rosolia

Nei bambini

È molto importante sapere come viene trasmessa la rosolia per evitare l'infezione da questo virus. La rosolia è una delle infezioni più pericolose per le donne incinte. Può portare a deformità e persino alla morte del feto. Ma per una comprensione dettagliata di quali sono i percorsi di trasmissione di questa infezione, è necessario prima conoscere tutti i suoi aspetti.

Cos'è la rosolia?

La rosolia è un'infezione virale che si manifesta in due forme: congenita e acquisita. Per la prima variante, è caratterizzata dall'insorgenza nei bambini di gravi malformazioni e, per la seconda, da un'eruzione cutanea, da sintomi di intossicazione e da un aumento dei linfonodi. In latino, la rosolia si chiama Rubeola.

L'umanità ha conosciuto a lungo la rosolia, ma come una forma nosologica separata, questa malattia fu descritta solo nel 1834, e fu solo possibile isolare l'agente infettivo nel 1962.

Il virus della rosolia appartiene ai patogeni contenenti RNA, ha una forma sferica e una dimensione di circa 60-70 nm. Appartiene alla classe toxonomic di Togavirus. È instabile nell'ambiente esterno, resistente agli antibiotici, resistente alle temperature negative e nell'ultravioletto muore immediatamente.

Classificazione della rosolia comune

I medici congeniti di rosolia sono divisi in diversi tipi:

  • "Piccolo" complesso di malformazioni (difetti degli organi della vista e dell'udito, difetti cardiaci);
  • "Grande" combinazione di malformazioni (sviluppo compromesso di vari organi e sistemi).

La rosolia acquisita viene classificata secondo diversi criteri.

  • tipico;
  • atipico (con sindrome isolata delle lesioni, con una sindrome separata dei linfonodi ingrossati, cancellata, asintomatica).
  • nessuna complicazione;
  • con complicazioni (adesione di un'altra infezione, recidiva di una malattia cronica, ecc.).

I motivi principali per determinare la gravità sono:

  • intensità della sindrome da intossicazione;
  • il numero e l'intensità dell'eruzione.

Meccanismi per lo sviluppo della rosolia

La rosolia congenita è caratterizzata dall'infezione del feto attraverso la placenta. Può influenzare i cromosomi e la divisione cellulare. Questo spesso porta al cosiddetto sbiadimento della gravidanza (il feto muore) e al successivo aborto spontaneo. Ma se la gravidanza continua, la mutazione dei cromosomi porta allo sviluppo del feto delle malformazioni più gravi. Soprattutto l'effetto distruttivo del virus si manifesta nella lente dell'occhio e nella coclea dell'orecchio interno.

I periodi di deposizione di uno o di altri organi interni sono i più pericolosi in termini di sconfitta da parte del virus della rosolia. È durante questi periodi che si verificano varie malformazioni. Quindi, al fine di fare una previsione su quali sistemi o organi saranno interessati dalla rosolia durante l'infezione, è necessario tener conto del periodo di gestazione (gravidanza). Ecco i periodi più critici:

  • 3-11 settimane: danno al sistema nervoso (cervello);
  • 7-12 settimane - l'alterazione degli organi dell'udito;
  • 4-7 settimane - difetti cardiaci e difetti degli organi visivi.

Anche sul periodo di gestazione dipende dalla probabilità di malformazioni. Se l'infezione si verifica a 3-4 settimane, la frequenza delle deformità supera il 50%. In altri termini, il pericolo è molto meno. Soprattutto dopo la 16a settimana non supera il 10%.

Dopo il parto, il virus può essere presente nel corpo fino a due anni o più. Ecco perché la rosolia congenita è anche chiamata infezione cronica e acquisita è considerata acuta.

La rosolia acquisita è caratterizzata dalla penetrazione del virus attraverso la membrana mucosa del naso o della laringe (tratto respiratorio superiore). Pertanto, l'ingresso del patogeno è abbastanza veloce. Questo parla da solo se ti stai chiedendo se la rosolia è contagiosa.

Dalla mucosa, il virus viene eliminato nei vasi linfatici e da lì nei linfonodi più vicini. Lì si moltiplica e poi entra nel flusso sanguigno. Si diffonde il virus in tutto il corpo, a tutti gli organi e tessuti. Se il virus compare nella secrezione mucosa dal naso, nelle urine e nelle feci, allora l'infezione è già diventata generalizzata.

Cosa si manifesta la rosolia?

La rosolia classica (forma acquisita) si manifesta con i seguenti sintomi:

  • eruzione di piccole dimensioni in grandi quantità, con un contorno liscio, non si fonde, ha un colore rosa pallido, può coprire diverse parti del corpo (la faccia è sempre necessaria);
  • sintomi catarrali (difficoltà nella respirazione nasale a causa di edema della mucosa o secrezione sierosa o sierosa purulenta dai passaggi nasali, iperemia limitata delle arcate palatine, raro tosse secca);
  • linfoadenite (aumento dei linfonodi periferici, cervice occipitale e posteriore più pronunciato);
  • sindrome da intossicazione (letargia, febbre, perdita di appetito e così via).

Questa malattia è caratterizzata da una sequenza specifica di fasi e dalla loro durata:

  • periodo nascosto (da 11 a 21 giorni);
  • periodo premorboso (da alcune ore a 1-2 giorni);
  • un periodo di manifestazioni cliniche pronunciate (2-3 giorni);
  • periodo di ricognizione.

Meccanismi di trasmissione della rosolia

È possibile contrarre la rosolia da un paziente con tutte le manifestazioni usuali e da persone con un decorso nascosto della malattia.

È importante sapere che ci sono persone che sono solo portatrici del virus. Queste persone non si ammalano. Non hanno manifestazioni cliniche, ma possono facilmente infettarsi. Inoltre, la rosolia viene trasmessa da bambini con una forma cronica della malattia.

I pazienti con rosolia acuta sono contagiosi prima che compaiano i sintomi. Quando si verifica un'eruzione cutanea, il paziente è estremamente contagioso per circa cinque giorni e quindi il virus viene rilasciato per altri 21 giorni. Da un bambino affetto da una forma cronica di rosolia, il virus viene trasmesso entro due anni dal momento della nascita, attraverso funzioni fisiologiche (feci, espettorato, ecc.).

La rosolia, come altre malattie trasmesse da diversi percorsi, ha diversi meccanismi di trasmissione:

  • gocciolare (per la forma acuta);
  • hemo-contact (per la forma cronica).

Per capire tutto correttamente, non bisogna confondere il meccanismo di trasmissione e la via di trasmissione. Questi sono concetti completamente diversi. Il meccanismo di trasmissione è un concetto più ampio, che prevede l'isolamento di un patogeno da una fonte nell'ambiente esterno, parte del suo soggiorno in questo ambiente e la sua introduzione in un nuovo organismo. Il percorso di trasmissione è solo una forma di realizzazione del meccanismo di trasmissione. La rosolia ha le seguenti rotte di trasmissione:

  • disperso nell'aria (forma acuta);
  • contatto e famiglia (forma acuta);
  • transplacentare (forma cronica).

Il virus della rosolia è caratterizzato da un'alta suscettibilità. Questo è particolarmente vero per i bambini. Tuttavia, se esiste un'immunità trasmessa dalla madre sin dalla nascita, potrebbero non essere suscettibili al patogeno della rubella per sei mesi dal momento della nascita.

Molto spesso, i bambini con la scuola materna e l'età della scuola primaria sono ammalati di rosolia. La particolare stagionalità di questa malattia non è osservata, ma nel periodo freddo c'è spesso un leggero aumento. Sono possibili anche epidemie epidemiche di questa infezione.

Se sperimentate la rosolia, allora l'immunità da esso si forma per tutta la vita. E non importa quale forma passare, nascosta o con una clinica pronunciata.

Cos'è la prevenzione della rosolia?

Se si identifica un paziente con rosolia, dovrebbe essere immediatamente isolato in una scatola o in un reparto separato. Questo viene fatto per l'intero periodo della malattia, fino a quando il paziente non è completamente guarito. Per bloccare il meccanismo di trasmissione dell'infezione, sono necessari l'aerazione e la pulizia a umido.

La prevenzione specifica della rosolia è la vaccinazione. Solo per questo viene prodotta un'immunità permanente per tutta la vita da questa pericolosa malattia.

Metodi per trasmettere il virus della rosolia

La rosolia è una malattia infettiva acuta caratterizzata dalla comparsa di una piccola eruzione cutanea rossa sulla pelle del paziente. Inoltre, i pazienti sono preoccupati per un leggero aumento dei linfonodi regionali, infiammazione del tratto respiratorio superiore, ipertermia del corpo e sintomi di intossicazione generale. Dato che questa infezione è tra i bambini, quindi i bambini sono più sensibili a questo disturbo.

Vale anche la pena notare che durante l'infanzia è abbastanza facile essere infettati e soffrire di questa malattia, e il bambino riceve l'immunità per tutta la vita. Molto più pericoloso della rosolia per gli adulti, e specialmente per le donne incinte. Dopo tutto, una donna che si ammala di rosolia durante la gravidanza si raccomanda di interrompere la gravidanza, poiché il rischio di avere un bambino con patologie incompatibili con la vita aumenta significativamente.

Ecco perché la conoscenza dei meccanismi di trasmissione del virus della rosolia aiuterà a proteggere i parenti e a chiudere le persone dalle infezioni.

Eziologia e patogenesi

La rosolia è una malattia altamente contagiosa che causa un virus appartenente al gruppo Togavirus. Questo disturbo viene trasmesso da persona a persona attraverso uno stretto contatto. La principale via di trasmissione del virus è in volo. Inoltre, l'agente patogeno può entrare nel corpo umano attraverso le posate, che indica la via di infezione di contatto interna. È stato dimostrato clinicamente che il virus della rosolia può penetrare nella placenta e infettare il feto, causando anormalità nello sviluppo fetale. Questi dati indicano l'infezione transplacentare.

Numerosi studi condotti da epidemiologi hanno dimostrato che il virus della rosolia può sentirsi e riprodursi comodamente solo nel corpo umano, al di fuori del quale muore l'agente eziologico della malattia. La morte del virus provoca:

  • alta temperatura ambiente;
  • bassa umidità;
  • radiazioni ultraviolette;
  • cadute di pressione atmosferica.

In condizioni di bassa temperatura, il virus della rosolia può mantenere la sua vitalità e capacità di riprodursi per diversi anni.

Il pericolo di questa malattia è che il periodo di incubazione della malattia può durare da 14 a 21 giorni. Una persona può essere infettata da questa malattia virale e, senza nemmeno sapere della sua malattia, già diffonde attivamente il patogeno nell'ambiente. Molto spesso questo può essere osservato in un'istituzione in cui un bambino, prima della manifestazione clinica della rosolia, può infettare l'intera squadra. Dopo la diagnosi della malattia, dopo due o tre settimane, è possibile diagnosticare un focolaio di rosolia nella stessa squadra.

Le statistiche mostrano che focolai di rosolia compaiono ad intervalli di 5-6 anni. Durante un'epidemia negli Stati Uniti, più di 20 milioni di persone si ammalarono di rosolia. Le donne incinte che hanno contratto il virus della rosolia, hanno aumentato significativamente il numero di nati morti e nati con gravi patologie di bambini.

Vale la pena notare che in quasi il 90% delle donne adulte in età fertile sono immunitarie resistenti alla rosolia o a seguito della malattia o dopo la vaccinazione. Pertanto, anche quando sono in contatto con una persona infetta, potrebbero non diventare infetti e avere la possibilità di dare alla luce un bambino sano e forte.

Perché questa malattia è anche caratterizzata dalla stagionalità autunnale-primaverile, quando le condizioni meteorologiche contribuiscono all'infezione del virus e il sistema immunitario non è pronto a combattere i virus.

Vale la pena notare che le vaccinazioni che ricevono quasi tutto secondo il programma di vaccinazione, con l'eccezione di coloro che hanno connessioni mediche, garantiscono una forte immunità alla malattia. Inoltre, le persone che sono state ammalate hanno acquisito una persistente immunità per tutta la vita, anche se la medicina conosce casi isolati quando la re-infezione può verificarsi in uno sfondo di ridotta immunità.

Il virus della rosolia è particolarmente pericoloso per le persone non vaccinate. Nell'età adulta, questo disturbo è molto difficile, con gravi intossicazioni e complicazioni. Per i pazienti adulti, la durata del trattamento è molto più lunga rispetto ai bambini. Inoltre, i bambini sono molto raramente ospedalizzati nel reparto di malattie infettive, mentre per gli adulti è semplicemente una necessità.

Tipi di rosolia

A seconda di quali vie di infezione con il virus predominano negli adulti e nei bambini, esistono diversi tipi di rosolia:

  • congenito - quando l'infezione si verifica anche all'interno dell'organismo materno, che è irto dello sviluppo di gravi complicanze dagli organi e dai sistemi interni;
  • acquisito - si verifica dopo che il virus entra nel corpo umano da goccioline trasportate dall'aria, è caratterizzato da un decorso moderato e da un rapido recupero.

Il quadro clinico e i metodi di trattamento

Nella maggior parte dei casi, la rosolia ha un quadro clinico pronunciato:

  • sintomi di malessere generale;
  • aumento della temperatura corporea e linfonodi ingrossati;
  • dolore alle articolazioni e ai muscoli;
  • mal di testa;
  • l'aspetto di una piccola eruzione rossa su tutto il corpo, a partire dalla parte superiore del corpo e termina con la parte inferiore.

Solitamente l'arrossamento caratteristico della rosolia compare sul corpo di adulti e bambini al secondo o terzo giorno dall'inizio della malattia. Nell'infanzia, la rosolia può manifestarsi in forma cancellata, quando la diagnosi è difficile da rendere anche un esperto di malattie infettive.

Il trattamento della rosolia negli adulti e nei bambini viene effettuato secondo il seguente schema:

  1. Riposo a letto
  2. Dieta di risparmio
  3. Bevanda calda abbondante
  4. Terapia sintomatica
  5. Se ci sono complicazioni della malattia, si raccomanda l'ospedalizzazione.

Il principale metodo di prevenzione è l'immunizzazione della popolazione secondo il programma di vaccinazione, in conseguenza del quale, nel 100% dei casi, si sviluppa un'immunità persistente alla malattia. Si raccomanda inoltre di isolare il paziente, per fornirgli le cure adeguate. Nella stanza in cui si trova il paziente, è necessario eseguire l'aerazione, la pulizia con acqua due volte al giorno e anche fornire al paziente piatti personali e prodotti per l'igiene.

La rosolia è pericolosa?

La rosolia è tradizionalmente considerata una malattia infantile, ma in realtà le persone di tutte le età sono sensibili alla malattia. Come riconoscere la malattia nel tempo e proteggersi dall'infezione?

descrizione

La rosolia è causata dal virus della rosolia contenente RNA e due membrane proteiche. La malattia si trova solo negli esseri umani, quindi è impossibile contrarre la rosolia dagli animali.

La rosolia viene trasmessa da goccioline trasportate dall'aria. Fuori dal corpo umano, il virus muore rapidamente, quindi un'infezione può essere infettata solo attraverso il contatto diretto con il paziente.

Se una donna incinta si ammala, il feto si infetta attraverso la placenta. In questo caso, un bambino nasce con la rosolia congenita. Tale bambino è contagioso fino all'età di 3-4 anni, ma i casi isolati sono noti quando il virus è stato secreto prima dell'età di 18 anni.

sintomi

Il periodo di incubazione è di 11-22 giorni. I sintomi della malattia variano a seconda dell'età del paziente: i bambini hanno maggiori probabilità di trasmettere l'infezione rispetto agli adulti.

I primi sintomi in un bambino sono:

  1. Linfonodi gonfiati e dolenti;
  2. Diminuzione dell'appetito;
  3. Mal di testa;
  4. Malessere generale, letargia (il bambino può essere capriccioso, rifiutarsi di giocare).

1-2 giorni dopo l'inizio di questi sintomi, compare un'eruzione sul corpo del bambino. L'eruzione ha una tonalità rosa pallido, una forma arrotondata e un diametro fino a 5 mm. La pelle sulla schiena, i glutei e gli arti inferiori sono più colpiti; Non c'è eruzione cutanea sui palmi e sui piedi. L'eruzione cutanea è accompagnata da un forte prurito, quindi i bambini spesso si pettinano la pelle.

Puoi saperne di più sulla malattia nel video:

Dopo un'eruzione si sviluppa in un bambino, la temperatura subfebrilny di solito aumenta. Le eruzioni cutanee durano 1-3 giorni, poi diventano pallide e scompaiono, senza lasciare tracce sul corpo. La temperatura dura alcuni giorni e può raggiungere fino a 38 - 38,5 gradi.

Negli adulti e negli adolescenti, i primi sintomi sono:

  1. Dolori muscolari;
  2. Brividi e febbre;
  3. Malessere generale;
  4. Mal di testa;
  5. Linfonodi gonfiati e dolenti;
  6. Naso che cola, tosse, mal di gola;
  7. Cut negli occhi, fotofobia. lacrimazione.

1-2 giorni dopo l'inizio di questi sintomi, compare un'eruzione cutanea, che negli adulti è più forte che nei bambini. Le eruzioni cutanee spesso si uniscono tra loro e durano fino a 5 giorni.

trattamento

Oltre ai casi gravi, la rosolia viene curata a casa. Non esiste una medicina che uccida l'agente eziologico, quindi il trattamento è mirato ad alleviare i sintomi e migliorare l'immunità. Il paziente è provvisto di riposo a letto (soprattutto se c'è una temperatura elevata) e buon sonno. Si raccomanda di bere abbondantemente (acqua pulita, composte, tisane) e alimenti ricchi di vitamina C. Se necessario, sono prescritti antidolorifici e farmaci antipiretici: aspirina, paracetamolo, ibuprofene.

I rimedi popolari possono essere usati per ridurre il prurito:

  1. 2 cucchiai di celidonia tritata versano mezzo litro di acqua bollente, lascia riposare per un'ora. Il brodo risultante viene aggiunto all'acqua durante il bagno;
  2. Versare in un bicchiere di bicarbonato e aggiungere un po 'd'acqua per fare una pappa liquida. Applicarlo su un tampone e applicare sulla pelle pruriginosa per 10 minuti;
  3. Allevia il prurito dalle scottature, ma prima di usarlo è necessario consultare un medico.

Durante la malattia, puoi usare la medicina tradizionale:

  1. Per rafforzare il sistema immunitario per litro di acqua bollente, prendi una manciata di mirtilli rossi e una manciata di rosa selvatica, insisti in un thermos per 3 ore. Il brodo risultante per bere mezza tazza dopo un pasto;
  2. Mescolare in uguali proporzioni colore di calce, bacche di mirtillo, frutti di lampone e foglie di madre e matrigna e versare acqua bollente in ragione di 4 cucchiai di miscela per litro d'acqua. Lasciare fermentare per 20 minuti e filtrare. Assumere prima di coricarsi una mezza tazza (bambini) o un bicchiere (adulti) di brodo caldo.

È impossibile usare gli antibiotici nel trattamento della rosolia: non aiuta a far fronte alla malattia, ma arreca gravi danni a un organismo indebolito.

Com'è la malattia?

Nei bambini di età inferiore alla malattia passa facilmente, in modo che la malattia possa anche passare inosservata. All'età di 1-3 anni, la malattia dura 3-4 giorni, di solito con un aumento della temperatura e un peggioramento del benessere generale del bambino.

Nei bambini di età superiore ai 3 anni, negli adolescenti e negli adulti dall'inizio dei primi sintomi fino al completo recupero occorrono 5-7 giorni, la malattia è solitamente accompagnata da un forte aumento della temperatura. La febbre può persistere per 1-2 giorni dopo la scomparsa dell'eruzione.

Occasionalmente, si verificano forme atipiche di rosolia, che si distinguono per un decorso più mite e per l'assenza di sintomi caratteristici. Sia gli adulti che i bambini possono soffrire di questa malattia. Di solito la malattia passa inosservata, mentre la persona malata è contagiosa per gli altri.

Conseguenze e complicazioni

I bambini di solito hanno la rosolia senza gravi conseguenze. Tuttavia, in rari casi, il danno al sistema nervoso è possibile, le cui conseguenze sono:

  1. Perdita della sensibilità della pelle in alcune parti del corpo;
  2. Paresi e paralisi;
  3. Visione e udito compromessi.

Se uno qualsiasi di questi sintomi si verifica, il bambino deve essere presentato con urgenza al medico.

Negli adulti e negli adolescenti, molto raramente (1 su 7-10 mila casi) l'encefalite si sviluppa a causa della sconfitta della rosolia delle meningi. Il primo sintomo di questa pericolosa complicazione è la confusione e il linguaggio incoerente.

Nei pazienti di tutte le età, ci può essere una violazione della coagulazione del sangue dopo la rosolia, i sintomi di questa complicazione sono:

  1. Gengive sanguinanti, schiocchi di sangue in bocca;
  2. Periodi lunghi e abbondanti nelle donne;
  3. Il sangue non si ferma a lungo con tagli, graffi;
  4. Sangue nelle urine.

La disfunzione della coagulazione si verifica a causa delle tossine del virus della rosolia, che inibiscono la sintesi piastrinica ed è temporanea.

Le conseguenze più gravi della rosolia si osservano nel feto, se la madre si ammala durante la gravidanza. Quando vengono infettati durante il primo trimestre, quando l'embrione forma organi e tessuti, le violazioni sono le più gravi. La triade Gregg solitamente si verifica:

  1. Difetti cardiaci;
  2. la sordità;
  3. Compromissione della vista, cataratta.

Inoltre, possono esserci danni all'apparato digerente e al sistema nervoso, ritardo nello sviluppo psicomotorio.

La probabilità di insorgenza di queste complicanze dipende dalla durata della gravidanza: a 1 settimana raggiunge l'80%, a 5-7 settimane diminuisce al 30%, a 12 settimane è pari al 10%. Pertanto, alle donne che hanno avuto la rosolia all'inizio della gravidanza si raccomanda di abortire. Nelle fasi successive (2-3 mesi di gravidanza), è necessario eseguire un'ecografia e una serie di altri esami per identificare possibili disturbi nello sviluppo del feto. Se sono gravi, la gravidanza viene interrotta artificialmente.

Nel secondo trimestre, il rischio di anomalie fetali diminuisce significativamente, ma raggiunge comunque il 5-10% a 5 mesi di gravidanza.

Quando viene infettato nel terzo trimestre, quando il sistema di organi nel bambino si è già formato, il virus non ha un grande impatto sulla salute e sullo sviluppo del bambino.

prevenzione

Puoi prevenire la possibilità di rosolia usando la vaccinazione. I bambini vengono vaccinati all'età di 1 anno e di nuovo a 6 anni. La vaccinazione è facilmente tollerata, le reazioni avverse si verificano raramente, approssimativamente in ogni decimo bambino. Questi includono:

  1. Aumento della temperatura;
  2. Naso che cola, tosse, mal di gola;
  3. Lievi eruzioni cutanee sul corpo;
  4. Dolore e dolori alle articolazioni.

Secondo il Programma nazionale di immunizzazione, le ragazze vengono vaccinate in aggiunta all'età di 13 anni. Inoltre, si raccomanda alle donne di vaccinarsi nuovamente per 3-4 mesi prima dell'inizio di una gravidanza programmata. Questa misura è necessaria, dal momento che l'immunità dopo la vaccinazione dura per 8-10 anni, poi inizia a indebolirsi e scompare completamente in alcune persone.

Un'altra misura preventiva consiste nell'isolare una persona malata per 5-7 giorni dopo l'insorgenza della malattia. Questa misura è inefficace, in quanto una persona può infettare altre persone prima di trovare i primi sintomi della rosolia.

conclusione

La rosolia è una malattia virale, principalmente a causa di complicanze. L'immunità al patogeno può persistere per tutta la vita o scomparire entro 10 anni dalla vaccinazione. Come fai a sapere se hai bisogno di vaccinazione aggiuntiva o no? Per questo è necessario passare un esame del sangue per gli anticorpi al patogeno. Se non sono nel sangue, l'immunità viene persa.

Come viene trasmessa la rosolia: caratteristiche del trattamento e conseguenze pericolose

I genitori i cui bambini iniziano ad andare all'asilo sono interessati a come viene trasmessa la rosolia e come trattarla. Nei bambini in età prescolare, la malattia è senza incidenti, ma se il virus colpisce una donna durante la gravidanza, le conseguenze per il bambino sono estremamente pericolose.

La rosolia è un'infezione virale che si manifesta con eruzione cutanea, febbre alta e infiammazione dei linfonodi nel collo e nel collo. La malattia causa un virus contenente acido ribonucleico. È sensibile all'ambiente esterno. Se esposto ai raggi ultravioletti o sotto l'influenza di alte temperature, il virus muore.

Metodi di prevenzione

Nel Medioevo la malattia non era considerata pericolosa e i medici non riuscivano a stabilire un legame tra le patologie del feto e della rosolia. Solo verso la metà del XX secolo ha inventato una panacea.

Le vaccinazioni contro la rosolia sono eventi obbligatori inclusi nel programma di vaccinazione.

È necessario che l'organismo sviluppi l'immunità contro l'agente patogeno. La preparazione del vaccino contiene un complesso di microrganismi vivi attenuati del virus della rosolia, della parotite e del morbillo. Viene somministrato ai bambini un anno e all'età di 6 anni (le ragazze in più hanno tredici anni).

Anche gli adulti devono essere vaccinati. Con l'età, diventa più difficile trasferire il virus, la probabilità di complicanze è alta. L'effetto delle misure preventive dura 15-20 anni.

È necessaria un'igiene delle mani accurata e la manipolazione dei giocattoli per prevenire l'infezione.

Descrizione della malattia

La rosolia è di due tipi:

Il primo tipo si verifica quando il feto è infetto nell'utero. Il virus viene trasmesso al bambino dalla madre malata attraverso la placenta. L'infezione nella prima metà della gravidanza porta spesso a uno sviluppo anormale degli organi del bambino.

La rosolia acquisita si verifica quando l'infezione si verifica in luoghi affollati.

Se un bambino ha una malattia congenita, sarà portatore del virus per 1-2 anni dopo la nascita.

Percorso di infezione

La rosolia è contagiosa? Sì, molto. A contatto del corriere con bambini sani, il rischio di contrarre la malattia è del 90%. L'infezione viene trasmessa dall'aria circostante, dal contatto o dalla via intrauterina. Salendo sulle mucose, il virus diffonde il liquido linfatico in tutto il corpo. Durante questo periodo, il bambino è già contagioso. Un bambino infetto ha mal di testa e debolezza. Dopo 1-2 giorni, compare un'eruzione cutanea rossa e i linfonodi vengono ingranditi.

I bambini con starnuti, tosse o giocattoli possono ottenere la rosolia se li trascinano in bocca uno dopo l'altro.

L'agente causale della malattia tollera le basse temperature, quindi nel periodo autunno-inverno, la più alta probabilità di contrarre questa malattia. Ill dopo il recupero ottiene l'immunità per tutta la vita. Non può ammalarsi di nuovo.

La malattia è più facilmente tollerabile all'età di 6 mesi e fino a sette anni. In un adulto, i sintomi sono gravi e possono verificarsi complicazioni. Ma in età adulta, sono meno comuni. Il decorso più severo si osserva nei bambini infetti nello stomaco della madre.

Corso della malattia

Il luogo e il momento dell'infezione sono difficili da stabilire. I sintomi della malattia compaiono solo 2-3 settimane dopo che il virus entra nel corpo. Questo è un periodo di incubazione. La mancanza di sintomi non rivela la malattia e ferma la diffusione. Un uomo, non sapendo di essere malato, è pericoloso per gli altri.

Una volta all'interno, l'infezione dalle mucose si sposta ai linfonodi e si accumula lì, facendoli aumentare. Quindi entra nel flusso sanguigno e rimane lì fino al completo recupero.

Il periodo contagioso dura da 7 giorni a un mese. I precedenti sintomi della rosolia negli adulti compaiono nella prima settimana. Possono essere confusi con l'influenza o il raffreddore. Questi includono:

  • la debolezza;
  • naso che cola;
  • mal di testa;
  • dolori muscolari;
  • alta temperatura;
  • tosse e mal di gola;
  • infiammazione della mucosa degli occhi;
  • linfonodi ingrossati.

Solo gli adulti e i bambini con un sistema immunitario indebolito sono suscettibili ai disturbi. I bambini in età prescolare sani non hanno sintomi. I precursori della rosolia durano circa una settimana, quindi compaiono piccole eruzioni rosse che indicano la presenza di un'infezione nel sangue.

A causa della forte risposta del sistema immunitario, le eruzioni cutanee sono pronunciate nei bambini che sono stati ammalati fino a 10 anni. Dopo dodici anni, le eruzioni cutanee di solito non compaiono.

Piccoli brufoli scarlatti appaiono prima sul viso, poi sulla testa, e scendono sul petto, sulla schiena, sulle braccia e sulle gambe. Sui piedi e sui palmi non sono osservati. Negli adulti, possono connettersi, nei bambini - raramente. In caso di complicazioni, l'aspetto delle piaghe può cambiare, accompagnato da prurito.

Dopo 3-4 giorni l'eruzione scompare, senza lasciare segni e cicatrici. La temperatura corporea ritorna normale, i sintomi scompaiono.

Sintomi e complicanze negli adulti

Nei bambini, il decorso della malattia passa agevolmente, senza cambiamenti di temperatura e segni precedenti. Anziani, adulti e studenti delle scuole superiori stanno vivendo un periodo difficile. Hanno le seguenti manifestazioni:

  • cambiare le dimensioni del fegato e della milza;
  • aumento significativo della temperatura;
  • danno articolare;
  • l'aspetto di piccole ferite in bocca.

L'infiammazione dei linfonodi occipitale e cervicale può essere osservata nel periodo di riabilitazione, che scorre nella forma cronica. Per le donne nella posizione di sconfitta da parte del virus dà una complicazione in alcuni periodi. Nel primo trimestre, lo sviluppo del sistema nervoso centrale, degli organi visivi e del cuore del feto viene interrotto. Anche gli organi dell'udito sono interessati.

Alcuni anni fa, le giovani donne non erano state vaccinate. Ciò ha portato a frequenti casi di parto con perdita dell'udito. Ora, sapendo come viene trasmessa la rosolia all'interno dell'utero, è necessario vaccinare tutte le ragazze che stanno pianificando di avere un bambino.

La rosolia severa può contribuire allo sviluppo di alcune malattie:

  • otite catarrale;
  • infiammazione dei polmoni;
  • asma bronchiale;
  • l'artrosi;
  • infiammazione acuta delle ghiandole linfatiche;
  • malattie degli organi visivi;
  • encefalite.

In caso di complicanze, il paziente viene ricoverato in ospedale. Lì sarà esaminato e prescritto il trattamento necessario.

Se vi è il sospetto di encefalite cerebrale, è urgente agire. Le conseguenze di questa patologia sono molto pericolose. Danni al cervello portano a meningite, disturbi mentali, disturbi dei sistemi vitali, udito, visione e morte.

I farmaci immunostimolanti e immunomodulanti sono usati per ripristinare le forze immunitarie del paziente.

Sviluppo dell'immunità

Il secondo giorno dopo la comparsa di punti caratteristici, il sistema immunitario inizia a produrre anticorpi. Il loro numero è in costante aumento. In una persona vaccinata accade la stessa cosa. Pertanto, è importante avere un vaccino contro la rosolia prima di pianificare una gravidanza. Gli agenti del sangue della madre proteggeranno il feto prevenendo i disturbi dello sviluppo.

Gli anticorpi si formano nel sangue per tre mesi e dopo il recupero rimangono nel corpo per sempre, alle prese con infezioni ripetute.

Trattamento dell'infezione virale

Una diagnosi accurata può essere fatta solo dopo aver effettuato un esame del sangue, campioni di urina e di saliva. I sintomi della rosolia sono simili alla scarlattina o al morbillo. L'esame primario per la nomina della terapia non sarà sufficiente.

La rosolia nei bambini, che si manifesta senza complicazioni, non richiede il ricovero in ospedale. È importante aderire al riposo a letto, mangiare frutta e verdura, bere molto e non lavorare troppo. Durante il periodo di malattia, dovrebbero essere esclusi i contatti con altre persone.

Per evitare prurito da eruzioni cutanee, fare un bagno con una soluzione debole di manganese o infusi di erbe:

Non è possibile tollerare ferite da graffi, esiste il rischio di attaccare un'infezione batterica sullo sfondo di forze protettive ridotte.

Una cura speciale per questa malattia infantile non è stata ancora inventata, quindi il trattamento si riduce ad alleviare i sintomi e alleviare la condizione. Con l'aumentare della temperatura, vengono utilizzati agenti antipiretici, con edema delle mucose - antistaminici. In forma grave sono prescritti farmaci antivirali e immunostimolanti per bambini e farmaci corticosteroidi ormonali per adulti.

Per non infettare l'ambiente, è auspicabile isolare il paziente in una stanza separata e mantenere tutti i contatti al minimo. L'agente eziologico della malattia si diffonde molto rapidamente. Quando qualcuno dalla casa malata, è necessario costantemente in onda la stanza.

L'adesione a una dieta corretta accelererà il processo di guarigione. Non c'è bisogno di sovraccaricare il tratto gastrointestinale con cibi grassi pesanti. Il corpo ha bisogno di forza per combattere la malattia. È necessario ridurre le porzioni dividendo la quantità di cibo in cinque a sei ricezioni.

Se c'è il sospetto che una donna incinta nel primo trimestre sia stata in contatto con il paziente, questa è un'indicazione per l'interruzione chirurgica. Nelle prime settimane, il rischio di patologie dello sviluppo è del 60%. All'infezione della futura madre nei periodi successivi la probabilità di insorgenza di difetti è inferiore. Ma non possono essere completamente esclusi. Ci sono casi di aborti e la nascita di un feto morto.

conclusione

In nessun caso dovresti auto-medicare e ascoltare i consigli di amici e parenti. L'assunzione di alcuni farmaci provoca danni al fegato e il rilascio di tossine che colpiscono le cellule degli organi interni e del cervello.

Solo un medico generico o un pediatra, dopo aver studiato i test biochimici e osservato la storia, farà una diagnosi accurata e selezionerà un trattamento.

Al fine di evitare il rischio di malattia, è necessario aderire alla corretta alimentazione, guardando lo stile di vita. In autunno e in primavera dovrebbe prendere complessi vitaminici. È necessario escludere cibi e bevande dannosi, praticare sport, camminare di più all'aperto.

Rosolia negli adulti - periodo di incubazione, sintomi, trattamento e rischio di infezione durante la gravidanza

La malattia virale della rosolia infantile può facilmente rivelarsi pericolosa per l'adulto, con lo sviluppo di gravi complicanze. La diagnosi viene effettuata sulla base di segni clinici, la principale dei quali è un'eruzione cutanea, ma può richiedere un chiarimento, soprattutto se la donna malata è nelle prime fasi della gravidanza. Con la comparsa di sintomi caratteristici in età adulta, è necessario consultare uno specialista.

Cos'è la rosolia?

La rosolia coreana è una malattia virale causata da Tagovirus (una famiglia di virus con RNA infettivo a filamento singolo, non segmentato), che colpisce principalmente i bambini in età prescolare o scolare, adolescenti e giovani di età compresa tra 20 e 30 anni. I sintomi caratteristici sono l'eruzione maculopapulare su tutto il corpo, l'aumento a breve termine della temperatura corporea agli indicatori subfebrillari (38 ° C) o febbrili (39 ° C), linfoadenopatia generalizzata (linfoadenopatia).

Nell'infanzia, la malattia è lieve, spesso non accompagnata da una sindrome febbrile, e se vengono seguite le raccomandazioni mediche e il regime di trattamento prescritto viene curato in 10-14 giorni. Negli adulti, la rosolia è più grave, con sintomi gravi, vi è la probabilità di attaccare un'infezione batterica e lo sviluppo di gravi complicanze. L'infezione da virus della rosolia è estremamente pericolosa durante la gravidanza, perché l'infezione transplacentare del feto è piena di gravi difetti del suo sviluppo.

motivi

L'infezione da rosolia si verifica attraverso le goccioline trasportate dall'aria per contatto diretto con il vettore del virus. Il periodo di incubazione (dal momento in cui l'agente infettivo entra nel corpo fino alla comparsa dei primi sintomi) della malattia è lungo, può andare da 16 a 20 giorni e il paziente diventa contagioso 5-6 giorni dopo l'infezione. Oltre alla forma acquisita della malattia, c'è il rischio di infezione transplacentare del bambino dalla madre durante la gravidanza, quindi può svilupparsi una forma congenita (rosolia cronica).

Il picco epidemiologico, di norma, arriva nella stagione fredda (tardo autunno o inverno), quando l'immunità naturale diminuisce, il corpo diventa vulnerabile a varie patologie. Prima della vaccinazione di massa, la malattia era considerata altamente contagiosa e, dopo l'introduzione delle vaccinazioni obbligatorie per l'infanzia, i focolai di rosolia iniziarono a verificarsi molto meno frequentemente. Il virus che causa adulti e bambini è altamente sensibile ai fattori ambientali, muore sotto radiazioni ultraviolette, a temperature elevate e sotto l'influenza di disinfettanti.

Primi segni

La rosolia negli adulti si manifesta in forme tipiche o atipiche. Nel primo caso, il decorso della malattia è lieve, sintomi impliciti, senza eruzioni cutanee caratteristiche. Nella forma manifest (tipica), i segni dell'infezione sono evidenti, accompagnati da linfoadenopatia e sindrome febbrile a breve termine e possono essere accompagnati da sintomi di ARVI (infezione virale respiratoria acuta). Le principali caratteristiche cliniche della rosolia acquisita includono:

  • Aumento della temperatura corporea a 38-39 ° C, accompagnato da sintomi di febbre - dolori muscolari e articolari, brividi, debolezza. malessere generale causato da intossicazione del corpo. La febbre con la rosolia è scarsamente suscettibile ai farmaci antipiretici (antipiretici), dura da 18 a 48 ore.
  • Aumento delle dimensioni e dell'infiammazione dei linfonodi di uno o più gruppi (cervicale, ascellare, inguinale, ecc.)
  • Macrofeel (macchiato) piccola eruzione cutanea sul viso, avambracci, gomiti e ginocchia, zona lombare, glutei e altre parti del corpo. Le eruzioni compaiono 2-3 giorni dopo la fine del periodo di incubazione e i primi sintomi (febbre a questo punto nella maggior parte dei casi), non sono accompagnati da prurito, rimangono 5-6 giorni, scompaiono senza ridimensionamento o pigmentazione.

I sintomi della rosolia negli adulti

Nella maggior parte dei casi, una forma tipica della malattia negli adulti è accompagnata da un sintomo caratteristico di un'infezione virale respiratoria e procede con moderato o alto grado di gravità. Oltre ai principali segni clinici (rash, febbre con febbre, infiammazione dei principali gruppi di linfonodi), i seguenti sintomi sono caratteristici della malattia:

  1. Mal di testa. Si manifesta nei primi tre giorni, è scarsamente suscettibile all'azione degli antidolorifici (come un'emicrania), ha un flusso continuo e dà al paziente grande ansia.
  2. Dolore nei muscoli e nelle articolazioni. Accompagnato dalla febbre, la sensazione assomiglia a uno stato con un'infezione virale respiratoria, causa generale di debolezza e malessere.
  3. Sintomi di ARVI - tosse, mal di gola, naso che cola. Si verifica in alcuni pazienti adulti, di solito fortemente pronunciati, persiste per 10-15 giorni.
  4. Strappando gli occhi. Il sintomo si manifesta con una forte luce artificiale e con la luce del giorno normale. È auspicabile collocare il paziente in una stanza con illuminazione soffusa e tende scure alle finestre.
  5. Una rosolia adulta può essere accompagnata da congiuntivite (infiammazione della mucosa dell'occhio), accompagnata da gonfiore e un forte rilascio di pus, specialmente nelle ore serali e notturne.
  6. Gli effetti della rosolia negli uomini possono causare forti dolori ai testicoli.

complicazioni

Prima dell'avvento del vaccino, la maggior parte dei pazienti soffriva di rosolia nell'infanzia, dopo di che il corpo ha sviluppato un'immunità permanente al virus (la malattia è malata una volta). Dopo la diffusione della vaccinazione di massa, l'incidenza delle malattie infantili è diminuita e l'incidenza dell'infezione da rosolia tra gli adulti è aumentata, poiché la vaccinazione non fornisce protezione per la vita. Se la malattia viene trasferita dopo i 20 anni di età, l'inosservanza delle raccomandazioni mediche e dell'autoterapia può portare alle seguenti complicazioni:

  • meningoencefalite, encefalite ed encefalomielite;
  • l'artrite;
  • la polmonite;
  • otite media;
  • convulsioni

Durante la gravidanza

L'infezione durante il primo trimestre del bambino di una donna è un'indicazione medica per l'aborto, perché se si verifica un'infezione transplacentare del feto, vi è un'alta probabilità di gravi malformazioni (sistema nervoso centrale e periferico, organi dell'udito e della formazione del sangue, altri organi interni e tessuti) che non sono suscettibili di correzione. Esiste il pericolo di morte fetale del bambino. Nei periodi successivi a causa dell'infezione, è necessario prendere immunoglobuline e monitorare continuamente lo stato della madre e del feto.

A causa dell'alto rischio di gravi conseguenze in assenza di una storia di rosolia nell'infanzia, si raccomanda che entrambi i partner ricevano una vaccinazione contro la malattia nella fase di pianificazione della gravidanza. Una persona infettata dalla malattia in utero è un vettore attivo del virus ed è epidemiologicamente pericolosa per gli altri.

diagnostica

Se c'è un'eruzione caratteristica che compare per 2-3 giorni, la rosolia negli adulti viene diagnosticata sulla base del quadro clinico e delle lamentele del paziente. Se ci sono dubbi e un alto grado di importanza nel chiarire la diagnosi (ad esempio, all'inizio della gravidanza con una forma atipica della malattia che si verifica senza eruzioni cutanee), è prescritto:

  1. Esami del sangue per determinare la presenza di anticorpi contro il virus patogeno. Il metodo è ELISA (saggio immunoassorbente legato all'enzima) o PCR (reazione a catena della polimerasi).
  2. In alcuni casi, il DNA del patogeno viene isolato seminando dal rinofaringe.

Sulla base di queste analisi, la malattia è differenziata dal morbillo, dalla scarlattina, da una reazione allergica ai farmaci e da infezioni atipiche da enterovirus. La diagnosi indipendente all'inizio dei primi sintomi nella fase iniziale della malattia è estremamente difficile a causa della somiglianza dei segni della malattia con un'infezione da raffreddore, influenza e respirazione, quindi è necessario rivolgersi a un medico.

trattamento

Le preparazioni farmacologiche, i cui componenti principali sarebbero attivi contro il virus, non sono state ancora sviluppate. Nei casi più gravi, il medico prescrive una terapia sintomatica complessa mirata ad alleviare il benessere generale del paziente e alleviare le principali manifestazioni cliniche della malattia (calore, mal di testa, sintomi di ARVI, ecc.).

Il trattamento della rosolia negli adulti è in gran parte basato sul rispetto delle raccomandazioni del medico sulla modalità del giorno in cui il paziente, le regole della dieta, il regime di assunzione di alcolici. Dopo aver visitato un medico e aver fatto una diagnosi, devi:

  • isolare il paziente, riducendo al minimo i suoi contatti con i propri cari;
  • osservare il riposo a letto nella fase acuta della malattia;
  • per ventilare la stanza in cui il paziente è almeno ogni 4 ore;
  • ridurre al minimo il livello di illuminazione nella stanza in cui si trova il paziente;
  • fornire al paziente molta bibita e riposo.

medicina

Si consiglia ai pazienti adulti con rosolia severa di assumere farmaci da diversi gruppi farmacologici, a seconda della gravità di uno o di un altro sintomo. Su appuntamento di uno specialista, è possibile utilizzare:

  • Farmaci antipiretici sotto forma di compresse o iniezioni. Usato quando si innalzano valori di temperatura superiori a 38 ° C. È possibile utilizzare agenti a base di paracetamolo o ibuprofene. Con l'inefficacia della somministrazione orale di una dose giornaliera di 500 mg, è possibile procedere alle iniezioni intramuscolari.
  • Farmaci desensibilizzanti L'applicazione ha lo scopo di rimuovere l'edema della mucosa, prevenendo lo sviluppo di reazioni allergiche. Gli antistaminici sono prescritti (loratadina, levocitirizina), difenidrammina (ad esempio, difenidramina).
  • Immunomodulatori a base di interferone (Viferon, Leukinferon) o immunoglobulina specifica. Questi componenti impediscono l'introduzione del virus della rosolia nelle cellule, inibiscono la sua riproduzione e stimolano l'immunità naturale.
  • Antidolorifici e antinfiammatori. Nominato con grave sindrome febbrile grave e forte mal di testa, si raccomanda la somministrazione orale. I farmaci di scelta sono l'aspirina, l'ibuprofene, il diclofenac e altri farmaci del gruppo FANS (farmaci antinfiammatori non steroidei).
  • Vitamina C, sia sotto forma di droghe che nella sua forma naturale (succhi di agrumi, mirtilli rossi), per stimolare la risposta immunitaria.
  • Antivirale (per grave) (izoprinozin, Arbidol, rimantadina).
  • Espettoranti con tosse umida (mucolitici, Erespal), Sinekod, droghe di Codelac o loro analoghi - con una tosse secca.
  • Quando congiuntivite - Albucid sotto forma di gocce o suoi analoghi.
  • Se si sospetta lo sviluppo di pericolose complicazioni neurologiche che sono irte di decorso fulminante e morte (per esempio, meningoencefalite), il paziente richiede il ricovero in ospedale, è prescritto il prednisone e la terapia di disidratazione.
  • Sedativi, con sindrome febbrile grave e grave.

dieta

Il rispetto delle regole nutrizionali durante la malattia di un adulto faciliterà il suo flusso e accelererà il processo di guarigione. Per la rosolia, i medici raccomandano la dieta numero 13. Questa dieta si basa sulla riduzione del valore energetico della dieta a 2.000-2.100 kcal al giorno, riducendo la percentuale di grassi (60-70 g / giorno) e carboidrati (non più di 300 g, del 30% facilmente digeribili) e delle proteine ​​- fino a 70, per lo più lattiero-caseari. La frequenza dei pasti aumenta fino a 6 volte al giorno, non più di 350 kcal per ricezione. Escluso dal menu:

  • carne grassa, latte;
  • prodotti a base di burro - pane bianco, pasta
  • brodi ad alta concentrazione;
  • cibi piccanti (salse, condimenti);
  • fagioli;
  • fritto, affumicato, cibo in scatola.

Il cibo viene cotto a vapore o bollito: verdure e frutta, cereali facilmente digeribili, carne magra o pesce, olio vegetale o burro (non più di 15 mg) devono essere inclusi nella dieta quotidiana. Assicurati di utilizzare cibi ricchi di vitamina C (ribes, olivello spinoso, agrumi), A (fegato, tuorli d'uovo, burro), B2 (ricotta, noci di mandorle), B6 ​​(patate, riso o miglio, carne rossa).

Il regime di bere durante la rosolia dovrebbe essere di almeno 2,5 litri di liquidi al giorno. Le bevande possono essere calde (con dolore alla gola) oa temperatura ambiente, è preferibile dare la preferenza a acqua naturale, succhi naturali appena spremuti o bevande a base di mirtilli rossi o mirtilli rossi, decotti a base di erbe. Per il periodo di malattia, sono esclusi caffè, bevande alcoliche, tè forte e bevande con latte acido.