Regole sulla quarantena della varicella

Negli uomini

La varicella, o la varicella, è una malattia infettiva acuta con sintomi che si manifestano in una moltitudine di eruzioni cutanee sotto forma di papule riempite con un liquido limpido e alta temperatura corporea.

L'infezione è trasmessa da goccioline trasportate dall'aria e viene distribuita tra i bambini di età compresa tra 2 e 6 anni. Nei bambini, la malattia procede in una forma più lieve. Qualche tempo dopo la malattia, il corpo si ricopre di macchie rosa, che in seguito si trasformano in papule con un liquido. Prurito molto. Dopo l'eruzione, la temperatura del paziente sale a 39 ° C. Dopo che le bolle scompaiono, al loro posto si forma una crosta marrone.

La varicella è trasmessa da goccioline trasportate dall'aria e viene distribuita tra i bambini dai 2 ai 6 anni.

In assenza di immunità a questa infezione da varicella, gli adulti possono anche ammalarsi. La malattia in loro è severa. Se il sistema immunitario di una persona è indebolito, nella maggior parte dei casi sviluppa complicanze.

Poiché i bambini sono sensibili all'infezione con la varicella, i centri di diffusione della malattia sono gli asili e le scuole. Se viene rilevata una malattia, non vengono eseguite misure speciali di disinfezione negli istituti scolastici. Ciò è dovuto alla vita instabile del microrganismo che causa la varicella. Nell'ambiente esterno, il virus herpes simplex di tipo 3, che causa l'infezione, viene rapidamente distrutto.

Nel gruppo dell'asilo, la quarantena della varicella è annunciata per un periodo di incubazione dal momento in cui l'ultima persona è stata rilevata.

Tutti i bambini in contatto con il paziente possono frequentare l'asilo. Per vari motivi, i bambini che non hanno frequentato l'istituto per l'infanzia in questo momento sono invitati a trasferirsi in un altro gruppo oa rimanere a casa durante il periodo di quarantena.

Quando e come viene annunciata la quarantena?

Se un bambino con sintomi di varicella si trova in un istituto scolastico, un medico viene chiamato al gruppo o alla classe per una diagnosi. In caso di risultato positivo, il capo dell'istituzione educativa emette un ordine sull'introduzione della quarantena.

Annuncio di quarantena per la varicella in un asilo o una scuola per informare i genitori sulle porte dell'istituzione. I bambini malati vengono lasciati a casa per un periodo mentre appaiono eruzioni cutanee.

Se un bambino con sintomi di varicella si trova in un istituto scolastico, un medico viene chiamato al gruppo o alla classe per una diagnosi.

Cosa fare con lo scoppio della varicella nella squadra?

Sotto quarantena, l'istituzione continua a funzionare. Misure per proteggere il collettivo dalla diffusione della varicella:

Quarantena per la varicella nelle regole della scuola materna per l'accettazione dei bambini

Varicella all'asilo: cosa fare e come evitare l'infezione?

La varicella, comunemente nota come varicella, è una malattia virale infettiva estremamente comune che colpisce persone di tutte le età. Tuttavia, la maggior parte delle persone ottiene la varicella in tenera età: i bambini in età prescolare sono particolarmente sensibili a questa malattia, perché la loro immunità non è ancora stata completamente formata e mancano o hanno anticorpi insufficienti per il virus della varicella.

Una delle caratteristiche principali della varicella è la sua alta contagiosità (contagiosità). Il virus si diffonde facilmente nell'aria e negli edifici passa facilmente da un piano all'altro attraverso i condotti di ventilazione. Puoi contrarre la varicella e il contatto fisico diretto con il corriere, e quando usi giocattoli, piatti, vari oggetti domestici.

La contagiosità della varicella, così come la sua capacità di causare complicazioni gravi in ​​un decorso sfavorevole, è la ragione principale per cui la quarantena viene imposta alle istituzioni per bambini in presenza di almeno un caso della malattia. Imparerai a conoscere il nostro meccanismo di sovrapposizione quarantena, quando puoi tornare in giardino dopo la varicella e altre caratteristiche delle misure di quarantena per questa malattia dal nostro materiale.

Varicella in un asilo nido: quando e come viene annunciata la quarantena?

Se un bambino con eruzioni cutanee caratteristiche e altri segni di varicella si trova nella scuola materna, viene chiamato un pediatra, che fa una diagnosi e riferisce il fatto della malattia alla clinica locale. La quarantena in una scuola materna impone sulla base dell'ordine rilevante ricevuto dalla clinica. Molto spesso, i genitori di altri bambini vengono informati sulla quarantena tramite una pubblicità sulle porte dell'istituzione.

Contrariamente alla credenza popolare, l'imposizione di quarantena non significa una completa cessazione del lavoro in un asilo o nel gruppo in cui è stata rilevata la malattia. I bambini che fanno parte del gruppo di quarantena possono visitare l'istituto, ma non sono ammessi nelle aree comuni, come una sala per la musica o la ginnastica. Tutte le lezioni si tengono nei locali del gruppo, ei bambini vengono condotti fuori per una passeggiata attraverso un'altra uscita. In alcuni casi, è consentito visitare i locali comuni, ma il gruppo di quarantena arriva lì per ultimo.

L'infermiera ispeziona i bambini ogni giorno e quando viene rilevato un rash, i genitori del bambino malato sono chiamati a portarlo a casa. Il bambino stesso è isolato dal resto dei bambini fino all'arrivo dei genitori.

I bambini che in precedenza non avevano la varicella e che erano in contatto con persone infette non sono ammessi nei sanatori, negli ospedali e in altri luoghi pubblici in cui potrebbe verificarsi un'infezione durante il periodo di quarantena. Inoltre non vengono vaccinati. Queste regole si applicano anche se l'eruzione cutanea e altri segni della malattia non sono ancora disponibili.

Varicella da giardino: quanto dura la quarantena?

La quarantena su varicella in asilo è annunciata il 21esimo giorno dal momento di scoperta dell'ultimo bambino malato. Questo periodo corrisponde alla durata massima del periodo di incubazione per il virus della varicella-zoster, durante il quale i sintomi dell'infezione sono assenti. Quando vengono rilevati nuovi casi, la quarantena viene estesa.

Nel caso in cui tuo figlio non abbia frequentato la scuola materna al momento del rilevamento del primo caso, ti verrà chiesto di lasciarlo a casa fino alla fine della quarantena per evitare l'infezione. Se possibile, il bambino può anche essere temporaneamente trasferito a un altro gruppo. Se i genitori insistono comunque che frequenta la scuola materna durante la quarantena, ricevono una ricevuta adeguata. Dal momento della prima visita al gruppo di quarantena, il bambino è considerato un contatto per la varicella; tutte le regole di quarantena si applicano ad esso.

Se il contatto con il paziente non si è verificato nel gruppo, ma nella famiglia, al bambino è permesso frequentare l'asilo per 10 giorni dal momento in cui la malattia è stata rilevata. Tuttavia, dall'undicesimo al ventunesimo giorno del bambino nel gruppo non è permesso.

