rosolia

Negli uomini

La rosolia è tradizionalmente considerata una malattia infantile, ma in realtà le persone di tutte le età sono sensibili alla malattia. Come riconoscere la malattia nel tempo e proteggersi dall'infezione?

descrizione

La rosolia è causata dal virus della rosolia contenente RNA e due membrane proteiche. La malattia si trova solo negli esseri umani, quindi è impossibile contrarre la rosolia dagli animali.

La rosolia viene trasmessa da goccioline trasportate dall'aria. Fuori dal corpo umano, il virus muore rapidamente, quindi un'infezione può essere infettata solo attraverso il contatto diretto con il paziente.

Se una donna incinta si ammala, il feto si infetta attraverso la placenta. In questo caso, un bambino nasce con la rosolia congenita. Tale bambino è contagioso fino all'età di 3-4 anni, ma i casi isolati sono noti quando il virus è stato secreto prima dell'età di 18 anni.

sintomi

Il periodo di incubazione è di 11-22 giorni. I sintomi della malattia variano a seconda dell'età del paziente: i bambini hanno maggiori probabilità di trasmettere l'infezione rispetto agli adulti.

I primi sintomi in un bambino sono:

  1. Linfonodi gonfiati e dolenti;
  2. Diminuzione dell'appetito;
  3. Mal di testa;
  4. Malessere generale, letargia (il bambino può essere capriccioso, rifiutarsi di giocare).

1-2 giorni dopo l'inizio di questi sintomi, compare un'eruzione sul corpo del bambino. L'eruzione ha una tonalità rosa pallido, una forma arrotondata e un diametro fino a 5 mm. La pelle sulla schiena, i glutei e gli arti inferiori sono più colpiti; Non c'è eruzione cutanea sui palmi e sui piedi. L'eruzione cutanea è accompagnata da un forte prurito, quindi i bambini spesso si pettinano la pelle.

Puoi saperne di più sulla malattia nel video:

Dopo un'eruzione si sviluppa in un bambino, la temperatura subfebrilny di solito aumenta. Le eruzioni cutanee durano 1-3 giorni, poi diventano pallide e scompaiono, senza lasciare tracce sul corpo. La temperatura dura alcuni giorni e può raggiungere fino a 38 - 38,5 gradi.

Negli adulti e negli adolescenti, i primi sintomi sono:

  1. Dolori muscolari;
  2. Brividi e febbre;
  3. Malessere generale;
  4. Mal di testa;
  5. Linfonodi gonfiati e dolenti;
  6. Naso che cola, tosse, mal di gola;
  7. Cut negli occhi, fotofobia. lacrimazione.

1-2 giorni dopo l'inizio di questi sintomi, compare un'eruzione cutanea, che negli adulti è più forte che nei bambini. Le eruzioni cutanee spesso si uniscono tra loro e durano fino a 5 giorni.

trattamento

Oltre ai casi gravi, la rosolia viene curata a casa. Non esiste una medicina che uccida l'agente eziologico, quindi il trattamento è mirato ad alleviare i sintomi e migliorare l'immunità. Il paziente è provvisto di riposo a letto (soprattutto se c'è una temperatura elevata) e buon sonno. Si raccomanda di bere abbondantemente (acqua pulita, composte, tisane) e alimenti ricchi di vitamina C. Se necessario, sono prescritti antidolorifici e farmaci antipiretici: aspirina, paracetamolo, ibuprofene.

I rimedi popolari possono essere usati per ridurre il prurito:

  1. 2 cucchiai di celidonia tritata versano mezzo litro di acqua bollente, lascia riposare per un'ora. Il brodo risultante viene aggiunto all'acqua durante il bagno;
  2. Versare in un bicchiere di bicarbonato e aggiungere un po 'd'acqua per fare una pappa liquida. Applicarlo su un tampone e applicare sulla pelle pruriginosa per 10 minuti;
  3. Allevia il prurito dalle scottature, ma prima di usarlo è necessario consultare un medico.

Durante la malattia, puoi usare la medicina tradizionale:

  1. Per rafforzare il sistema immunitario per litro di acqua bollente, prendi una manciata di mirtilli rossi e una manciata di rosa selvatica, insisti in un thermos per 3 ore. Il brodo risultante per bere mezza tazza dopo un pasto;
  2. Mescolare in uguali proporzioni colore di calce, bacche di mirtillo, frutti di lampone e foglie di madre e matrigna e versare acqua bollente in ragione di 4 cucchiai di miscela per litro d'acqua. Lasciare fermentare per 20 minuti e filtrare. Assumere prima di coricarsi una mezza tazza (bambini) o un bicchiere (adulti) di brodo caldo.

È impossibile usare gli antibiotici nel trattamento della rosolia: non aiuta a far fronte alla malattia, ma arreca gravi danni a un organismo indebolito.

Com'è la malattia?

Nei bambini di età inferiore alla malattia passa facilmente, in modo che la malattia possa anche passare inosservata. All'età di 1-3 anni, la malattia dura 3-4 giorni, di solito con un aumento della temperatura e un peggioramento del benessere generale del bambino.

Nei bambini di età superiore ai 3 anni, negli adolescenti e negli adulti dall'inizio dei primi sintomi fino al completo recupero occorrono 5-7 giorni, la malattia è solitamente accompagnata da un forte aumento della temperatura. La febbre può persistere per 1-2 giorni dopo la scomparsa dell'eruzione.

Occasionalmente, si verificano forme atipiche di rosolia, che si distinguono per un decorso più mite e per l'assenza di sintomi caratteristici. Sia gli adulti che i bambini possono soffrire di questa malattia. Di solito la malattia passa inosservata, mentre la persona malata è contagiosa per gli altri.

Conseguenze e complicazioni

I bambini di solito hanno la rosolia senza gravi conseguenze. Tuttavia, in rari casi, il danno al sistema nervoso è possibile, le cui conseguenze sono:

  1. Perdita della sensibilità della pelle in alcune parti del corpo;
  2. Paresi e paralisi;
  3. Visione e udito compromessi.

Se uno qualsiasi di questi sintomi si verifica, il bambino deve essere presentato con urgenza al medico.

Negli adulti e negli adolescenti, molto raramente (1 su 7-10 mila casi) l'encefalite si sviluppa a causa della sconfitta della rosolia delle meningi. Il primo sintomo di questa pericolosa complicazione è la confusione e il linguaggio incoerente.

Nei pazienti di tutte le età, ci può essere una violazione della coagulazione del sangue dopo la rosolia, i sintomi di questa complicazione sono:

  1. Gengive sanguinanti, schiocchi di sangue in bocca;
  2. Periodi lunghi e abbondanti nelle donne;
  3. Il sangue non si ferma a lungo con tagli, graffi;
  4. Sangue nelle urine.

La disfunzione della coagulazione si verifica a causa delle tossine del virus della rosolia, che inibiscono la sintesi piastrinica ed è temporanea.

Le conseguenze più gravi della rosolia si osservano nel feto, se la madre si ammala durante la gravidanza. Quando vengono infettati durante il primo trimestre, quando l'embrione forma organi e tessuti, le violazioni sono le più gravi. La triade Gregg solitamente si verifica:

  1. Difetti cardiaci;
  2. la sordità;
  3. Compromissione della vista, cataratta.

Inoltre, possono esserci danni all'apparato digerente e al sistema nervoso, ritardo nello sviluppo psicomotorio.

La probabilità di insorgenza di queste complicanze dipende dalla durata della gravidanza: a 1 settimana raggiunge l'80%, a 5-7 settimane diminuisce al 30%, a 12 settimane è pari al 10%. Pertanto, alle donne che hanno avuto la rosolia all'inizio della gravidanza si raccomanda di abortire. Nelle fasi successive (2-3 mesi di gravidanza), è necessario eseguire un'ecografia e una serie di altri esami per identificare possibili disturbi nello sviluppo del feto. Se sono gravi, la gravidanza viene interrotta artificialmente.

Nel secondo trimestre, il rischio di anomalie fetali diminuisce significativamente, ma raggiunge comunque il 5-10% a 5 mesi di gravidanza.

