Perché la varicella si chiama varicella?

Virus

Malattia infettiva che colpisce la pelle, ─ varicella. Il nome inglese della malattia nella traduzione sembra "pelle di pollo". Gli opposti sono molto simili ai brufoli di pollo.

Perché la varicella si chiama varicella? Il significato diretto di queste parole è il virus "è trasportato dal vento". E il vaiolo perché le eruzioni cutanee assomigliano a pockmarks reali. Ma con una malattia così terribile, la varicella non ha nulla in comune.

Storia della varicella

La malattia ha origine dal tempo del mondo antico. Ma Avicenna descrisse i suoi primi segni solo nel Medioevo.

I sintomi del vaiolo e della varicella sono simili: eruzione cutanea, febbre, prurito. Solo la varicella è considerata una forma debole di vaiolo, non ne muore.

Il medico tedesco O. Vogel solo nel 1772 fece la separazione delle malattie, dimostrò che sono causate da diversi virus.

L'agente eziologico della varicella proviene dalla famiglia dei virus dell'herpes. Si trasmette quando tossisce, parla con una persona malata, starnutisce. E nient'altro, perché nell'ambiente esterno, muore rapidamente. L'opinione che la malattia sia capace di "volare nella finestra col vento" è solo una favola.

La ragione per l'infettività della malattia è che una persona diventa un portatore di varicella ancor prima che compaiano i primi sintomi. Quindi lui stesso non sa che è malato. Il periodo di incubazione, quando una persona è già infetta e contagiosa, è di 2 settimane.

La contagiosità persiste fino a quando l'eruzione cessa di apparire e non si copre di una crosta dura. Questo periodo è un'altra settimana. Si scopre che una persona è portatrice della malattia per circa 3 settimane.

Come procede la varicella

Il primo rash appare sul cuoio capelluto. Lì è invisibile. Per questo motivo, alla madre manca spesso l'insorgere della malattia.

Quindi l'eruzione va al corpo e al viso. Ultimo ma non meno importante, appare sulle gambe e sulle braccia. Nei casi più gravi, l'intero corpo è coperto da brufoli.

All'inizio l'eruzione ricorda piccoli tubercoli rossi (ospinki). Dopo alcune ore, appaiono delle crepe al posto delle loro teste. Da loro trasuda liquido trasparente. Dopo diventa giallo. Presto nel punto in cui si trovava il buco, si formano delle croste, poi si prosciugano. E scomparire in una o due settimane.

Il periodo di eruzione è da 3 a 5 giorni. Pertanto, sulla pelle allo stesso tempo è possibile vedere le croste, i dossi rossi e le vescicole.

Ci sono 10 poli sulla pelle e forse qualche migliaio. Durante l'intero periodo della malattia, in media, un bambino ha da 200 a 300 acne.

Con l'avvento dell'eruzione, possono verificarsi altri sintomi di varicella: perdita di appetito, febbre, mal di testa. E nei casi lievi, sono assenti.

Trattamento di varicella

La varicella non è una malattia grave. Il paziente non deve assumere alcuna medicina speciale. Ma per evitare complicazioni, è meglio chiamare un dottore. Oh, ha appena fatto la diagnosi corretta.

Un paziente con varicella deve aderire al riposo a letto fino a quando l'eruzione cutanea si arresta e la temperatura si abbassa. Soprattutto, non è necessario pettinare i brufoli in ogni caso. E poi la ferita può avere un'infezione o si formano cicatrici.

Tradizionalmente, le lesioni sono imbrattate con fucorcina o una soluzione verde brillante. In modo che la persona malata non assomigli a un leopardo dipinto, i farmacisti hanno inventato i mezzi moderni. Hanno un effetto di asciugatura e disinfezione, ma non lasciano segni luminosi sulla pelle.

Nella maggior parte dei casi, una persona che ha avuto la varicella sviluppa l'immunità contro questa malattia. Quindi la varicella si ammala solo 1 volta nella vita.

Dove sono le vaccinazioni?

Dal momento che quasi tutte le persone soffrono di varicella, perché non creare un vaccino da esso? Si scopre che la Russia ha già un vaccino. Lei protegge i bambini gravemente malati. Coloro che soffrono di malattie maligne. Dopo la vaccinazione, i bambini non si ammalano affatto o soffrono di varicella senza complicazioni.

Ma la vaccinazione non è ancora stata effettuata per tutti i bambini. Alcuni medici ritengono che la malattia sia molto facile e che il vaccino sia troppo costoso per vaccinare tutti.

Meglio prevenire che curare

Bambini 2 - 10 anni - un bersaglio preferito del virus della varicella. I più piccoli scolari e bambini in età prescolare che frequentano gli asili di solito si ammalano e i bambini "fatti in casa" non si ammalano. Dopotutto, se la fonte di infezione è comparsa nella squadra, l'infezione è quasi impossibile da evitare,

Anche se la varicella e scorre facilmente, ma è meglio non ferirla. E per questo non è necessario il contatto con i pazienti. "Una malattia insignificante" è estremamente rara, ma può trasformarsi in una grave complicanza: l'encefalite (infiammazione del cervello).

E per alcune persone, il virus per molti anni (e anche decenni) è nascosto nel sistema nervoso, e un bel giorno può apparire come fuoco di Sant'Antonio.

Perché abbiamo bisogno di un verde brillante?

Il paziente cessa di essere contagioso 5 giorni dopo la comparsa di nuove lesioni dell'eruzione. Per gli altri, la malattia è pericolosa fino a quando nuovi pori appaiono sul corpo. Green smear rash per scoprire cosa "ha fatto male" ieri e l'altro ieri, e cosa è apparso oggi. Quei brufoli che non sono dipinti, ─ oggi. Zelenka - un marcatore eccellente che ti permette di identificare nuove eruzioni cutanee.

È interessante

Qualsiasi cittadino russo sa: il ragazzo, punteggiato da capo a piedi con piselli verdi sul suo corpo, soffre di varicella.

I medici americani sono molto sorpresi quando vedono figli di immigrati dalla Russia, decorati con "vernice verde" durante la malattia. Negli Stati Uniti, non sono a conoscenza dell'esistenza di Zelenka. In America è possibile acquistare solo verde brillante di contrabbando, che è stato portato per gli immigrati dalla Russia. In tutti gli altri paesi, la varicella con antibiotici viene utilizzata per la varicella.

circa c

un altro nome per la malattia da varicella

• "Macchiato. non ha paura. Cosa non ha paura butterato?

• una malattia che lascia cicatrici

• malattia, volto sfigurante

• non è tanto malato quanto vaccinato

• malattia virale acuta infettiva, accompagnata da un'eruzione cutanea

• malattia da quarantena di una persona

• malattia virale infettiva acuta

• l'assassino di Vera Komissarzhevskaya

• una terribile malattia da cui tutti sono stati vaccinati durante l'infanzia

• naturale o vento

• Tsar Peter 2 è morto per lei

• malattia con eritema purulento

• Da quale malattia è morto lo Zar 2?

• quando la piaga colpisce i prodotti di latta, le verruche compaiono su di esse e qual è la diagnosi di rame quando i prodotti rossi e gialli vengono coperti da macchie scure?

• da quale malattia morì Louis XV?

• I bulgari chiamano questa malattia ipocrita, e noi?

• il nome di questa malattia deriva dalla stessa radice slava del verbo "pour in"

• Stalin divenne doloroso durante l'infanzia, mostrò un difetto al braccio e alla gamba sinistra e nel 1884 soffrì di questa malattia

• malattia del viso

• nell'URSS, la malattia fu sradicata nel 1936, e nel mondo l'ultimo paziente fu registrato in Somalia nel 1977

• una delle malattie del povero struzzo nella fiaba di Aibolit

• quale malattia ha combattuto il primo vaccino?