Quanto dura un mulino a vento di quarantena all'asilo

La varicella si diffonde rapidamente nell'aria e su lunghe distanze. I bambini ottengono la varicella più spesso a causa del fatto che il loro sistema immunitario è estremamente debole e instabile per il virus. Ecco perché, non appena un asilo nido inizia, per la maggior parte dei genitori, la prima malattia grave è la varicella.

Varicella da giardino: quanto dura la quarantena?

Di norma, la quarantena viene annunciata immediatamente dopo che è stato ricevuto un ordine dall'istituto sanitario in cui il paziente è stato osservato. Il paziente viene isolato in media per 10 giorni e il resto viene avvertito che la quarantena è stata inserita nel gruppo. I genitori vengono solitamente informati tramite un annuncio pubblicato sulla porta del gruppo.

Il periodo di incubazione è di 21 giorni. Se durante questo periodo non vengono rilevati più casi di malattia, la quarantena viene rimossa. Se ci sono nuovi infetti, aggiungere 21 giorni di quarantena alla data dell'ultimo malato.

Quindi, la quarantena per la varicella può essere di 3 settimane e persino arrivare a 7 mesi, a seconda del numero di bambini nel gruppo e della sequenza della loro malattia. In questo momento, il giardino e il gruppo non fermano il loro lavoro, il gruppo di quarantena non viene solo introdotto in luoghi pubblici: una sala da pranzo, una musica o un palazzetto dello sport. Sono autorizzati a camminare nel parco giochi, di norma ogni gruppo cammina da solo.

Cosa fare se si rifiutava di accettare il bambino a causa della quarantena per la varicella?

Ci sono casi in cui a alcuni genitori viene negata l'ammissione a un gruppo durante la quarantena. Tali casi si verificano principalmente tra coloro che al momento della scoperta della varicella o per qualche altro motivo non frequentavano l'asilo. E questo non perché il manager e l'infermiere dispiacano per un po 'del virus per te, ma perché in questo modo vogliono ridurre il periodo di quarantena.

Ricorda: non puoi rifiutarti di visitare! Puoi solo essere avvisato di non guidare il bambino in modo che non venga infettato, ma in nessun modo di dispiegare e inviare a casa. Se la situazione non può essere risolta pacificamente, ci sono diversi modi:

  • chiedere all'ufficiale medico dell'asilo il numero e il nome del documento, in base al quale non accettano il bambino nel gruppo. Di solito, dopo questo, semplicemente si arrendono e permettono la visita, perché non è proibito dalla legge;
  • se non vuoi ammalarti, allora offri di trasferire temporaneamente tuo figlio in un altro gruppo dove non c'è quarantena;
  • Scrivi una ricevuta in cui dichiari di essere stato informato sulla quarantena della varicella e non contro il fatto che tuo figlio si ammalerà di essa.

È importante sapere che i bambini soffrono di questa malattia molto più facile e più facile.

SanPin per la varicella

Le misure per prevenire la diffusione di infezioni virali sono raccolte in una serie speciale di regolamenti di norme sanitarie e regolamenti (SanPiN), approvati a livello statale e fissati dalla legge della Federazione russa. Le misure preventive stabilite nei focolai della varicella descrivono le regole di comportamento ottimali nel caso di trovare la fonte di infezione in grandi gruppi.

Quali azioni sono corrette e perché vengono eseguite? La varicella è peculiare alla distribuzione rapida e diffusa in spazi chiusi, pertanto vengono applicate misure di quarantena. Innanzitutto, affrontiamo la natura di questa malattia e troviamo le differenze rispetto ad altre infezioni acute.

Fonte di varicella - Virus dell'herpes

La varicella può essere trovata in molte informazioni in cui è indicato che l'infezione di una persona non protetta con anticorpi si verifica con una probabilità del 100% quando è al centro della malattia. Questi posti sono di solito gruppi di bambini in età prescolare. I genitori sono da tempo abituati al fatto che i bambini spesso portano piaghe virali dall'asilo.

La causa della malattia dell'herpes volatile è un microrganismo dell'herpes. Questo è uno di una grande famiglia, che è noto a tutti gli agenti causali del raffreddore sulle labbra. Un virus contenente DNA può vivere per diverse ore in aria secca e in piedi, spostando decine di metri con flussi ventilati. Molti agenti cadono nello spazio con gocce di saliva da una persona malata.

Le condizioni ideali per la distribuzione di agenti di herpes del terzo tipo sono:

  • aria interna stagnante;
  • basso grado di umidità;
  • mancanza di regole igieniche di base.

Il problema è il rilevamento tempestivo della fonte della malattia, in quanto la persona diventa contagiosa anche prima della comparsa di segni evidenti di varicella. Inoltre, il virus Varcella Zoster è assolutamente contagioso rispetto al nostro corpo. Di conseguenza, anche la maggior parte dei bambini che si avvicinano al bambino malato per alcune ore sarà infettata.

Vedi anche: Vomito e diarrea nella varicella negli adulti e nei bambini

Perché la quarantena non è necessaria?

È noto che la distruzione di massa della varicella tra la popolazione adulta non è stata osservata. Ciò è dovuto all'ottenimento di una forte immunità nell'infanzia per la maggior parte delle persone. Inoltre, i bambini tollerano molto facilmente la malattia, senza essere esposti a manifestazioni acute della malattia e senza lo sviluppo di complicanze.

L'ostacolo alla diffusione della varicella tra i bambini porta alla maturazione della popolazione senza immunità. Più tardi, se l'infezione si verifica in età adulta, la varicella per loro diventa la causa della disabilità e gravi conseguenze per il corpo.

Ad esempio, una persona può ottenere le seguenti malattie:

  • meningite, encefalite;
  • piodermite, ulcere purulente;
  • miocardite, linfoadenite;
  • sepsi e altre malattie sistemiche.

La limitazione dei contatti nell'ambiente di rilevamento delle infezioni è prescritta in SanPin, ma viene contestata da specialisti moderni.

Nei paesi sviluppati del mondo, non è vietato comunicare costantemente con il collettivo di un bambino infetto da varicella per dare un'opportunità a tutti i bambini con normale immunità per guarire.

Come identificare la varicella

I segni principali della varicella sono eruzioni cutanee e febbre alta. Ma queste sono solo manifestazioni acute che si verificano nella fase della fine del periodo di incubazione. Macchie rosa appaiono sul viso o sul cuoio capelluto, che non cambiano colore se premuto. Il bambino diventa letargico e inattivo. Il suo appetito diminuisce e anche il sonno è perso.

Quando viene rilevata un'eruzione e la temperatura sale a 39 ° C, il paziente viene posto in quarantena. Se un bambino viene trovato in un gruppo di bambini della scuola materna, viene esaminato da un operatore sanitario e riferisce ai genitori la sospetta presenza di varicella. SanPin prevede l'isolamento di tutti i bambini contattanti da 11 a 21 giorni da altri gruppi e dalla vita pubblica.

