Rosolia negli adulti: foto, sintomi e trattamento, prevenzione

Sulla faccia

La rosolia si riferisce alle cosiddette malattie "dell'infanzia", ​​che sono malate per lo più piccole popolazioni del pianeta. Essendo stato malato durante l'infanzia, una persona acquisisce una resistenza permanente a questa malattia.

Ma quelli che sono cresciuti senza una tale esperienza di vita e non sono stati vaccinati in tempo, rischiano di raccogliere la rosolia già adulti. E come per altre malattie "dell'infanzia", ​​questa infezione sarà molto più difficile di quella di un bambino.

Oggi parleremo della rosolia negli adulti, vedremo foto dettagliate, oltre ai sintomi e ai moderni metodi di cura di questa malattia.

cause di

I virus della rosolia sono Togavirus. Hanno una forma sferica e contengono RNA e neurominidasi. Nell'ambiente esterno, sono instabili e muoiono rapidamente durante l'essiccazione, l'esposizione a radiazioni ultraviolette o disinfettanti.

L'infezione si verifica solo da una persona malata con goccioline trasportate dall'aria. In passato, la rosolia si è manifestata sotto forma di epidemie, ma ora grazie all'immunizzazione attiva è molto meno comune.

L'incidenza massima è registrata in autunno o in primavera, quando l'immunità diminuisce.

Periodo di incubazione della rosolia

Il periodo di incubazione dura da 16 a 20 giorni. Già in questo momento, una persona dall'aspetto sano può diventare una fonte di malattia. Durante il periodo di incubazione, il virus penetra e copre le mucose, cioè può entrare nell'ambiente.

Il paziente diventa particolarmente pericoloso per gli altri una settimana prima della comparsa di rash e contagiosa anche 5 - 7 giorni dopo la fine dell'eruzione. Il periodo più pericoloso è quando c'è un'eruzione cutanea sul corpo.

I sintomi della rosolia negli adulti

Se la rosolia colpisce il corpo di un bambino, allora la malattia procede tranquillamente, e praticamente senza sintomi luminosi e intossicazione di tutto il corpo. Un quadro completamente diverso dei sintomi è osservato se la rosolia si verifica negli adulti. Qui, i segni pronunciati e le complicazioni possono verificarsi in numeri molto più grandi.

I sintomi distintivi della malattia negli adulti includono:

  • la comparsa di lesioni che si fondono l'una con l'altra, formando ampie aree e localizzate sui glutei e sul dorso;
  • il rapido aumento della temperatura, che è abbastanza difficile da abbattere;
  • un aumento dei linfonodi inguinali o ascellari il secondo giorno dopo l'inizio della malattia;
  • dolore nei muscoli e nelle articolazioni;
  • sintomi di infezioni respiratorie acute: grave naso che cola, dolore e mal di gola, tosse moderata o grave;
  • attacchi di mal di testa simile a un'emicrania, che non è facile sbarazzarsi di antidolorifici;
  • fotofobia e lacrimazione;
  • congiuntivite acuta con una grande quantità di secrezione purulenta;
  • dolore nei testicoli degli uomini, che richiedono un rigoroso riposo a letto.

A volte il periodo di incubazione della malattia dura fino a 20-24 giorni, il che consente ai virus di replicarsi attivamente.

Rosolia negli adulti: foto

Come appare l'eruzione della rosolia negli adulti, offriamo la possibilità di visualizzare le foto dettagliate nelle fasi iniziali e successive.

complicazioni

La conseguenza più pericolosa è l'infiammazione delle meningi - l'encefalite. Un'altra spiacevole complicazione della rosolia è una malattia articolare (artrite). Se una persona ha scarsa immunità, il virus della rosolia contribuisce allo sviluppo di otite (infiammazione dell'orecchio) e polmonite (polmonite). La causa di queste complicanze è un'infezione batterica con cui il corpo non può farcela.

Durante la gravidanza

Particolarmente pericoloso è la rosolia per le donne incinte. Il suo pericolo sta nella sconfitta del feto. Infettando un feto nel grembo materno, questa malattia virale può far sviluppare al bambino un certo numero di malformazioni.

Gli organi dell'udito e della vista, così come il cuore, sono più spesso colpiti. Le ossa, gli organi interni e il cervello sono colpiti meno spesso. L'infezione da rosolia può persino portare alla morte di un bambino nel grembo materno.

È un peccato parlarne, ma una donna incinta che ha contratto la rosolia nelle fasi iniziali non riceve cure, ma raccomanda fortemente un aborto. L'infezione tardiva porta spesso alla rosolia congenita nei bambini.

diagnostica

La diagnosi si basa sull'identificazione delle manifestazioni cliniche. Inoltre prescritto:

  • esame del sangue per la presenza di anticorpi al virus. Utilizzare il metodo di ELISA, PCR;
  • la semina dal rinofaringe consente di isolare il DNA dell'agente patogeno.

Le analisi sono necessarie per differenziare la malattia con:

Vorrei anche notare che i sintomi della malattia sono molto simili al comune raffreddore, quindi non è sempre possibile fare una diagnosi ai primi sintomi.

Trattamento della rosolia negli adulti

Non esistono preparati speciali per la rosolia. Tutto il trattamento della rosolia negli adulti è quello di eliminare i sintomi esistenti. Quando la malattia procede senza complicazioni gravi, la terapia può essere eseguita a casa.

Un adulto ha bisogno di isolamento, riposo completo e riposo a letto. Consiglia di bere più liquido possibile. Particolarmente utili saranno le bevande fortificate di mirtillo rosso, rosa canina, limone e mirtillo rosso.

In particolare, un paziente può essere prescritto:

Inoltre, i medici prescrivono diete antiallergiche ai pazienti. Con un approccio competente, adeguato e responsabile al trattamento della malattia si conclude con il recupero del paziente e la formazione della sua immunità stabile alla reinfezione.

È importante capire che l'autotrattamento per la rosolia nella stragrande maggioranza dei casi non solo non porta i risultati attesi, ma comporta anche lo sviluppo di una serie di complicanze della malattia. Questo è il motivo per cui qualsiasi azione volta a combattere questa patologia dovrebbe essere obbligatoriamente coordinata con medici esperti.

prevenzione

Se non hai avuto la rosolia durante l'infanzia, la migliore prevenzione è la vaccinazione, puoi ottenere un vaccino contro la rosolia in qualsiasi clinica.

Ricordate che più di altri, le malattie infettive suscettibili di corpo indebolito, quindi non appena le notano segni di bassa immunità - agire, quindi è utile per affrontare una ginnastica mattutina igieniche e sport.

Se non sei vaccinato, quindi cerca di evitare il contatto con i malati, puoi spesso ottenere dal bambino, specialmente all'asilo.

Rosolia negli adulti - sintomi, trattamento e foto della malattia

La rosolia è considerata un'infezione infantile. Infatti, secondo le statistiche, il picco di incidenza della rosolia si verifica all'età di 2 - 9 anni, negli adulti è molto meno comune e si verifica in una forma più grave.

Come si verifica l'infezione da rosolia?

In genere, l'infezione da rosolia, insieme con la varicella, si verifica nei bambini in età da giardinaggio. I bambini sono relativamente facili da tollerare queste infezioni, acquisendo infine una forte immunità nei loro confronti. Un adulto che non ha avuto una malattia infantile e che trascura la vaccinazione può essere infettato dalla rosolia alla prima interazione con una persona infetta. Inoltre, la malattia è carica per lui con complicazioni e rotta difficile.