• la malattia che ha ucciso l'attrice Vera Komissarzhevskaya

• quale malattia butterata non ha paura?

• malattia, sconfitta da Caterina II

• una malattia che lascia delle crepe

• malattia maculata

• lo squalo è. delle piante

• alastrom come malattia

• dal suo vaccinato prima

• disturbo butterato

• una malattia che lascia delle crepe

• la malattia che ha ereditato sul viso

• dalle sue vaccinazioni infantili

• una malattia che rende una persona butterata

• malattia virale increspata

• dalle sue fessure sul corpo

• la varicella come una malattia

• causa di scalfitture sul corpo

• malattia maculata

• Malattia virale, volto sfigurante

• Nickles rimasti sul corpo dopo questa malattia

• Malattia virale "Poppy"

• I bulgari chiamano questa malattia Sipanica, e noi

• voz g. un'eruzione cutanea su persone e animali, per esempio. sulle pecore, i koi stanno morendo dai suoi sondaggi. Negli esseri umani, il vaiolo può essere: naturale, innesto (mucca) e varicella o varicella. Il vaiolo cammina di notte, con gli occhi di gufo, con un becco di ferro, Ospina, -ka, un vaiolo, pustole o vesciche. Ryabinka, un generoso dal vaiolo. Vaiolo, poppette, vaiolo. Dì addio per strappare la consuetudine offensiva e superstiziosa di Olon. labbra: un malato viene portato a, un altro, di fronte alla sua persona malata, che lui, dietro tre archi, dice: Perdonami, Ospitsa, è semplice, Afanasyevna, che ti ho picchiato di fronte a te che ho sbagliato! Nome Ospitsev e osprivivatelya. Chu, l'ospitsa è arrivata! Provider m. -Itsa bene. ospichnik, vaccinando mucca, salvando il vaiolo, portando il pus a un graffio sulla sua spalla. Contenzione cf. l'azione è; -sottoscrittivo, -regolare, relativo a questo

• il nome di questa malattia deriva dalla stessa radice slava del verbo "pour in"

• da quale malattia morì Luigi XV

• da quale malattia è morto lo zar Peter 2

• Lo zar Pietro II morì da lei

• quale malattia ha combattuto il primo vaccino

Varicella (varicella)

Nome: varicella (varicella)

La varicella (varicella) è una malattia infettiva caratterizzata da febbre e un'eruzione sulla pelle e sulle mucose sotto forma di piccole vescicole con contenuto trasparente.

L'agente eziologico è il virus del gruppo dell'herpes (identico all'agente causale dell'herpes zoster - herpes zoster). Il virus è volatile, instabile nell'ambiente, non patogeno per gli animali.

La fonte dell'infezione è un paziente di varicella, contagioso 1-2 giorni prima dell'inizio della malattia, anche durante l'insorgenza dell'eruzione; a volte - herpes zoster malato. L'infezione avviene attraverso goccioline trasportate dall'aria, una trasmissione transplacentare della malattia è possibile se una donna ha la varicella durante la gravidanza. La suscettibilità alla varicella è alta. Più spesso bambini malati di età prescolare e scuola elementare. I bambini di età inferiore ai 2 mesi. e gli adulti non si ammalano spesso. La più alta incidenza è nel periodo autunno-inverno.

Il cancello d'ingresso è la membrana mucosa del tratto respiratorio superiore. La corrente di sangue viene introdotta nelle cellule epiteliali della pelle e delle mucose. Possibile danno agli organi interni (fegato, milza, polmoni, pancreas, ecc.), In cui si formano piccoli focolai di necrosi con emorragia periferica. Dopo aver sofferto di varicella, rimane l'immunità persistente.

Il quadro clinico. Il periodo di incubazione va da 11 a 23 giorni, circa 14 giorni. La malattia inizia tradizionalmente in modo acuto con un aumento della temperatura, quasi contemporaneamente compare un rash sulla pelle, sul cuoio capelluto e sulle mucose. L'eruzione si verifica per 3-4 giorni, a volte più a lungo. L'elemento principale dell'eruzione è una piccola macchia o papula (nodulo), che molto rapidamente (dopo poche ore) si trasforma in una vescicola (fiala) con iperemia al suo interno. Bolle del mulino a vento di forma rotonda si trovano sulla pelle non infiltrata, dopo 1-3 giorni scoppiano e si asciugano. L'asciugatura della bolla inizia dal centro, poi gradualmente si trasforma in una crosta densa, dopo di che non ci sono cicatrici. Poiché gli elementi della varicella non vengono rilevati tutti contemporaneamente, ma a intervalli di 1-2 giorni, la pelle può vedere contemporaneamente elementi dell'eruzione a diversi stadi di sviluppo (punto, nodulo, vescicola, crosta) - il cosiddetto falso polimorfismo dell'eruzione. A volte la malattia inizia con un breve prodromo (temperatura subfebbrile, deterioramento del benessere). Prima dell'eruzione cutanea di varicella, e più spesso durante il periodo della loro massima eruzione cutanea, può comparire un'eruzione simile a scarlatto o nucleo.

Esistono forme tipiche (lievi, moderate e gravi) e atipiche di varicella. In forma lieve, la condizione generale del paziente è soddisfacente. La temperatura qualche volta succede normale, ma più spesso il subfebrile, spesso non supera 38 °. L'eruzione cutanea sulla pelle non è abbondante, sulle mucose - sotto forma di singoli elementi. La durata dell'eruzione 2-4 giorni. La forma moderata è caratterizzata da lieve intossicazione, alte temperature, eruzioni cutanee piuttosto pesanti e prurito. La durata dell'eruzione cutanea 4-5 giorni. Quando le vescicole si seccano, la temperatura si normalizza e il benessere del bambino migliora. La forma grave è caratterizzata da un'eruzione abbondante sulla pelle e sulle mucose della bocca, degli occhi, dei genitali. La temperatura è alta, ci sono vomito, mancanza di appetito, sonno povero, ansia del bambino a causa del forte prurito. Durata dell'eruzione 7-9 giorni.

Le forme e le forme rudimentali con i cosiddetti sintomi aggravati (generalizzato, emorragico, cancrenoso) sono atipiche.

Con la forma rudimentale, che si osserva principalmente nei bambini dei primi mesi di vita, si osservano eruzioni cutanee isolate - papule piccole con una bolla appena all'inizio. La condizione generale del bambino non soffre. Temperatura normale o bassa.

Le forme con sintomi aggravati non sono comuni, sono estremamente difficili e spesso finiscono con la morte. Appaiono principalmente in bambini indeboliti con immunità alterata (ad esempio, nei bambini con leucemia, a lungo trattati con ormoni steroidei e citostatici). La forma generalizzata (disseminata o viscerale) è accompagnata da febbre, grave intossicazione e abbondante eruzione di vescicole sulla pelle, sulle mucose e sugli organi interni. In una forma emorragica, il contenuto delle vescicole ha un carattere emorragico, emorragie nella pelle, mucose, sangue dal naso, ematemesi, emottisi, ematuria, emorragia negli organi interni sono rilevati. La forma cancrenosa è caratterizzata dall'aspetto sulla pelle, insieme alle usuali eruzioni cutanee di aree di necrosi o cancrena secca coperte da croste, dopo la caduta delle quali si riscontrano ulcere profonde con fondo sporco e margini indeboliti.