Quando viene infettato nel terzo trimestre, quando il sistema di organi nel bambino si è già formato, il virus non ha un grande impatto sulla salute e sullo sviluppo del bambino.

prevenzione

Puoi prevenire la possibilità di rosolia usando la vaccinazione. I bambini vengono vaccinati all'età di 1 anno e di nuovo a 6 anni. La vaccinazione è facilmente tollerata, le reazioni avverse si verificano raramente, approssimativamente in ogni decimo bambino. Questi includono:

  1. Aumento della temperatura;
  2. Naso che cola, tosse, mal di gola;
  3. Lievi eruzioni cutanee sul corpo;
  4. Dolore e dolori alle articolazioni.

Secondo il Programma nazionale di immunizzazione, le ragazze vengono vaccinate in aggiunta all'età di 13 anni. Inoltre, si raccomanda alle donne di vaccinarsi nuovamente per 3-4 mesi prima dell'inizio di una gravidanza programmata. Questa misura è necessaria, dal momento che l'immunità dopo la vaccinazione dura per 8-10 anni, poi inizia a indebolirsi e scompare completamente in alcune persone.

Un'altra misura preventiva consiste nell'isolare una persona malata per 5-7 giorni dopo l'insorgenza della malattia. Questa misura è inefficace, in quanto una persona può infettare altre persone prima di trovare i primi sintomi della rosolia.

conclusione

La rosolia è una malattia virale, principalmente a causa di complicanze. L'immunità al patogeno può persistere per tutta la vita o scomparire entro 10 anni dalla vaccinazione. Come fai a sapere se hai bisogno di vaccinazione aggiuntiva o no? Per questo è necessario passare un esame del sangue per gli anticorpi al patogeno. Se non sono nel sangue, l'immunità viene persa.

È davvero pericoloso la rosolia?

La rosolia è una malattia talmente lieve che non varrebbe la pena parlarne, se non per un "ma" - un pericolo per le donne incinte. Ed è per questo che la rosolia è registrata con l'Organizzazione Mondiale della Sanità stessa e riporta i casi ai Centri per la sorveglianza sanitaria ed epidemiologica.

Come fa la rosolia nei bambini

La mamma improvvisamente nota che il corpo del bambino è coperto da un'eruzione rosa. E questo, davvero, all'improvviso. Ad esempio, al mattino, vestiva sua figlia all'asilo: la sua pelle era pulita. E quando si spogliò prima di entrare nel gruppo, scoprì un'eruzione sul suo collo. Dopo 30 minuti, a casa, la sua pelle era già completamente ricoperta di vescicole rosa, e sulla parte posteriore della sua testa erano chiaramente percepiti i linfonodi delle dimensioni di un pisello. Allo stesso tempo la ragazza si sentiva eccellente. L'appetito non è stato influenzato, anche la mobilità. L'eruzione cominciò a diminuire il giorno seguente e scomparve completamente dopo tre giorni. Questa è una tipica rosolia.

Ci sono a questa infezione i fenomeni catarrali lievi, il naso che cola, la tosse. Alcuni bambini soffrono di rosolia più forte, quindi è fortemente reminiscenza del morbillo, che ha servito come un nome obsoleto - rosolia di morbillo. Sono stati descritti casi di meningite e meningoencefalite con rosolia, ma sono rari e quasi sempre terminano in modo sicuro.

Cos'è la rosolia pericolosa per le donne incinte?

A rigor di termini, i pazienti in gravidanza con rosolia si ammalano facilmente e guariscono rapidamente. I pericoli sono i loro futuri figli. Quanto prima la gravidanza, tanto più difficile è il danno al feto:

  • fino a 6 settimane - patologia incompatibile con la vita, aborto spesso spontaneo;
  • alla settimana 6-12 - anomalie gravi dello sviluppo, come cecità, sordità, microcefalia, difetti cardiaci;
  • a 12-16 settimane - anomalie individuali dello sviluppo;
  • dopo 16 settimane il rischio di lesioni diminuisce, ma il bambino nasce con la rosolia congenita, che dura da molto tempo e per tutto questo tempo (6-30 mesi!) il bambino è una fonte di infezione che infetta altre persone.

Come si può ottenere la rosolia?

La rosolia, come il morbillo, è molto contagiosa. Il virus della rosolia è minuscolo, ben tollerato dall'aria per lunghe distanze. Pertanto, i bambini nei gruppi organizzati, i vicini e solo i passanti si ammalano facilmente. La rosolia colpisce bambini e adulti senza anticorpi in modo altrettanto rapido. Gli anticorpi compaiono dopo l'infezione o dopo la vaccinazione.

Le donne incinte sono infettate dai bambini, il più delle volte dai loro stessi anziani, che frequentano scuole o asili. Il periodo di incubazione per la rosolia è di 21 giorni.

Quanto è alto il rischio di contrarre la rosolia nel nostro tempo?

A causa dell'immunizzazione universale, il rischio di malattia nel nostro paese è in costante diminuzione. Nel 1999, più di 500.000 persone hanno ottenuto la rosolia in Russia. Nel 2000, ha introdotto l'immunizzazione universale. Nel 2014 sono stati registrati solo 72 casi. Tuttavia, questa situazione durerà esattamente fino a quando la vaccinazione continuerà. Senza vaccinazione: ogni 10 anni, la rosolia colpisce circa il 2% della popolazione, comprese le donne incinte.

Nel nostro paese, la rosolia è più comune della diagnosi ufficiale, semplicemente perché le persone con forme lievi non vanno dal medico, avendo "ARVI con una piccola eruzione cutanea e un aumento dei linfonodi" sulle gambe. Principalmente, sono confermati i casi di corso grave che richiedono un trattamento in ospedale e il contatto con loro.

Molti rosolia in Africa e nel Sud-est asiatico. In tempi di turismo sviluppato, l'infezione migra facilmente.

Come proteggersi dalla rosolia?

Sarebbe l'ideale se tutte le ragazze avessero la rosolia all'età di 5-6 anni, e sicuramente prima del matrimonio. Tuttavia, è difficile da prevedere. È più facile vaccinare i bambini dalla rosolia in modo che non siano fonti di infezione e non infettino le donne in età fertile.

Assicurati di vaccinare le ragazze che non sono state precedentemente ammalate di rosolia. In alcuni paesi è addirittura vietato registrare un matrimonio fino a quando la sposa non fornisce informazioni che ha anticorpi contro il virus della rosolia. Cosa fare: gli stati hanno bisogno di bambini sani.

Per la vaccinazione utilizzare il vaccino vivo attenuato Rudivaks o combinato - MMR (morbillo-rosolia-parotite). Entrambi i vaccini sono completamente sicuri e facilmente tollerabili, creando immunità contro le infezioni per quasi tutta la vita.

E cosa ne pensi, ne vale la pena di vaccinare tutti i bambini dalla rosolia, o solo abbastanza ragazze appena prima del periodo di attività sessuale?

Scarica la checklist "Vaccinations when not to them them".

Non solo i genitori decidono sulla vaccinazione. La vaccinazione può essere posticipata su iniziativa del medico se il bambino ha controindicazioni. Che tipo di? Impara dalla lista di controllo!

Per commentare, è necessario

Scarica la checklist "Vaccinations when not to them them".

Non solo i genitori decidono sulla vaccinazione. La vaccinazione può essere posticipata su iniziativa del medico se il bambino ha controindicazioni. Che tipo di? Impara dalla lista di controllo!

Informativa sulla privacy

L'amministrazione del sito viline.tv (VilainTv LLC OGRN 1155476136804 INN / KPP 5406597997/540601001) rispetta e rispetta le leggi della Federazione Russa. Rispettiamo anche i tuoi diritti e rispetti la riservatezza della compilazione, del trasferimento e della conservazione delle tue informazioni riservate.

Chiediamo ai vostri dati personali di fornirvi un feedback al fine di fornire informazioni o servizi, rispondere alle vostre richieste al servizio di supporto del sito, condurre concorsi e altre promozioni, condurre sondaggi al fine di migliorare la qualità dei servizi.