L'agente patogeno della rosolia, il virus della rosolia, viene trasmesso attraverso il contatto diretto con il paziente che porta l'infezione. Di norma, si tratta di una via aerea e una via di infezione domestica all'interno ea basse temperature. L'esposizione a radiazioni ultraviolette, calore, antisettici per il virus è dannosa.

L'infezione penetra nel corpo attraverso il tratto respiratorio superiore e la pelle danneggiata. Con il flusso sanguigno, gli agenti patogeni si diffondono rapidamente in tutto il corpo, accumulandosi e moltiplicandosi nei linfonodi. Nella fase iniziale, la malattia procede in modo latente, ma già nel periodo di incubazione la persona malata è un pericolo per gli altri.

Segni e sintomi della rosolia negli adulti

Come si presenta la rosolia negli adulti? Lo stadio asintomatico può durare da diversi giorni a 3 settimane. Il principale segno di infezione - un'eruzione cutanea rossa - di solito compare da 5 a 7 giorni dopo l'infezione.

Eruzioni cutanee nei pazienti adulti sono più pronunciate rispetto ai bambini. Le singole macchie rosa possono mescolarsi in un più grande, di colore più scuro, in un eritema. Secondo la localizzazione, l'eruzione passa la "via" dal collo, dalla zona del naso e dietro le orecchie, scendendo gradualmente lungo il collo, il busto verso le gambe.

I piedi e le palme della rosolia rimangono intatti, la schiena, i glutei e le superfici estensorie degli arti, al contrario, sono abbondantemente coperte da macchie piatte rosa. Prima che svaniscano e svaniscano, potrebbero passare dai 6 ai 15 giorni.

Altri sintomi della rosolia negli adulti compaiono immediatamente dopo l'eruzione cutanea, ma possono precedere. 2-3 giorni prima o dopo l'insorgenza dell'eruzione, compaiono i seguenti segni:

  • linfonodi ingrossati;
  • saltare in temperatura corporea fino a 40 gradi;
  • sintomi generali di indisposizione (debolezza, sonnolenza, stanchezza);
  • mal di testa;
  • lacrimazione, fotofobia;
  • congiuntiviti;
  • naso che cola;
  • mal di gola;
  • eruzione cutanea sulla mucosa delle guance, palato molle;
  • dolori muscolari, ossa, articolazioni;
  • dispepsia, pesantezza al fegato e milza.

Sulla base dei sintomi tipici: eruzione cutanea e orale, gonfiore dei linfonodi, il medico diagnosticherà la rosolia. La diagnosi utilizza anche dati sulla situazione epidemiologica nella regione e analisi del sangue:

  1. Un'analisi generale di un paziente con rosolia dimostra una diminuzione dei leucociti sullo sfondo di linfocitosi, monocitosi e crescita delle plasmacellule.
  2. L'esame sierologico rivela i titoli anticorpali nel sangue del paziente: IgM - con infezione recente e infezione corrente; IgG - con virus trasferito.

Possibili complicazioni

Nei bambini, la rosolia di solito passa senza lasciare traccia. Gli adulti sopravvivono a questa malattia più duramente e, in presenza di patologie croniche e debole immunità, lo sviluppo di complicazioni post-infettive non esclude, come ad esempio:

  • encefalite - infiammazione delle meningi;
  • l'artrite;
  • otite media;
  • polmonite.

Ma la rosolia più pericolosa per le donne incinte. Il virus attraversa liberamente la barriera placentare, causando danni intrauterini al feto. Nella fase iniziale, l'obiettivo per il virus sono le cellule epiteliali del corion, la rete capillare della placenta e l'endocardio del feto.

Infezione della futura madre nel primo trimestre - quasi la morte del bambino o lo sviluppo di gravi deformità:

  • malattie cardiache;
  • patologie cerebrali (ipoplasia, anencefalia, ecc.);
  • sordità congenita;
  • la cecità;
  • lesioni di organi interni;
  • ritardo mentale;
  • palatoschisi, ecc.

La rosolia diagnosticata nelle donne è un'indicazione diretta per l'aborto. In caso di infezione in un secondo momento, la questione dell'aborto viene decisa individualmente. Il periodo di formazione degli organi e dei sistemi del bambino è già terminato, ma permangono i rischi di un esito avverso. La rosolia può causare:

  • morte fetale;
  • aborto spontaneo;
  • consegna pretermine;
  • nati morti;
  • distrofia in un bambino;
  • infezione congenita;
  • Paralisi cerebrale;
  • morte neonatale - nel 30% dei casi (a causa di encefalite, anemia emolitica, porpora, polmonite, miocardite e altre complicanze);
  • morte durante il primo anno di vita per complicazioni tardive (ipogammaglobulinemia, vasculite, polmonite cronica);
  • lo sviluppo di diabete, problemi di udito, malattie autoimmuni in età avanzata.

Nonostante il fatto che non sia richiesto un trattamento specifico per la rosolia, sono le conseguenze pericolose che sono l'argomento principale a favore della vaccinazione degli adulti che non hanno ricevuto l'immunità al virus durante l'infanzia.

Trattamento della rosolia in pazienti adulti

La medicina moderna non ha metodi efficaci per il trattamento della rosolia. I pazienti non sono ospedalizzati se l'infezione è tipica, senza complicazioni. Ma il paziente è necessariamente isolato, dal momento che è il vettore di un virus pericoloso per quasi tutto il periodo della malattia.

Il piano di trattamento per la rosolia comprende:

  • osservanza del riposo a letto;
  • tavola dietetica;
  • terapia antivirale;
  • eliminazione dei sintomi;
  • l'uso di rimedi erboristici.
regime

È necessario escludere contatti con persone sane, specialmente con donne non vaccinate in età fertile, donne in gravidanza. Il paziente deve limitare qualsiasi attività fisica, preferibilmente a letto. Questo è sufficiente per il trattamento domiciliare sotto la supervisione di un medico.

Se compaiono sintomi ansiosi, come: temperatura superiore a 39 gradi, convulsioni, vomito, paralisi, il paziente deve essere immediatamente inviato all'ospedale. Questi segni possono indicare lo sviluppo di complicanze - encefalite, meningite, polmonite. Anche una donna incinta con rosolia dovrebbe essere in ospedale.

dieta

Non è necessaria una dieta speciale per la rosolia, ma ci sono raccomandazioni sulla nutrizione, aiutando il corpo a gestire rapidamente il virus. Il menu del paziente dovrebbe consistere principalmente in frutta, verdura, latticini, essere ipercalorici e allo stesso tempo leggeri, non caricare il tratto digestivo.

È importante escludere ingredienti che irritano le mucose: sottaceti, spezie, conservanti. Le difese del corpo sosterranno dosi "shock" di vitamine e oligoelementi.

Terapia etiotropica

Il trattamento mirato direttamente alla lotta contro il virus della rosolia, oggi ha una bassa efficacia. I farmaci antivirali esistenti non sono in grado di distruggere il patogeno nel corpo malato, inoltre, non sono privi di effetti collaterali. L'uso di questi medicinali è giustificato in caso di complicanze:

  1. I farmaci interferone - Viferon, Intron A, Leukinferon - sono necessari per i pazienti nei quali il virus ha infettato il sistema nervoso centrale.
  2. Il siero contenente anticorpi preconfezionati dell'agente patogeno della rosolia viene somministrato alle donne in gravidanza se l'aborto non è possibile.