Caratteristiche di età. Negli adulti, la varicella può essere molto difficile, con la cosiddetta varicella primaria, l'encefalite. Particolarmente pericoloso per le donne incinte, poiché, trasferito nei primi mesi di gravidanza, può portare a gravi patologie prenatali o alla morte del feto, e alla fine della gravidanza può causare la nascita prematura o lo sviluppo di varicella congenita in un bambino. La prognosi in questi casi è molto grave, poiché la malattia è atipica ei bambini muoiono a causa della diffusione della varicella. Nei neonati dei primi 2 mesi di vita, la varicella si verifica raramente, spesso in forma lieve o rudimentale. In generale, i bambini di età compresa tra 2 mesi e 1 anno, la malattia è spesso difficile, con varie complicazioni (otite media, polmonite, piodermite, ecc.).

Complicazioni appaiono tradizionalmente in connessione con l'adesione di un'infezione secondaria (erisipela, piodermite, ascesso, flemmone, sepsi, ecc.). A volte nel 5-7esimo giorno dall'inizio della malattia si sviluppa una meningoencefalite di origine virale e allergica. Vengono anche descritti casi separati di nefrite e miocardite focale.

La diagnosi nei casi tipici è semplice. La diagnosi differenziale con il vaiolo, che era di grande importanza negli anni precedenti, ha ora perso la sua rilevanza. Spesso ci sarà la necessità di differenziare la varicella con strofolo e streptoderma. Quando l'eruzione dello strofolo sotto forma di papule rosse, pruriginose si trovano principalmente sulle estremità, nella regione lombare, sui glutei, la temperatura per tutto questo è normale. Quando streptoderma impetuoso il contenuto delle bolle è sieroso e purulento, le croste sono di colore giallo paglierino, la condizione generale del bambino non soffre, la temperatura è normale.

Trattamento. I pazienti sono trattati tradizionalmente a casa; Solo i bambini con forme gravi o complicate sono ricoverati in ospedale. È necessaria un'attenta cura igienica per prevenire l'infezione secondaria (bagni quotidiani con una soluzione debole di permanganato di potassio, stiratura della biancheria intima). Elementi dell'eruzione imbrattata con soluzione acquosa all'1-2% di permanganato di potassio o soluzione acquosa all'1-2% di alcool verde brillante. Assicurati di sciacquarti la bocca dopo aver mangiato. All'atto di ricevimento di complicazioni purulente gli antibiotici sono mostrati.

La previsione è tradizionalmente favorevole. Le morti sono osservate solo in gravi forme atipiche e in un corso complicato.

Prevenzione. La prevenzione specifica non è sviluppata. Pazienti con isolato di varicella. Nel caso di un decorso non complicato della malattia, il bambino può essere inviato alla squadra non prima di 5 giorni dopo la comparsa dell'eruzione cutanea come conseguenza dell'ultimo elemento. I figli di bambini piccoli (fino a 3 anni), che erano in contatto con un paziente di varicella e che non soffrivano prima, vengono isolati dalla squadra dall'11 ° al 21 ° giorno dal momento del contatto.

Varicella (varicella)

La varicella (varicella) è una malattia altamente contagiosa causata dal virus dell'herpes simplex di tipo 3, noto anche come Varicella-Zoster o Herpes Zoster. È molto comune in tutto il mondo, secondo alcuni dati, ogni persona è suscettibile al 100% all'infezione primaria.

Il nome "varicella" è associato all'erronea assunzione comune nel Medioevo e al nuovo periodo in cui questa malattia è una specie di vaiolo - e per un decorso relativamente facile e veloce è stata chiamata "varicella".

Ad oggi non è necessaria la diagnosi differenziale con il vaiolo, poiché, in primo luogo, l'ultima malattia non si verifica praticamente nei paesi sviluppati, in secondo luogo si riscontrano sintomi unici specifici della varicella, in terzo luogo, in casi isolati di dubbio, esami del sangue di laboratorio e il contenuto delle bolle dà la risposta esatta.

contenuto

Cosa succede nel corpo sotto l'influenza del virus?

Il virus Varicella Zoster appartiene ai virus dell'herpes e il suo effetto sul corpo è abbastanza simile allo sviluppo di altre forme di herpes. Il comportamento di Varicella-Zoster è dovuto alle sue due proprietà: dermatotropico e neurotropico, ovvero "amore" per le cellule della pelle e le cellule nervose, rispettivamente.

La varicella ha diverse fasi, e tra alcune di esse l'intervallo di tempo può essere di decine di anni.

Sia un bambino che un adulto che non ha mai avuto la varicella possono prendere un'infezione primaria e negli adulti il ​​decorso della malattia è solitamente più grave.

L'età più comune della malattia è 4-7 anni.

Anche i bambini al seno soffrono gravemente e solo in casi molto rari:

  • con infezione intrauterina (la madre si ammala nell'ultima settimana di gravidanza);
  • in assenza dell'allattamento al seno e, rispettivamente, degli anticorpi protettivi della madre;
  • con forti stati di immunodeficienza (inclusi cancro e AIDS).

Esiste il rischio di contrarre un bambino sano allattato al seno se la madre non ha un'immunità specifica (non ha avuto la varicella e non è stata vaccinata).

  • Infezione e periodo di incubazione
    Il virus entra nel corpo da goccioline trasportate dall'aria ed è fissato sulla mucosa del tratto respiratorio superiore, dove si accumula e si moltiplica, senza sintomi di varicella. In media, questa fase dura circa 2 settimane, il paziente non è contagioso.
  • Primi sintomi
    A poco a poco, il virus della varicella inizia a entrare nel flusso sanguigno e, quando la sua quantità diventa sufficiente, il sistema immunitario del corpo reagisce alla presenza aliena. Il paziente può avere febbre, debolezza, mal di testa, dolore lombare, ma non ha ancora esantema. Questo periodo dura 1-2 giorni, mentre il paziente può contagiare gli altri.
  • Fase acuta primaria
    Con il flusso sanguigno, il virus raggiunge i suoi obiettivi - cellule della pelle e dei nervi. Il danno ai nervi non è ancora presente, la Varzella Zoster è fissata solo sulle radici del midollo spinale, ma sulla pelle ci sono sintomi specifici - un'eruzione cutanea, che si verifica in frammenti nei prossimi 4-7 giorni. Un'eruzione cutanea è una reazione del corpo all'attività di un virus della varicella che si concentra nella pelle, in rari casi è quasi impercettibile, il che complica la diagnosi. Il paziente rimane contagioso.
  • recupero
    Se un paziente ha un sistema immunitario sano, dopo 4-7 giorni l'eruzione si arresta, la condizione generale migliora, lo stadio acuto finisce. Il paziente cessa di essere contagioso, ma il virus è saldamente fissato nelle cellule nervose e rimane lì per tutta la vita.
  • Stadio acuto secondario
    Quando l'immunità viene indebolita o il sistema nervoso viene stimolato (anche a causa di frequenti stress), il virus della varicella si rivela di nuovo. Questa volta, i siti delle eruzioni dipendono da quale particolare nervo è maggiormente colpito - il più delle volte è la regione ascellare o l'addome, motivo per cui la manifestazione secondaria di Varicella Zoster è chiamata fuoco di Sant'Antonio (zoster (lat.) - cintura). Le manifestazioni cutanee in questa fase potrebbero non essere - i sintomi sono limitati al dolore lungo il nervo, che è particolarmente comune nelle persone anziane. Durante i periodi di eruzione cutanea, il paziente, così come con la varicella, rimane contagioso, anche per i bambini.