Misure di prevenzione della varicella

In caso di rilevamento del cuore della varicella, i lavori sulla disinfezione dello spazio e degli oggetti nella stanza non vengono eseguiti a causa dell'attività instabile del virus. L'herpes ha proprietà contagiose solo quando entra in contatto con le membrane mucose, ma al di fuori del corpo umano, collassa rapidamente. È particolarmente influenzato negativamente spostando aria fresca, radiazioni ultraviolette e calore. In conformità con le norme di SanPin, quando vengono rilevati segni di varicella in uno dei membri del gruppo, vengono eseguite le seguenti azioni:

  • il paziente viene isolato dalla squadra per un periodo di quarantena, che è di 21 giorni;
  • attraverso la ventilazione viene effettuata nella stanza;
  • viene eseguita una pulizia frequente e accurata.

Vedi anche: quando posso andare in giardino dopo una varicella?

Il ritorno del paziente dalla quarantena è possibile dopo la scadenza di cinque giorni dopo la scoperta dell'ultimo elemento fresco dell'eruzione. Ma gli esperti raccomandano di continuare il periodo di recupero per 1-2 settimane a casa.

L'inumidimento regolare non ha effetti diretti sui virus Zoster, ma consente di aumentare la resistenza del corpo umano. L'umidità dell'aria nel gruppo dovrebbe essere del 60-80%, il che mantiene uno stato ottimale di immunità locale nei bambini. Sembra così

Con la normale idratazione delle mucose della bocca e del nasofaringe, il bambino produce un muco che impedisce ai microrganismi di entrare direttamente nell'epitelio. Con la rimozione costante di una parte del muco dal naso si sta sbarazzando di una varietà di virus. Se la stanza ha aria secca e calda, il muco si asciuga, quindi l'accesso ai tessuti dove viene attivata la varicella diventa aperto.

Va ricordato che i metodi di igiene sono anche di grande importanza nella prevenzione della varicella. Le mani pulite saranno una barriera affidabile alla diffusione della malattia tra le persone di contatto. Dopo tutto, i bambini infetti da varicella, tosse e starnuti nel palmo delle mani, possono quindi trasferire virus alle membrane mucose degli altri bambini quando giocano e comunicano attivamente.

La stretta osservanza delle regole prescritte in SanPin per la varicella, fornisce una garanzia contro il verificarsi di epidemie nelle istituzioni per bambini.

Perché è meglio avere la varicella durante l'infanzia

Varicella nell'asilo - Bambino nell'asilo

Varicella nell'asilo è comune. E molti genitori e medici hanno un'opinione: prima, meglio è. È noto che questa malattia infettiva in età adulta è molto più difficile, fino alla rianimazione. Nell'infanzia, il caso può fare un paio di brufoli.

La varicella dispersa nell'aria viene trasmessa. Puoi anche prenderlo se prendi del liquido da una vescica sulla pelle di un malato con la varicella sulla pelle di un bambino sano. La varicella malata contagiosa per due giorni prima dell'eruzione e fino alle croste.

È quasi impossibile essere infettati attraverso la seconda persona o gli oggetti usati dal paziente, poiché il virus varicella zoster è molto instabile nell'ambiente esterno e muore in pochi minuti. Se il bambino era in contatto con il paziente, l'infezione può comparire da 10 a 21 giorni. Pertanto, la varicella nella scuola materna, di regola, non si limita a poche settimane. I bambini si ammalano uno ad uno e la quarantena può durare dall'inverno all'estate.

La varicella può essere facilmente identificata dai brufoli rossi. Appaiono in una piccola quantità, ma in un paio d'ore possono coprire tutto il corpo: dai talloni alla corona. I brufoli diventano acquosi e alla fine scoppiano.

La malattia può essere accompagnata da febbre, fino a 39,5 gradi, mal di testa, debolezza, nausea, dolore all'addome.

Il trattamento è molto semplice e si riduce a sbavare i brufoli con la vernice verde. Questo limita l'ingresso dell'infezione secondaria alla ferita.

Nel caso in cui i brufoli raggiungessero la mucosa, la bocca dovrebbe essere risciacquata con una soluzione di acqua con furatsilinom o soda. Dovresti anche stare attento con i secoli - è impossibile non lubrificare le ferite, i medici consigliano di disinfettare l'eruzione cutanea con miramistina o okomistin sulle palpebre.

L'eruzione cutanea può durare fino a 5-10 giorni. La doccia o il bagno al momento della malattia è rigorosamente controindicato. In un pizzico, puoi rapidamente lavare con acqua: basta schizzare l'acqua sul viso e asciugare con un asciugamano, in nessun caso asciugare.

Quarantena nella scuola materna

Se nella scuola materna c'è la varicella, nel gruppo in cui è andato il paziente viene dichiarata la quarantena.

Il meccanismo per dichiarare la quarantena è il seguente. Per un bambino malato viene chiamato un pediatra distrettuale che identifica l'infezione. Il dottore riferisce alla clinica della malattia e chiama all'asilo. Sulla base di un ordine dalla clinica nel gruppo la quarantena viene annunciata.

Nel caso in cui un bambino venga osservato presso un pediatra privato, nessuno è obbligato a chiamare l'asilo. Se i genitori stessi informano l'istituto scolastico che il bambino ha avuto la varicella, metteranno il gruppo in apparenza, informeranno la clinica, e quindi la quarantena sarà annunciata.

I genitori di bambini sani vengono informati della "situazione speciale" del gruppo attraverso un annuncio sulla porta. I bambini del gruppo di quarantena non visitano le stanze in cui si svolgono le lezioni per altri gruppi "sani" (musica, sale di ginnastica) o sono gli ultimi a frequentarli. Le lezioni sono tenute al massimo nel gruppo. Inoltre, i ragazzi vanno a fare una passeggiata attraverso un ingresso separato.

Il gruppo detiene misure di quarantena, secondo le norme sanitarie ed epidemiologiche (XVIII Misure igieniche di base e antiepidemiche condotte da personale medico nelle organizzazioni educative prescolari).

Bambini ogni giorno, o anche più volte al giorno, esaminati da un'infermiera. Nel caso in cui sul corpo del bambino compaia un'eruzione, i caregiver chiameranno immediatamente i genitori per portare a casa il malato. Il bambino, prima dell'arrivo dei genitori, viene inviato al centro di detenzione.

Infine, voglio dire che molti genitori sottovalutano il grado di gravità della malattia e possono anche in assenza di temperatura portare il bambino al parco giochi o fare un giro per non cancellare il viaggio programmato a lungo. Allo stesso tempo, le eruzioni sono imbrattate con desithin o permanganato di potassio, in modo che non possano essere identificate come "varicella". Tuttavia, allo stesso tempo mettono a rischio non solo i bambini circostanti, ma anche il loro stesso bambino, perché le conseguenze della varicella potrebbero non essere così facili come la stessa malattia.

Regole sulla quarantena della varicella

La quarantena per la varicella nelle scuole per l'accumulo di massa dei bambini viene assegnata per prevenire la diffusione della malattia.

La varicella è una malattia infettiva altamente contagiosa che viene trasmessa da goccioline trasportate dall'aria. La ragione per lo sviluppo del processo patologico è la penetrazione del virus dell'herpes di tipo 3 nel corpo umano. Il più delle volte, la varicella è malata durante l'infanzia.