Trattamento sintomatico

Per ridurre le manifestazioni di rosolia e ridurre al minimo gli effetti dei pazienti prescritti un numero di farmaci:

  1. Antistaminici. I farmaci antiallergici (clemastina, difenidramina, loratadina, ecc.) Aiutano ad alleviare il gonfiore delle membrane mucose del rinofaringe, delle vie respiratorie, eliminare gli spasmi.
  2. FANS. I farmaci antinfiammatori e analgesici sono usati nello sviluppo dell'artrite della rosolia e in altre manifestazioni del processo infiammatorio. Diclofenac, Ibuprofen, Aspirina e altri farmaci non steroidei devono essere assunti con cautela, poiché possono danneggiare la mucosa gastrica.
  3. Antipiretici. Si raccomanda l'uso di farmaci per la temperatura a un livello di ipertermia non inferiore a 38 gradi. La riduzione della temperatura si ottiene assumendo 500 mg di paracetamolo o 400 mg di ibuprofene.
  4. Terapia vitaminica Quando la rosolia è necessaria per saturare il corpo con alte dosi di vitamina C. Aiuta il sistema immunitario a combattere il virus e ha un effetto antiossidante. Le vitamine possono essere assunte come parte dei complessi farmaceutici e con il cibo.
  5. Farmaci ormonali. Nei casi più gravi, il medico può decidere di condurre un ciclo di terapia con corticosteroidi. Il trattamento con farmaci antinfiammatori ormonali è consentito solo in condizioni stazionarie.
  6. Terapia antibiotica Le complicazioni associate all'adesione di un'infezione batterica sono trattate con antibiotici. Quando la polmonite, mal di gola purulenta, che si verificano sullo sfondo della rosolia, verifica la sensibilità della microflora patogena ai farmaci, dopo di che il medico prescrive i farmaci necessari.
  7. Diuretici. I preparati con effetto diuretico sono usati in pazienti con gravi manifestazioni di intossicazione ed edema. Tale trattamento viene effettuato in ambiente ospedaliero in combinazione con infusione endovenosa di fluidi.
  8. Rimedi popolari. La medicina di base come ulteriore metodo di trattamento aiuta ad alleviare il decorso della rosolia, a ridurre i sintomi spiacevoli. Puoi prendere un infuso di erbe di assenzio, achillea, succesione, radice di tarassaco, germogli di betulla, fiori di trifoglio, coni di ontano tre volte al giorno prima dei pasti. 1 cucchiaio. la raccolta insiste in un bicchiere di acqua bollente per un giorno, beve un terzo del bicchiere. Un'altra ricetta: foglie e bacche di mirtilli rossi (un cucchiaio) versare 3 tazze di acqua bollente, far bollire per 10 minuti. Bere a freddo 4 volte al giorno, 50 ml.

Con un corso tipico, la rosolia può essere curata spontaneamente con la formazione di un'immunità resistente al virus: dopo il recupero, il rischio di reinfezione è minimo.

Vaccinazioni per la prevenzione della rosolia

L'unico vero metodo per combattere la rosolia oggi è la vaccinazione. Come misura preventiva, i bambini vengono vaccinati due volte: a 12 mesi, quindi tra 6-18 anni, più spesso durante l'adolescenza. L'immunità post-vaccinazione al virus dura circa 10 anni.

La ri-vaccinazione contro la rosolia è raccomandata per gli adulti di donne in età fertile che hanno evitato questa infezione in precedenza. Vale la pena notare che la rosolia trasferita non garantisce l'immunità permanente da esso.

Quando si pianifica una gravidanza, è meglio fare un'analisi per gli anticorpi del virus. Se non ci sono immunoglobuline specifiche nel sangue, significa che il rischio di infezione è alto. Questo accade se una donna non ha mai avuto la rosolia, è malata da molto tempo o la vaccinazione è già scaduta.

Dopo la vaccinazione, è possibile rimanere incinta dopo 2 mesi: la gestazione dovrebbe passare senza complicazioni e il feto sarà protetto dagli effetti dannosi del virus. Le controindicazioni alla vaccinazione sono:

  • già vieni in gravidanza;
  • malattie oncologiche;
  • esacerbazione di patologie croniche;
  • allergico ai componenti del siero.

I periodi di rivaccinazione attiva in donne cadono 22 - 27, poi su 32 - 39 anni. La questione se essere vaccinati contro la rosolia, nella maggior parte dei casi è risolta positivamente. L'immunità ridotta nelle donne in gravidanza li rende estremamente sensibili all'infezione da virus, quindi la prevenzione è meglio fare anche quando gli anticorpi si trovano nel sangue.

Il futuro padre è anche responsabile della possibile infezione di una donna incinta. Un uomo che progetta di avere figli nei prossimi 10 anni è anche desiderabile di rivaccinare, poiché l'immunità "infantile" potrebbe non proteggerlo più dal virus.

Rosolia negli adulti - periodo di incubazione, sintomi, trattamento e rischio di infezione durante la gravidanza

La malattia virale della rosolia infantile può facilmente rivelarsi pericolosa per l'adulto, con lo sviluppo di gravi complicanze. La diagnosi viene effettuata sulla base di segni clinici, la principale dei quali è un'eruzione cutanea, ma può richiedere un chiarimento, soprattutto se la donna malata è nelle prime fasi della gravidanza. Con la comparsa di sintomi caratteristici in età adulta, è necessario consultare uno specialista.

Cos'è la rosolia?

La rosolia coreana è una malattia virale causata da Tagovirus (una famiglia di virus con RNA infettivo a filamento singolo, non segmentato), che colpisce principalmente i bambini in età prescolare o scolare, adolescenti e giovani di età compresa tra 20 e 30 anni. I sintomi caratteristici sono l'eruzione maculopapulare su tutto il corpo, l'aumento a breve termine della temperatura corporea agli indicatori subfebrillari (38 ° C) o febbrili (39 ° C), linfoadenopatia generalizzata (linfoadenopatia).

Nell'infanzia, la malattia è lieve, spesso non accompagnata da una sindrome febbrile, e se vengono seguite le raccomandazioni mediche e il regime di trattamento prescritto viene curato in 10-14 giorni. Negli adulti, la rosolia è più grave, con sintomi gravi, vi è la probabilità di attaccare un'infezione batterica e lo sviluppo di gravi complicanze. L'infezione da virus della rosolia è estremamente pericolosa durante la gravidanza, perché l'infezione transplacentare del feto è piena di gravi difetti del suo sviluppo.

motivi

L'infezione da rosolia si verifica attraverso le goccioline trasportate dall'aria per contatto diretto con il vettore del virus. Il periodo di incubazione (dal momento in cui l'agente infettivo entra nel corpo fino alla comparsa dei primi sintomi) della malattia è lungo, può andare da 16 a 20 giorni e il paziente diventa contagioso 5-6 giorni dopo l'infezione. Oltre alla forma acquisita della malattia, c'è il rischio di infezione transplacentare del bambino dalla madre durante la gravidanza, quindi può svilupparsi una forma congenita (rosolia cronica).