Oggi, non ci sono modi per distruggere completamente il virus dell'herpes di tipo 3 nel corpo. Risolto nelle terminazioni nervose, Varcelle Zoster diventa molto poco suscettibile ai farmaci antivirali e agli agenti immunitari - la loro azione è principalmente finalizzata al trattamento delle esacerbazioni ed è efficace quando localizzata durante questi periodi del virus nelle cellule della pelle. Pertanto, la varicella può essere descritta solo come il primo stadio di una malattia cronica - il virus dell'herpes di tipo 3.

Tuttavia, dopo la prima infezione, una persona sviluppa una forte immunità contro Varcelle Zoster - quindi, non si ammalano di nuovo con la varicella (cioè il primo stadio acuto), tutte le manifestazioni successive sono il risultato dell'attività del virus già presente nel corpo. Data la natura della risposta immunitaria, in molti paesi, incluso, in parte, in Russia, è considerato opportuno effettuare la vaccinazione, piuttosto che infettare specificamente i bambini in età prescolare, che è anche molto comune nel nostro tempo.

Come si ottiene la varicella?

Come abbiamo già notato, il virus viene trasmesso da goccioline trasportate dall'aria da una persona infetta tra il primo e l'ultimo giorno dell'eruzione, nonché 1-2 giorni prima della comparsa di pustole. Questo è uno dei motivi dell'elevata diffusione della varicella nel mondo: il periodo prodromico è quasi impossibile da riconoscere. Inoltre, le persone hanno notato un'elevata suscettibilità al virus dell'herpes di tipo 3 - ogni persona contattata viene infettata.

La varicella viene trasmessa solo da persona a persona, non sopravvive nell'ambiente esterno o, ad esempio, nel corpo degli animali domestici. La fonte dell'infezione primaria può essere il paziente con herpes zoster nella fase acuta. In rari casi, l'infezione può verificarsi a contatto con il contenuto delle pustole.

Diagnosi e sintomi della varicella

Un sintomo specifico della varicella è un'eruzione cutanea che compare solo alla seconda o terza settimana dopo l'infezione e al secondo o terzo giorno dopo che una persona diventa contagiosa.

In primo luogo, una caratteristica distintiva è la localizzazione diffusa dell'eruzione cutanea - si trova anche sul cuoio capelluto, sulle mucose, sulla congiuntiva. Tipico di un'eruzione cutanea è il prurito da moderato a grave.

In secondo luogo, l'esantema della varicella è piuttosto eterogeneo in apparenza, come appare in frammenti in 1-7 giorni. Sul corpo del paziente ci sono formazioni fresche - piccoli granelli rosa; e papule e vescicole con contenuto purulento e croste cicatrizzanti.

La diagnosi di varicella, ad eccezione di casi complicati rari, non è difficile e viene effettuata sulla base di un'ispezione, ma ci sono anche test di laboratorio che rilevano il virus Herpes Zoster nel sangue e nelle eruzioni cutanee durante un'esacerbazione.

Foto mulino a vento

Trattamento della varicella nei bambini e negli adulti

La varicella nei bambini e negli adulti richiede la nomina di farmaci speciali che facilitano il decorso della malattia. Nel nostro paese, la terapia standard è la nomina di antistaminici per sbarazzarsi di prurito, farmaci antipiretici e antisettici (di solito coloranti all'anilina).

Una soluzione di verde brillante (verde brillante) viene utilizzata nella varicella come antisettico standard per la disinfezione. Tuttavia, nella pratica mondiale, questo approccio è stato a lungo abbandonato, dal momento che antistaminici e antiallergici hanno un forte effetto sistemico sul corpo di un bambino o di un adulto e hanno una serie di effetti collaterali, e il verde brillante o iodio non è sempre esteticamente accettabile.

Poiché la varicella è causata da un virus, la terapia antibiotica è inefficace, comprese le complicanze della polmonite da varicella. Inoltre, con il normale corso di trattamento specifico, non è necessario - il sistema immunitario riconosce e distrugge il virus nel sangue e nelle cellule della pelle per diversi giorni. Ma con il virus Herpes Zoster, che è stato introdotto nelle cellule nervose, di norma, né la nostra immunità, né i farmaci possono farcela.

Il trattamento terapeutico della varicella nei bambini ha diverse direzioni:

  • Alleviare i sintomi, compreso il prurito. Per fare questo, utilizzare antistaminici di azione sistemica, che, tuttavia, stanno diventando meno popolari oggi, dal momento che l'inibizione della risposta immunitaria, secondo le ipotesi, può portare a complicazioni. Quando i sintomi generali dell'infiammazione tendono anche ad alleviare le condizioni del paziente - per alleviare il dolore e la temperatura, per i quali si raccomanda il paracetamolo o l'ibuprofene.
  • La riduzione del periodo acuto, soprattutto in caso di alto rischio di complicanze. Per fare questo, utilizzare farmaci antivirali, in particolare aciclovir e interferone, che sopprimono la riproduzione del virus, stimolano il sistema immunitario.
  • Prevenzione delle complicanze, inclusa l'infezione secondaria. Per fare questo, gli elementi dell'eruzione sono trattati con antisettici, riposo a letto prescritto.

Per il periodo di comparsa dell'eruzione cutanea, è necessario limitare il contatto con il paziente, inoltre, la quarantena deve essere somministrata a persone che non hanno la varicella, comunicando con il paziente 1-2 giorni prima che compaia l'eruzione cutanea.

Prevenzione della varicella

La questione della prevenzione della varicella rimane molto controverso. Un certo numero di specialisti continua a non ritenerlo necessario, nonostante i possibili effetti collaterali, compresi quelli ritardati nel tempo. A causa del fatto che i bambini in età prescolare, di regola, trasportano la varicella più facilmente di altri gruppi di età, a volte i genitori e i medici cercano intenzionalmente di infettare un bambino in modo che possa aver avuto la malattia prima.

Nel frattempo, dagli anni '70 del secolo scorso, i paesi civilizzati hanno usato con successo un vaccino molto efficace contro la varicella, che fornisce una forte immunità per decenni, secondo gli studi degli adulti che sono stati vaccinati durante l'infanzia. Questo vaccino, comprese le versioni modificate, è disponibile anche in Russia, è particolarmente raccomandato per le persone ad alto rischio di complicanze - donne che pianificano una gravidanza, malati di cancro, infetti da HIV e così via. Ricorda che è impossibile prevedere il decorso della malattia anche in un bambino sano, quindi, al momento di decidere sulla prevenzione della varicella, consulta diversi esperti!

Complicazioni di varicella

Circa il 5% dei casi di varicella si verifica con varie complicanze. Tradizionalmente, la malattia è più grave nelle persone con un sistema immunitario indebolito, in pazienti di età superiore ai 12 anni (durante l'infezione primaria) e anche nei neonati. Durante la gravidanza, la varicella può danneggiare il feto, il più grande rischio (circa il 2%) si osserva durante l'infezione da 12 a 20 settimane. In questo caso, il trattamento con un'immunoglobulina specifica per Herpes Zoster è efficace - riduce significativamente il rischio di anomalie dello sviluppo congenito. E 'abbastanza pericoloso e l'infezione di una donna incinta nell'ultima settimana prima del parto, dal momento che il sistema immunitario non ha il tempo di lavorare e la varicella congenita è osservata nel neonato, che procede molto duramente.

In totale, ci sono circa 200 complicazioni di Varcella-Zoster solo dal sistema nervoso, e anche la pelle, i polmoni e altri organi interni possono essere colpiti. Considera alcuni casi di grave varicella.