Dopo aver sofferto di una malattia nel corpo produce una forte immunità. Resta per tutta la vita.

Ma se una persona durante l'infanzia non ha la varicella, rimane il rischio di infezione nell'età adulta. Nei bambini, la malattia nella maggior parte dei casi è lieve e raramente causa complicazioni.

Quando e come viene annunciata la quarantena

Nei luoghi di accumulo di massa di bambini in età prescolare e anziani, la quarantena viene annunciata per la durata del periodo di incubazione di questa malattia. Per il punto di partenza prendere la data in cui è stata registrata l'ultima infezione. L'introduzione della quarantena viene effettuata dal capo dell'istituzione educativa. Il decreto è emesso sulla base di un parere medico, che conferma lo scoppio del virus.

La quarantena sulla varicella all'asilo comporta la limitazione del contatto dei bambini malati con quelli sani. Cioè, se a un bambino è stata diagnosticata la varicella, non gli è permesso frequentare l'asilo. I bambini che sono stati in contatto con gli ammalati, ma non sono stati infettati, possono continuare a camminare nel giardino.

Se il bambino non ha frequentato la squadra dei bambini al momento dell'introduzione della quarantena, allora i genitori sono offerti di trasferire temporaneamente il bambino in un gruppo in cui non c'erano casi di varicella. Un'altra opzione è lasciare il bambino a casa fino alla fine del periodo di quarantena.

Informazioni sull'infezione e la limitazione temporanea delle visite all'asilo e alle istituzioni educative sono pubblicate sulla porta principale.

I bambini con sintomi della malattia possono tornare alla scuola materna o alla scuola dopo aver ricevuto un certificato medico, che conferma che non vi è alcun pericolo di diffusione dell'infezione nella squadra.

Cosa fare con lo scoppio della varicella nella squadra

Molto spesso, l'infezione si verifica attraverso il contatto diretto con il vettore di microflora patogena. Fuori dal corpo umano, il virus muore rapidamente. Tuttavia, quando le informazioni vengono visualizzate su bambini infetti da herpes di tipo 3, le misure di disinfezione non vengono eseguite.

Regole di quarantena nelle scuole materne e scolastiche:

  • I gruppi in cui sono stati registrati casi di varicella non sono ammessi in tali stanze come un generale di sport o music hall.
  • Le lezioni di gioco e l'apprendimento sono condotte in una stanza a cui altri gruppi di bambini hanno accesso limitato.
  • I collettivi in ​​quarantena sono dotati di un ingresso (di riserva) separato per l'edificio.
  • La stanza viene regolarmente ventilata, viene eseguita la pulizia a umido.

Se l'immunità di una persona è forte, ma l'infezione si è verificata, il periodo di incubazione potrebbe essere lungo. Per questo motivo, i bambini che non hanno precedentemente sofferto di varicella, ma sono andati al gruppo di quarantena, non sono autorizzati a visitare luoghi pubblici.

I bambini che sono in quarantena e frequentano l'asilo o la scuola dovrebbero sottoporsi a un esame fisico giornaliero. Un medico esamina la pelle per la presenza di bolle di varicella e misura la temperatura corporea. Quando vengono rilevati segni di malattia, il bambino viene isolato dalla squadra e informato i genitori. Dall'istituzione pubblica del paziente può prendere qualcuno dai parenti.

Quanto tempo ci vuole

Dal momento in cui la microflora patogena entra nel corpo fino alla comparsa dei primi sintomi della malattia, passano 21 giorni. La quarantena per la varicella è impostata in relazione alla durata del periodo di incubazione. Se sono trascorsi 21 giorni dall'ultimo caso registrato della malattia e non vi sono focolai ripetuti della malattia, tutte le restrizioni vengono rimosse dalla squadra.

Se durante la quarantena compare un'altra persona infetta, il termine di isolamento viene esteso.

Se la famiglia ha la varicella malata, un bambino sano può frequentare l'asilo o la scuola da 1 a 10 giorni. A partire dall'undicesimo giorno e fino al 21 incluso, viene introdotta la quarantena domestica, vale a dire visitare le istituzioni pubbliche è proibito.

SanPin per la varicella

SanPin - si tratta di norme e regolamenti sanitari che stabiliscono i criteri e i requisiti di sicurezza ambientale per garantire condizioni idonee per l'attività umana.

SanPin stipula che nel caso di un focolaio di varicella non è necessario introdurre la quarantena nella squadra dei bambini.

I seguenti obblighi sono imposti ai genitori o ai tutori del bambino infetto:

  1. Diagnosi. Anche se la malattia è lieve, è necessario che il bambino sia esaminato da un medico.
  2. Fornire assistenza. Al momento della malattia il bambino dovrebbe stare a casa. Visitare luoghi pubblici non è permesso per circa 3 settimane. Un periodo pericoloso per gli altri è il momento in cui il corpo è coperto di bolle. Dopo un'eruzione, scoppiano e il liquido contenuto in essi contiene il "concentrato" del virus.
  3. Ottieni conferma della fine del trattamento. Dopo la varicella, quando le croste si staccano e il paziente si sente normale, il bambino può frequentare la scuola materna o la scuola, ma con un certificato medico, che conferma uno stato di salute soddisfacente.

Le norme SanPin non richiedono la vaccinazione obbligatoria.

Quanti giorni dura la quarantena per la varicella?

Malattia infettiva di varicella ha un secondo nome - varicella, che è nella lista delle malattie infettive acute. L'infezione avviene attraverso goccioline trasportate dall'aria e, in caso di presenza di massa di bambini nella stessa stanza, la malattia si diffonde rapidamente. Più spesso, la malattia "cattura" i bambini nella scuola materna o gruppi scolastici. Dato che il virus viene trasmesso attraverso l'aria, c'è il rischio di contrarre un'infezione anche se il paziente si trova in un'altra stanza o appartamento.

Il periodo di incubazione della malattia dura da 13 giorni a 17 giorni. La varicella non si manifesta immediatamente, quindi il bambino può tranquillamente frequentare le lezioni in istituti scolastici e diventa una fonte inconscia di infezione.

Nei bambini di età superiore ai 10 anni e negli adulti, la malattia è più grave e può portare a gravi complicanze. Per le donne incinte, la varicella comporta anche un formidabile pericolo, poiché può influire sulle condizioni del feto e dell'aborto.

L'agente causale della malattia (virus dell'herpes) rimane nel nostro corpo per tutta la vita e può ulteriormente portare alla manifestazione di gravi malattie. Perciò, è necessario seguire le istruzioni del dottore molto chiaramente e non provare a sconfiggere la varicella solo con vernice verde.

Dopo l'infezione, il virus si deposita sulla membrana mucosa del tratto respiratorio, quindi entra nel flusso sanguigno e si diffonde attraverso il corpo attraverso il flusso. Una manifestazione caratteristica della malattia sono piccole eruzioni cutanee in tutto il corpo. All'inizio assomigliano ai granelli rossi e poco dopo diventano bolle piene di liquido. I papuli causano disagio, poiché i pazienti sentono prurito insopportabile.

