

♠ ???? Le lesioni orali sono spesso accompagnate da stomatite da funghi.

Cambiamenti nella cavità orale come risultato del ricevimento di sulfonamidi sotto forma di edema e iperemia del labbro superiore e dell'area di necrosi nel linguaggio CO:

La reazione della membrana mucosa all'oletetrina sotto forma di erosione sulle superfici laterali della lingua:

La reazione della mucosa orale all'assunzione di antibiotici sotto forma di ipertofii delle papille, erosioni nella lingua e atrofia delle papille, dopo l'assunzione di tertraciclina (linguaggio tetraciclico)

Porpora allergica o sindrome di shenleyn-genyukh

♠ ?? Infiammazione asettica dei piccoli vasi causata dagli effetti dannosi degli immunocomplessi.

♠ ?? Manifestato da emorragie, una violazione della coagulazione del sangue intravascolare e disturbi del microcircolo.

♠ ?? È caratterizzato da un'eruzione emorragica sulle gengive, sulle guance. il cielo della lingua Le petecchie e le macchie emorragiche con un diametro compreso tra 3-5 mm e 1 cm non sporgono oltre il livello della mucosa e non scompaiono se premute con vetro.

♠ ?? La condizione generale dei pazienti è disturbata, preoccupata per debolezza, disagio.

♠ ?? Dif.diagnosi: malattia di Vergolf, omofilia, carenza di vitamina C.

Sindrome di Schönlein-Genuch:

Diagnosi di contatto e stomatite da farmaci tossici-allergici

♠ ?? Caratteristiche del corso clinico.

♠ ?? Test allergologici specifici allergici alla pelle.

♠ ?? Emogramma (eosinofilia, leucocitosi, linfopenia)

Trattamento del contatto e stomatite da farmaci allergico-tossici

♠ ?? Trattamento etiotropo: l'isolamento del corpo dagli effetti dell'antigene previsto.

♠ ?? Trattamento patogenetico - inibizione della proliferazione dei linfociti e biosintesi degli anticorpi; inibizione del composto antigene-anticorpo; desensibilizzazione specifica; inattivazione di sostanze biologicamente attive.

♠ ?? Trattamento sintomatico - effetto su manifestazioni e complicazioni minori (correzione di disturbi funzionali in organi e sistemi)

♠ ?? La terapia specifica di iposensibilizzazione viene eseguita secondo schemi speciali dopo un accurato esame allergologico e la determinazione dello stato di sensibilizzazione del paziente a un allergene specifico.

♠ ?? La terapia di iposensibilizzazione non specifica comprende: preparazioni di calcio, istoglobulina, farmaci antistaminici (Peritol, Tavegil), nonché acido ascorbico e ascorutina.

♠ ?? Nei casi gravi vengono prescritti preparati di corticosteroidi.

♠ ?? Il trattamento locale viene effettuato secondo il principio del trattamento della stomatite catarrale o delle lesioni necrotiche erosive della mucosa orale, antisettici con farmaci anestetici, antistaminici e corticosteroidi, farmaci antinfiammatori e inibitori della proteinasi.

♠ ?? Le lesioni necrotiche mostrano enzimi proteolitici;

♠ ?? Per i farmaci cheratoplastici di recupero.

Sindrome di Behçet

♠ ?? Eziologia: allergie infettive, autoaggressività, condizionalità genetica.

♠ ?? Di solito inizia con disturbi, che possono essere accompagnati da febbre e mialgia.

♠ ?? Aphthae appare sul SOC e sugli organi genitali esterni. Di poppa sono molti, sono circondati da un bordo infiammatorio di colore rosso vivo, hanno un diametro fino a 10mm. La superficie di poppa è strettamente riempita da una fioritura fibrino giallo-bianca.

♠ ?? Guariscono senza una cicatrice.

♠ ?? Il danno agli occhi si verifica in quasi il 100% dei casi, manifestato da iridociclite bilaterale grave con annebbiamento del corpo vitreo, che porta alla graduale formazione di sinechie e crescita eccessiva della pupilla.

♠ ?? In alcuni casi, una eruzione cutanea appare nella pelle del corpo e degli arti a causa dell'eritema nodoso.

♠ ?? La complicanza più grave è il danno al sistema nervoso, che procede secondo il tipo di meningoencefalite.

♠ ?? Altri sintomi della sindrome di Behçet: epididimite ricorrente, lesioni gastrointestinali, ulcere profonde soggette a sanguinamento e vasculite sono le più comuni.

Trattamento della sindrome di Behçet

Attualmente non ci sono trattamenti generalmente accettati. I corticosteroidi non negano un effetto significativo sul decorso della malattia, sebbene possano ridurre la manifestazione di alcuni sintomi clinici. In alcuni casi si utilizzano la colchicina e il levamisolo, che è efficace solo in relazione alle manifestazioni mucose della pelle della sindrome. Prescrivere un ampio spettro di antibiotici, trasfusioni di plasma, hamaglobulina.

Sindrome di Behçet:

Eritema multiforme essudativo

♠ ?? Malattia di natura allergica con decorso ciclico acuto, incline a recidiva, manifestata dal polimorfismo dell'eruzione cutanea e della mucosa orale.