  1. Infezione secondaria
    L'infezione secondaria più comune entra nella pelle quando si pettina papule e vescicole. Per questo motivo si consiglia ai bambini piccoli con la varicella di tagliarsi le unghie. È interessante notare che un'infezione secondaria può entrambi complicare il decorso della varicella e alleviarlo - ad esempio, Herpes Zoster si comporta in modo molto ambiguo con la scarlattina. Secondo le osservazioni, se l'infezione da scarlattina si è verificata all'inizio dell'eruzione cutanea della varicella, allora entrambe le malattie possono essere più facili. Ma nella maggior parte dei casi, un'infezione secondaria aggrava il decorso della varicella, allunga il periodo di recupero, peggiora la condizione generale e lo scenario più grave di infezione secondaria è la sepsi ematica - una condizione urgente e pericolosa per la vita. Inoltre, ascessi cutanei e altri processi infiammatori possono essere piuttosto spiacevoli.
  2. Polmonite polmonite
    È una complicanza comune negli adulti che ottengono la varicella per la prima volta. Nei bambini - al secondo posto dopo un'infezione secondaria. È piuttosto difficile da diagnosticare - i sintomi possono essere assenti per lungo tempo, il processo patologico viene rilevato dall'esame a raggi X. I sintomi sono mancanza di respiro, dolore toracico, peggioramento delle condizioni generali, nei casi avanzati - espettorato con sangue. Trattamento con farmaci antivirali solo dopo la conferma della diagnosi - si deve distinguere la polmonite batterica, che può verificarsi in parallelo con la varicella e richiedere una terapia antibiotica.
  3. Varicella viscerale
    È una lesione della mucosa degli organi interni, simile a un'eruzione cutanea. Si verifica nei neonati, così come nei soggetti con immunità gravemente indebolita, la mortalità è molto alta, la prognosi dipende dalla diagnosi tempestiva e dall'entità delle lesioni.
  4. Encefalite da varicella
    Danno al cervello con il virus Herpes Zoster. Le manifestazioni sono molto diverse e dipendono dalla posizione dei tessuti colpiti - la malattia può essere asintomatica per molti anni, può essere accompagnata da movimenti alterati, comportamento e dolore nervoso. In alcuni casi, l'encefalite da varicella si verifica nel periodo acuto sullo sfondo di una grave malattia dovuta all'intossicazione del corpo. La prognosi è generalmente favorevole, ma il paziente necessita di cure mediche urgenti.
  5. Varicella emorragica
    Si trova in individui con una patologia emorragica ed è anche considerato normale se l'immagine viene osservata solo su alcune papule rare. Se durante l'intero periodo acuto l'eruzione contiene ichor, sulla pelle compaiono lividi, si dice che la varicella emorragica è grave. Tali casi richiedono cure mediche urgenti, in quanto vi è il rischio di emorragia interna e morte.
  6. Varicella cancrena
    Complicazione molto grave della varicella, accompagnata da necrosi di tessuto sotto papule infiammate e vescicole. Raramente si trova in persone con un sistema immunitario molto indebolito o, al contrario, una risposta immunitaria patologicamente forte (inclusa una reazione allergica o alcune malattie della pelle).

Varicella

La varicella o la varicella è una malattia infettiva acuta, prevalentemente infantile. Ogni anno, questa patologia colpisce diversi milioni di persone che successivamente sviluppano una forte immunità alla malattia.

Trasmesso da droplet; le sue manifestazioni sono uno stato febbrile con un certo grado di intossicazione e l'aspetto di una specifica eruzione vescicante sulla pelle. La varicella colpisce principalmente i bambini, ma può anche causare malattie negli adulti. A rischio sono quelli che hanno un'immunità indebolita (compresa la gravidanza).

Cause della varicella

Il nome scientifico corretto per "varicella" è la varicella. Ciò è dovuto al fatto che la clinica di questa patologia assomiglia in qualche modo al vaiolo, che oggi è completamente eliminato nel mondo. L'agente causale diretto della malattia è il virus varicella zoster (nome scientifico Varicella zoster). Questo agente patogeno si trova nelle bolle fluide sulla pelle da 3-4 giorni dopo i primi segni della malattia.

Una settimana dopo il debutto della malattia, non è più possibile rilevare il virus varicella-zoster negli elementi patologici della pelle. Nel caso in cui, sotto l'influenza della terapia, il virus non sia stato completamente eliminato dall'organismo, può persistere e moltiplicarsi nei gangli del sistema nervoso centrale, inducendo una persona a sviluppare una tale malattia come l'herpes zoster.

L'infezione si verifica per inalazione per inalazione di aria infetta. La fonte della diffusione della varicella è una persona malata o un portatore sano dell'agente patogeno. Casuisticamente raramente è possibile la trasmissione verticale (transplacentare) della malattia da madre a figlio nel suo ventre.

Come si ottiene la varicella?

Come abbiamo già notato, il virus viene trasmesso da goccioline trasportate dall'aria da una persona infetta tra il primo e l'ultimo giorno dell'eruzione, nonché 1-2 giorni prima della comparsa di pustole. Questo è uno dei motivi dell'elevata diffusione della varicella nel mondo: il periodo prodromico è quasi impossibile da riconoscere. Inoltre, le persone hanno notato un'elevata suscettibilità al virus dell'herpes di tipo 3 - ogni persona contattata viene infettata.

La varicella viene trasmessa solo da persona a persona, non sopravvive nell'ambiente esterno o, ad esempio, nel corpo degli animali domestici. La fonte dell'infezione primaria può essere il paziente con herpes zoster nella fase acuta. In rari casi, l'infezione può verificarsi a contatto con il contenuto delle pustole.

I sintomi della varicella

Durante il decorso della malattia, si distinguono i seguenti periodi, ciascuno dei quali è caratterizzato da sintomi specifici.

  1. Periodo di incubazione della varicella. Questo è il periodo di tempo che inizia dal momento in cui il virus varicella-zoster penetra nel corpo del bambino. Finisce in media in 12-14 giorni (minimo - in 5, massimo - in 21). Il segno principale della sua cessazione è l'apparizione dei primi sintomi visibili della malattia.
  2. Periodo Prodromico. Di regola, con la varicella, la sua durata non supera 1-2 giorni. È caratterizzato dall'apparizione nel paziente di sintomi generali non specifici di intossicazione (febbre, brividi, aumento della sudorazione, affaticamento, umore depresso). Il bambino rifiuta spesso di mangiare, può diventare lunatico. Durante una passeggiata, si stanca rapidamente e chiede di andare a casa. Inoltre, l'appetito del bambino è significativamente ridotto; A causa dell'effetto tossico del virus sul sistema nervoso, può verificarsi vomito, che non porta sollievo. Alcuni pazienti potrebbero non avere un periodo prodromico.
  3. La comparsa di lesioni sulla pelle. Nella maggior parte dei casi, è accompagnato da un aumento massimo della temperatura corporea. Ciò che è importante è il fatto che gli elementi patologici sulla pelle appaiono come se fossero in onde, cioè il secondo segue la subsidenza della prima ondata di eruzioni.

Di regola, i primi elementi morfologici sulla pelle compaiono nella regione della testa (la sua parte pelosa), così come sul retro. Nella successiva eruzione cutanea può essere trovato non solo su qualsiasi parte della pelle, ma anche sulle mucose della bocca o degli occhi. La pelle dei piedi, così come i palmi delle mani, non è mai influenzata dal processo patologico.

Che aspetto ha una eruzione cutanea su una varicella?