Il picco epidemiologico, di norma, arriva nella stagione fredda (tardo autunno o inverno), quando l'immunità naturale diminuisce, il corpo diventa vulnerabile a varie patologie. Prima della vaccinazione di massa, la malattia era considerata altamente contagiosa e, dopo l'introduzione delle vaccinazioni obbligatorie per l'infanzia, i focolai di rosolia iniziarono a verificarsi molto meno frequentemente. Il virus che causa adulti e bambini è altamente sensibile ai fattori ambientali, muore sotto radiazioni ultraviolette, a temperature elevate e sotto l'influenza di disinfettanti.

Primi segni

La rosolia negli adulti si manifesta in forme tipiche o atipiche. Nel primo caso, il decorso della malattia è lieve, sintomi impliciti, senza eruzioni cutanee caratteristiche. Nella forma manifest (tipica), i segni dell'infezione sono evidenti, accompagnati da linfoadenopatia e sindrome febbrile a breve termine e possono essere accompagnati da sintomi di ARVI (infezione virale respiratoria acuta). Le principali caratteristiche cliniche della rosolia acquisita includono:

  • Aumento della temperatura corporea a 38-39 ° C, accompagnato da sintomi di febbre - dolori muscolari e articolari, brividi, debolezza. malessere generale causato da intossicazione del corpo. La febbre con la rosolia è scarsamente suscettibile ai farmaci antipiretici (antipiretici), dura da 18 a 48 ore.
  • Aumento delle dimensioni e dell'infiammazione dei linfonodi di uno o più gruppi (cervicale, ascellare, inguinale, ecc.)
  • Macrofeel (macchiato) piccola eruzione cutanea sul viso, avambracci, gomiti e ginocchia, zona lombare, glutei e altre parti del corpo. Le eruzioni compaiono 2-3 giorni dopo la fine del periodo di incubazione e i primi sintomi (febbre a questo punto nella maggior parte dei casi), non sono accompagnati da prurito, rimangono 5-6 giorni, scompaiono senza ridimensionamento o pigmentazione.

I sintomi della rosolia negli adulti

Nella maggior parte dei casi, una forma tipica della malattia negli adulti è accompagnata da un sintomo caratteristico di un'infezione virale respiratoria e procede con moderato o alto grado di gravità. Oltre ai principali segni clinici (rash, febbre con febbre, infiammazione dei principali gruppi di linfonodi), i seguenti sintomi sono caratteristici della malattia:

  1. Mal di testa. Si manifesta nei primi tre giorni, è scarsamente suscettibile all'azione degli antidolorifici (come un'emicrania), ha un flusso continuo e dà al paziente grande ansia.
  2. Dolore nei muscoli e nelle articolazioni. Accompagnato dalla febbre, la sensazione assomiglia a uno stato con un'infezione virale respiratoria, causa generale di debolezza e malessere.
  3. Sintomi di ARVI - tosse, mal di gola, naso che cola. Si verifica in alcuni pazienti adulti, di solito fortemente pronunciati, persiste per 10-15 giorni.
  4. Strappando gli occhi. Il sintomo si manifesta con una forte luce artificiale e con la luce del giorno normale. È auspicabile collocare il paziente in una stanza con illuminazione soffusa e tende scure alle finestre.
  5. Una rosolia adulta può essere accompagnata da congiuntivite (infiammazione della mucosa dell'occhio), accompagnata da gonfiore e un forte rilascio di pus, specialmente nelle ore serali e notturne.
  6. Gli effetti della rosolia negli uomini possono causare forti dolori ai testicoli.

complicazioni

Prima dell'avvento del vaccino, la maggior parte dei pazienti soffriva di rosolia nell'infanzia, dopo di che il corpo ha sviluppato un'immunità permanente al virus (la malattia è malata una volta). Dopo la diffusione della vaccinazione di massa, l'incidenza delle malattie infantili è diminuita e l'incidenza dell'infezione da rosolia tra gli adulti è aumentata, poiché la vaccinazione non fornisce protezione per la vita. Se la malattia viene trasferita dopo i 20 anni di età, l'inosservanza delle raccomandazioni mediche e dell'autoterapia può portare alle seguenti complicazioni:

  • meningoencefalite, encefalite ed encefalomielite;
  • l'artrite;
  • la polmonite;
  • otite media;
  • convulsioni

Durante la gravidanza

L'infezione durante il primo trimestre del bambino di una donna è un'indicazione medica per l'aborto, perché se si verifica un'infezione transplacentare del feto, vi è un'alta probabilità di gravi malformazioni (sistema nervoso centrale e periferico, organi dell'udito e della formazione del sangue, altri organi interni e tessuti) che non sono suscettibili di correzione. Esiste il pericolo di morte fetale del bambino. Nei periodi successivi a causa dell'infezione, è necessario prendere immunoglobuline e monitorare continuamente lo stato della madre e del feto.

A causa dell'alto rischio di gravi conseguenze in assenza di una storia di rosolia nell'infanzia, si raccomanda che entrambi i partner ricevano una vaccinazione contro la malattia nella fase di pianificazione della gravidanza. Una persona infettata dalla malattia in utero è un vettore attivo del virus ed è epidemiologicamente pericolosa per gli altri.

diagnostica

Se c'è un'eruzione caratteristica che compare per 2-3 giorni, la rosolia negli adulti viene diagnosticata sulla base del quadro clinico e delle lamentele del paziente. Se ci sono dubbi e un alto grado di importanza nel chiarire la diagnosi (ad esempio, all'inizio della gravidanza con una forma atipica della malattia che si verifica senza eruzioni cutanee), è prescritto:

  1. Esami del sangue per determinare la presenza di anticorpi contro il virus patogeno. Il metodo è ELISA (saggio immunoassorbente legato all'enzima) o PCR (reazione a catena della polimerasi).
  2. In alcuni casi, il DNA del patogeno viene isolato seminando dal rinofaringe.

Sulla base di queste analisi, la malattia è differenziata dal morbillo, dalla scarlattina, da una reazione allergica ai farmaci e da infezioni atipiche da enterovirus. La diagnosi indipendente all'inizio dei primi sintomi nella fase iniziale della malattia è estremamente difficile a causa della somiglianza dei segni della malattia con un'infezione da raffreddore, influenza e respirazione, quindi è necessario rivolgersi a un medico.

trattamento

Le preparazioni farmacologiche, i cui componenti principali sarebbero attivi contro il virus, non sono state ancora sviluppate. Nei casi più gravi, il medico prescrive una terapia sintomatica complessa mirata ad alleviare il benessere generale del paziente e alleviare le principali manifestazioni cliniche della malattia (calore, mal di testa, sintomi di ARVI, ecc.).

Il trattamento della rosolia negli adulti è in gran parte basato sul rispetto delle raccomandazioni del medico sulla modalità del giorno in cui il paziente, le regole della dieta, il regime di assunzione di alcolici. Dopo aver visitato un medico e aver fatto una diagnosi, devi:

  • isolare il paziente, riducendo al minimo i suoi contatti con i propri cari;
  • osservare il riposo a letto nella fase acuta della malattia;
  • per ventilare la stanza in cui il paziente è almeno ogni 4 ore;
  • ridurre al minimo il livello di illuminazione nella stanza in cui si trova il paziente;
  • fornire al paziente molta bibita e riposo.

medicina

Si consiglia ai pazienti adulti con rosolia severa di assumere farmaci da diversi gruppi farmacologici, a seconda della gravità di uno o di un altro sintomo. Su appuntamento di uno specialista, è possibile utilizzare:

  • Farmaci antipiretici sotto forma di compresse o iniezioni. Usato quando si innalzano valori di temperatura superiori a 38 ° C. È possibile utilizzare agenti a base di paracetamolo o ibuprofene. Con l'inefficacia della somministrazione orale di una dose giornaliera di 500 mg, è possibile procedere alle iniezioni intramuscolari.
  • Farmaci desensibilizzanti L'applicazione ha lo scopo di rimuovere l'edema della mucosa, prevenendo lo sviluppo di reazioni allergiche. Gli antistaminici sono prescritti (loratadina, levocitirizina), difenidrammina (ad esempio, difenidramina).
  • Immunomodulatori a base di interferone (Viferon, Leukinferon) o immunoglobulina specifica. Questi componenti impediscono l'introduzione del virus della rosolia nelle cellule, inibiscono la sua riproduzione e stimolano l'immunità naturale.
  • Antidolorifici e antinfiammatori. Nominato con grave sindrome febbrile grave e forte mal di testa, si raccomanda la somministrazione orale. I farmaci di scelta sono l'aspirina, l'ibuprofene, il diclofenac e altri farmaci del gruppo FANS (farmaci antinfiammatori non steroidei).
  • Vitamina C, sia sotto forma di droghe che nella sua forma naturale (succhi di agrumi, mirtilli rossi), per stimolare la risposta immunitaria.
  • Antivirale (per grave) (izoprinozin, Arbidol, rimantadina).
  • Espettoranti con tosse umida (mucolitici, Erespal), Sinekod, droghe di Codelac o loro analoghi - con una tosse secca.
  • Quando congiuntivite - Albucid sotto forma di gocce o suoi analoghi.
  • Se si sospetta lo sviluppo di pericolose complicazioni neurologiche che sono irte di decorso fulminante e morte (per esempio, meningoencefalite), il paziente richiede il ricovero in ospedale, è prescritto il prednisone e la terapia di disidratazione.
  • Sedativi, con sindrome febbrile grave e grave.

dieta

Il rispetto delle regole nutrizionali durante la malattia di un adulto faciliterà il suo flusso e accelererà il processo di guarigione. Per la rosolia, i medici raccomandano la dieta numero 13. Questa dieta si basa sulla riduzione del valore energetico della dieta a 2.000-2.100 kcal al giorno, riducendo la percentuale di grassi (60-70 g / giorno) e carboidrati (non più di 300 g, del 30% facilmente digeribili) e delle proteine ​​- fino a 70, per lo più lattiero-caseari. La frequenza dei pasti aumenta fino a 6 volte al giorno, non più di 350 kcal per ricezione. Escluso dal menu:

  • carne grassa, latte;
  • prodotti a base di burro - pane bianco, pasta
  • brodi ad alta concentrazione;
  • cibi piccanti (salse, condimenti);
  • fagioli;
  • fritto, affumicato, cibo in scatola.

Il cibo viene cotto a vapore o bollito: verdure e frutta, cereali facilmente digeribili, carne magra o pesce, olio vegetale o burro (non più di 15 mg) devono essere inclusi nella dieta quotidiana. Assicurati di utilizzare cibi ricchi di vitamina C (ribes, olivello spinoso, agrumi), A (fegato, tuorli d'uovo, burro), B2 (ricotta, noci di mandorle), B6 ​​(patate, riso o miglio, carne rossa).

Il regime di bere durante la rosolia dovrebbe essere di almeno 2,5 litri di liquidi al giorno. Le bevande possono essere calde (con dolore alla gola) oa temperatura ambiente, è preferibile dare la preferenza a acqua naturale, succhi naturali appena spremuti o bevande a base di mirtilli rossi o mirtilli rossi, decotti a base di erbe. Per il periodo di malattia, sono esclusi caffè, bevande alcoliche, tè forte e bevande con latte acido.

La rosolia negli adulti: effetti non secondari

La rosolia è più comune nei bambini, pertanto è considerata un'infezione pediatrica. Tuttavia, anche gli adulti non sono assicurati. La rosolia adulta - un fenomeno raro, ma che richiede particolare attenzione, perché ha le sue caratteristiche e rappresenta un grave pericolo. È necessario conoscere i sintomi della malattia ed essere in grado di distinguerlo da altri processi infettivi, capire come appaiono le sue manifestazioni specifiche, perché il trattamento tempestivo è una garanzia di una buona prognosi e una prevenzione competente può ridurre al minimo il rischio di infezione.

Cos'è la rosolia?

La rosolia è uno dei rappresentanti di infezioni virali altamente contagiose (altamente contagiose) con manifestazioni cutanee caratteristiche. Queste manifestazioni sono espresse da un'eruzione di colore rosso, a causa della quale la malattia ha preso il nome.

La rosolia è inclusa nell'elenco delle infezioni infantili ed è piuttosto rara negli adulti. Tuttavia, procede a tale età molto più difficile che nell'infanzia - può portare a gravi complicazioni.

La rosolia negli adulti è più grave che nell'infanzia

È interessante notare che solo gli adulti che non hanno avuto il tempo di ottenere la rosolia durante l'infanzia o che non hanno messo radici in essa rischiano di ammalarsi in una giovane età. Se sei stato vaccinato o hai già avuto questa infezione, la rosolia non è terribile per te. Ma ricorda che la malattia trasferita dà un'immunità permanente e la vaccinazione - temporanea (per 10-15 anni).

La presenza di immunità a questa infezione è di particolare importanza se una donna progetta di diventare madre. Ciò è dovuto ai forti effetti patologici del virus sul feto, specialmente nei primi 3 mesi di gravidanza. La malattia porta a gravi patologie dello sviluppo del feto (malformazioni del cervello, del cuore e di altri organi interni e sistemi). Pertanto, in presenza di sintomi di rosolia in una donna incinta nella maggior parte dei casi, la questione dell'aborto. Se ci sono buone ragioni per mantenere la gravidanza o la rosolia si manifesta in periodi tardivi, alla donna incinta viene somministrata immunoglobulina e viene lasciata sotto stretto controllo medico. Data questa caratteristica della rosolia adulta, è auspicabile che le ragazze abbiano questa infezione durante l'infanzia.

È interessante notare che la rosolia ha uno schema ciclico: i focolai di infezione sono registrati all'incirca ogni 5-7 anni.

Video della malattia

Cause e vie di trasmissione

La causa principale della rosolia è un virus del genere Rubivirus (famiglia Togavirus). È molto instabile nell'ambiente: ha paura delle radiazioni ultraviolette, delle alte temperature, della bassa umidità e delle cadute di pressione. Mantiene la sua attività solo nel corpo del corriere, così come a basse temperature.

Una persona è portatrice di rosolia - è possibile essere infettati da goccioline trasportate dall'aria (quindi questa infezione è considerata altamente contagiosa). Se una donna incinta si ammala, il virus viene trasmesso attraverso la placenta e il feto.

La rosolia passa dalla madre al bambino attraverso la placenta

Particolarmente pericoloso è un paziente affetto da rosolia quando non è nemmeno a conoscenza della sua malattia - durante il periodo di incubazione, prima della comparsa dell'eruzione della rosolia. La capacità di trasmettere l'infezione persiste anche dopo la sua comparsa per altri 5 giorni.

La fonte più comune di rosolia adulta sono i bambini che hanno questa malattia è facile, e talvolta inosservati. Pertanto, nel gruppo a rischio, in primo luogo:

  • genitori di bambini che frequentano gruppi organizzati (asili nido, istituti scolastici, sezioni, club);
  • insegnanti, medici, allenatori, lavorando con i bambini.

Sintomi e segni

Il periodo di incubazione per una rosolia adulta è uguale a quello di un bambino - da 10 a 21 giorni. Quindi, una persona malata può diffondere l'infezione molto prima che la malattia si manifesti clinicamente. Particolarmente pericolosi in termini di infezione sono gli ultimi due o tre giorni del periodo di incubazione.

Anche il quadro clinico della rosolia adulta è molto simile ai sintomi dei bambini, ma presenta alcune peculiarità:

  • esordio (primi due giorni) - malessere, forte mal di testa, dolori muscolari e dolori alle articolazioni, linfonodi ingrossati (cervicale, occipitale), febbre, perdita di appetito, sintomi del raffreddore (naso che cola grave, tosse, dolore e mal di gola); gli uomini possono avere dolore all'inguine, nei testicoli;
  • periodo di eruzione cutanea (terzo - quinto giorno) - arrossamento piccolo, rosato, elementi di eruzione possono fondersi in grandi macchie scure, dura fino a 7 giorni, accompagnato dai sintomi sopra di un raffreddore.

L'eruzione della rosolia appare prima sul viso, poi cade sugli arti superiori e sul tronco, e poi sugli arti inferiori. La caratteristica localizzazione delle lesioni è la faccia, la parte bassa della schiena, i glutei, le superfici esterne delle braccia e la parte anteriore delle gambe. L'eruzione va via senza lasciare traccia, senza lasciare dietro di sé alcuna pigmentazione o croste.

Negli adulti, gli elementi di eruzione della rosolia tendono a fondersi

La rosolia asintomatica negli adulti è estremamente rara.

Diagnosi della malattia

È molto importante, nella fase dell'esame, distinguere la rosolia da altre infezioni infantili con sintomi simili, che includono:

  • Varicella Ha un breve periodo di incubazione (7 giorni), rash compare contemporaneamente ad altri sintomi (febbre, malessere, mal di testa), si diffonde rapidamente, cambia (macchie - papule), è accompagnato da prurito.
  • Morbillo. Prima dell'eruzione cutanea, si manifesta con congiuntivite, fotofobia, tosse "abbaiare", febbre, mal di testa, macchie bianche con un bordo rosso sulla superficie interna delle guance (scompaiono quando compare l'eruzione cutanea). Le eruzioni cutanee compaiono sul 4-5 ° giorno, prima dietro le orecchie, sul viso e sul collo, poi si distribuiscono gradualmente su tutto il corpo (in 2-3 giorni). L'eruzione coreana di colore rosa brillante, si fonde in grandi focolai, dura fino a 5 giorni, lasciando dietro di sé macchie pigmentate e peeling (circa 7-10 giorni).
  • Scarlattina Causato da streptococco emolitico. Il periodo di incubazione è breve (2-3 giorni), inizia con i sintomi di intossicazione (febbre, debolezza, mal di testa). Le eruzioni cutanee compaiono sul 1-3 giorno di malattia, più spesso sulle guance, sui lati del corpo, all'inguine, sulle pieghe (nelle aree del gomito, ascellari, poplitea). L'eruzione dura 3-7 giorni, è a piccoli punti, quando viene premuto cambia colore a dorato, lasciando un peeling dietro. Il sintomo caratteristico della scarlattina è la lingua "lampone": al 2 ° - 4 ° giorno della malattia, la lingua diventa rosso vivo ed è espressa sgranata. La malattia è accompagnata da angina.

Caratteristico linguaggio "lampone" per la scarlattina

Un esame del sangue può aiutare a determinare la diagnosi finale di una rosolia adulta:

  • sierologico (per la presenza di immunoglobuline M e G): la rilevazione di IgG indica la presenza di immunità all'infezione, l'IgM indica la presenza di un processo infettivo attivo;
  • generale - il più delle volte ha rivelato un aumento del contenuto di linfociti, una diminuzione del numero di leucociti, l'accelerazione della coagulazione del sangue, le cellule plasmatiche possono essere rilevate.

In caso di sospetto di complicanze, sono prescritti ulteriori metodi di ricerca:

  • Raggi X (per la diagnosi di polmonite);
  • EEG (elettroencefalografia del cervello), eco-EG, rheo-EG (con complicanze neurologiche).

trattamento

In casi non complicati, la rosolia adulta, come infantile, viene trattata in regime ambulatoriale.

medicazione

Il farmaco, progettato per funzionare sull'agente causativo diretto della rosolia, non è stato ancora creato. Pertanto, lo scopo di prescrivere farmaci per la rosolia adulta è quello di stimolare le proprie forze immunitarie e alleviare i sintomi sgradevoli di un raffreddore (tosse, naso che cola, febbre, mal di testa, ecc.). Nel primo caso vengono prescritti agenti antivirali e immunomodulatori (Isoprinosina, Arbidol, Viferon, Amiksin, Cycloferon, interferoni, Anferon).

Immunomodulatori e farmaci sintomatici sono prescritti per il trattamento della rosolia negli adulti.

A seconda delle manifestazioni cliniche della malattia, sono prescritti i seguenti farmaci per alleviare la condizione:

  • antipiretico (Nurofen, Paracetamol, Coldrex, Analgin);
  • tonico (vitamina C, Askorutin);
  • protivokashlevye (con una tosse secca - Codelac, Sinekod, con una tosse umida - mucolytics, Erespal);
  • vasocostrittore, riducendo le manifestazioni di rinite (Xilen, Rinostop, Otrivin, Nazivin);
  • antistaminici per dolori articolari e muscolari (Suprastin, Pipolfen);
  • antinfiammatorio e analgesico (ibuprofene, ketoprofene).

Ricorda che solo un medico sa come funziona un particolare rimedio in ogni caso particolare, quale dosaggio è necessario, quanto il farmaco deve essere preso. L'auto-trattamento è inaccettabile!

Rimedi popolari

Come stimolanti naturali dell'immunità per la rosolia, è possibile utilizzare phytoncides (cipolle, aglio), verdure (barbabietola rossa, rafano, cavolo), così come rosa canina, citronella, aloe, ginseng, eucalipto, eleuterococco, ortica.

Le ricette casalinghe più efficaci:

  • Tè alla vitamina Bollire con acqua bollente in quantità uguali di rosa selvatica e bacche di ribes nero (o mirtilli rossi), bere 2-3 volte al giorno.
  • Bagni con celidonia. Versare 4 cucchiai. l. materie prime vegetali 6 tazze di acqua bollente, lasciare fermentare per un'ora, filtrare e aggiungere al bagno durante il bagno.
  • Bevanda medicinale prima di coricarsi. Mescolare 1 cucchiaio. l. fiori di tiglio, frutti di mirtillo e lampone, foglie di farfara, versare 2 cucchiai. l. la raccolta risultante di 0,5 litri di acqua bollente. Lascia tutto per insistere per 20 minuti, filtrare e bere mezzo bicchiere prima di andare a letto.
  • Decotto con miele Riempire con acqua bollente (0,5 l) una miscela di erbe, madre e matrigna (1 cucchiaio), il colore della calce (2 cucchiai) e il miele (1 cucchiaio), Lasciare in infusione per 60 minuti, dopo di che Far bollire a fuoco basso per 5 minuti. Raffreddare, filtrare e bere prima di coricarsi.

Aiutanti naturali per la rosolia nella foto

Eventi correlati

Condizione obbligatoria per il recupero dalla rosolia è la conformità con ulteriori misure. Questi includono:

  • riposo a letto (per 5 giorni);
  • isolamento del paziente;
  • regolare aerazione e pulizia a umido;
  • dieta con una predominanza di prodotti lattiero-caseari e vegetali.

Ai pazienti con rosolia viene generalmente somministrato riposo a letto.

Non vi è alcun divieto di procedure igieniche, è possibile lavare con eruzioni cutanee. Inoltre, un bagno alle erbe risolverà diversi problemi contemporaneamente - pulirà la pelle (che è particolarmente importante in caso di sudorazione), avrà un effetto curativo e allevia il prurito (se esiste).

Possibili conseguenze e complicazioni

La rosolia adulta non è facile come quella dei bambini e può portare a gravi complicazioni sotto forma di:

  • la polmonite;
  • otite media;
  • mal di gola;
  • processi infiammatori nel cervello (encefalite, encefalomielite, meningoencefalite);
  • artrite.

La causa della rosolia dell'infertilità maschile è estremamente rara - nei casi di coinvolgimento nel processo infiammatorio dei testicoli e nel corso grave di questa complicanza. Tuttavia, con trattamento tempestivo al medico e l'attuazione di tutte le sue raccomandazioni, la prognosi della rosolia negli adulti è favorevole.

prevenzione

Le misure di prevenzione della rosolia non specifiche sono l'osservanza delle regole di igiene personale, l'isolamento del paziente (per almeno 4 giorni) e la limitazione dei contatti con lui.

La vaccinazione è una misura preventiva specifica per la malattia. Viene eseguita somministrando monovaccina viva (Rudivax) o in combinazione con vaccini contro morbillo e parotite (Pri-Oryx, MMR II).

La prima vaccinazione anti-perineale viene somministrata all'età di 12-15 mesi, la rivaccinazione viene eseguita a 6 anni

La prevenzione specifica della rosolia viene eseguita mediante vaccino vivo.

Negli adulti, la vaccinazione viene eseguita nei seguenti casi:

  • se non hanno avuto la rosolia e non sono stati vaccinati contro di essa;
  • se c'era solo una singola vaccinazione;
  • se il vaccino è stato somministrato meno di sei mesi fa.

La vaccinazione di una rosolia a contatto con un paziente sarà efficace solo se effettuata entro i primi 3 giorni dopo che il primo caso della malattia è stato registrato. Dopo l'introduzione del vaccino, si raccomanda alle donne in età fertile di proteggersi per 3 mesi.

Le controindicazioni per la vaccinazione sono:

  • malattie oncologiche;
  • malattie infettive nella fase acuta;
  • esacerbazione di malattie croniche;
  • grave reazione alla precedente somministrazione di vaccino;
  • la gravidanza.

Le reazioni al vaccino sono molto rare e si manifestano come gonfiore e arrossamento nel sito di iniezione, febbre, eruzione cutanea, dolore alle articolazioni, sintomi del raffreddore. Tali manifestazioni sono di breve durata e passano da sole.

La rosolia negli adulti è una malattia che richiede un'attenzione adeguata. Per evitare complicazioni pericolose e recuperare rapidamente, non trascurare la necessità di consultare un medico in tempo. Inoltre, ricorda che la malattia in età adulta è meglio prevenire che trattare.

Periodo di incubazione della rosolia negli adulti

La malattia chiamata "rosolia" si riferisce a quelle malattie che molti infettano nell'infanzia. A questa età, procede abbastanza rapidamente e facilmente, e dopo il recupero, la probabilità di re-infezione è quasi pari a zero. Ma negli adulti che sono stati infettati da un virus, la malattia può assumere una forma più seria e sarà trasferita molto più difficile dei bambini.

Tale nome "parlante" della malattia era dovuto al fatto che un'eruzione cutanea rossa appare in tutto il corpo del paziente. Puoi ottenerlo da una persona infetta. Molto spesso ciò avviene entro pochi giorni dopo il periodo di incubazione o nei primi cinque giorni della malattia.

Cause di infezione da virus della rosolia

Il patogeno stesso appartiene alla famiglia Togavirus. Il virus può moltiplicarsi, parassitizzare su molte colture cellulari, ma ha solo pochi effetti citopatici. A proposito, il virus della rosolia può agglutinare i globuli rossi anche nel sangue di piccioni e oche, tuttavia, l'ambiente esterno può servire come motivo per la sua distruzione. Morirà a secchezza o se il pH scende al di sotto di 6.8 o sale più in alto di 8.0. Non solo l'ultravioletto, ma anche l'etere, la formalina e altri disinfettanti sono dannosi per questo.

È abbastanza facile essere infettati da un virus perché è trasmesso da goccioline trasportate dall'aria. Di solito, la malattia si verifica durante il contatto con qualcuno che è già infetto. È anche possibile che una persona infetta trasmetta il virus a un'altra persona in un momento in cui non sapeva ancora della sua malattia. Ciò si verifica durante il cosiddetto periodo di incubazione, che può durare per una settimana fino alla comparsa dei primi segni di malattia. Una persona rimane contagiosa anche poche settimane dopo l'apparizione di un'eruzione sul corpo. In questo momento, il paziente rappresenta il pericolo maggiore per gli altri, in quanto lui stesso non sa della sua malattia e non prende misure preventive.

Per prolungare la durata del virus sono necessari bassa umidità e febbre. L'aumento di incidenza si verifica in primavera e in estate, ma con un'attenta osservanza delle prescrizioni degli epidemiologi, lo sviluppo di complicazioni può essere evitato.

I sintomi della rosolia negli adulti

I sintomi della malattia cominceranno ad apparire approssimativamente il quinto giorno dopo l'infezione stessa.

  1. Il segno diagnostico principale sarà l'apparizione di un'eruzione cutanea rossa sul corpo. Negli adulti, questa eruzione si "fonderà" tra loro. Di conseguenza, si formeranno considerevoli macchie rosse sul corpo. Innanzitutto, piccoli segni appariranno sul naso, dietro le orecchie. Più tardi possono essere osservati in tutto il corpo. Di solito l'eruzione dura non più di una settimana, e poi gradualmente svanisce. Questo sintomo è una conseguenza dell'agglutinazione dei globuli rossi.
  2. Prima che compaia l'eruzione o allo stesso tempo del paziente, la temperatura aumenterà. I suoi valori possono raggiungere i 40 gradi. Nei pazienti che hanno una febbre difficile, è estremamente difficile ridurre la temperatura della rosolia.
  3. Il secondo giorno dopo la comparsa dei primi segni della malattia, i linfonodi possono aumentare in un adulto. Ciò può verificarsi localmente (sotto le braccia o sul collo) o simultaneamente in tutti i luoghi.
  4. Spesso durante il debutto della malattia c'è un mal di testa che non si ferma ai preparati di emicrania standard.
  5. Il paziente perderà completamente l'appetito e inizierà a provare nausea. Ciò si verificherà a causa del fatto che il corpo accumulerà prodotti tossici dalla vita del virus. Bere eccessivo di solito aiuta ad alleviare i sintomi di intossicazione.
  6. Il paziente può sentire dolore ai muscoli e alle articolazioni. È molto simile a quello che si verifica quando i raffreddori.
  7. Gli adulti possono confondere la forma iniziale di rosolia con l'influenza, perché c'è un naso che cola, tosse e mal di gola. Tuttavia, nessun farmaco per ARVI in questo caso non aiuta.
  8. L'aspetto della fotofobia non è escluso. La luce intensa può causare lacrimazione e disagio. Il paziente si sente molto peggio se si sviluppa una congiuntivite parallela. Questo di solito si verifica il terzo giorno della fase attiva della malattia. Al mattino, una persona semplicemente non riesce ad aprire gli occhi - le ciglia rimangono attaccate al pus.

Metodi per diagnosticare la rosolia

Per determinare la rosolia in un adulto, può essere eseguita una diagnosi sierologica. Sarà determinato dalla crescita dei titoli delle immunoglobuline M e G.

Separatamente, è possibile selezionare un metodo come un esame emocromocitometrico completo. Si riferirà a metodi diagnostici non specifici, tuttavia, consente di vedere la linfocitosi durante la leucopenia generale. Anche la VES sarà aumentata.

Ulteriori procedure diagnostiche sono prescritte per il sospetto sviluppo di complicanze. Se esiste una possibilità di polmonite, viene eseguita la radiografia. Se ci sono prerequisiti per lo sviluppo di eventuali disturbi neurologici, è necessario ricorrere all'EEG del cervello. L'otite si sviluppa spesso dopo la rosolia.

Trattamento della rosolia negli adulti

Ad oggi, non esistono metodi specifici per il trattamento della rosolia, pertanto viene prescritta una terapia di supporto per eliminare e alleviare i sintomi.

  • Se il paziente soffre di febbre, è necessario assumere antipiretici.
  • Assicurati di bere molti liquidi e la stretta aderenza al riposo a letto. Uscendo il più raramente possibile. Durante la malattia, l'immunità dell'adulto sarà ridotta e questo aumenta il rischio di ulteriori infezioni.
  • Se il paziente ha tutti i segni della fotofobia, allora vale la pena di oscurare la stanza per alleviare le condizioni del paziente.
  • A volte il medico può prescrivere farmaci immunostimolanti.
  • In caso di prurito, possono essere utilizzati anche antistaminici e pomate a base di glucocorticoidi.

L'infezione secondaria dopo la rosolia è quasi impossibile. Nei casi più gravi, il paziente può essere ricoverato in ospedale.

Prevenzione della rosolia negli adulti

Molto spesso, chi ha contratto il virus della rosolia viene semplicemente isolato fino alla guarigione. Il periodo minimo di quarantena è di 5 giorni. Se c'è una donna incinta nella casa in cui vive il paziente, si consiglia di prolungare il periodo di isolamento a tre settimane.

Al fine di prevenire la malattia, si consiglia di aerare la stanza e eseguire regolarmente la pulizia a umido. Si consiglia di evitare lunghi viaggi e stretto contatto con le persone per altre tre settimane dal momento del recupero.

La prevenzione specifica viene effettuata con l'aiuto di un vaccino specifico. La vaccinazione primaria viene eseguita all'età da 1 anno a 7 anni, quindi il vaccino può essere ri-somministrato quando il bambino raggiunge i 14 anni. Gli adulti sono vaccinati come desiderato. A tale scopo viene effettuato un esame del sangue preliminare per la presenza dell'immunità alla rosolia. Di solito questa procedura viene eseguita prima della gravidanza pianificata. Va ricordato che dopo la vaccinazione è necessario prevenire la gravidanza per almeno 3 mesi. La vaccinazione delle donne in gravidanza è impossibile.

Più spesso contemporaneamente vaccinati contro morbillo, parotite e rosolia. Questo approccio, sebbene aumenti il ​​carico sul corpo, consente comunque di controllare efficacemente l'aumento dell'incidenza. L'immunità si forma dopo 20-25 giorni dal momento della vaccinazione e protegge una persona per 20 anni dal momento della vaccinazione.

Raramente, entro due settimane dalla vaccinazione, vi è una tosse, rinite, rash o un'allergia al farmaco. Ma, come dimostra la pratica, accade solo nel 10-12% di tutti i vaccinati.

Non esiste una prevenzione specifica della malattia nei casi in cui a una persona viene diagnosticata:

  • la leucemia;
  • linfoma;
  • Altre malattie oncologiche.

È impossibile effettuare la vaccinazione durante la gravidanza, così come durante qualsiasi stato di immunodeficienza.

Esistono prove che persino un vaccino vivo non sarà in grado di garantire in modo assoluto che la reinfezione non si verifichi. L'esperienza ha dimostrato che se un vaccino è stato somministrato ad un adulto, il rischio della malattia sarà semplicemente ridotto, ma non scomparirà del tutto. Fatti simili fanno appello alle madri che si oppongono alla vaccinazione obbligatoria.

Caratteristiche flusso di rosolia in donne in gravidanza

È molto importante diagnosticare tempestivamente la rosolia in donne in gravidanza che sono state in contatto con i portatori del virus. Quindi sarà possibile rilevare il virus al più presto e determinare la probabilità di infezione del bambino nell'utero. Questa analisi è effettuata non oltre il dodicesimo giorno dopo l'infezione. Se le immunoglobuline G sono determinate nel sangue dai risultati di uno studio sierologico, questo suggerisce che la madre ha già sviluppato l'immunità alla rosolia, rispettivamente, non c'è motivo di preoccuparsi della salute del bambino. Se vengono determinate solo le immunoglobuline M, è urgente agire.

La malattia della rosolia durante la gravidanza può portare a gravi disturbi dello sviluppo fetale. Se la malattia si è verificata nel primo trimestre, la probabilità di patologie nel bambino sarà di circa il 90%, se l'infezione si è verificata nel secondo trimestre - 75% e nel terzo - 50%.

Molto spesso, a causa di questa malattia, il bambino può avere una cardiopatia congenita, sordità, patologia degli organi interni, ritardo mentale, problemi alla vista. Come mostra la pratica, in un caso di sette, un bambino può nascere morto. Molto spesso a causa della rosolia, i medici raccomandano l'aborto.

L'Organizzazione Mondiale della Sanità ha introdotto misure di vaccinazione per ridurre la sindrome della rosolia congenita nei bambini. Pertanto, durante l'infanzia, l'adolescenza e l'età fertile, tutte le ragazze e le donne sono vaccinate.

Prima di concepire un bambino, una donna deve anche donare il sangue per l'analisi, che mostrerà la presenza di anticorpi. Se non vengono identificati, quindi tre mesi prima dell'inizio della pianificazione della gravidanza attiva, la vaccinazione viene eseguita.