♠ ?? Si sviluppa principalmente dopo l'assunzione di farmaci (sulfonamidi, farmaci antinfiammatori, antibiotici) o sotto l'influenza di allergeni domestici.

♠ ?? Manifestato da vari elementi morfologici: macchie, papule, bolle, bolle e bolle.

♠ ?? La pelle, la membrana mucosa della cavità orale può essere colpita separatamente, ma si incontra anche il loro danno combinato.

♠ ?? Forma infettiva-allergica di MEE - inizia come una malattia infettiva acuta. Ci sono rash maculopapulare sulla pelle, le labbra, edematoso e Dere iperemico. Nelle prime fasi compaiono bolle e bolle, che sono prodotte da essudato sieroso o sieroso emorragico. Gli elementi possono essere osservati entro 2-3 giorni. Le bolle scoppiano e si svuotano e al loro posto si formano numerose erosioni, coperte da una fioritura fibrinosa giallo-grigia (effetto bruciato).

♠ ?? Forma tossico-allergica di MEE - si manifesta come un'ipersensibilità ai farmaci quando vengono assunti o in contatto con essi. La frequenza della recidiva dipende dal contatto con l'allergene. Con questa forma di MEE, il PAIR è un luogo obbligatorio per l'eruzione di elementi lesionali. Le eruzioni sono completamente identiche come nella forma precedente, ma più comuni, e qui il processo è caratterizzato da fissità. Complicazioni di questa forma-congiuntivite e cheratite.

♠ ?? Nella diagnosi di IEE, oltre alla cronologia e ai metodi di esame clinico, è necessario eseguire un esame del sangue, per condurre uno studio citologico del materiale proveniente dalle aree interessate.

♠ ?? Dif.diagnosi: stomatite erpetica, pemfigo, morbo di Dühring, sifilide secondaria.

Mayer. Eruzioni e croste sul bordo rosso delle labbra e della pelle del viso:

Mayer. Bolle sulle gengive e sulla membrana mucosa del labbro inferiore:

Mayer. Erosione sulla mucosa delle labbra, ricoperta da placca fibrinosa:

Mayer. Erosioni di film fibrosi sulle labbra:

Mayer. Estesa erosione, ricoperta di film fibroso, sulla superficie inferiore della lingua:

Distintivi:

Trattamento di eritema multiforme essudativo

♠ Fornisce chiarimenti ed eliminazione del fattore di sensibilizzazione.

♠ Per il trattamento di una forma infettiva-allergica, la desensibilizzazione specifica viene effettuata da allergeni microbici.

♠ La grave malattia è un'indicazione diretta per la prescrizione di corticosteroidi. Il corso del lisozima.

♠ Viene effettuato un trattamento locale, aderendo ai principi del trattamento dei processi ulcera-necrotici del sistema mucoso orale - irrigazione con soluzioni antisettiche, soluzioni che aumentano la resistenza immunobiologica, il tessuto necrotico e la placca fibrinosa.

♠ Una caratteristica del trattamento di MEE è l'uso di farmaci che hanno un effetto antiallergico locale (difenidramina, timalin) - sotto forma di applicazioni o aerosol.

Sindrome di Stevens-Johnson

♠ Ectodermosi con localizzazione vicino ai buchi fisiologici.

♠ La malattia è una forma superfluida di eritema multiforme essudativo, che si verifica con significative violazioni delle condizioni generali dei pazienti.

♠ Si sviluppa come una lesione medica. Nel processo di sviluppo può essere trasformato nella sindrome di Lyell. I farmaci antinfiammatori non steroidei possono causarlo.

♠ Cambiamenti importanti si verificano nell'epitelio tegumentario. Si manifestano con spongiosi, distrofia aerostatica, nello strato papillare della lamina propria, il fenomeno di edema e infiltrazione.

♠ Clinica: la malattia spesso inizia con un'alta temperatura corporea, accompagnata da vesciche ed erosivi elementi della lesione, gravi danni agli occhi con la comparsa di bolle ed erosioni sulla congiuntiva.

♠ Un sintomo permanente della sindrome, è una lesione generalizzata del SNC, accompagnata dalla comparsa di un'erosione diffusa, coperta da placca bianca membranosa.

♠ Con una lesione generalizzata si sviluppa vulvoaginite.

♠ L'eruzione cutanea è caratterizzata da polimorfismo.

♠ Papule sulla pelle cadono spesso al centro, ricordo "coccarde"

♠ Sul bordo rosso delle labbra, la lingua, le bolle del palato morbido e duro si formano con essudato sieroso-emorragico, dopo lo svuotamento che appaiono estesi dolorosi erosione e lesioni coperte da massicce croste emorragiche purulente.

♠ Forse lo sviluppo di polmonite, enceffalomielite con un isocromo letale.

Gengivite catarrale cronica

Gengivite catarrale, decorso cronico Regime di trattamento Criteri diagnostici per vari gradi di gravità.

Gengivite ipertrofica (forma fibrosa)

Forma fibrosa Criteri diagnostici, regime di trattamento, trattamento chirurgico della gengivite ipertrofica, esame clinico.

Manifestazioni di dermatosi cistica in bocca

Definizione di pemfigo. Classificazione del pemfigo. Pemfigo acantolitico. Pemfigo neacantolitico (pemfigoide). Dermatite erpetiforme Dühring. Diagnosi differenziale