È necessario prendere in considerazione il fatto che l'eruzione caratteristica sulla pelle sotto forma di bolle non si verifica mai nei primi giorni della malattia. L'eruzione da varicella passa attraverso la seguente metamorfosi:

  • la macchia Il suo aspetto è dovuto all'espansione locale dei vasi della microvascolarizzazione nel punto della pelle in cui si è verificata l'introduzione del patogeno. Le dimensioni di questi punti non superano i 5-6 mm, non superano il livello del resto della pelle e hanno bordi chiari;
  • una bolla Appare nel punto in cui si è formata una macchia in 5-6 ore dal momento in cui appare il primo elemento morfologico sulla pelle. Il contenuto della fiala è fluido (chiaro) sieroso, dove le colture virali sono contenute in alte concentrazioni. Se si verifica suppurazione, gli strati più profondi della pelle possono essere colpiti e quindi si formano brutte cicatrici;
  • crosta. Dopo qualche tempo, la fiala delle bolle si rompe, il suo contenuto viene versato e si forma una crosta nel punto in cui si trovava l'elemento morfologico primario.

Come accennato in precedenza, nuove eruzioni cutanee possono comparire sulla pelle quasi ogni giorno per 3-5 giorni. Pertanto, il paziente ha varie opzioni per gli elementi morfologici: macchie e bolle e croste.

Quando vedere un dottore

Chiedere assistenza medica immediata se il paziente ha la varicella:

  • Forte mal di testa o vomito costante, aumento della sensibilità alla luce intensa, insolita sonnolenza o confusione. Questi possono essere segni di infiammazione del cervello (encefalite).
  • Difficoltà a respirare o tosse persistente. Possono essere segni di polmonite da varicella.
  • Pelle rossa, calda e dolorosa - questo può essere un segno di una grave infezione della pelle.

Rivolgersi al proprio medico se un bambino o un adulto con la varicella presenta uno dei seguenti sintomi:

  • Temperatura troppo alta per più di 2 giorni.
  • Grave prurito, non eliminato a casa.
  • Eruzione di varicella sul bulbo oculare.
  • Rash di durata superiore a 2 settimane.

Le persone di età superiore a 12 anni che non hanno sofferto di varicella e non sono state vaccinate da esso (o che non ne sono a conoscenza) dovrebbero consultare un medico dopo il contatto con persone infette con la varicella. Questo è particolarmente importante per le donne incinte e le persone con immunità ridotta, indipendentemente dalla loro età. Un paziente con varicella deve verificare telefonicamente con il medico la misura della non proliferazione dell'infezione quando si visita un ospedale. Ad esempio, un medico può portarti direttamente in ufficio, senza lasciare una fila di attesa nella hall.

Guarda attentamente per eventuali segni di possibili malattie. Se sai che tu o il tuo bambino siete stati in contatto con la varicella malata, osservate i primi sintomi (febbre alta, nausea, perdita di appetito, mal di testa, tosse e mal di gola). Questi sintomi compaiono solitamente 14-16 giorni dopo l'infezione. Chiama il tuo medico non appena compaiono i primi sintomi o segni.

I seguenti specialisti possono diagnosticare e curare la varicella: medico di famiglia, pediatra, infermiera praticante. Quando complicazioni gravi possono essere inviate a uno specialista. Ad esempio, un pneumologo può studiare problemi con i polmoni. Tuttavia, i bambini e gli adulti più sani non sviluppano gravi complicazioni dalla varicella.

Trattamento della varicella nei bambini e negli adulti

La varicella nei bambini e negli adulti richiede la nomina di farmaci speciali che facilitano il decorso della malattia. Nel nostro paese, la terapia standard è la nomina di antistaminici per sbarazzarsi di prurito, farmaci antipiretici e antisettici (di solito coloranti all'anilina).

Una soluzione di verde brillante (verde brillante) viene utilizzata nella varicella come antisettico standard per la disinfezione. Tuttavia, nella pratica mondiale, questo approccio è stato a lungo abbandonato, dal momento che antistaminici e antiallergici hanno un forte effetto sistemico sul corpo di un bambino o di un adulto e hanno una serie di effetti collaterali, e il verde brillante o iodio non è sempre esteticamente accettabile.

Poiché la varicella è causata da un virus, la terapia antibiotica è inefficace, comprese le complicanze della polmonite da varicella. Inoltre, con il normale corso di trattamento specifico, non è necessario - il sistema immunitario riconosce e distrugge il virus nel sangue e nelle cellule della pelle per diversi giorni. Ma con il virus Herpes Zoster, che è stato introdotto nelle cellule nervose, di norma, né la nostra immunità, né i farmaci possono farcela.

Il trattamento terapeutico della varicella nei bambini ha diverse direzioni:

  • Alleviare i sintomi, compreso il prurito. Per fare questo, utilizzare antistaminici di azione sistemica, che, tuttavia, stanno diventando meno popolari oggi, dal momento che l'inibizione della risposta immunitaria, secondo le ipotesi, può portare a complicazioni. Quando i sintomi generali dell'infiammazione tendono anche ad alleviare le condizioni del paziente - per alleviare il dolore e la temperatura, per i quali si raccomanda il paracetamolo o l'ibuprofene.
  • La riduzione del periodo acuto, soprattutto in caso di alto rischio di complicanze. Per fare questo, utilizzare farmaci antivirali, in particolare aciclovir e interferone, che sopprimono la riproduzione del virus, stimolano il sistema immunitario.
  • Prevenzione delle complicanze, inclusa l'infezione secondaria. Per fare questo, gli elementi dell'eruzione sono trattati con antisettici, riposo a letto prescritto.

Per il periodo di comparsa dell'eruzione cutanea, è necessario limitare il contatto con il paziente, inoltre, la quarantena deve essere somministrata a persone che non hanno la varicella, comunicando con il paziente 1-2 giorni prima che compaia l'eruzione cutanea.

Complicazioni di varicella

Di norma, una persona soffre di varicella una volta nella vita. Tuttavia, un virus viene introdotto nel sistema immunitario, che potrebbe non manifestarsi affatto e quindi essere attivato di nuovo in età adulta, causando un'eruzione cutanea. Questa eruzione cutanea è chiamata herpes zoster o herpes zoster.

La varicella può lasciare permanentemente il vaiolo sulla pelle, specialmente negli adolescenti. Le marcature temporanee possono rimanere visibili da 6 mesi a un anno. Se una donna incinta prende la varicella pochi giorni prima del parto, un neonato può avere una forma grave della malattia.

La varicella può portare allo sviluppo di infezioni batteriche gravi secondarie, polmonite virale (un'infezione dei polmoni causata da alcuni virus e accompagnata da sintomi di febbre, tosse e mancanza di respiro); encefalite. L'encefalite è una malattia virale del cervello; è una complicazione molto rara della varicella. Tuttavia, è importante conoscere i suoi sintomi: febbre, confusione, stato di incoscienza, affaticamento e forte dolore acuto, dando nell'arto (mal di schiena).

Se identificate sintomi simili, dovete immediatamente portare il paziente dal medico.

Prevenzione della varicella

L'unica misura preventiva efficace per la varicella è la vaccinazione. È consigliabile tenerlo a donne che non hanno sofferto di varicella e stanno pianificando una gravidanza, i bambini che hanno fratelli e sorelle più grandi, bambini e adulti con un difetto nel sistema immunitario, gli anziani.

Varicella: come viene trasmessa e come viene infettata, complicazioni

Una persona che non ha mai sofferto di varicella nella sua vita è piuttosto un'eccezione alla regola. La maggior parte della popolazione lo porta in età prescolare e scolare.