Poco dopo, la temperatura inizia a salire e le condizioni del paziente peggiorano. Una manifestazione naturale in questa condizione è la mancanza di appetito, mal di testa, debolezza e temperatura fino a 39 ° C.

Quanto dura la quarantena

Per gli altri in questo periodo, i primi 5-10 giorni sono pericolosi. È possibile concentrarsi sulla manifestazione di un'eruzione cutanea - mentre è presente sul corpo, il virus è in forma attiva. Durante questo periodo è molto importante limitare i contatti del paziente con quelli sani.

I medici hanno dato una conclusione sui tempi di contagiosità della malattia: da 4 a 13 giorni. Pertanto, gli epidemiologi, se necessario, annunci di attività di quarantena, chiudono l'istituto scolastico per 14 giorni.

Le eruzioni cutanee sul corpo possono essere singole o multiple. Nel primo caso, la varicella procede in forma mite, e nei casi più gravi, il bambino è completamente cosparso di bolle. La cosa più difficile per un bambino non è di pettinarli. Di solito gli adulti guardano questo durante il giorno, ma di notte un bambino, in un sogno, può facilmente rimuovere una crosta da una piaga. Questo è pieno di piccole cicatrici. Pertanto, i più piccoli si consiglia di indossare muffole speciali.

Per disinfettare le bolle spalmate di verde brillante o manganese. Ma ora nelle farmacie puoi comprare disinfettanti incolori, ma molti stanno cercando di affrontare le manifestazioni della varicella, come facevano le nostre nonne e madri.

Quanto dura la malattia?

Di solito, gli adulti che siedono con i bambini malati ricevono un congedo per malattia per 10 giorni. Questo periodo è sufficiente per sconfiggere la malattia e prevenire le complicanze. Il trattamento viene effettuato a casa, in casi molto gravi il paziente viene inviato in ospedale. Il pediatra può prescrivere un bambino 5 giorni dopo che si è verificata l'ultima eruzione cutanea. Di solito, i bambini piccoli possono facilmente tollerare la malattia, ma possono verificarsi complicazioni gravi come polmonite, laringite, reumatismi e deterioramento dei reni, del cuore, del fegato o dei polmoni.

Negli adulti, la malattia si presenta in una forma più complessa. Le eruzioni sono possibili non solo sul corpo, ma anche sulle mucose. E la temperatura può salire a 40 ° C. Secondo le statistiche, il 60% dei pazienti ha delle complicazioni. C'è una forte intossicazione del corpo. In questo caso, i miglioramenti dovrebbero essere previsti in 2-3 settimane.

raccomandazioni

Con la varicella, molti medici non raccomandano il nuoto, specialmente a temperatura corporea elevata. Questa regola è considerata obsoleta e i pediatri moderni insistono nei bagni a breve termine per mantenere l'igiene e alleviare il prurito. Per ulteriori informazioni su questo, vedere il trasferimento di Dr. Komarovsky.

I vestiti e la biancheria da letto devono essere cambiati più volte durante il periodo di malattia. È importante prevenire il surriscaldamento del corpo e per questo è necessario aerare più spesso la stanza.

Il trattamento di varicella in alcuni casi può esser effettuato medicine antipiretiche e antiincendiarie. Dopo l'eruzione cutanea, a volte vengono prescritti farmaci antistaminici per ridurre il prurito sul corpo.

Per prevenire la varicella, è necessario aumentare l'immunità e farsi vaccinare. La vaccinazione non fornirà il 100% di protezione contro l'infezione da varicella, ma nel caso dell'infezione, la malattia passerà in forma lieve e senza complicazioni.

Per maggiori informazioni sulla varicella, vedi il programma del Dr. Komarovsky.

Quarantena per la varicella all'asilo e alla scuola

La quarantena per la varicella può essere inserita in un istituto scolastico in cui è stata identificata una persona infetta. Nella maggior parte dei casi, aiuta a prevenire l'infezione di massa di persone che non hanno avuto una malattia causata da HSV di tipo 3. In assenza di misure che impediscono lo sviluppo del virus, non è possibile evitare l'infezione di individui sani. Ciò è dovuto al fatto che l'agente eziologico della varicella è facilmente introdotto nel corpo umano e si sposta fino a 20 metri.

Varicella nella scuola materna: la procedura per la chiusura della scuola materna

Un bambino che soffre di varicella all'asilo è esaminato da un pediatra. Lo specialista trasmette informazioni sul fatto di infezione nella clinica. La quarantena viene inserita secondo l'ordine ufficiale trasferito dall'ospedale pediatrico. Di solito le informazioni sugli eventi organizzati sono pubblicate all'ingresso sotto forma di annunci.

La quarantena per la varicella non proibisce a un bambino di frequentare una scuola materna in cui è stata rilevata la malattia. Introduce semplicemente alcune restrizioni relative alla comunicazione dei bambini di contatto con quelli sani. I potenziali portatori di HSV di tipo 3 non possono entrare nelle stanze comuni o farlo dopo altre persone. Ogni giorno i bambini vengono esaminati da un'infermiera che informa i genitori sui nuovi casi di infezione. I bambini che si ammalano vengono portati a casa per il trattamento. Sono isolati dagli altri bambini fino all'arrivo di mamma o papà all'asilo.

La quarantena per la varicella è inserita per 3 settimane dalla data dell'ultima infezione. Questo è un prerequisito. Il tempo indicato corrisponde alla durata massima del periodo di incubazione. Se vengono rilevati nuovi casi, il periodo di quarantena viene aumentato. Il bambino ha il diritto di andare all'asilo anche durante le misure antiepidemiche, se i genitori ne danno una ricevuta. Dopo aver visitato il gruppo in cui è stato registrato il fatto della malattia, tale bambino è considerato un contatto per la varicella e tutte le regole inserite sono valide.

Se l'interazione con il portatore di HSV di tipo 3 non si è verificata in un gruppo, ma all'interno della famiglia, il bambino potenzialmente infetto può andare all'asilo per 10 giorni dal giorno in cui la malattia è stata rilevata in un adulto. Da 11 a 21 giorni non è permesso a un bambino di frequentare le lezioni in un'istituzione prescolare.

Varicella a scuola

Le regole secondo cui la quarantena dovrebbe essere dichiarata sono identiche a quelle osservate nella scuola materna. Quando un bambino con segni di varicella viene rilevato a scuola, un medico arriva in classe e fa una diagnosi. Sulla base di questo, un ordine ufficiale viene rilasciato dal funzionario (direttore).

L'annuncio della chiusura della scuola di quarantena è posto sulle porte dell'istituzione. Ciò consente a tutte le parti interessate di ottenere le informazioni necessarie. I ragazzi malati sono isolati dalla salute fino a quando non sono contagiosi.

Quarantena su varicella all'asilo (scuola): regole di condotta

Non tutti i genitori accettano di restare in quarantena a casa. A volte devono salvare i loro figli che frequentano un'istituzione dove è possibile prendere il tipo 3 HSV.