I dati personali sono informazioni relative all'oggetto dei dati personali, cioè a un potenziale acquirente. In particolare, questo è l'ultimo nome, la data di nascita, i dettagli di contatto (telefono, email) e altri dati attribuiti dalla Legge federale del 27 luglio 2006 n. 152-ФЗ "Dati personali" (di seguito "la legge") alla categoria dati personali

Se hai inserito le tue informazioni di contatto sul sito, hai automaticamente accettato le seguenti azioni (operazioni) con i dati personali: raccolta e accumulo, memorizzazione, aggiornamento (aggiornamento, modifica), utilizzo, distruzione, depersonalizzazione, trasferimento su richiesta del tribunale, in t. h., a terzi, nel rispetto delle misure di protezione dei dati personali da accessi non autorizzati.

Il suddetto consenso è valido a tempo indeterminato dal momento in cui i dati vengono forniti e può essere revocato dall'utente presentando una domanda di gestione del sito che indica i dati specificati nell'art. 14 della legge sui dati personali.

Il ritiro del consenso al trattamento dei dati personali può essere effettuato inviando l'ordine in questione in una semplice forma scritta all'indirizzo e-mail ([email protected])

In caso di ritiro del consenso al trattamento dei nostri dati personali, ci impegniamo a cancellare i vostri dati personali entro 3 giorni lavorativi.

Come si può ottenere la rosolia?

La rosolia è una delle malattie infettive più conosciute e comuni in tutto il mondo. Il principale agente eziologico della rosolia è un microrganismo molto contagioso. Il nome dell'infezione deriva dal termine latino "piccolo rosso". La rosolia è solitamente una malattia esantemica infettiva benigna. La persona che è diventata la fonte e il vettore di questo virus è un potenziale pericolo, come fonte di infezione di altre persone.

Cos'è la rosolia?

Il gruppo di rischio per l'infezione da un'infezione virale comprende diverse categorie di persone. Una persona può essere infettata dalla rosolia a qualsiasi età, ma i bambini da uno a sette anni sono i più sensibili a questa malattia. Nei bambini fino a sei mesi, il rischio di essere esposti alla malattia è minimo, poiché nei primi mesi di vita sono protetti in modo affidabile dalla malattia dagli anticorpi che hanno ricevuto dalla madre durante lo sviluppo fetale.

In età avanzata, la possibilità di infezione è ridotta, ma negli adulti possono esserci alcune complicanze che non sono caratteristiche del decorso della malattia da parte dei bambini. Il pericolo più grave del virus della rosolia è per le donne in gravidanza che non hanno mai riscontrato questa malattia in precedenza. L'infezione nel periodo della gravidanza è irta di trasmissione del virus dalla madre al feto, che può portare al verificarsi di gravi malformazioni, alla necessità di interrompere la gravidanza per motivi medici o alla morte del bambino.

La rosolia si riferisce alle infezioni che colpiscono principalmente la pelle e i linfonodi. È causato da un virus di un certo tipo, che è un membro del genere Rubivirus, della famiglia Togaviridae. Come si manifesta la malattia e come evitare di contrarre la rosolia in età avanzata? Capiremo i principali tipi di trasmissione. Devi sapere che quasi la metà delle persone infette da questo virus sono asintomatiche.

Principali vie di trasmissione

Le manifestazioni cliniche e la gravità della malattia variano con l'età. Ad esempio, un'infezione nei bambini piccoli è caratterizzata da sintomi costituzionali moderati, un'eruzione cutanea e adenopatia suboccipitale e nella rosolia di età avanzata, adolescente e adulto può causare complicazioni.

Ci sono tre modi principali per contrarre la rosolia:

  • in volo (durante una conversazione o dopo un bacio);
  • transplacentare o verticale (infezione intrauterina del feto da una donna che si è ammalata durante la nascita di un bambino);
  • famiglia o contatto (se usato utensili comuni, articoli per l'igiene, giocattoli).

La maggior parte delle infezioni da rosolia si verificano oggi in giovani adulti non immunizzati e non nei bambini. Infatti, secondo gli esperti, il 10% dei giovani è attualmente soggetto a rosolia, e nella fase attiva della malattia può essere pericoloso per i bambini con i quali sono in contatto, o per la prole che in seguito partorirà.

Se hai contratto la rosolia

In molte persone, la malattia procede senza sintomi, che è considerata una forma atipica della malattia. Ma una tipica infezione da rosolia inizia con 1-2 giorni di febbre moderata e linfonodi ingrossati visivamente visibili, solitamente sul retro del collo o dietro le orecchie. Poi l'eruzione inizia sul viso e si diffonde in basso. Un'eruzione si verifica con un aumento della temperatura.

La rosolia è accompagnata da una caratteristica eruzione cutanea, è anche il primo segno della malattia, che viene notato dal genitore. Questo potrebbe essere simile a molte altre eruzioni virali, perché compaiono macchie irregolari. La temperatura corporea è moderata, accompagnata da mal di testa, infiammazione alla gola e danni agli organi dell'occhio.

Altri sintomi della rosolia possono includere:

  • mal di testa;
  • mancanza di appetito;
  • congiuntivite, naso chiuso o che cola;
  • linfonodi ingrossati;
  • dolore e gonfiore delle articolazioni (specialmente nelle ragazze giovani).

Le donne incinte hanno bisogno di ricordare che l'agente patogeno del virus della rosolia è molto pericoloso, specialmente nel primo trimestre di gravidanza. Pertanto, quando si osservano tali segni, è necessario contattare immediatamente uno specialista.

Com'è la sindrome della rosolia congenita?

La rosolia si diffonde quando le persone respirano aria infetta da virus. La rosolia può essere infettata da goccioline trasportate dall'aria, così come attraverso il flusso sanguigno di una donna incinta (in questo caso, un bambino non nato soffre). Se sei incinta e preoccupata per la salute del tuo futuro bambino, dovresti visitare il medico e scoprire di più sulle circostanze in cui puoi contrarre la rosolia per evitare questa malattia in futuro.

L'infezione fetale si verifica a livello transplacentare. I difetti fetali osservati nella sindrome della rosolia congenita sono probabilmente secondari alla vasculite, portando alla necrosi tissutale senza infiammazione. Un altro possibile meccanismo è il danno virale diretto alle cellule infette. Gli studi hanno dimostrato che le cellule infettate con rosolia nel primo periodo embrionale riducono l'attività mitotica. Questo può essere il risultato della degradazione cromosomica o della formazione di una proteina che inibisce la mitosi. Indipendentemente dal meccanismo, qualsiasi danno al feto nel primo trimestre (durante la fase di organogenesi) porta a difetti alla nascita dell'organo.

Corso di infezione tipica

L'infezione da Rubivirus può verificarsi in due forme. Una malattia lieve o atipica è facilmente e praticamente senza sintomi, ma la tipica (manifesta) malattia è accompagnata da sintomi che sono espressi in vari gradi di gravità. Tra loro ci sono alcuni disturbi. L'eruzione cutanea sulla pelle, come caratteristica caratteristica con cui il medico può diagnosticare la rosolia e distinguerla dalle malattie con sintomi simili, è osservata sullo sfondo dell'aumento della temperatura corporea. In questo caso, la temperatura elevata negli adulti è piuttosto difficile da regolare. Come uno degli eventi prodromici che vengono dopo l'infezione, i pazienti mostrano linfoadenopatia (un aumento dei linfonodi).

Prima di un periodo acuto, una persona sviluppa una condizione simile a infezione virale respiratoria acuta o influenza (mal di testa, dolori muscolari o articolari, mal di gola, tosse, naso che cola), nonché segni di congiuntivite e lacrimazione. Macchie rosse nei bambini e macchie (eritema) negli adulti al culmine della malattia possono iniziare a diffondersi dalla zona della testa, coprendo gradualmente gli arti e tutto il corpo. Spesso un'eruzione cutanea può comparire sulla mucosa della bocca, ma mai sui palmi e sulle piante dei piedi. Dopo l'infezione, la durata della rosolia può essere suddivisa in 4 fasi:

  • Il periodo di incubazione (da 7 a 21 giorni).
  • Il periodo delle prime manifestazioni della malattia (sintomi catarrale) dura da 1 a 3 giorni. In questo momento, i sintomi non sono ancora pronunciati e stanno appena iniziando ad apparire. Questo può essere un colpo di tosse e naso che cola, caratteristica della SARS, un leggero aumento dei linfonodi. In questo momento, la rosolia è abbastanza difficile da diagnosticare.
  • Il picco della malattia (l'aspetto di una eruzione cutanea rossa, le cui tracce non rimangono in media 5 giorni dopo l'apparizione).
  • Il periodo di recupero e recupero.

I bambini di solito soffrono di rosolia in forma lieve. Negli adulti, il decorso della malattia è aggravato dalle manifestazioni dei suddetti sintomi di varia gravità. Tra le complicanze più gravi della rosolia sono note malattie come: encefalite, meningite, polmonite, artrite, otite media e infertilità maschile.

La principale complicazione della rosolia è il suo effetto teratogeno quando si verifica nelle donne incinte malate, specialmente nelle prime settimane di gravidanza. Il virus può essere trasmesso al feto attraverso la placenta e può causare seri difetti alla nascita.

Fortunatamente, a causa di un programma di immunizzazione di successo, la rosolia e la sindrome della rosolia congenita sono rare nella nuova generazione.

Metodi per la prevenzione e il trattamento della rosolia

La migliore misura preventiva contro la rosolia è la vaccinazione. Il vaccino può essere somministrato a qualsiasi età, se in precedenza non si è verificata la malattia e non è stata vaccinata. Le ragazze in età fertile devono essere ricordate che dal momento della vaccinazione al concepimento pianificato dovrebbero essere necessari almeno 3 mesi.

Poiché dopo la vaccinazione una persona sviluppa un'immunità stabile alla malattia per un periodo di oltre 15 anni, è impossibile contrarre la rosolia durante questo periodo. Dopo il periodo specificato, si consiglia di re-inoculare.

Non esiste un trattamento specifico per la rosolia. Al paziente vengono prescritti farmaci, la cui azione è finalizzata all'eliminazione di sintomi specifici.

Tra questi ci sono i seguenti:

  • farmaci antivirali, antiallergici, immunostimolanti;
  • gocce nasali e spray;
  • farmaci per mal di gola;
  • complessi vitaminici;
  • antibiotici e antipiretici (in rari casi).
  • fisioterapia.

Il trattamento può essere effettuato a casa, sotto la supervisione del medico curante. Il paziente deve essere completamente isolato dal contatto con gli altri per 4 giorni dopo l'insorgenza dell'eruzione. Pertanto, nonostante la facile, nella maggior parte dei casi, il decorso della malattia, la rosolia è una malattia infettiva abbastanza grave con un ampio elenco di sintomi, in cui vi è il rischio di pericolose complicazioni.

Per le donne incinte, è particolarmente importante evitare grandi folle di persone, non raffreddare eccessivamente, mangiare cibi sani, bere un corso di vitamine: Elevit Pronatal, Magnesium B6 o altri, dopo aver consultato un medico durante la gravidanza. Rafforza l'immunità e sii sano!

La rosolia è contagiosa o no


In questo articolo parleremo di come viene trasmessa la rosolia, così come i dettagli della diffusione di questa malattia. Inoltre, considera la natura della malattia e i suoi tipi. Particolare attenzione sarà dedicata alle misure preventive, perché se vengono eseguite in tempo, l'infezione può essere evitata.

Cos'è la rosolia?

Prima di rispondere alla domanda: "Come viene trasmessa la rosolia negli adulti?", È necessario fornire una descrizione completa di questa malattia. La rosolia è una forma acuta di malattia infettiva caratterizzata da febbre grave, naso che cola, tosse leggera, linfonodi ingrossati e dolore. Il sintomo principale è l'apparizione di un'eruzione sulla pelle. Il pericolo di patologia sta nel fatto che il periodo di incubazione può durare quasi un mese. Ma allo stesso tempo è infetto il vettore e il distributore del virus. Le persone di età diverse sono suscettibili alle malattie, ma i bambini fino a 10 anni sono più spesso infetti.

Definizione di rubella

Come già notato, la rosolia è una malattia virale. Dal punto di vista della diagnosi, questa patologia è abbastanza difficile, perché ha gli stessi sintomi del morbillo, febbre con eruzione cutanea, parvovirus B19 dengue, herpes virus, Coxsackie e scarlattina. Nei bambini, può essere completamente asintomatico o con segni lievi. Gli adulti sono molto più difficili, i sintomi appaiono più luminosi. E i primi segni appaiono anche prima dell'inizio dell'eruzione. Di solito, i linfonodi dei nodi cervicali e occipitali posteriori sono seriamente infiammati. Questo è il segno principale dell'inizio della malattia. Negli adulti, più spesso che nei bambini, si verificano complicazioni. Il caso può persino raggiungere l'encefalite.

Tipi di rosolia

È molto importante sapere come viene trasmessa la rosolia negli adulti, dal momento che il tipo di malattia e, di conseguenza, il suo ulteriore trattamento può dipendere da esso. Quindi, ci sono due tipi di rosolia:

  • Congenita (CRS) - in questo caso, l'infezione si verifica in utero, la ragione - l'infezione della madre durante la gravidanza. Una varietà molto pericolosa, in quanto minaccia di gravi patologie dello sviluppo dei sistemi interni e degli organi del feto.
  • Acquisito - l'infezione si verifica dopo che il virus entra nel corpo umano. Il decorso della malattia in questa forma è caratterizzato da uno stato moderato e una rapida guarigione.

    Prevalenza della rosolia

    Prima che venisse sviluppato il vaccino contro la rosolia, ne soffrirono persone di tutto il mondo. La malattia era a livello di endemia e le epidemie si sono manifestate ogni 5-10 anni. E tutto a causa del fatto che la rosolia viene trasmessa da goccioline trasportate dall'aria. Entro il 2002, quasi il 60% di tutti i paesi del mondo includeva la vaccinazione contro la rosolia nei loro programmi nazionali di immunizzazione. La maggior parte di loro usa lo schema a due dosi. A causa di ciò, la rosolia viene praticamente sradicata sul territorio di questi stati. Tuttavia, i virus di questa malattia non sono completamente sradicati, ed è molto facile per una persona che non è stata vaccinata a essere infettata. Pertanto, a volte si verificano epidemie locali, specialmente durante la stagione fredda.

    Riserva di malattia

    In che modo viene trasmessa la rosolia? Solo una persona malata può diventare la fonte della malattia. Allo stesso tempo, non sarà contagioso nel corso della malattia, ma solo nelle prime settimane. A questo punto, i sintomi potrebbero non essere ancora apparsi, e potrebbe anche non immaginare di essere malato e di infettare gli altri. Questo è particolarmente vero per i bambini, sono molto più facili da tollerare la rosolia, ma gli adulti non sono così fortunati. E la malattia può disabilitare permanentemente una persona. Particolarmente pericolose sono le varie complicazioni.

    Modi di trasmissione

    Quindi come viene trasmessa la rosolia nei bambini? Elenchiamo le principali opzioni per la trasmissione del virus:

  • Metodo di gocciolamento aviotrasportato, il più comune e noto. Probabilmente tutti ne hanno sentito parlare.
  • Attraverso il contatto diretto, cioè una stretta di mano o oggetti che il malato ha consegnato al sano.
  • Le secrezioni nasofaringee possono anche essere eccellenti guide per il virus.

    Il periodo medio di incubazione (il momento in cui la malattia non si manifesta) dura in media da 14 a 17 giorni. In alcuni casi, questo periodo può essere esteso a 21 giorni.

    Come viene trasmessa la rosolia da bambino ad adulto

    I meccanismi di infezione non differiscono da quelli descritti sopra. L'unica cosa da considerare è che i bambini infetti spesso secernono un gran numero di batteri patogeni insieme alle secrezioni di urina e faringea. Il virus è in grado di mantenere un'attività vitale al di fuori del corpo del trasportatore per un periodo sufficientemente lungo, pertanto è possibile contrarre l'infezione contattando solo le diverse secrezioni di un paziente malato. A questo proposito, tutti i pannolini e gli indumenti del bambino devono essere trattati dopo il contatto con il bambino. Non smaltire i prodotti igienici usa e getta usati nelle discariche pubbliche. Di solito lo staff medico si prende cura di questo, ma se il bambino viene trattato a casa, le cure cadranno sulle spalle dei genitori.

    Rubella: come viene trasmesso attraverso terze parti?

    Questa domanda riguarda più spesso le donne incinte e coloro che stanno pianificando una gravidanza, ma non ha la possibilità di vaccinarsi. Quindi, è possibile essere infettati dai tuoi amici che hanno figli in età scolare? Da un punto di vista teorico, è abbastanza possibile. Allo stesso tempo, non è necessario che anche i tuoi amici vengano infettati. Se hanno una forte immunità, hanno già avuto una rosolia o sono stati vaccinati, quindi non sono in pericolo. Ma gli oggetti in contatto con il bambino possono diventare una bomba a tempo. Basta prendere una penna o un giocattolo che era nelle mani di una persona infetta e il virus entrerà nel tuo corpo.
    Ci sono stati casi in cui bambini di classi diverse che hanno visitato le stesse stanze in momenti diversi, ma non si sono contattati, sono stati infettati perché si sono seduti alla stessa scrivania. Inoltre, una donna incinta può venire dalla sua amica, il cui bambino infetto non è in casa al momento, ma può prendere una rosolia. Pertanto, è meglio evitare la comunicazione anche con coloro che potrebbero diventare una causa indiretta della malattia. Dopo tutto, il pericolo è che tu possa comunicare con il bambino e non sapere che è già infetto.

    Grado di suscettibilità alla malattia

    Ora sappiamo che la rosolia viene trasmessa attraverso terze parti. Ora parliamo di quanto le persone sensibili sono a questa malattia e per quanto tempo il paziente rimane contagioso dopo l'infezione. Sfortunatamente, la rosolia è una malattia altamente contagiosa. I pazienti sono in grado di espellere il virus tutto il tempo prima dell'inizio dell'eruzione e almeno altri 4 giorni dopo la sua insorgenza. I neonati con rosolia congenita possono essere infettivi per diversi mesi. Ma l'immunità dopo la sofferenza dura per tutta la vita. I bambini nati da donne con immunità alla malattia, di solito sono protetti da esso per un massimo di 7-9 mesi. Ma questo è solo a condizione che il bambino venga allattato artificialmente. Per capire come il tuo bambino sarà protetto in utero e dopo la nascita, puoi condurre un test speciale per la presenza di anticorpi igg. Il sangue viene prelevato da donne già incinte o che si preparano a concepire. Sulla base dei risultati, viene identificato un gruppo a rischio, cioè donne sieronegative. Pertanto, è consigliabile passare questo test a chiunque stia pianificando una gravidanza. Con bassa immunità, la vaccinazione è necessaria. La vaccinazione durante la gravidanza è vietata. Pertanto, se hai dei dubbi sulla forza della tua immunità, eliminali prima del concepimento.

    Rosolia in donne in gravidanza

    Sappiamo come viene trasmessa la rosolia e capiamo che è molto facile ottenerla. Tuttavia, la più terribile, questa malattia è per le donne incinte, poiché il feto soffre maggiormente del virus. In ogni caso il risultato dell'infezione sarà negativo. Innanzitutto perché gli adulti, come abbiamo scritto sopra, soffrono molto più duramente l'infezione, ed è così difficile per una donna incinta affrontare i cambiamenti che si verificano nel suo corpo. In secondo luogo, a causa di cambiamenti intrauterini, i virus entrano nel sangue attraverso la placenta e infettano il bambino. Pertanto, è importante durante la gravidanza ridurre al massimo tutti i possibili contatti con i bambini, se si dispone di un sistema immunitario debole. E ricorda, puoi essere infetto e non dal contatto diretto con il paziente.

    Conseguenze della rosolia durante la gravidanza

    Dopo aver appreso come viene trasmessa la rosolia, è necessario capire come è pericoloso per le future mamme. Vediamo quali conseguenze possono essere previste a seconda del periodo:

  • L'infezione si è verificata nel primo trimestre. Questo è il periodo più sfavorevole, poiché in questa fase c'è una divisione cellulare attiva e la formazione di organi interni. Pertanto, la percentuale di nascita di un bambino con patologie dello sviluppo congenito è molto grande. Questo porta alla disabilità, a varie disabilità e alla morte in tenera età. Infezione con rosolia in questo momento diventa spesso la ragione per la nomina di aborto. A volte l'aborto spontaneo avviene da solo.
  • A 21 settimane il rischio per il feto è ridotto. Durante questo periodo, una donna non sarà minacciata di interruzione artificiale della gravidanza anche in caso di infezione del feto. Il fatto è che il rischio di sviluppare patologie è ridotto a zero.

    In ogni caso, una donna incinta che soffre di rosolia viene messa a rischio e rafforza il monitoraggio dello sviluppo dell'embrione. Assicurati di prescrivere un corso di terapia, che include solo i farmaci consentiti per le donne incinte. Tra di loro dovrebbero essere antibiotici, analgesici, antisettici. La malattia è pericolosa non solo per il bambino, ma anche per la madre. Pertanto, l'osservazione è condotta durante l'intero mandato. Ma il momento più pericoloso è il parto, perché può iniziare la sepsi, il sanguinamento e altre complicazioni indesiderabili. Se il processo è completato in sicurezza e il bambino è ancora vivo, sarà già infetto e acquisirà la capacità di infettare gli altri. Il 90% dei bambini nati da madri che hanno avuto un'infezione durante il primo trimestre sono nati con CRS (sindrome da rosolia congenita). Se la malattia compare dopo la 20a settimana di gravidanza, il rischio di avere un figlio infetto è solo del 20%. Il più pericoloso è considerato la rosolia, che ha proceduto senza alcuna manifestazione clinica. Questo, anche se raramente, ma succede. Quindi, i medici fino all'ultimo non sono pronti per il fatto che la nascita di un bambino può essere accompagnata da disturbi e altri problemi. Inoltre, gli effetti distruttivi della rosolia non possono essere rilevati immediatamente dopo la nascita. Ad esempio, la sordità o la stupidità si manifesta solo in 2-3 anni di vita. Le manifestazioni tardive comprendono il diabete insulino-dipendente.

    prevenzione

    Scoprendo come viene trasmessa la rosolia, è necessario capire come proteggersi da essa. Il modo più efficace è la vaccinazione. Di solito si tiene durante l'infanzia. Se non sei vaccinato, assicurati di essere vaccinato prima della gravidanza. Per evitare la diffusione del virus, il paziente deve essere isolato dagli altri per una settimana dopo la comparsa della prima eruzione cutanea. All'asilo, la quarantena non viene annunciata, ma è meglio che le donne incinte non abbiano contatti con questi bambini nel mese a venire. La vaccinazione contro la rosolia viene somministrata a tutti i bambini. L'iniezione viene iniettata per via sottocutanea, l'immunità si forma entro 20 giorni da questo e persiste per i prossimi 20 anni.

    Come vengono trasmessi il morbillo e la pertosse?

    Viene trasmessa la rosolia? Chiaramente così. Ma che dire di altre malattie infettive simili? Parliamo un po 'di morbillo e pertosse. Queste malattie sono anche molto pericolose.
    Il meccanismo di infezione della pertosse e del morbillo è esattamente lo stesso di quello della rosolia. Cioè, il virus viene trasmesso da una persona malata a una persona sana. Ma può diffondersi attraverso le cose che appartengono agli infetti. Queste patologie sono unite e, per alcuni, i bambini sono per lo più suscettibili a loro e hanno un periodo di incubazione piuttosto lungo durante il quale gli infetti diffondono l'infezione. Pertanto, se non vuoi essere infettato, evita il contatto con loro. Questo è particolarmente vero per le donne incinte. Tutte le malattie infettive sono estremamente pericolose per lo sviluppo del feto e possono causare danni irreparabili. Il morbillo, la rosolia, la pertosse vengono trasmessi al tatto, così come le goccioline trasportate dall'aria. In generale, astenersi dal visitare luoghi dove i bambini sono spesso. Quindi il rischio di infezione sarà ridotto al minimo e non dovrai sottoporti a cure per questa spiacevole e pericolosa malattia. Prestare particolare attenzione ai luoghi pericolosi in attesa del bambino.

    rosolia

    Di regola, la rosolia procede facilmente e senza caratteristiche. Non l'ultimo posto in questo e in assenza di epidemie negli ultimi anni appartiene alla vaccinazione universale. Ma nonostante la potente prevenzione della malattia deve essere ricordata, perché una delle più gravi delle sue complicazioni porta alla morte.

    Cos'è la rosolia? Come si manifesta la malattia e quali sono le sue caratteristiche rispetto a malattie simili? Chi è più probabile che si ammali e come si comporta l'immunità durante l'infezione? La rosolia è pericolosa nei nostri tempi e come trattarla in caso di infezione?

    Cos'è la rosolia?

    Per la prima volta su questa infezione in medicina fu menzionata nel XVI secolo, ma lo studio del virus fu molto lento. Solo due secoli dopo, lo scienziato austriaco Wagner descrisse chiaramente le differenze tra questa infezione e il morbillo e la scarlattina. Poco prima dell'inizio della seconda guerra mondiale nel 1938 in Giappone, gli scienziati hanno dimostrato la natura virale della malattia. E nel 1961, l'agente patogeno della rosolia fu isolato.

    La malattia non ha dato il riposo a tutti i pediatri. Alcuni decenni fa, l'infezione si classificò al terzo posto nella classifica delle malattie che causano eruzioni cutanee nei bambini. Era diffuso ovunque ed era considerato la norma durante l'infanzia. E dal momento che nessun trattamento completo è stato inventato finora, sono state osservate complicanze in quasi tutti i bambini malati.

    A metà del 20 ° secolo, è stato dimostrato che il virus della rosolia interrompe il corretto sviluppo dei bambini quando la madre è infetta durante la gravidanza.

    Ma nel secolo scorso, dall'invenzione del vaccino contro la malattia, i dottori tirarono un sospiro di sollievo. Nei paesi in cui il 100% della popolazione è vaccinato, la malattia è stata quasi dimenticata e i medici stanno studiando la rosolia nella letteratura medica.

    Cause e metodi di infezione

    La rosolia non può essere infettata dagli animali, non muta a causa loro. Il serbatoio del virus è solo una persona malata. L'infezione si riferisce al numero di antroponotici, cioè che si sviluppano solo nel corpo umano. Come viene trasmessa la rosolia? Principalmente da goccioline trasportate dall'aria. Un'altra via di trasmissione è transplacentare, quando un virus arriva al bambino attraverso la placenta da una madre infetta. Questa è la causa della rosolia congenita.

    Il microrganismo è instabile nell'ambiente esterno. Esistono diverse caratteristiche del virus e della malattia per le quali la rosolia è un'infezione relativamente lieve.

    1. Il virus si diffonde quando starnutisce, in una conversazione attiva, mentre piange o piange, se la persona tossisce. Cioè, puoi arrivare quasi ovunque. Ma questo non sempre accade. Perché? Ci vuole molto tempo prima che il virus della rosolia entri nel corpo. A volte hai bisogno di parlare per ore con una persona per raccogliere una malattia.
    2. Non puoi ammalarti toccando oggetti con cui una persona malata è stata in contatto, anche se è una cosa personale. Solo il virus della rosolia è instabile nell'ambiente esterno. È sufficiente lavare il pavimento, arieggiare la stanza, lavare i piatti e il microrganismo muore. È instabile, è facile farcela con l'aiuto dei detergenti, l'ultravioletto, è inattivato dalla bollitura. Sebbene il congelamento sia mantenuto per anni.
    3. I bambini al di sotto di un anno sono raramente malati, poiché nella maggior parte dei casi hanno un'immunità passiva al virus ereditato dalla madre.

    In questo caso, la malattia assomiglia a una bomba a tempo. Cos'è la rosolia pericolosa? - Le sue complicanze sono spesso molto più gravi dell'infezione più acuta. La rosolia congenita e le complicazioni del sistema nervoso per il decorso, la manifestazione e le conseguenze sono superiori a molte malattie infettive.

    Esposizione al virus della rosolia ed effetti sul corpo

    Le membrane mucose sono la prima barriera all'ingresso del virus nel corpo. Salendo sulla mucosa, il virus della rosolia viene assorbito e si dirige verso i linfonodi, quindi uno dei primi segni di rosolia in un bambino è un aumento dei linfonodi.

    Nella fase successiva, il virus entra nel sangue e nella pelle. Le seguenti rosolia note e frequenti sono eruzioni cutanee e prurito. Uno speciale atteggiamento del microrganismo nei tessuti embrionali - cioè, quando una donna incinta è infetta, il virus penetra nella barriera placentare e colpisce molti sistemi del nascituro. In molti casi, una malattia congenita è considerata come un'infezione a flusso lento, perché non è raro che un bambino dopo la nascita sopprima lo sviluppo dei sistemi di organi.

    Così come il virus altera il lavoro di immunità e colpisce il sistema nervoso.

    sintomi

    Come si manifesta la rosolia? Durante il periodo di incubazione, la malattia non si manifesta affatto e dura, forse, a volte per circa tre settimane e anche di più. I casi in medicina sono descritti quando questa fase dello sviluppo della malattia è stata di 24 giorni.

    Quindi i sintomi dipendono dal periodo di rosolia:

    • il periodo di incubazione della rosolia nei bambini dura da 11 a 24 giorni;
    • periodo prodromico - circa tre giorni;
    • periodo di eruzione cutanea;
    • periodo di permesso;
    • conseguenze dell'infezione.

    mal di testa, vertigini

    I sintomi della rosolia cambiano gradualmente.

    1. Debolezza, mal di testa e vertigini.
    2. I primi sintomi della rosolia nei bambini comprendono indisposizione, sbalzi d'umore, perdita di appetito.
    3. A volte ci sono dolori muscolari alle articolazioni - più spesso sono disturbati da polso e caviglia.
    4. In rari casi, il bambino è preoccupato per la congestione nasale.
    5. È possibile un aumento della temperatura corporea per diversi giorni, ma non supera i 37,5 ° C.
    6. In questo momento, il bambino si lamenta di un mal di gola.
    7. La rosolia si manifesta con un leggero arrossamento degli occhi.
    8. Come imparare che la rosolia inizia nei bambini? Linfonodi cervicali ingranditi. I linfonodi cervicali occipitale e posteriore diventano più visibili.

    Tutto ciò si manifesta entro 1-3 giorni. Il primo stadio della malattia procede, come molte altre infezioni. In questo momento, è difficile sospettare la presenza di virus della rosolia nel corpo. E solo le informazioni sui contatti aiutano a formulare una diagnosi, cosa che accade molto raramente.

    Manifestazioni cliniche nel mezzo della malattia

    Che aspetto ha la tipica rosolia nei bambini? La malattia si manifesta più attivamente durante il terzo periodo, quando compare un'eruzione cutanea. Quali sintomi accompagnano ancora questo periodo di infezione?

    1. Da questo punto in poi, la temperatura corporea sale a 38,5 ° C, ma più spesso rimane entro 37-38 ° C.
    2. Questo è un periodo di sviluppo attivo dei fenomeni catarrale - arrossamento della gola, tonsille ingrossate, rinite.
    3. Spesso il bambino è preoccupato per la tosse.
    4. Un'eruzione cutanea nei bambini con rosolia sotto forma di piccole macchie rosse, di dimensioni abbondanti da 2 a 4 mm, non incline a fondersi, a differenza di altre infezioni, appare immediatamente sul viso e sul collo, e quindi molto rapidamente senza una sequenza specifica si verifica su tutto il corpo. La maggior parte delle macchie sono sulla schiena e sulle natiche, sul retro delle braccia e delle gambe, ma i palmi e i piedi rimangono assolutamente puliti.
    5. La linfoadenite (infiammazione dei linfonodi), che persiste fino alla completa risoluzione della malattia, è più attivamente espressa durante questo periodo della malattia.

    È una rosolia? - sì, un leggero prurito persiste. Dopo soli tre giorni, l'eruzione scompare senza lasciare traccia, mentre non vi è alcuna pigmentazione, cicatrici e altri cambiamenti sulla pelle del bambino. Ma secondo i medici, il tipico sintomo della rosolia non sono le macchie, ma un aumento dei linfonodi. In quasi il 30% dei casi, le macchie potrebbero non essere presenti e la linfoadenite è sempre presente.

    Con l'infezione prenatale del bambino dopo la nascita, si sviluppano varie malformazioni. Nel primo trimestre, il numero di complicanze dopo una malattia posticipata è maggiore e raggiunge il 60%.

    Complicazioni di rosolia

    Idealmente, la rosolia passa senza lasciare traccia. Ma in realtà, nessuno può prevedere l'ulteriore decorso della malattia. Lei, anche dopo diversi mesi, può dare molte sorprese.

    Qui ci sono le complicazioni più frequenti e gravi.

    1. Le conseguenze della rosolia congenita includono danni all'organo della vista. Cataratta bilaterale o unilaterale, glaucoma, annebbiamento della cornea. Una delle manifestazioni remote è la microftalmia o riduzione delle dimensioni del bulbo oculare, che si verifica gradualmente in un bambino.
    2. Malformazioni cardiache: schisi dei dotti, stenosi delle arterie, danni alle valvole cardiache, possibili difetti del setto tra gli atri o i ventricoli.
    3. La malformazione congenita più comune è la sordità, che si verifica nella metà dei neonati. Un altro 30% dei bambini che hanno avuto la rosolia in utero, la perdita dell'udito si verifica in seguito.
    4. La rosolia nei bambini più grandi si manifesta con la polmonite.
    5. Un'altra complicazione dell'infezione virale è l'epatite.
    6. Gli effetti della rosolia nei ragazzi più grandi sono l'infiammazione delle articolazioni (artrite).
    7. Un'altra grave complicanza dell'infezione è il danno al sistema nervoso o progressiva panencefalite da rosolia (PCE). Il più delle volte si sviluppa in ragazzi e giovani da 8 a 19 anni. Dopo l'esperienza della rosolia, l'intelletto diminuisce, compaiono disturbi del movimento, il linguaggio rallenta, il malato non sopporta, la condizione peggiora gradualmente, la demenza progredisce e negli ultimi stadi della malattia il bambino perde spesso conoscenza. La panencefalite progressiva della rosolia si presenta lentamente ed è fatale.
    8. Gli effetti congeniti dell'infezione comprendono anemia, infiammazione dell'orecchio medio o otite, microcefalia.

    Diagnosi di rosolia

    La diagnosi è talvolta difficile, perché circa un terzo dei casi di malattia nei bambini dopo un anno è lento o privo dei soliti segni, come un'eruzione cutanea sul corpo.

    Cosa aiuta nella corretta diagnosi?

    1. Diagnosticare la rosolia inizia con l'anamnesi e devi scoprire se ci sono stati contatti con persone malate. Durante un focolaio di una malattia, informazioni di contatto dettagliate aiutano a fare una diagnosi corretta più velocemente.
    2. Quando si esamina un bambino, i linfonodi ingrossati si trovano più spesso nel collo, che persistono nel corso della malattia. Un rash è un sintomo minore, ma non per questo meno significativo.
    3. Durante lo sviluppo della malattia è necessario fare un esame generale e analisi del sangue per la rosolia. La rilevazione di immunoglobuline di classe M nel sangue indica lo sviluppo della malattia.
    4. La base della diagnosi è un test immunologico.
    5. Per la diagnosi di malattia congenita utilizzando metodi speciali RSK e rtga, immunoglobuline di classe M e G (IgM, IgG). La presenza di quest'ultimo nel sangue indica l'infezione del bambino.
    6. Se non esiste un quadro clinico tipico della malattia, il bambino viene esaminato per gli anticorpi del virus della rosolia. L'analisi è più indicativa nel caso in cui si riscontra un aumento di 4 volte del titolo o di anticorpi nel test del sangue ripetuto.
    7. L'emocromo completo chiarisce leggermente l'immagine, questo è solo un ulteriore metodo diagnostico, attraverso il quale è possibile determinare la presenza del processo infiammatorio nel corpo e lo stadio della malattia.
    8. Fino alla comparsa di un'eruzione cutanea in caso di sospetta rosolia, il virus può essere rilevato dallo scarico del nasofaringe e nel sangue mediante semina, ma a volte occorrono diversi giorni per attendere i risultati.
    9. In caso di infezione congenita, il virus viene rilevato a lungo nelle urine e nelle feci del bambino.

    Nella maggior parte dei casi, vengono raramente utilizzati metodi speciali di ricerca, poiché molti di essi sono costosi o richiedono molto tempo per la crescita dell'agente patogeno. Se viene trovato un sito di infezione, la rosolia viene testata per gli anticorpi che usano rtga (reazione di inibizione dell'emoagglutinazione), il titolo protettivo minimo deve essere 1:20, altrimenti il ​​bambino deve essere vaccinato.

    Malattie simili alla rosolia

    Oltre all'aumento dei linfonodi periferici e all'aspetto di un'eruzione cutanea, non vi sono chiari segni esterni dello sviluppo della rosolia, in base ai quali è possibile diagnosticare con certezza. Un'infezione lieve o ridotta confonde persino i medici esperti. Pertanto, è importante conoscere le malattie che sono un po 'come la rosolia.

    papule con pseudorasnuha

    La prima malattia da ricordare sono i pseudo-capelli rossi. Ci sono diversi nomi per questa malattia: roseola pediatrica, sesta malattia e sottotitolo dell'esantema. Non c'è nulla in comune con la normale rosolia in questa infezione. I virus che causano queste due malattie appartengono a famiglie diverse. Il motivo dello sviluppo di pseudorasnuha è il virus dell'herpes di tipo 6 e 7. Negli adulti, questo microrganismo provoca la sindrome da stanchezza cronica e nei bambini, il rosale. A differenza della rosolia, la temperatura corporea può salire a 40 ° C, i sintomi catarrali sono completamente assenti e l'eruzione cutanea, nonostante si diffonda, ha l'aspetto di papule (piccoli elementi, con liquido all'interno). Il picco della comparsa della falsa rosolia nei bambini è la fine della primavera, l'inizio dell'estate, che coincide con la rosolia classica. Un'analisi della presenza del virus dell'herpes nel corpo aiuta a distinguere le malattie.

    Cos'altro ti serve per la diagnosi differenziale della rosolia:

    • con reazioni allergiche ai farmaci;
    • con il morbillo;
    • mononucleosi infettiva;
    • infezione da adenovirus.

    È possibile confondersi nella diagnosi solo in caso di corso atipico o asintomatico di queste malattie.

    Trattamento alla rosolia

    Il trattamento della rosolia non complicata nei bambini inizia con linee guida generali.

    1. Ci sono alcune restrizioni nel cibo sin dall'inizio della malattia: il bambino non sempre vuole mangiare - non c'è bisogno di costringerlo, molta bevanda calda, e la dieta dovrebbe contenere pasti facilmente digeribili, non ci dovrebbe essere un cibo speziato ed estrattivo in modo che il prurito non aumenti eruzioni cutanee.

    Il riposo a letto è un prerequisito durante l'intossicazione, quando il bambino ha un mal di testa e una grave debolezza, il corpo dovrebbe riposare di più.

  • La stanza in cui si trova il bambino malato deve essere frequentemente in onda. Non ci dovrebbe essere aria viziata, questa è una delle condizioni per la prevenzione delle complicanze.
  • Come trattare la rosolia nei bambini a casa? Fondamentalmente, le misure di cui sopra sono sufficienti, l'infezione non richiede sempre specifici effetti terapeutici. Qualche volta la terapia è ridotta solo all'appuntamento di medicine sintomatiche.

    Trattamento sintomatico della rosolia

    Quali farmaci sono prescritti per la rosolia?

    1. Antipiretico se la temperatura corporea aumenta di oltre 2 gradi a partire da 38,5 ºC. In altri casi, il corpo è in grado di far fronte a cambiamenti temporanei.
    2. La terapia antinfiammatoria è prescritta in caso di dolore ai linfonodi cervicali, con forti mal di testa e forti dolori alle articolazioni.
    3. Non esiste una cura specifica per la rosolia, anche i normali farmaci antivirali non sono sempre efficaci, in rari casi è necessario ricorrere alla nomina di farmaci immunostimolanti e inoltre prescrivere vitamine.
    4. Quando si verifica dolore alla gola, ai bambini più grandi vengono somministrate pastiglie riassorbibili o vengono trattati con spray antinfiammatori e analgesici.
    5. Cariche espettoranti per la cura della tosse, compresse prescritte per una migliore espettorato dell'espettorato.
    6. Gli antibiotici per la rosolia non sono prescritti. I farmaci antibatterici non funzionano sui virus, ma in caso di complicanze come polmonite, bronchite con espettorato di espettorato giallo-verde viscoso, otite media, vengono usati antibiotici.
    7. Il forte prurito della pelle viene rimosso con preparazioni antiallergiche, ma non è necessario elaborare gli elementi dell'eruzione cutanea - passano rapidamente e completamente.

    Una grave malattia o lo sviluppo di gravi complicazioni, come la panencefalite, sono indicazioni per il ricovero in ospedale nel reparto di malattie infettive o rianimazione. In questi casi, non dovresti aspettare un dottore, devi chiamare un'ambulanza, perché il numero di esiti letali con l'encefalite rubeolare raggiunge il 30%. Ma nella maggior parte dei casi, la prognosi per la rosolia è favorevole.

    Interventi anti-epidemici di rosolia

    Nonostante la vaccinazione universale, che è ancora la misura preventiva più efficace, i focolai della malattia si verificano ogni 10 anni in varie regioni.

    Quali sono le misure antiepidemiche per la rosolia?

    1. Le misure generali nei focolai di infezione sono inefficaci, dal momento che il periodo di incubazione della malattia è lungo e ci sono forme nascoste della malattia.
    2. Secondo alcune fonti, il bambino diventa contagioso una settimana prima della comparsa dell'eruzione e 1-2 settimane dopo. Nella maggior parte dei casi, il quinto giorno dopo l'inizio dell'eruzione, il virus non viene rilasciato nell'ambiente. Inoltre, per essere infetto, è necessario il contatto a lungo termine con il malato. Pertanto, il bambino è isolato solo fino al quinto giorno dalla scoperta dell'eruzione.
    3. La quarantena non è dichiarata.
    4. Posso camminare con la rosolia? Fino al quinto giorno compreso dall'aspetto dell'eruzione cutanea, è meglio escludere le passeggiate per non infettare gli altri. In questo momento, conduci frequenti arieggiamenti nella stanza in cui si trova il paziente. Se il bambino vive nel settore privato o è malato durante la sua permanenza nella dacia, le passeggiate sono consentite all'interno dell'area designata.
    5. È possibile fare il bagno a un bambino con la rosolia? Se la malattia è lieve, non ci sono complicazioni e prurito severo - si può nuotare, ma è indesiderabile che un bambino rimanga nell'acqua per lungo tempo. Nuotare per 5-10 minuti o una doccia calda è un esercizio serale ottimale. Spesso ci sono impurità nell'acqua che esacerbano alcuni sintomi. Durante il periodo di malattia, è impossibile nuotare nei bacini artificiali fino al completo recupero.

    Prevenzione della rosolia

    Oggi, l'unico modo efficace per prevenire la rosolia è la vaccinazione. Quasi dai primi giorni di sviluppo del vaccino, entrò nel calendario nazionale di vaccinazione. Nei paesi in cui vi è un alto livello di immunizzazione della popolazione contro la rosolia, la malattia si verifica solo quando il virus viene importato da altre regioni.

    Oggi, per la prevenzione dell'infezione, vengono utilizzati vaccini uccisi e vivi attenuati. Secondo il programma di vaccinazione, la prima iniezione di anticorpi contro la rosolia è somministrata all'età di 12 mesi. La rivaccinazione avviene in 6 anni. In alcuni casi, sulla base di testimonianze o su richiesta dei genitori, le ragazze di 12-14 anni vengono vaccinate per proteggere il corpo dalle infezioni. Ciò è necessario se le ragazze in età avanzata pianificano una gravidanza, quindi diminuisce la probabilità di rosolia congenita nei bambini.

    Al giorno d'oggi, vengono usati principalmente vaccini a tre componenti quando il bambino viene vaccinato su un calendario in 12 mesi con vaccinazione simultanea contro parotite e morbillo. Vengono inoltre introdotti preparati monocomponenti per proteggere specificamente dalla rosolia.

    Un bambino vaccinato può prendere la rosolia? Questi casi sono possibili se sono trascorsi più di 10 anni dall'ultima vaccinazione (sebbene secondo alcune fonti il ​​vaccino protegga fino a 20 anni) o sia stato somministrato un solo vaccino contro la rosolia, quindi la protezione non è ancora funzionante al 100%. Se la vaccinazione è stata effettuata con un vaccino di scarsa qualità, la protezione potrebbe non funzionare neanche.

    Domande frequenti sulla rosolia

    1. È possibile ottenere di nuovo la rosolia? Questo non dovrebbe essere, dopo un'infezione posticipata, un'immunità permanente persistente. Ma tuttavia in medicina sono descritti rari casi di infezione ripetuta. È possibile che il bambino in quel momento abbia avuto un'immunità molto debole e abbia avuto contatti con il virus. O il bambino non ha sofferto di rosolia, ma un'altra malattia simile, e non sono stati effettuati esami diagnostici speciali.
    2. Quali sono i modi di trasmissione della rosolia? Ce ne sono solo due. Il principale è in volo. Ma è più facile essere infettati in gruppi affollati con convivenza a lungo termine di bambini: negli orfanotrofi, negli asili nido con una permanenza di 24 ore al giorno, nelle scuole, poiché l'infezione non si sta diffondendo rapidamente. Il più delle volte, i bambini malati di rosolia da 3 a 6 anni. La seconda via è verticale o transplacentare dalla madre malata al bambino.
    3. Quanti hanno la rosolia? Normalmente, la malattia dura circa un mese (se contate dal momento in cui il virus entra nel corpo del bambino). Il periodo di incubazione è in media di tre settimane. Inoltre, il periodo prodromico è di soli tre giorni e la fase di eruzione procede per circa la stessa quantità. Gli elementi dell'eruzione passano rapidamente senza conseguenze. Se escludiamo il periodo di incubazione - circa due settimane.
    4. Quanto dura l'eruzione della rosolia? L'eruzione va abbastanza rapidamente, in soli due o tre giorni non ci sarà traccia di esso, appare rapidamente e anche rapidamente scompare completamente senza lasciare traccia.
    5. Cosa è pericoloso per la rosolia delle ragazze? La rosolia è ugualmente pericolosa per tutte le sue conseguenze. Una delle sue complicazioni indesiderabili è la rosolia panencefalite, che è più comune nei ragazzi. Ma per le ragazze più grandi in caso di gravidanza, l'infezione può portare a un aborto spontaneo.
    6. Cosa può decodificare l'analisi del sangue per la rosolia? Se stai testando un esame del sangue per gli anticorpi contro il virus della rosolia, allora un titolo di 1:20 è significativo. Con un valore inferiore, il bambino è soggetto a vaccinazione, in quanto non vi sono abbastanza cellule nel corpo per proteggersi dalle infezioni. Per quanto riguarda l'esame del sangue generale durante l'infezione, anche qui compaiono alcune modifiche. Nel periodo prodromico, il numero di leucociti è normale o leggermente aumentato. Durante il periodo di rash, diminuiscono gli indicatori come i leucociti e i neutrofili e aumentano i linfociti e i monociti. Le cellule del plasma compaiono nell'analisi generale.

    La rosolia non è una malattia pericolosa e può essere sconfitta non al momento dell'infezione, ma molto tempo prima. Aiuterà a far fronte alla malattia e alle sue conseguenze, misure di prevenzione elementare. Il lavaggio delle mani e la pulizia tempestiva delle stanze giocano un ruolo importante in questo. Ma la funzione principale nella lotta contro la rosolia appartiene all'immunizzazione con l'aiuto delle vaccinazioni.