La malattia è molto contagiosa, prima che fosse considerata una specie di vaiolo nero (naturale), che ha causato migliaia di vite. Cos'è la varicella?

Varicella: cos'è?

La storia della malattia risale a secoli fa. Le persone hanno avuto la varicella per molto tempo.

Perché il nome della malattia è un'infezione di natura completamente diversa: il vaiolo? Solo i loro sintomi sono simili, quindi la varicella è stata presa per una forma più lieve di vaiolo.

Cos'è questa malattia:

  1. La varicella è una malattia infettiva acuta innescata da Varicella Zoster. Appartiene al terzo tipo di virus dell'herpes, ha la capacità di trasmettere rapidamente attraverso l'aria.
  2. Praticamente chiunque è stato infettato da questa infezione. Solo i bambini nei primi mesi di vita hanno l'immunità. Abbiamo scritto qui le peculiarità della varicella nei neonati e nei neonati.
  3. Nella classificazione internazionale delle malattie, la varicella è indicata come B01. Per le sue altre varietà, vengono utilizzati i codici ICD-10. Ad esempio, la varicella con meningite è classificata come B01.0, con encefalite B01.1, e così via.

C'è una forte convinzione che sia meglio sopportare la malattia in tenera età. I bambini fino a 10 anni hanno la varicella più facilmente rispetto agli adolescenti e agli adulti.

Una volta entrato nel corpo attraverso le mucose, il virus entra nel sistema circolatorio, quindi si moltiplica sulla pelle del paziente.

Una varicella infetta viene trasformata in portatore di virus anche nel periodo di incubazione, prima che compaiano i sintomi caratteristici della malattia. Con quali primi segni inizia la varicella impara dalla prossima pubblicazione.

Come viene trasmessa la varicella e come puoi ottenerla

Qual è il periodo di infezione da varicella? Una persona infetta diffonde il virus dagli ultimi giorni del periodo di incubazione.

Alla fine, le eruzioni cutanee cominciano ad apparire sulla sua pelle. E fino a una settimana dopo la scoperta delle ultime vescicole, è possibile ottenere dal paziente.

Non è sempre consuetudine isolare i malati con la varicella dalla squadra. In Russia, negli asili e nelle scuole, viene annunciata la quarantena - tutti coloro che hanno avuto contatti con il paziente vengono mandati a casa. In molti paesi stranieri non lo fanno, credendo che sia meglio lasciare andare i bambini a letto.

È stato dimostrato che questa malattia è più difficile per gli adulti e le conseguenze potrebbero essere più pericolose.

Quali sono i modi di trasmissione?

  • in volo - in questo modo il virus si diffonde più spesso. L'isolamento dell'agente patogeno nell'ambiente esterno si verifica quando starnutire, tossire, parlare. Entra rapidamente nel corpo della persona che è accanto al paziente. Particolarmente alta velocità di propagazione nella squadra dei bambini, dove i bambini giocano, mangiano, dormono nella stessa stanza;
  • contatto - principalmente durante il decorso acuto della malattia, quando il liquido delle vescicole scoppia sulla pelle di un'altra persona. In questa sostanza, la concentrazione del virus della varicella è elevata;
  • dalla madre al feto - questi casi di infezione attraverso la placenta (il cosiddetto percorso verticale) non sono frequenti, ma c'è il pericolo di infettare un futuro bambino in una donna incinta (ti consigliamo di leggere il nostro articolo su questo argomento).

Una persona che ha avuto la varicella non è più un portatore di infezione. Ma, se un adulto ha una ricorrenza di Varicella Zoster (fuoco di Sant'Antonio), può infettare il bambino con la varicella.

Attraverso una terza parte, la malattia non viene trasmessa, l'infezione si verifica proprio dal paziente. Il virus varicella-zoster nell'ambiente non è molto stabile.

I bambini infetti facilmente infettano sia i pari che gli adulti. Spesso i genitori si ammalano dopo i loro bambini infetti.

Il rischio di ammalarsi a casa è grande se qualcuno nel quartiere è un portatore attivo dell'infezione. Il virus è in grado di penetrare da un piano all'altro, da una stanza all'altra, attraverso passaggi di ventilazione.

Ti consigliamo anche di familiarizzare con le altre pubblicazioni, in cui ti abbiamo detto se è possibile ammalarsi di varicella una seconda volta e quanti giorni dura la malattia - qui.

Puoi conoscere le cause principali dell'herpes sul labbro in questo articolo.

La dieta per la dermatite atopica nei bambini è discussa in dettaglio in questa pubblicazione.

Come distinguere da malattie simili

Quando un bambino ha un'eruzione cutanea sul corpo e sulle mucose, la temperatura è aumentata, i genitori spesso non riescono a capire che tipo di infezione stanno affrontando. La stessa manifestazione accade in diverse malattie. Qual è la differenza tra varicella e altre malattie?

rosolia

  • la temperatura può essere più elevata con la varicella, fino a 40 ° C, e con la rosolia non supera i 39 ° C;
  • differenze nella natura dell'eruzione - se è rosolia, l'eruzione sarà rosa o rosso vivo e le bolle con liquido sono caratteristiche della varicella;
  • diversa localizzazione delle lesioni - con varicella, mucose di vari organi possono essere colpiti: la cavità orale, la trachea, i reni, la vescica. Con la rosolia in questi luoghi non c'è eruzione cutanea;
  • eruzioni cutanee con la varicella possono causare infiammazioni batteriche della pelle, non è tipico della rosolia;
  • la varicella non è caratterizzata da fenomeni catarrale e la rosolia è accompagnata da un naso che cola, mal di gola, tosse;
  • la rosolia causa un aumento di tutti i linfonodi e la varicella solo cervicale.

Virus Coxsackie

  • una posizione diversa dell'eruzione cutanea - con eruzioni cutanee di varicella può essere su tutto il corpo, e con Coxsackie - in luoghi caratteristici, a causa di ciò che questa infezione è stata chiamata sindrome mano a bocca;
  • Il virus Coxsackie non è accompagnato da eritema alla testa, nella sua parte pelosa. Questo è caratteristico della varicella;
  • Le bolle d'infezione di Coxackie non fanno prurito tanto quanto fanno con la varicella, ma causano dolore;
  • con la varicella, non c'è dolore nei muscoli, e per Coxsackie è tipico. Inoltre, questa infezione può essere accompagnata da vomito e grave diarrea.

Per altri sintomi e trattamenti per il virus Coxsackie, consulta questo articolo.

allergia

  • differenze nella natura dell'eruzione cutanea - l'allergia colpisce solo la pelle e la varicella - anche mucosa. L'infezione inizia con diversi piccoli punti, il cui numero aumenta gradualmente. L'eruzione allergica ha immediatamente manifestato molteplici formazioni;
  • vescicole (vescicole) non sono caratteristiche di allergie, a differenza della varicella. Con questa infezione, l'eruzione vescicante si apre gradualmente, trasformandosi in piaghe, che poi si ricoprono di croste e gradualmente scompaiono;
  • dopo aver assunto antistaminici, la reazione allergica si attenua, l'eruzione non si diffonde ulteriormente. L'uso di tali farmaci per la varicella riduce solo il prurito, le eruzioni cutanee possono apparire di nuovo;
  • diversi sintomi concomitanti - la varicella è caratterizzata da segni di infezione: febbre, brividi, debolezza, mal di testa. Le allergie causano lacrimazione, arrossamento degli occhi, tosse, starnuti.

Raccomandiamo di fare conoscenza con la foto delle manifestazioni di dermatite allergica nel seguente materiale.