Mamme e papà hanno bisogno di sapere quanto segue:

  • tutte le persone della classe o del gruppo indossano bende di garza;
  • i bambini potenzialmente infetti da varicella sono impegnati nella stessa stanza, escono da una porta speciale e camminano nell'area designata;
  • all'arrivo a casa, il bambino deve lavarsi accuratamente le mani e applicare l'antisettico;
  • richiede la lavorazione giornaliera dei mobili nell'appartamento e il monitoraggio della salute del bambino.

Quanti giorni stare a casa con una varicella

Un bambino che ha ricevuto lo status di malato può rimanere a casa per diversi giorni dopo la fine delle misure anti-epidemiologiche, il che è spiegato dalla necessità di ripristinare l'immunità. Un organismo fragile è più suscettibile alle infezioni da altre infezioni.

Esempi di annunci sulle porte dell'istituzione

All'asilo o alla scuola non può andare prima di 18 giorni dopo l'inizio della fase attiva della malattia. Anche se il bambino si sente bene, non dovresti mandarlo all'asilo. Questo può scatenare un'epidemia di varicella, poiché il virus è attivo per altri 5 giorni dall'ultima bolla.

Inoltre, la malattia sottosviluppata può portare allo sviluppo di complicazioni, come la polmonite da varicella, che richiederà il ricovero in ospedale. È preferibile posticipare una visita all'asilo o alla scuola per diversi giorni dopo il recupero. Ciò consentirà al corpo di diventare più forte. Nel periodo di recupero, è desiderabile somministrare al bambino alimenti ricchi di vitamine e microelementi. Come prescritto dal medico, è possibile utilizzare gli stimolanti dell'immunità. Consigliato e camminare all'aria aperta, tuttavia, non prima che il bambino diventi completamente non infetto agli altri.

Per quanto tempo può durare una lista di malati di varicella?

Prevenire la malattia non è facile, ma fattibile. Tutti sanno che è meglio spostare la varicella durante l'infanzia, quindi a volte consapevolmente conducono i loro figli al contatto con gli ammalati. Quanto dura il congedo per malattia di un bambino con la varicella dipende dalle caratteristiche del suo flusso.

Di norma, un foglio di invalidità temporanea viene rilasciato per 10 giorni. Questa volta non è sempre sufficiente per far fronte alla malattia e le misure di quarantena durano almeno 2 settimane. Per questo motivo, è permesso prolungare il congedo per malattia per 4 giorni. Puoi lasciare il bambino alle cure degli altri membri della famiglia. Se non sono immuni alla varicella, allora è consigliabile essere vaccinati. È importante escludere i contatti di un bambino malato con una donna incinta.

Vaccinazioni durante la quarantena per la varicella

La quarantena per la varicella dura più di un giorno e per fornire in questo momento un'inoculazione contro questa malattia è un ottimo modo per prevenire il suo sviluppo. Tuttavia, è consigliabile farlo entro 3 giorni dopo il contatto con il paziente. Per scopi profilattici, puoi prendere "Acyclovir".

La reazione di Mantu e altri: le vaccinazioni possono essere eseguite dopo che la quarantena è stata completata nell'istituzione prescolastica. Ciò è necessario come precauzione, poiché la vaccinazione durante la malattia può influire negativamente sulla salute del bambino.

Come agire in caso di epidemia: norme sanitarie

SanPiN per la varicella raccomanda di rispettare gli standard per prevenire la diffusione del virus:

  • aerare i locali attraverso la strada prima e dopo aver visitato i bambini per mezz'ora;
  • l'intervallo tra le classi aumenta fino a 10 minuti;
  • ogni giorno per effettuare la pulizia a umido;
  • mantenere l'umidità dell'aria a un livello del 60-80%;
  • 2 volte al giorno per disinfettare la stanza con una lampada al quarzo;
  • eseguire l'elaborazione antisettica di giocattoli;
  • isolare tempestivamente i bambini malati.

Quanti giorni dura la quarantena della varicella?

La varicella è una patologia infettiva-virale che va da una persona infetta a una sana via aerea. La malattia si sta rapidamente diffondendo in luoghi di grandi concentrazioni di persone e colpisce quelli che non hanno sofferto di varicella. Poiché la malattia è considerata infantile, l'infezione si verifica principalmente a scuola e all'asilo. Quando viene dichiarata la quarantena alla varicella e qual è la sua durata?

La probabilità di infezione nelle istituzioni

La caratteristica principale della varicella è l'alta infettività. L'agente patogeno virale si diffonde rapidamente nell'aria. Puoi essere infettato dal contatto diretto con il corriere, quindi la possibilità di infezione aumenta a scuola e nella scuola del bambino.

La varicella è più suscettibile ai bambini di età compresa tra 2 e 6 anni. I bambini piccoli possono facilmente trasportare il virus, a differenza degli adulti. Il bambino ha più lesioni sotto forma di bolle con liquido all'interno, accompagnato da un aumento della temperatura corporea. Nel corso del tempo compaiono nuove e nuove piaghe, dopo la scomparsa delle croste marroni.

La probabilità della malattia esiste negli adulti, a condizione di un'immunità indebolita. Il decorso della malattia in questo caso diventa più grave con possibili gravi complicanze.

Nel gruppo di istituzioni per bambini, la quarantena viene prescritta per il periodo del periodo di incubazione dal momento in cui l'ultima persona è stata trovata.

Periodo di contagio

Il paziente è particolarmente pericoloso per gli altri nei primi 5-10 giorni che precedono la comparsa dell'eruzione cutanea. In questo periodo prodromico si osservano sintomi simili all'ARVI. Non conoscendo la malattia, la persona infetta continua a visitare luoghi pubblici, essendo un venditore ambulante di varicella.

È difficile dire esattamente in quale periodo una persona è più contagiosa. Può stare con loro anche quando si asciugano le croste. La comunicazione di un bambino malato con uno sano porterà sicuramente alla malattia.

I medici hanno scoperto che il più piccolo tempo di contagio è di 4 giorni e il massimo di 13 giorni. Di conseguenza, sono state indicate le condizioni: il gruppo viene messo in quarantena per 21 giorni. Durante questo periodo, i bambini sono completamente guariti e la probabilità di un nuovo focolaio della malattia è ridotta.

Attività durante il periodo di quarantena

Se viene rilevato un virus varicella-zoster, vengono prese misure di quarantena per aiutare a prevenire l'infezione.

Quando la quarantena nella stanza procede come segue:

  • nella scuola materna, campo estivo o classe, i bambini dovrebbero essere sotto la supervisione di un medico;
  • ai limiti di una classe o di un gruppo è vietato andarsene;
  • circa 2 volte al giorno viene eseguita la pulizia a umido della stanza;
  • l'ultravioletto neutralizza il virus del vaiolo, quindi la stanza viene quarzata più volte al giorno;
  • vari oggetti, giocattoli, piatti non dovrebbero essere disinfettati, poiché nell'ambiente domestico il virus muore immediatamente.

Un prerequisito è aerare la stanza più volte al giorno.

Quando la quarantena e i suoi termini sono annunciati

Quando l'eruzione da varicella di un bambino viene notata nel gruppo di un asilo infantile, chiama un medico per determinare la diagnosi. La quarantena sull'istituzione impone, in base alla decisione della clinica locale. I genitori sono informati della situazione attraverso un annuncio sulle porte dell'istituto dei bambini.

Tuttavia, l'imposizione di quarantena non significa una sospensione assoluta del lavoro del giardino e del gruppo stesso. I bambini del gruppo di quarantena possono frequentare le lezioni, ma non possono entrare nelle stanze comuni (palestra o lezioni di musica). Qualsiasi attività viene svolta nello stesso gruppo, l'accesso alla strada attraverso la porta di emergenza. Occasionalmente può essere consentito condurre lezioni in una sala comune, ma solo per ultimo.

Ogni giorno un'infermiera esamina i bambini. Quando rileva l'eritema, i genitori sono obbligati a portare a casa il bambino. I bambini che sono malati di bambini che non hanno avuto la varicella prima, durante il periodo di quarantena, non sono autorizzati a visitare case di cura o altri luoghi pubblici. Nessuna vaccinazione è data a loro. Tali regole sono valide anche se non ci sono segni di malattia.

Quanto dura la quarantena e in quali casi viene estesa?

Nella scuola materna, la quarantena viene stabilita il 21 ° giorno dalla scoperta dell'ultima persona malata. Questo periodo di incubazione coincide con la massima durata del periodo di varicella. Se vengono rilevati bambini appena infetti, la quarantena viene estesa.

Se il bambino non è in giardino al momento della scoperta della prima persona infetta, l'infermiera o il badante gli offriranno di restare a casa fino alla quarantena. Su richiesta dei genitori, sulla base della loro dichiarazione scritta, possono inviare il bambino a un altro gruppo.

Quando il contatto con gli ammalati non è avvenuto nell'istituto, ma a casa, è permesso rimanere nell'asilo per i primi 10 giorni dal momento dell'infezione. Ma da 11 a 21 giorni per visitare il gruppo è vietato.

SanPin e regolamenti

I regolamenti sanitari presentano una serie di regole che prevedono misure per prevenire la diffusione dell'infezione da varicella.

In SanPin, si stabilisce che quando viene rilevata una malattia, la quarantena non è affatto una condizione indispensabile. Raccomandazioni generali per tutte le persone si applicano al bambino malato:

  • a un bambino malato è vietato recarsi nel gruppo per almeno 3 settimane;
  • è richiesta una visita al pediatra;
  • È necessario fornire un certificato di recupero all'asilo o alla scuola dopo la fine della malattia.

Si consiglia di fare la vaccinazione contro la varicella per scopi profilattici. Tuttavia, le norme sanitarie non lo richiedono, la vaccinazione è facoltativa.

Il virus dell'herpes (malattia provocatrice) rimane nel corpo umano per tutta la vita. La varicella sottoposta a trattamento può in seguito causare gravi patologie, pertanto è necessario attenersi strettamente alle prescrizioni dello specialista e non cercare di eliminare la varicella da solo.

Regole per i genitori in contatto con il bambino

Affinché il trattamento della malattia passi in modo più favorevole, è necessario attenersi alle seguenti raccomandazioni:

  1. Non dovresti indossare un bambino molto caldo. L'aumento della sudorazione provoca forti pruriti e i bambini possono combattere l'eruzione cutanea che si è formata.
  2. Le unghie devono essere tagliate corte, ti permette di prevenire le eruzioni cutanee. Briciole molto piccole, è consigliabile indossare guanti sottili.
  3. Il bagno dei bambini viene cancellato fino alla scomparsa delle ulcere. Dopo la loro scomparsa, le procedure idriche possono essere rinnovate. Tuttavia, va ricordato che, asciugando la pelle dopo il bagno o la doccia, non è possibile strofinare troppo, sarà sufficiente asciugare leggermente con un asciugamano.
  4. Cerca di prendere qualcosa con il bambino al momento della malattia, in modo che presti meno attenzione al prurito. In alcuni casi, ai pediatri e agli antistaminici vengono prescritti sedativi.

Le misure terapeutiche per il decorso della malattia sono di solito eseguite a casa, ma in caso di abbandono della varicella, è possibile l'ospedalizzazione e la determinazione in ospedale.

Suggerimenti di contatto

Il virus della varicella è molto contagioso e viene immediatamente trasmesso nelle istituzioni collettive. Per fare ciò, è necessario eseguire azioni preventive:

  1. La disinfezione della stanza è facoltativa, l'agente patogeno è instabile in condizioni normali.
  2. L'aerazione è necessaria più volte al giorno.
  3. Il corso di pulizia umido dovrebbe essere fatto il più spesso possibile. Non agisce fortemente sul virus, ma aumenta la resistenza del corpo a varie infezioni.
  4. Il paziente viene mostrato riposo a letto.
  5. L'igiene personale aiuta ad evitare malattie epidemiologiche e di altro tipo.

Nella maggior parte dei casi, la varicella non è pericolosa per la salute di un bambino, ma può provocare complicazioni negative negli adulti. Per evitare questo, dovresti seguire le raccomandazioni di SanPin sull'interazione con i portatori della malattia.

Quanto dura un mulino a vento di quarantena all'asilo

Contenuto dell'articolo

  • Quanto dura un mulino a vento di quarantena all'asilo
  • Quanto dura la quarantena dopo la varicella
  • Quanto dura il periodo di incubazione della varicella?

La varicella si diffonde rapidamente nell'aria e su lunghe distanze. I bambini ottengono la varicella più spesso a causa del fatto che il loro sistema immunitario è estremamente debole e instabile per il virus. Ecco perché, non appena un asilo nido inizia, per la maggior parte dei genitori, la prima malattia grave è la varicella.

Varicella da giardino: quanto dura la quarantena?

Di norma, la quarantena viene annunciata immediatamente dopo che è stato ricevuto un ordine dall'istituto sanitario in cui il paziente è stato osservato. Il paziente viene isolato in media per 10 giorni e il resto viene avvertito che la quarantena è stata inserita nel gruppo. I genitori vengono solitamente informati tramite un annuncio pubblicato sulla porta del gruppo.

Il periodo di incubazione è di 21 giorni. Se durante questo periodo non vengono rilevati più casi di malattia, la quarantena viene rimossa. Se ci sono nuovi infetti, aggiungere 21 giorni di quarantena alla data dell'ultimo malato.

Quindi, la quarantena per la varicella può essere di 3 settimane e persino arrivare a 7 mesi, a seconda del numero di bambini nel gruppo e della sequenza della loro malattia. In questo momento, il giardino e il gruppo non fermano il loro lavoro, il gruppo di quarantena non viene solo introdotto in luoghi pubblici: una sala da pranzo, una musica o un palazzetto dello sport. Sono autorizzati a camminare nel parco giochi, di norma ogni gruppo cammina da solo.

Cosa fare se si rifiutava di accettare il bambino a causa della quarantena per la varicella?

Ci sono casi in cui a alcuni genitori viene negata l'ammissione a un gruppo durante la quarantena. Tali casi si verificano principalmente tra coloro che al momento della scoperta della varicella o per qualche altro motivo non frequentavano l'asilo. E questo non perché il manager e l'infermiere dispiacano per un po 'del virus per te, ma perché in questo modo vogliono ridurre il periodo di quarantena.

Ricorda: non puoi rifiutarti di visitare! Puoi solo essere avvisato di non guidare il bambino in modo che non venga infettato, ma in nessun modo di dispiegare e inviare a casa. Se la situazione non può essere risolta pacificamente, ci sono diversi modi:



  • chiedere all'ufficiale medico dell'asilo il numero e il nome del documento, in base al quale non accettano il bambino nel gruppo. Di solito, dopo questo, semplicemente si arrendono e permettono la visita, perché non è proibito dalla legge;
  • se non vuoi ammalarti, allora offri di trasferire temporaneamente tuo figlio in un altro gruppo dove non c'è quarantena;
  • Scrivi una ricevuta in cui dichiari di essere stato informato sulla quarantena della varicella e non contro il fatto che tuo figlio si ammalerà di essa.

È importante sapere che i bambini soffrono di questa malattia molto più facile e più facile.

Quanti giorni è la quarantena per la varicella all'asilo e alla scuola?

La varicella è una malattia infettiva che viene trasmessa da goccioline trasportate dall'aria. Nelle aree di grandi concentrazioni di persone, la varicella si sta rapidamente diffondendo e colpisce bambini sani e adulti che non hanno mai sofferto di questa malattia. Poiché la malattia è considerata un bambino, l'infezione si verifica più spesso negli asili, nelle scuole, in un campo o in un ospedale. Come organizzare la quarantena per la varicella e quanto tempo ci vuole da considerare nel nostro articolo.

Attività di quarantena della varicella

Queste attività sono progettate per prevenire la diffusione dell'infezione. La quarantena viene eseguita se un bambino con la varicella è stato trovato in uno dei gruppi di un asilo, scuola o altra istituzione.

Durante la quarantena, l'istituto conduce eventi secondo SanPiN:

  • Nei campi, nelle scuole o negli asili, vengono esaminati i bambini. Un operatore sanitario esamina giornalmente i bambini per la varicella.
  • Varie attività e attività sono svolte senza lasciare il gruppo o la classe.
    I dipendenti dell'istituzione, almeno due volte al giorno, effettuano la pulizia a umido nella stanza.
  • Come sapete, la luce ultravioletta disattiva efficacemente il virus varicella-zoster. Di conseguenza, il quarzo dei locali viene eseguito più volte al giorno.
  • Giocattoli, superfici mobili e piatti vengono quotidianamente trattati con uno speciale disinfettante.
  • La messa in onda delle stanze viene effettuata due volte al giorno.

Come e quando viene annunciata la quarantena

Se un bambino che ha la varicella si trova in una scuola materna o in un'altra istituzione con un massiccio accumulo di bambini, le informazioni sulla malattia vengono trasmesse alla clinica.

Il medico distrettuale esamina il bambino, quando conferma questa diagnosi, il medico invia informazioni al servizio sanitario-epidemiologico (SES). SES, a sua volta, emette un ordine di quarantena.

Quanti giorni dura la quarantena?

Di solito, la quarantena nelle scuole materne e in altre istituzioni viene annunciata per almeno 21 giorni. Questo periodo di tempo corrisponde al periodo massimo di incubazione per la varicella. Nel caso in cui dopo la fine della quarantena venga trovato il nuovo malato, la quarantena può essere estesa.

Il bambino conduce al giardino?

Dal momento che non tutti hanno l'opportunità di lasciare il bambino a casa, questo problema riguarda molti genitori. Nel caso in cui il bambino non fosse all'asilo al momento della scoperta del bambino malato, lo staff dell'istituto ti consiglierà di sederti a casa per evitare l'infezione.

Se i genitori non hanno questa opportunità, il capo dell'asilo si offre di visitare temporaneamente un altro gruppo. Se i genitori decidono di continuare a portare il bambino in giardino, la direzione di questa istituzione chiede di scrivere la ricevuta appropriata.

Spesso ci sono situazioni in cui un bambino è stato in contatto con una varicella malata al di fuori della scuola materna. In questo caso, il bambino è autorizzato a frequentare la scuola materna per i primi 10 giorni dopo l'incidente. A partire dall'undicesimo giorno, il bambino dovrebbe essere a casa fino al completo recupero.

Vaccinazione durante la quarantena

Spesso i genitori si trovano di fronte alla scelta se vaccinare contro la varicella, se nella quarantena del giardino? E 'possibile fare manta quando messo in quarantena per la varicella? Gli esperti dicono che la vaccinazione contro la varicella durante la quarantena non è controindicata.

Si consiglia di dare la preferenza al vaccino Varilriks, che può essere messo urgentemente per prevenire l'infezione.

Precauzioni di sicurezza

Se per qualche motivo decidi di portare il bambino in un gruppo in quarantena, i dipendenti e i genitori dell'istituzione devono osservare alcune precauzioni. Queste manipolazioni aiuteranno a proteggere i bambini da possibili infezioni:

  • I lavoratori delle scuole materne consigliano di portare i bambini in un gruppo in una maschera medica.
  • Le lezioni di musica e educazione fisica sono condotte esclusivamente nel gruppo.
  • Fuori per una passeggiata attraverso un'uscita separata.
  • I bambini che visitano il gruppo di quarantena camminano su un sito separato.
  • All'arrivo a casa, il bambino dovrebbe lavarsi accuratamente le mani con sapone antibatterico.
  • L'appartamento dovrebbe anche effettuare un trattamento superficiale al fine di prevenire.

Ogni genitore dovrebbe esaminare quotidianamente il bambino per le eruzioni cutanee e anche monitorare il benessere del bambino. Al minimo sospetto di infezione, è necessario chiamare un pediatra.

Chi non dovrebbe visitare stabilimenti regolamentati

Se una quarantena di varicella è stata dichiarata in qualsiasi istituzione, non è consigliabile che le seguenti persone visitino tali strutture:

  • Donne incinte
  • Le persone anziane
  • Bambini fino a 1 anno.

Se per qualche motivo è impossibile ignorare questa istituzione, assicurati di indossare una maschera medica. Se parliamo di un ospedale per la maternità, le donne incinte che hanno lasciato almeno due settimane prima della data prevista di nascita saranno offerte per tornare a casa durante la quarantena.

Opinione del Dr. Komarovsky

Dr. Komarovsky crede che la quarantena nella scuola materna e a scuola non è affatto necessaria. Poiché la varicella durante l'infanzia è abbastanza facile, pensa che sia meglio lasciare che il bambino si ammali contemporaneamente ai suoi coetanei.

Se parliamo di ospedali per bambini o di un ospedale per la maternità, è necessaria la quarantena.

Opinione dei genitori

Se una quarantena è stata annunciata nella scuola materna o in un altro asilo, molti genitori cercano di sedersi a casa per il periodo di tempo richiesto. Se gli adulti non hanno questa opportunità, alcuni genitori devono ancora portare i figli all'asilo.

Il 70% dei genitori insiste che il bambino venga assegnato ad un altro gruppo durante il periodo di quarantena, nonostante il fatto che il bambino dovrà riadattarsi.