  • il morbillo e la varicella sono causati da diversi virus, oltre a sintomi diversi, il primo è caratterizzato da un decorso più grave e da conseguenze pericolose, fino al rischio di morte;
  • le temperature del morbillo possono salire a tassi più alti;
  • il morbillo è accompagnato da un naso che cola, dolore agli occhi, macchie sulle mucose della cavità orale, varicosi tali manifestazioni non sono peculiari;
  • Con il morbillo, le eruzioni cutanee non sono acquose, come con la varicella. Nel primo caso, un'eruzione si verifica prima sul viso, poi si sposta sulla pelle del corpo, nel secondo inizia nella zona pelosa della testa, diffondendosi rapidamente a tutto il corpo;
  • eruzioni di morbillo possono formarsi da formazioni separate in macchie che si staccano e poi scompaiono, senza lasciare segni sulla pelle.

Scarlattina

  • specialmente l'eruzione cutanea con scarlattina - è piccola, puntuale, densamente localizzata, non si trasforma in acquoso, come con la varicella. Si manifesta prima sulle braccia, principalmente nelle pieghe della pelle, poi sotto le ascelle, nella zona inguinale;
  • La scarlattina è caratterizzata da segni di tonsillite, infiammazione delle tonsille, dolore durante la deglutizione. Il vomito e la febbre sono possibili;
  • la scarlattina può essere distinta da una caratteristica - la lingua coperta da piaghe rosse;
  • Un pediatra con esperienza diagnostica la scarlattina sul viso - un pallido triangolo naso-labiale contrasta con labbra e guance rosse e brillanti.

Anche con una certa conoscenza delle malattie infantili, i genitori possono facilmente confondere i sintomi di varie infezioni. Pertanto, solo uno specialista dovrebbe fare una diagnosi.

Raccomandiamo di leggere il materiale dettagliato sui sintomi e il trattamento della varicella negli adulti e nei bambini attraverso questo link.

Come scoprire se l'hai ferita durante l'infanzia

Come essere - diverse opzioni:

  • Il modo più semplice è quello di verificare con i parenti più anziani se hai avuto la varicella. Molto probabilmente, tua madre e tua nonna non dimenticheranno questo episodio della tua biografia;
  • ma questa informazione a volte può essere inaffidabile o completamente assente - capita che non ci sia semplicemente nessuno da chiedere. In questo caso, puoi fare riferimento alla scheda medica: memorizza informazioni sulle malattie dei bambini del suo proprietario;
  • se questa opzione non ha funzionato neanche - la carta è persa o le registrazioni sono illeggibili, il modo più accurato per scoprire la verità è fare un esame del sangue.

Esistono diversi tipi di test che aiutano a rilevare le tracce del virus varicella-zoster nel corpo. Uno di questi è il cosiddetto RIF (reazione di immunofluorescenza).

La sua essenza è nella rilevazione di anticorpi contro il virus Varicella Zoster, che rimangono nel corpo per tutta la vita. La precisione dell'analisi è piuttosto alta.

Gli anticorpi sono proteine ​​che il sistema immunitario produce in risposta a un virus che entra nel corpo.

Se i risultati dell'analisi indicano la presenza di anticorpi contro la varicella, si può concludere che la persona ha già sofferto di questa infezione.

Diagnostica: come riconoscere la varicella

La caratteristica della malattia è formata sulla base della diagnosi primaria: ispezione visiva e cronologia, nonché test di laboratorio.

La diagnosi differenziale può aiutare a distinguere la varicella da altre infezioni. Questo metodo è importante, dato che i sintomi della malattia sono simili ai segni di altre infezioni virali.

Quali test dovrebbero essere presi

Ci sono diversi sondaggi di questo tipo. Esse vengono eseguite in condizioni di laboratorio per confermare la diagnosi iniziale, basata su un'ispezione visiva:

  1. Un esame del sangue generale può essere utilizzato per rilevare i livelli di leucociti. Se è abbassato, indica la possibile presenza di infezione.
  2. ELISA è un test immunoenzimatico che rileva due tipi di immunoglobuline nel siero. Il rilevamento delle proteine ​​IgM indica la presenza di un virus attualmente attivo nel corpo. Gli anticorpi IgG sono la prova che una persona ha già avuto la varicella ed è diventata immune alla malattia.
  3. PCR - analisi della reazione a catena della polimerasi. Ti permette di rilevare la presenza del DNA del virus nel corpo. Lo studio è designato quando è presente un processo infettivo, oltre a confermare la presenza del virus della varicella.

La necessità di ciascuno dei test è determinata dal medico, scrive un referral per gli esami di laboratorio e decifra i dati.

Decodifica risultati

Decifrare correttamente e facilmente i risultati dei test: il compito del medico curante:

  • se gli indici IgM e IgG sono negativi, significa che la persona non ha mai avuto la varicella e al momento non è malata, ma non ha l'immunità;
  • Le IgM sono positive e le IgG non sono rilevate nel sangue - la varicella è presente nella fase acuta;
  • Le IgM non sono state identificate e l'IgG è presente - esiste l'immunità alle infezioni, cioè una persona ha già avuto la varicella;
  • la presenza di entrambi gli anticorpi nel sangue indica l'attivazione del virus, ma sotto forma di fuoco di Sant'Antonio (in modo più dettagliato ne abbiamo parlato qui).

Le cause, i sintomi, i metodi di trattamento e prevenzione, così come le foto dell'herpes sul corpo nella fase iniziale sono presentati in questo materiale.

I migliori shampoo per la dermatite seborroica sulla testa sono discussi nella nostra recensione.

Possibili complicazioni e conseguenze

Quanto è pericolosa la varicella? Quali complicazioni possono verificarsi dopo l'infezione? Gli effetti della malattia sono gli stessi nei bambini e negli adulti?

Quindi possono rimanere piccole cicatrici o cicatrici sulla pelle. Alcuni di loro si dissolvono e i profondi rimangono per sempre.

Accade che la varicella causi conseguenze più gravi:

  • polmonite (batterica e virale), accompagnata da febbre e tosse;
  • laringite e tracheite - il risultato di lesioni della mucosa del tratto respiratorio;
  • gli uomini possono sviluppare un'infiammazione del prepuzio e della testa del pene. Nelle donne, la vulvite non è esclusa;
  • se il virus varicella-zoster infetta le cellule nervose e le meningi, possono svilupparsi encefalite e meningite. Nonostante i sintomi gravi, una terapia adeguata contribuisce a un completo recupero in poche settimane;
  • Tra le altre complicanze, si possono sviluppare artrite, nefrite, epatite, miocardite, paralisi, convulsioni epilettiche.

Per quanto riguarda la mortalità della malattia - nonostante la credenza popolare che la varicella sia innocua, la morte non è esclusa.

Raggiunge il 20-25% in presenza di pericolose forme maligne della malattia:

  • cancrena;
  • bollosa;
  • generalizzata;
  • emorragica.

Il processo di guarigione dalla varicella e l'assenza di complicanze sono influenzati dallo stato di immunità e dalla presenza di malattie associate. I bambini sotto i sei mesi e le persone anziane hanno maggiori probabilità di essere fatali.

Quindi, malattia infantile apparentemente innocente, la varicella può essere piuttosto pericolosa.

Rafforzare le difese del corpo e la diagnosi precoce della malattia aiuterà a prevenire gli effetti indesiderati dell'infezione.

Il seguente video dell'ABC of Health riassume quanto sopra:

Ti piace questo articolo? Condividila con i tuoi amici: