Vaccinazione antipolio

Virus

Il virus della polio oggi può portare a un'epidemia in alcuni paesi. Alcuni decenni fa è stato creato un vaccino, ma i vaccini non hanno completamente distrutto l'infezione. Per fare questo, l'immunizzazione della popolazione in ogni paese dovrebbe essere almeno del 95%, il che non è realistico, specialmente nei paesi in via di sviluppo con un basso tenore di vita.

Quando vengono vaccinati contro la polio? Chi deve essere vaccinato? Quanto è sicuro e quali complicazioni attendono un bambino dopo la vaccinazione? In tal caso è possibile effettuare una vaccinazione non programmata?

Perché fare vaccinazioni contro la polio

La poliomielite è una delle più antiche malattie umane che possono colpire anche la disabilità, nell'1% dei casi il virus penetra nel sistema nervoso centrale e porta a danni distruttivi irreversibili alle cellule.

Chi deve essere immunizzato contro la polio? La vaccinazione è fatta a tutti, non importa a quale età vaccinare. Se una persona non è vaccinata, è ad alto rischio di infezione e ulteriore diffusione dell'infezione.

A che età viene somministrato il primo vaccino antipolio? Cercando di farlo il più presto possibile. La prima iniezione viene eseguita su un bambino all'età di 3 mesi. Perché così presto?

  1. Il virus della polio è diffuso in tutto il mondo.
  2. Immediatamente dopo la nascita, l'immunità della madre del bambino viene mantenuta per un tempo molto breve, ma è instabile per soli cinque giorni.
  3. Una persona malata rilascia il virus nell'ambiente durante l'intero periodo della malattia, durante il pieno recupero e per molto tempo dopo. La vaccinazione salva gli altri dall'essere infetti.
  4. Il virus si diffonde facilmente attraverso liquami e cibo.
  5. Possibile trasferimento del virus da parte di insetti.
  6. La malattia si verifica più spesso nei bambini che negli adulti, a causa della mancanza di immunità.

Il lungo periodo di incubazione e la moltitudine di complicazioni dopo la trasmissione dell'infezione hanno portato al fatto che in tutti i paesi il vaccino contro la poliomielite è l'unica misura efficace per prevenire la malattia.

Programma di vaccinazione antipolio

Lo schema di immunizzazione della polio è stato sviluppato molti anni fa e ci sono stati pochi cambiamenti negli ultimi decenni.

  1. Per la prima volta, un bambino si confronta con un vaccino antipolio all'età di tre mesi.
  2. Dopo 45 giorni, viene somministrato il prossimo vaccino.
  3. A sei mesi, al bambino viene somministrata una terza vaccinazione. E se, fino a questo momento, viene utilizzato il vaccino inanimato inattivato, durante questo periodo è permesso di inoculare con OPV (questo è un vaccino vivo sotto forma di gocce, che viene somministrato attraverso la bocca).
  4. La rivaccinazione contro la poliomielite viene prescritta in un anno e mezzo, dopo 20 mesi, poi tra 14 anni.

Quando un bambino finisce la scuola, deve essere completamente vaccinato contro questa pericolosa malattia virale. Con questo programma di vaccinazioni contro la polio, ogni bambino è protetto fin dai primi mesi di vita.

Vaccinazione antipolio non pianificata

Ma ci sono altre situazioni in cui una persona è anche vaccinata o ha vaccini antipolio non pianificati.

  1. Se non ci sono dati sul fatto che il bambino sia stato vaccinato, è considerato non vaccinato. In questo caso, un bambino fino a tre anni viene somministrato tre volte il vaccino a intervalli di un mese e rivaccinato due volte. Se l'età è da tre a sei anni, il bambino viene vaccinato tre volte e rivaccinato una volta. E fino a 17 anni trascorrono un ciclo completo di vaccinazione.
  2. La vaccinazione antipolio non programmata viene eseguita se una persona arriva da un paese sfavorevole da indicatori epidemici o vi si reca. Inoculare il vaccino OPV una volta. I viaggiatori sono invitati a mettere radici 4 settimane prima della partenza in modo che il corpo possa prontamente dare una risposta immunitaria completa.
  3. Un altro motivo per le vaccinazioni non programmate è un focolaio di un certo tipo di virus, se allo stesso tempo una persona è stata vaccinata con monovaccina, contro un altro ceppo di poliomielite.

In totale, una persona riceve normalmente circa sei volte un vaccino antipolio nella sua vita. Come reagisce il corpo e come può una persona sentire gli effetti della vaccinazione da questa malattia virale?

Effetti collaterali della vaccinazione antipolio

Quale potrebbe essere la reazione di un bambino a un vaccino antipolio? Oltre all'allergia, ai componenti del farmaco, - di regola, non ci sono più reazioni al vaccino. I bambini e gli adulti tollerano bene la vaccinazione.

Ma a differenza della reazione del corpo, si verificano complicanze di vaccinazione. Sebbene siano raramente, tali situazioni sono possibili.

  1. Disfunzione intestinale o disturbo delle feci. Succede di essere vaccinato contro la polio nei bambini piccoli. Entro pochi giorni, un bambino potrebbe avere una sedia rilassata. Se la condizione è ritardata per più di tre o quattro giorni e allo stesso tempo il bambino non mangia bene, non dorme ed è irrequieto, è necessario informare il medico. È importante distinguere se si trattava di una complicazione del vaccino o che il bambino contrasse un'infezione intestinale prima che il farmaco fosse somministrato.
  2. Gli effetti collaterali più spiacevoli del vaccino antipolio includono VAPP o polio associato al vaccino. In rari casi, può portare a un vaccino OPV vivo. Manifesta tale complicazione, forse da 4 a 13 giorni dopo la vaccinazione. Varie manifestazioni della malattia si osservano in un caso per milione e la forma paralitica si sviluppa in un caso per 750.000.Allo stesso tempo, una persona sviluppa tutti i sintomi della poliomielite: la temperatura aumenta, si manifesta la paralisi, il mal di schiena e il dolore muscolare, diminuzione dei riflessi tendinei, debolezza, mal di testa i dolori

Come affrontare le complicazioni e le reazioni al vaccino antipolio?

  1. La solita reazione allergica sotto forma di orticaria all'introduzione di un vaccino viene eliminata con la nomina di farmaci antiallergici.
  2. Complicazioni più gravi della vaccinazione sotto forma di una violazione dell'intestino o dell'orticaria in tutto il corpo richiedono l'osservazione e un trattamento più efficace in ospedale.
  3. Se il VAPP è insorto, allora il trattamento è lo stesso che con lo sviluppo della poliomielite naturale ordinaria, al fine di evitare conseguenze irreversibili, la terapia deve essere effettuata sotto la supervisione di medici in un ospedale per malattie infettive.

Quando è il momento migliore per spostare il vaccino?

Sfortunatamente, i medici della clinica non hanno sempre un minuto libero per esaminare completamente il bambino, fare tutti i record necessari e istruire correttamente la madre sul comportamento prima e dopo la vaccinazione. È un peccato, perché alcuni problemi avrebbero potuto essere evitati. Spesso i genitori di un bambino devono capire da soli come comportarsi correttamente prima e dopo la vaccinazione. Quindi, descriviamo gli errori comuni che possono essere elusi.

  1. La temperatura dopo la vaccinazione contro la poliomielite nella maggior parte dei casi non è una reazione al vaccino, ma una confluenza di circostanze in cui un bambino ha contratto la SARS prima o immediatamente dopo la vaccinazione. Per evitare questo, non andare in luoghi affollati prima e dopo la vaccinazione per diversi giorni.
  2. È preferibile eseguire un esame del sangue e delle urine il giorno prima della vaccinazione, al fine di evitare l'introduzione del farmaco durante l'insorgenza della malattia - la presenza di infezione può essere determinata mediante test. Ma è necessario andare dal medico per un modulo senza un bambino, in modo da non incontrare bambini malati.
  3. Prima e dopo l'immunizzazione, non è consigliabile introdurre nuovi prodotti nella dieta. Sotto un divieto speciale, cibi esotici e allergenici, cibi malsani (cibi dolci, patatine fritte, bevande gassate), che spesso porta a eruzioni allergiche sul corpo, e un ulteriore irritante, la vaccinazione, contribuirà a questo.
  4. L'esame da parte di un medico prima della vaccinazione è obbligatorio, un pediatra esperto in questa fase sarà in grado di determinare se sia ora possibile vaccinare un bambino o meno.
  5. La domanda più comune è se sia possibile camminare dopo la vaccinazione antipolio? In questo, i medici non limitano i bambini, le passeggiate all'aria aperta sono necessarie e utili anche dopo l'introduzione di un vaccino, la cosa principale è che i parenti non dovrebbero andare a fare shopping con il bambino, portarlo, ad esempio, in piscina o in altri luoghi simili di grandi concentrazioni di persone.
  6. Il bagno dopo la vaccinazione non è vietato e, al contrario, l'esercizio serale è necessario per il bambino, perché spesso calma i bambini. Qui devi ricordare una regola: non esagerare, sono sufficienti 10-15 minuti.

Non c'è niente di speciale nel comportamento prima e dopo la vaccinazione, quindi è importante che i genitori siano pazienti e non dimentichino raccomandazioni semplici ma efficaci.

Controindicazioni per la vaccinazione contro la poliomielite

Anche dopo il trasferimento di polio, devi essere vaccinato contro di esso, dal momento che una persona potrebbe avere avuto solo uno dei tre tipi di infezione virale. Oltre alla semplice riluttanza della persona più adulta o dei genitori di un bambino a immunizzarsi, c'è anche un certo elenco di controindicazioni. In quali casi è davvero impossibile somministrare un vaccino e quando può essere posticipato solo per un po '?

Le seguenti condizioni sono vere controindicazioni per la vaccinazione antipolio.

  1. Gravidanza.
  2. Complicazioni di una vaccinazione precedente, se dopo l'introduzione del farmaco sviluppato varie manifestazioni neurologiche.
  3. Qualsiasi malattia infettiva acuta o cronica nella fase acuta.
  4. Stati di immunodeficienza
  5. Intolleranza ai farmaci antibatterici che costituiscono il vaccino (neomicina, streptomicina).

Posso avere un vaccino antipolio per il raffreddore? È necessario capire la causa della rinite. Se questo è un sintomo di ARVI - no, il vaccino viene temporaneamente rinviato fino al completo recupero. Se un naso che cola è allergico o una reazione al cambiamento delle condizioni meteorologiche, puoi fare la vaccinazione.

Tipi di vaccini antipolio

Esistono due tipi principali di vaccino antipolio: IPV (forma iniettabile) e OPV (orale sotto forma di goccioline). Vaccino antipolio orale precedentemente preferito (OPV). Un tale vaccino contro la poliomielite è pericoloso? - ha le seguenti caratteristiche:

  • è un virus vivo indebolito che, in condizioni normali, non causa malattie;
  • come parte del vaccino OPV comprende antibiotici, non permettono lo sviluppo di batteri;
  • è sotto forma di goccioline, viene inghiottito (iniettato attraverso la bocca);
  • vaccinazione trivalente, cioè protegge da tutti i ceppi di poliomielite;
  • in un caso, 75.000 immunizzati con un vaccino OPV possono causare una forma paralitica di poliomelite;
  • in risposta al vaccino orale, non viene prodotta solo l'immunità umorale (utilizzando il sistema immunitario), ma anche il tessuto.

L'IPV è un vaccino con un virus inattivato, vale a dire un virus ucciso dalla formalina. Non porta allo sviluppo della polio associata al vaccino.

Inoltre, le vaccinazioni possono essere monocomponenti, cioè contro un tipo di virus o tricomponente, a causa del quale vengono vaccinati immediatamente da tutti e tre i ceppi della malattia. Per rendere il compito un po 'più semplice per i medici negli ultimi anni, i produttori integrano regolarmente vaccini con molti componenti. Puoi vaccinare contemporaneamente tuo figlio contro difterite, tetano, poliomielite, pertosse e altre infezioni altrettanto pericolose.

Quali sono gli attuali vaccini antipolio? - i nomi dei farmaci sono i seguenti:

  • "Vaccino antipolio orale";
  • Imovax Polio;
  • "Polioriks";
  • Infanrix IPV è un analogo di importazione di DTP;
  • "Tetrakok", che contiene più protezione contro difterite, tetano e pertosse;
  • Pentaxim, in contrasto con il precedente, è anche integrato con una sostanza che protegge dalle malattie causate dal batterio Haemophilus influenzae di tipo b - HIB (meningite, polmonite, otite media, setticemia, ecc.).

Quale vaccino antipolio è meglio? Non esiste un vaccino ideale per tutti, ciascuno viene selezionato in base alla situazione e alla reazione del corpo. Libero nella clinica fare vaccinazioni con i vaccini domestici. Altri farmaci vengono somministrati su richiesta e capacità dei genitori. Se i genitori sono veramente interessati alla salute del bambino, è necessario consultare preventivamente il proprio medico o specialista in malattie infettive sulle possibili opzioni e quali vaccini hanno meno complicanze.

Riassumendo, si nota che la poliomielite è una malattia terribile, che può essere esclusa solo da una vaccinazione tempestiva. La vaccinazione contro questa infezione virale è generalmente facilmente tollerabile anche dai bambini piccoli. Inoltre, il moderno vaccino IPV è attualmente utilizzato per la vaccinazione, il che esclude la possibilità di una così terribile complicazione come VAPP - polio associato al vaccino.

Avere un vaccino antipolio aggiuntivo

Messaggio di Theodora »Ven 14 aprile 2006 12:18

Messaggio Natty »Ven 14 aprile 2006 18:40

Messaggio a kovanova »dom 16 apr 2006 19:45

4 tetracocchi. Ho bisogno di una quinta polio? (Urgente).

Messaggio a kovanova »Tue May 23, 2006 20:02

Messaggio di Natty »Tue May 23, 2006 20:15

The Message Gritat »Tue May 23, 2006 20:55

Report di Julia-SPb »Tue May 23, 2006 21:05

Due volte vaccinato contro la poliomielite. Cosa fare

The Message Eagle »Tue May 30, 2006 09:19

Il messaggio Elena76 »Tue May 30, 2006 10:38

polio

Mia figlia ha 3 anni e 3 mesi, non siamo stati vaccinati. Ora sta andando in giardino, dove l'OPV (polio) viene lasciato ai bambini del gruppo. Abbiamo anche deciso di vaccinare nostra figlia. La clinica si è offerta di vaccinare immediatamente il vaccino vivo, riferendosi all'età di sua figlia. Quanto è sicuro vaccinare un bambino? E posso chiedere di dare a mia figlia IPV (2 colpi con una pausa di 45 giorni)?

Harit Susanna Mikhailovna risponde

Secondo il programma nazionale di immunizzazione, le prime due vaccinazioni antipolio devono essere inattivate indipendentemente dall'età. Prendi le prime 2 vaccinazioni IPV con un intervallo di 1,5 mesi, quindi - OPV. Un bambino in età prescolare dovrebbe essere vaccinato almeno tre volte per proteggersi dalla poliomielite e avere anche 2 rivaccinazioni dopo 1 anno.

Bambino 1 g 10 mesi. A 6 mesi. Infanrix Hex è stato vaccinato due settimane fa il vaccino anti-morbillo-parotite. Il bambino ha iniziato ad andare all'asilo, ora ha imparato che ci sono bambini nel gruppo a cui è stato dato un vaccino contro la polio vivi qualche tempo fa.

Stare con questi bambini è un pericolo per mio figlio?

Quando e quale vaccino contro la poliomielite possiamo fare ora? Ho una scelta: mettere su DTP Infanrix complesso o solo polio, posso essere vaccinato contro la polio due settimane dopo Priorix?

Harit Susanna Mikhailovna risponde

Per proteggersi da qualsiasi forma di polio, il bambino deve avere almeno 3 vaccinazioni. Quando altri bambini vengono vaccinati con vaccino polio orale vivo, i bambini non vaccinati o vaccinati in modo incompleto lasciano l'asilo per 60 giorni per prevenire lo sviluppo di polio associato al vaccino.

No, dopo 2 settimane non puoi iniziare le vaccinazioni, l'intervallo tra le vaccinazioni per almeno 1 mese. Hai bisogno di almeno 2 vaccinazioni contro la polio prima che il bambino sia protetto da questa infezione. Vale a dire se il bambino viene vaccinato due volte, quindi solo 1 mese dopo l'ultima vaccinazione si sviluppa un'immunità sufficiente. È meglio mettere radici 2 volte con un intervallo di 1,5 mesi DTP + IPV (Pentaxim, Infanrix Hex), dopo 6-9 mesi viene eseguita la rivaccinazione. DTP + IPV / OPV (Pentaxim). Il vaccino contro l'epatite B è scomparso, ma se vieni vaccinato con InfanrixGex due volte ad intervalli di 1,5 mesi, il terzo vaccino contro l'epatite B può essere fatto 6 mesi dopo il primo. Raccomando di fare un ciclo completo di vaccinazione, perché il bambino frequenta un asilo (squadra organizzata) e non ha praticamente alcuna protezione contro le infezioni pericolose e gravi.

Risultò che mia figlia era stata vaccinata con 1,7 DTP e poliomielite (mio marito andò a fare solo DDS), e esattamente un mese dopo le furono nuovamente somministrate gocce di poliomelite. ie un mese trascorso tra le due vaccinazioni antipolio, non 2 - come previsto! Il bambino si sente bene. Ma sono molto preoccupato per la salute di mia figlia e per la situazione stessa. Di quanto possa minacciare e in che misura inoculare?

Harit Susanna Mikhailovna risponde

Non succederà nulla di brutto. Innesto sul calendario. Questo schema è utilizzato per indicazioni epidemiologiche. Il vaccino è sicuro e ben tollerato.

Il bambino ha attualmente 14 mesi. Manca l'OPV in città. Il secondo vaccino IPV eseguito a 7 mesi (prima che ci fossero prelievi medici). Attendere OPV o caricare IPV? (nella clinica si rifiuta di fare). E quando sarà necessaria la rivaccinazione? Non a 18 mesi e più tardi?

E la seconda domanda: la seconda vaccinazione di Prevenar era anche in 7 mesi. Di conseguenza, hai bisogno di una rivaccinazione secondo il calendario in 15 mesi o posticipa, dal momento che il periodo di vaccinazione è cambiato?

Harit Susanna Mikhailovna risponde

Puoi tranquillamente fare 3 vaccini contro la polio con un vaccino inattivato, e dopo 1 anno dopo 3 vaccinazioni eseguire la rivaccinazione.

La rivaccinazione con Prevenar 13 deve essere eseguita secondo il programma di vaccinazione di 15 mesi, l'intervallo minimo è di 4 mesi, ci si inserisce in esso.

Mia figlia ha 3 anni, non l'abbiamo mai vaccinata contro la polio. È possibile iniziare a farlo ora, se sì, solo su quale calendario (pianificazione)?

Harit Susanna Mikhailovna risponde

È possibile iniziare a farsi vaccinare ora, di conseguenza, il bambino deve avere almeno 5 vaccinazioni contro la polio. Il corso principale consiste in vaccinazioni con un intervallo di 1,5 mesi. 1a rivaccinazione dopo 1 anno, 2a rivaccinazione dopo 2 mesi. Le prime 2 vaccinazioni sono fatte con vaccini inattivati.

Buon pomeriggio Mia figlia è 2.8g, nessuna vaccinazione, dtsp malato, diplegia spastica. Ora c'è un grande progresso, inizia a camminare e parlare, è andato all'asilo, e lì viene loro chiesto di fare la polio, altrimenti quando un altro bambino prende questo vaccino, lasciamo 45 giorni dall'asilo. Il bambino ha una tendenza alle allergie, secondo le analisi. Domanda: possiamo fare l'IPV per andare all'asilo? O è meglio non rischiare?

Harit Susanna Mikhailovna risponde

La vaccinazione con un vaccino antipolio inattivato è sicura. Se al momento della vaccinazione non c'è esacerbazione della malattia sottostante, è possibile mettere radici. Se il bambino riceve la terapia di base, quindi sullo sfondo di questa terapia. L'IPV è ben tollerata, le reazioni allergiche sono estremamente rare. Sfortunatamente, nel mondo circola il poliovirus selvaggio, quindi la vaccinazione è necessaria non solo per frequentare la scuola materna, ma anche per proteggersi da una pericolosa infezione.

Abbiamo incontrato un problema simile. Mia figlia ha ora 3 anni e 9. La Poliomielite è stata sottoposta al 1 ° e 2 ° vaccino sotto forma di Pentaxim (a 5 e 8 mesi). Finora non abbiamo consegnato il terzo vaccino, dal momento che c'è stata una brutta reazione a Pentaxim, dopo che sono diventati ogni 6 mesi. donato sangue da una vena a possibili reazioni allergiche alle vaccinazioni e per 3 anni né DTP, né ads-pentium, Infanrix, né contro il morbillo-rosolia sono stati autorizzati a mettere sulla base di analisi, sono stati ufficialmente ritirati. Ma la terza e la quarta polio non ci hanno mai suggerito una volta di consegnare per questi 3 anni (anche il capo del policlinico dei bambini, quando ho firmato la carta per il giardino), anche nessuno si è offerto di provarlo, e naturalmente non hanno spiegato che se qualcuno in giardino metteranno OPV, saremo piantati fuori dal giardino (nel nostro giardino, i bambini mangiano in un caffè comune, e non in gruppi). Ora hanno chiamato dal giardino e l'hanno detto perché La nostra vaccinazione non è finita, siamo bloccati dal giardino per 60 giorni, e così ogni volta che qualcuno viene vaccinato, o possiamo mettere un quarto vaccino poli insieme al resto dei bambini nel giardino. perché Possiamo sopportare solo un anno, e lo abbiamo già perso, e 4yu può avere fino a 4 anni (la figlia di 4 anni compie 3 mesi). Al momento, abbiamo un ritiro medico completo per 2 mesi da eventuali vaccinazioni. Attualmente stiamo subendo un trattamento a causa dell'attività del virus Epstein-bar. Nel giardino risposto perché abbiamo un ritiro medico, quindi non saremo piantati. Per me, la domanda è: quanti bambini vaccinati con OPV sono un pericolo per mio figlio (nel nostro giardino, i bambini mangiano in un caffè comune allo stesso tempo e non in gruppo)? E fino a 4 anni puoi mettere il quarto passando il terzo, con un intervallo tra 2 e 4 di vaccino in 3 anni? Nella nostra città non ci sono test per le reazioni allergiche ai vaccini, e questo significa che possiamo passarli solo in vacanza, ma il bambino avrà già 4 anni in questo momento. Cosa fare nella nostra situazione?

Harit Susanna Mikhailovna risponde

Qual è stata la brutta reazione a Pentaxim? Sulla base di quali analisi potrebbe essere posta la condotta medica? Nel nostro paese, i test allergologici sui componenti dei vaccini vengono effettuati molto raramente. Se non sei allergico alle uova di pollo o di quaglia, il bambino le preleva da mangiare, allora è possibile essere vaccinati contro il morbillo e la parotite e il vaccino contro la rosolia generalmente non ha uova di pollo o di quaglia. Le misure di morbillo sono registrate nella Federazione Russa e tuo figlio è a rischio perché non è vaccinato contro di esso.

Puoi essere vaccinato contro la poliomielite - il vaccino è ben tollerato e raramente ti dà reazioni allergiche. Con l'introduzione del vaccino antipolio orale per altri bambini nella scuola materna, si è a rischio di sviluppare la polio associata al vaccino. Puoi vaccinare contro la poliomielite a qualsiasi età, solo la vaccinazione contro la pertosse viene praticata nel nostro paese fino a 4 anni (nell'estate del 2017, la comparsa del vaccino antipertosse dovrebbe essere Adacel e può essere somministrata ai bambini dopo 4 anni).

Il bambino dovrebbe già avere 5 vaccini contro la poliomielite per proteggere completamente da questa infezione, è possibile effettuare un vaccino antipolio inattivato o orale e dopo 6 mesi la prima rivaccinazione e dopo 2 mesi - 2 rivaccinazione contro la polio.

Le vaccinazioni contro la poliomielite con iniezioni di pentaxim sono state effettuate 4 volte, l'ultima a 18 mesi. Il medico si offre di somministrare un'altra iniezione dopo 2 mesi. È necessario? Dopotutto, il programma di vaccinazione invasiva, al contrario, esclude la vaccinazione a 20 mesi.

Polibin Roman Vladimirovich risponde

Secondo il programma di vaccinazione della Federazione Russa, il bambino deve avere 2 rivaccinazioni contro la polio entro i 20 mesi di età. È possibile effettuare la poliovaccina orale o inattivata e continuare a vaccinarsi contro la polio solo all'età di 14 anni. Infatti, le istruzioni per i vaccini antipolio inattivati ​​indicano che la rivaccinazione viene effettuata 1 anno dopo il completamento del ciclo di vaccinazione primaria, quindi ogni 5-10 anni. Ma il principale documento corrente della Federazione Russa per la vaccinazione è il programma di vaccinazione nazionale, e dovrebbero essere guidati da.

Mio figlio ha ricevuto una rivaccinazione contro il vaccino contro la polio in ottobre. E dopo 3 settimane scopro che sono incinta. Questo vaccino può minacciare il feto? Durante l'infanzia fui vaccinato contro la polio.

Polibin Roman Vladimirovich risponde

OPV - vaccino antipolio orale (vivo). Questo vaccino contiene ceppi vivi dei tre tipi di virus della polio. Affinché i corpi virali perdano le loro proprietà dannose e si indeboliscano, sono ripetutamente cresciuti in una coltura di cellule di scimmia, che non è adatta a loro. Di conseguenza, i virus rimangono vivi, ma non sono in grado di causare la malattia. Il vaccino contro la polio in diretta imita il flusso naturale di virus nel corpo umano. Lo svantaggio di questo vaccino è che in alcuni casi (se, per esempio, il vaccino viene somministrato a un bambino con immunodeficienza o con la patologia dell'apparato digerente), i corpi virali indeboliti possono riguadagnare la loro patogenicità (causando danni all'organismo). Cioè, da passivo vai a forme attive. Poi c'è il rischio di poliomielite associata al vaccino post-vaccinazione. La VAP si verifica da 4 a 13 giorni dopo la vaccinazione. Varie manifestazioni della malattia sono osservate in un caso per milione. In questo caso, una persona sviluppa tutti i sintomi della poliomielite: la temperatura aumenta, si manifesta la paralisi, il dolore alla schiena e ai muscoli, la diminuzione dei riflessi tendinei, la debolezza e il mal di testa. In questo caso, il contatto con persone vaccinate contro la polio può essere pericoloso per una persona NON ADOTTATA, poiché può essere infettato.

Da quando sei stato vaccinato durante l'infanzia, dopo aver completato l'intero ciclo di vaccinazione, il 100% dell'immunità contro la poliomielite viene stabilita per il resto della tua vita.

Dopo la vaccinazione con il vaccino contro la polio, il virus rimane nell'intestino del bambino per circa 1-2 mesi. Se il vaccino è stato somministrato per via orale, il vaccino potrebbe essere contagioso per gli altri. Ma non per tutti, ma solo: per le persone non vaccinate con immunodeficienza; bambini con anomalie congenite del sistema immunitario.

I casi di infezione da poliomielite da un bambino vaccinato sono rari e praticamente non osservati nella vita.

Il bambino è stato vaccinato contro la polio (IPV) nel luglio 2014. Quindi abbiamo interrotto la vaccinazione. Ora continuiamo. La domanda è: dobbiamo iniziare dall'inizio o continuare la vaccinazione già iniziata? Cioè, se contare quel primo vaccino introdotto e ancora consegnarne due, o ancora aggiungerne altri tre?

Polibin Roman Vladimirovich risponde

Se il secondo vaccino antipolio è mancato, la vaccinazione non viene ripresa di nuovo, ma continua, nonostante l'aumento dell'intervallo.

In alcuni schemi di vaccinazione viene proposto anche il 3 ° vaccino della poliomielite. Qual è la differenza tra queste opzioni? Quale è meglio?

Polibin Roman Vladimirovich risponde

Esistono due tipi principali di vaccino antipolio: IPV (forma iniettabile) e OPV (orale sotto forma di goccioline). Vaccino antipolio orale (OPV): è un virus vivo indebolito che normalmente non causa la malattia; è sotto forma di goccioline, viene inghiottito (iniettato attraverso la bocca); In risposta al vaccino orale, viene prodotta un'immunità permanente per tutta la vita. La necessità di utilizzare un farmaco "vivo" per creare una microflora protettiva nell'intestino è dovuta al fatto che i poliovirus possono essere ingeriti nel corpo con il cibo. Il virus muore solo durante il trattamento termico. Basta lavare la frutta per proteggersi dal poliovirus non sarà sufficiente: è ben adattato per la circolazione e la riproduzione nell'ambiente. Dopo lo scoppio dell'infezione in Tagikistan, il governo del nostro paese ha approvato l'uso di un vaccino vivo, in quanto solo esso può salvare dal "virus selvaggio" che è dilagante in Tagikistan. L'IPV è un vaccino con un virus inattivato, vale a dire un virus ucciso dalla formalina.

In accordo con il calendario nazionale sulla vaccinazione preventiva, la terza vaccinazione e la successiva rivaccinazione contro la poliomielite vengono somministrate ai bambini con vaccino OPV per prevenire la poliomielite (dal vivo); bambini nati da madri con infezione da HIV, bambini con infezione da HIV, bambini nelle case dei bambini, bambini con immunodeficienze - vaccino inattivato per la prevenzione della polio - IPV.

Metti la vaccinazione Pentaxim: la prima in 10,5 mesi. (con componente hib) a 12 mesi.5 giorni. (con componente hib) e il terzo in 13,5 mesi. senza componente hib. Dovremmo mettere il secondo con hib se avessimo già un anno in quel momento? E la rivaccinazione Pentaxim dovrebbe essere fatta in un anno con Hib?

Harit Susanna Mikhailovna risponde

Se la prima dose di Pentaxim è stata somministrata all'età di 6-12 mesi, la seconda dose viene somministrata dopo 1,5 mesi. dopo la prima e come terza dose, somministrata dopo 1,5 mesi. dopo il secondo, dovrebbe essere usato il vaccino per la prevenzione di difterite, tetano, pertosse e poliomelite, inizialmente presentato in una siringa (cioè senza diluire il liofilizzato in una fiala (HIb)). La dose abituale di Pentaxim (con diluizione del liofilizzato (HIb)) viene utilizzata come rivaccinazione (4a dose).

Nel caso in cui non sia necessario utilizzare il componente CIB, è possibile applicare il vaccino "Tetraxim". Questo è un prodotto biologico dello stesso produttore, simile a Pentaxim, ma senza il componente emofilico.

Questo corso forma l'immunità dei bambini a cinque malattie per un periodo di cinque anni. Dopo questo periodo, all'età di 6-7 anni, viene eseguita la rivaccinazione contro la poliomielite, la pertosse, il tetano e la difterite. Allo stesso tempo usa un vaccino diverso, ad esempio ADS-M.

3 è un vaccino contro la poliomielite OPV efficace se 1 goccia è caduta sulla lingua e la seconda sul labbro? È necessario reintrodurre il vaccino?

Harit Susanna Mikhailovna risponde

Se un bambino ingoia entrambe le gocce, allora conta la vaccinazione. La vaccinazione aggiuntiva non è necessaria, è necessario portarli ulteriormente nel programma generale.

Spiega, per favore, la situazione. Al mattino hanno fatto la rivaccinazione della poliomielite. Due ore dopo, il moccio e gli starnuti iniziarono. E 'un rsi sullo sfondo delle vaccinazioni? E c'è il rischio di ulteriori complicazioni?

Harit Susanna Mikhailovna risponde

Molto probabilmente, stai soffrendo di un'infezione alle vie respiratorie. La vaccinazione ha coinciso semplicemente con l'inizio della tua malattia. Se non avessi messo radici, ORZ avrebbe avuto lo stesso risultato. Ora c'è un'alta incidenza di infezioni respiratorie. Pertanto, è possibile continuare a mettere radici, non è una complicazione.

Hanno fatto la polio tutto nella clinica cinque volte. 24/04/15, poi 13/05/15, poi 28/7/15, poi 9/09/16 e 21/09/16 - OPV. Ora abbiamo bisogno di fare aksd: il quarto, prima dell'infanrix. Ora non lo è, il pediatra offre pentaxim. Il carico sarà una vaccinazione aggiuntiva di polio nella composizione di pentaxim? Onestamente ho paura.

Harit Susanna Mikhailovna risponde

Non ti preoccupare, puoi ottenere Pentaxim, data la necessità di vaccinazione contro la pertosse. È inoltre possibile effettuare DPT domestico, il vaccino è altamente sicuro e dà una buona immunità.

È possibile introdurre 6 vaccinazioni contro la polio?

Per favore aiutami con il futuro piano di vaccinazione. Bambino 2 anni e 1 mese. Facciamo tutte le vaccinazioni richieste con deviazioni dai termini (malattia) e non obbligatorie (varicella, meningococco, epatite A, influenza).

Confusione in ulteriori azioni con l'infezione da DPT, polio, CIB

DTP di oggi:

- 15/01/15 Infanrix Hex

la poliomielite:

- 15/01/15 Infanrix Hex

- 07.26.16 Bivac Polio

HIB rispettivamente 15/01/15 e 13/03/15

Dal 10/09/16 è necessario effettuare la rivaccinazione dell'infezione DPT, CIB. E la polio ha già compiuto 5 anni.

Non c'è infanrix nel paese e non lo sarà (come mi dicono in tutte le stanze di prevenzione vaccinazione).

I pediatri offrono diverse opzioni. Uno dice di fare solo DPT, non ci sono altre opzioni e analoghi e non può essere. Sul mio desiderio di evitare l'introduzione della componente della pertosse viva, ha spiegato che non c'era niente da fare, nessun dottore avrebbe permesso a Pentaksim di entrare e lui non si sarebbe assunto tale responsabilità. Un altro dice che Pentaxim può essere fatto completamente, l'introduzione di una dose di 6 poliomielite non comporta conseguenze negative per il bambino (e lo prenderà). E se scegli tra una dose extra di poliomielite e una pertosse vivi, è più sicuro per un bambino avere una polio in più. "Ha anche affermato che durante gli scoppi di polio, a tutti sono stati somministrati 6 e 7 dosi di poliomelite. decidere quale vaccino somministrare al bambino.

Per favore aiutami a capire dove sia la verità e come proteggere un bambino dalla malattia senza danneggiarlo!

Grazie in anticipo e per l'aiuto, e per tutto il lavoro che fa Eugene O. e il suo "team". Questa è una nobile causa che aiuta me e milioni di mamme e papà sensibili a crescere bambini sani nonostante tutto! Basso inchino a te!

Per un vaccino antipolio aggiuntivo, la famiglia sarà pagata 15.000 rubli.

Leggi anche

In Yakutia, un bambino è stato per errore due volte vaccinato contro la polio per sbaglio due volte a settimana. Il tribunale cittadino stimò il danno morale causato dai medici a 15 mila rubli.

Il padre di una ragazza nata nel 2014 si è rivolta all'ufficio del procuratore della città di Neryungri lamentando la fornitura di cure mediche di scarsa qualità. Il 14 aprile 2016, il bambino ha avuto una rivaccinazione contro la poliomielite in una consultazione pediatrica del Chulman City Hospital. Una settimana dopo, il 21 aprile, lo staff dell'ospedale ha di nuovo vaccinato il bambino contro la polio, questa volta nella scuola materna.

"La ragione della ri-vaccinazione è stata l'inadeguata dimissione dei loro doveri da parte dei medici, oltre a non aver ricevuto il consenso volontario dei genitori per la seconda vaccinazione", ha detto l'ufficio del pubblico ministero.

Fortunatamente, dopo una doppia vaccinazione, il bambino non ha avuto conseguenze negative. Tuttavia, il tribunale della città di Yakutsk ha deciso di raccogliere 15.000 rubli dall'ospedale per danni non patrimoniali, poiché i genitori della ragazza erano in una situazione stressante e preoccupati per la salute della figlia.

Il tuo bambino

nuovo

Freschezza in una giornata calda: 3 video lezioni sul fare un fan

Come scoprire rapidamente quali sono i sogni e di cosa ha paura il bambino? Gioco psicologico per bambini e genitori

Cibo pericoloso: quali prodotti non dovresti portare con te alla natura?

I migliori regali per la festa del papà: 15 idee

Quali sono i vantaggi del parto verticale: 5 motivi per dare alla luce un parto

Servizi

Programma di vaccinazione

Calendario di gravidanza

Tabella di completamento

Vaccinazione antipolio: chi non dovrebbe essere trattato con IPV e OPV

La polio è una malattia di origine infettiva, il cui sviluppo è causato da un virus. Nella maggior parte dei casi, l'infezione si verifica attraverso il contatto con le feci o altre secrezioni di una persona malata.

Fino alla metà del XX secolo, la poliomielite fu diagnosticata in tutto il mondo, compresi in America e in Europa, dove i medici registravano regolarmente decine di migliaia di nuovi casi di malattia ogni anno. Questa situazione è stata osservata fino a quando non è stato sviluppato un vaccino antipolio efficace, che è stato ampiamente utilizzato nel 1955.

Vaccino antipolio

Molte persone che sono state infettate dal virus della poliomielite non hanno sintomi specifici, ma circa l'1% dei pazienti sviluppa gravi complicazioni della malattia, inclusa la paralisi, che porta a una disabilità irreversibile e persino alla morte.

  • Vaccino antipolio inattivato (IPV),
  • Vaccino antipolio orale (OPV).

Vaccino per la polio orale (live)

L'OPV non viene utilizzato per la prevenzione della malattia negli Stati Uniti e in molti altri paesi dal 2000. Tuttavia, è ancora popolare in diversi paesi europei, tra cui l'Ucraina, ed è molto efficace per prevenire la polio.

Vaccino antipolio inattivato (ucciso)

IPV oggi è fatto come un'iniezione. L'iniezione deve essere effettuata sulla gamba o sul braccio, a seconda dell'età del paziente. Il vaccino antipolio inattivato può essere ottenuto contemporaneamente ad altre vaccinazioni.

Quando prendere un vaccino antipolio?

Secondo il programma di vaccinazione stabilito in Ucraina, si raccomanda di farlo durante l'infanzia:

Complicazioni dopo la vaccinazione contro la poliomielite

Nella maggior parte dei casi, il vaccino è molto ben tollerato e il bambino non ha reazioni indesiderate a OPV e IPV.

Dopo un vaccino vivo, a volte la temperatura di un bambino può aumentare. Questo di solito si verifica 1-2 settimane dopo la somministrazione della sostanza attiva. Nei bambini, ci possono essere feci più frequenti che non richiedono un trattamento aggiuntivo.

Dopo IPV, a volte possono verificarsi reazioni locali - gonfiore e arrossamento. Molto raramente la temperatura corporea può aumentare leggermente al primo o al secondo giorno dopo la vaccinazione. Il trattamento non richiede.

Quando non dovresti essere vaccinato contro la polio? Controindicazioni OPV

  • Disturbi allergici e altre reazioni avverse dopo l'ultima dose del vaccino.
  • Stato di immunodeficienza
  • Cancro.
  • Malattie acute - influenza, malattie intestinali. L'introduzione del vaccino viene trasferita alla normalizzazione della salute.

Prima della vaccinazione, il bambino deve essere mostrato al medico.

Vaccinazione contro la polio Pro e contro

Questa terribile poliomielite: ho bisogno di un vaccino?

Polio - cos'è questa malattia?

L'importanza e la rilevanza del vaccino antipolio

Come dice il famoso medico E. Komarovsky, la poliomielite non presta particolare attenzione alle frontiere, quindi, ogni bambino senza una vaccinazione contro di esso diventa una potenziale vittima.

Vaccino antipolio

La differenza tra vaccini orali e inattivati

Sepolto in bocca

Attraverso l'iniezione intramuscolare

Le particelle virali indebolite penetrano nel tratto gastrointestinale, dove si forma l'immunità. Il bambino sembrava essere già malato e completamente guarito

Le particelle virali uccise producono anticorpi nell'uomo che prevengono l'infezione.

La protezione si sviluppa rapidamente e per lungo tempo;

Non vi è alcun rischio di poliomielite associata al vaccino (VAP) in un bambino.

Facile da usare;

Prezzo basso (produttore nazionale).

Esiste il rischio di infezione da poliomelite di persone non vaccinate da un bambino a cui è stato somministrato questo vaccino.

Prezzo elevato (produttore straniero);

Opzione di vaccinazione dolorosa (richiede un'iniezione);

Non molto efficace in relazione al virus naturale (selvaggio).

Possibili condizioni allergiche, tra cui gravi

Rossore della pelle, sua densità e indolenzimento nel sito di iniezione

C'è un rischio minimo di sviluppare la polio associata al vaccino (la probabilità è solo dello 0,000025%)

Controindicazioni e restrizioni per la vaccinazione

Vaccinazione antipolio: programma e caratteristiche della vaccinazione

Schema di vaccinazione antipolio

Vaccinazione contro la polio: pro e contro

  • Condividi:

[email protected]
luckymummy.ru © 2018
sito sulla gravidanza e il parto

Tutte le informazioni su questo sito sono fornite solo a scopo informativo e non possono
essere usato come una raccomandazione per l'auto-trattamento.
Qualsiasi copia di informazioni è proibita.

Risposta di un bambino alla vaccinazione antipolio, controindicazioni e possibili complicanze

La poliomielite è una delle malattie virali che si verificano principalmente nei paesi dell'Asia e dell'Africa. Avendo la capacità di muoversi attraverso l'aria, il virus raggiunge le regioni sicure dell'Europa e dell'America. L'OMS vede solo un modo per combattere l'epidemia: vaccinare bambini e adulti.

Il vaccino antipolio è incluso nel programma di immunizzazione ed è considerato obbligatorio per

Tipi di vaccini antipolio con nomi di farmaci

I vaccini contro la poliomielite sono disponibili in 2 forme:

  • Goccia. Contiene una forma indebolita del virus di tutte e 3 le specie, sono somministrate per via orale per formare l'immunità passiva nell'intestino. Si chiama "vaccino contro la polio orale Sebina" (OPV).
  • Sospensioni uniformi in siringhe monouso da 0,5 ml. Le forme virali morte includono anche 3 tipi. La vaccinazione viene eseguita per via intramuscolare. L'immunità si forma nel sito di entrata e poi si diffonde in tutto il corpo. Si chiama "vaccino inattivato Salk" (IPV).

La prima forma del vaccino è più economica della seconda. È prodotto con successo da compagnie farmaceutiche nazionali, al contrario di IPV, che è un prodotto importato.

I vaccini antipolio sono divisi in 2 tipi: monocomponente e combinato:

  • i primi sono Poliorix e Imovax Polio;
  • il secondo: Pentaxim, Tetraxim, Infanrix Hex, Infanrix Penta, Infanrix IPV, Tetrakok, Microgen.

Differenze tra OPV e IPV

Ogni tipo di vaccino antipolio ha i suoi aspetti positivi e gli effetti collaterali, anche se ci sono meno sintomi spiacevoli dopo la somministrazione di IPV. Nei paesi con un alto livello epidemiologico, l'OPV è ampiamente utilizzato. La ragione è l'economicità delle gocce e lo sviluppo di una forte immunità. Le caratteristiche distintive dei vaccini sono presentate nella tabella seguente.

Caratteristiche dei vaccini antipolio:

Principi di azione del vaccino

Il principio di azione di OPV è il seguente. Arrivando alla radice della lingua o alla tonsilla, il vaccino viene assorbito nel sangue ed entra nell'intestino. Il periodo di incubazione del virus è di un mese, il corpo inizia attivamente a produrre anticorpi (proteine ​​protettive) e cellule protettive in grado di distruggere il patogeno della polio al contatto con esso in futuro. Il primo è l'immunità secretoria nelle mucose dell'intestino e nel sangue. Il loro compito è riconoscere il virus e impedire la sua penetrazione nel corpo.

I bonus aggiuntivi di OPV sono:

  • Bloccando la penetrazione della forma selvaggia del virus, mentre nell'intestino si indeboliscono gli atti.
  • Attivazione della sintesi di interferone. Il bambino può avere meno probabilità di soffrire di infezioni respiratorie di natura virale, l'influenza.

Il principio di azione dell'IPV: entrare nel tessuto muscolare, viene rapidamente assorbito e rimane nel luogo di iniezione fino alla produzione di anticorpi che si diffondono attraverso il sistema circolatorio. Dal momento che non sono presenti sulle mucose dell'intestino, il contatto con il virus in futuro porterà all'infezione del bambino.

Programma di vaccinazione per bambini

Nella Federazione Russa ha approvato la sequenza di vaccinazione contro la poliomielite, consistente in 2 fasi - vaccinazione e rivaccinazione. In assenza di gravi malattie in un bambino, che danno il diritto di rinviare la vaccinazione, il programma è il seguente:

  • primo stadio - a 3, 4,5 e 6 mesi;
  • la seconda fase è di 1,5 anni, 20 mesi e 14 anni.

Il programma prevede una combinazione di OPV e IPV. Per i neonati, i pediatri raccomandano iniezioni intramuscolari e per i bambini dopo un anno di gocciolare. Per i bambini più grandi, il vaccino antipolio viene posizionato sulla spalla.

Se i genitori scelgono solo l'IPV per il bambino, allora è sufficiente vaccinarlo 5 volte. L'ultima iniezione è messa in 5 anni. Manca una voce di vaccinazione programmata non significa che è necessario riavviare lo schema. È sufficiente coordinare il tempo ottimale con l'immunologo e portare a termine tutte le procedure necessarie.

Come ottenere un vaccino antipolio?

Al momento della vaccinazione, il bambino deve essere sano, con una normale temperatura corporea, senza ricorrere a una malattia allergica. Un pediatra può, se necessario, ordinare un esame del sangue, un'analisi del sangue, l'urina e le feci. I genitori hanno il diritto di esaminare un bambino senza il loro appuntamento e di consultarsi con un immunologo.

Un bambino fino a un anno di OPV viene gocciolato sulla radice della lingua con una pipetta speciale o una siringa senza ago. Qui la concentrazione di tessuto linfoide è maggiore. I bambini più grandi hanno il vaccino che gocciola sulle tonsille. Una quantità sufficiente di liquido rosa - 2-4 gocce.

La qualità di OPV dipende dal rispetto delle regole del suo stoccaggio. Il vaccino vivo è congelato e trasportato in questa forma. Dopo lo scongelamento, mantiene le sue proprietà per 6 mesi.

È importante osservare l'accuratezza del vaccino, in modo che il bambino non lo inghiottisca o lo rutti, altrimenti è necessario reintegrarlo. Nel primo caso, il farmaco sarà diviso per succo gastrico. Dopo aver inserito le gocce, il bambino può bere acqua e mangiare cibo in un'ora e mezza.

Il vaccino con patogeni poliomielitici uccisi è distribuito in siringhe monouso da 0,5 ml o è incluso nei vaccini combinati. Dove entrarci - è meglio coordinarsi con il pediatra. Di solito, i bambini di età inferiore a 1,5 anni vengono iniettati nell'area dell'anca nel tessuto muscolare. I bambini più grandi - nella spalla. In rari casi, il vaccino viene somministrato sotto la scapola.

4 vaccini inattivati ​​per la qualità dell'immunità prodotta sono pari a 5 OPV. Per sviluppare una forte immunità contro la polio, i pediatri insistono su una combinazione di virus vivi e morti.

Controindicazioni alla vaccinazione

Controindicazioni per la vaccinazione contro la poliomielite sono tali condizioni:

  • malattia infettiva in un bambino;
  • periodo di esacerbazione della malattia cronica.

I bambini con le seguenti malattie e patologie hanno un completo rifiuto del vaccino antipolio a causa di complicanze. Per il vaccino orale:

  • HIV, immunodeficienza congenita, presenza di quest'ultimo nei parenti del bambino;
  • pianificazione della gravidanza, già incinta della madre del bambino, per la quale è prevista la vaccinazione;
  • conseguenze di natura neurologica dopo precedenti vaccinazioni - convulsioni, disturbi del sistema nervoso;
  • gravi conseguenze dopo una precedente vaccinazione: febbre alta (39 e oltre), una reazione allergica;
  • allergico ai componenti del vaccino (antibiotici) - streptomicina, kanamicina, polimixina B, neomicina;
  • neoplasie.
Al momento della vaccinazione, il bambino deve essere completamente sano e non avere reazioni allergiche ai componenti del vaccino

Per la vaccinazione con virus non vivente:

  • allergico a neomicina, streptomicina;
  • complicazioni dopo l'ultima vaccinazione - grave gonfiore nel sito di puntura della pelle fino a 7 cm di diametro;
  • neoplasie maligne.

Reazione normale alla vaccinazione e possibili effetti collaterali

L'introduzione di una sostanza di terze parti causa inevitabilmente all'organismo di reagire. Dopo la vaccinazione contro la poliomielite, è considerato condizionatamente normale quando il bambino presenta i seguenti sintomi:

  • 5-14 giorni la temperatura salì a 37,5 gradi;
  • c'è un disordine dello sgabello sotto forma di diarrea o costipazione, che scompare in un paio di giorni;
  • si verificano vomito, nausea e debolezza;
  • crescente ansia prima di coricarsi, è cattivo;
  • il sito della puntura si arrossa e si ispessisce, ma il suo diametro non supera gli 8 cm;
  • appare un leggero rash che può essere facilmente risolto con l'uso a breve termine di antistaminici.
La debolezza generale e l'aumento della temperatura corporea dopo la vaccinazione sono considerate una reazione normale, che passerà da sola dopo diversi giorni.

Possibili complicazioni

Le complicazioni dopo la vaccinazione sono gravi e pericolose. I primi sono il risultato della violazione dei requisiti per la vaccinazione, ad esempio, quando un bambino era malato di SARS o la sua immunità era indebolita da una recente malattia.

Dopo la vaccinazione contro la polio, le pericolose complicanze dell'OPV sono la poliomielite associata al vaccino e la grave disfunzione intestinale. Il primo per natura di manifestazione e metodi di trattamento è identico alla forma "selvaggia", perché il bambino deve essere ricoverato nel reparto di malattie infettive. Il secondo si verifica quando la diarrea non scompare entro 3 giorni dopo la vaccinazione.

La probabilità di insorgenza di VAP come complicazione è maggiore con il primo input, con ogni successivo diminuisce. Rischio maggiore di VAP nei bambini con immunodeficienza e patologie del tratto gastrointestinale.

Le complicanze dopo la somministrazione del vaccino inattivato sono di natura diversa. I più pericolosi di loro sono l'artrite, zoppicare per tutta la vita. Gravi effetti collaterali sono reazioni allergiche sotto forma di edema polmonare, arti e viso, prurito e rash, difficoltà di respirazione.

Puoi prendere la polio da un bambino vaccinato?

Il pericolo di contatto persiste per:

  • donne incinte;
  • adulti con infezione da HIV, AIDS;
  • i viaggiatori che visitano paesi con un'elevata soglia epidemiologica della polio;
  • operatori sanitari - medici di ospedali per malattie infettive e tecnici di laboratorio che entrano in contatto con il virus durante lo sviluppo del vaccino;
  • malati di cancro e persone che assumono farmaci per sopprimere il sistema immunitario.

Negli istituti prescolastici, i bambini senza vaccino sono limitati alla frequenza entro un mese, a scuola - a 2 mesi. Il rigoroso rispetto delle norme igieniche e l'uso di oggetti personali da parte di ciascun bambino può ridurre significativamente il rischio di infezione.

Devo essere vaccinato o posso rifiutare?

Ogni genitore trova la risposta per se stesso. Da un lato, ci sono raccomandazioni dell'OMS e dei ministeri della salute del paese, che insistono chiaramente sulla vaccinazione, utilizzando le statistiche sulla mortalità da virus. D'altra parte, il corpo di ogni bambino ha le sue caratteristiche, ei suoi genitori, avendo compreso il meccanismo della vaccinazione, la sua composizione e le sue conseguenze, possono aver paura di vaccinarsi.

Il primo è supportato dalla maggior parte dei pediatri, degli immunologi e dei direttori delle istituzioni dei bambini, che applicano metodi di pressione psicologica sui genitori. In difesa degli interessi del secondo, sorge la legislazione del paese, lasciando il diritto ai genitori di decidere sulla questione della vaccinazione del bambino.

REGOLE DI CONDOTTA E CONTROINDICAZIONE ALLA VACCINAZIONE DA POLIOMIELITE

Il virus polio entra nel corpo di una persona sana nella vita di tutti i giorni: mani sporche, uso di articoli di igiene personale di uno sconosciuto, uso di giocattoli, ecc. Dopo l'infezione, il virus penetra nell'intestino e comincia a diffondersi, interessando il sistema nervoso, che porta a paralisi e atrofia muscolare.

La lotta contro questa malattia è in corso da diversi secoli, ma finora non esiste una medicina efficace al mondo in grado di sconfiggere la polio. Negli adulti e nei bambini c'è l'unico modo per proteggere il tuo corpo da infezioni pericolose - per ricevere tempestivamente la vaccinazione contro la polio secondo uno schema appositamente progettato.

Il primo vaccino antipolio è stato creato a metà del secolo scorso. La vaccinazione profilattica consiste in un ceppo inanimato del virus. L'efficacia di questo composto è clinicamente dimostrata. Una maggiore protezione è fornita dal vaccino polio vivo sotto forma di goccioline.

Per evitare effetti collaterali e complicazioni dopo l'immunizzazione profilattica, è necessaria la preparazione per la vaccinazione. La vaccinazione viene effettuata in un istituto medico con l'uso di una composizione qualitativa - OPV o IPV.

Per garantire la completa protezione del corpo contro l'infezione virale, è necessario effettuare la vaccinazione in più fasi, entro determinati periodi stabiliti dal calendario di vaccinazione. Tra ciascuna procedura di immunizzazione deve esserci un intervallo strettamente definito, che consentirà di raggiungere la massima efficienza della composizione somministrata.

Preparati per la vaccinazione contro la poliomielite

La vaccinazione preventiva della popolazione contro la poliomielite è indicata per i bambini dalla nascita fino ai 14 anni secondo il programma. Per gli adulti, tali vaccinazioni sono raramente fatte:

  • se il paziente non è stato immunizzato durante l'infanzia;
  • se una persona sta andando in gita in paesi dove sono ancora osservati focolai di malattie virali;
  • la vaccinazione è anche data a lavoratori che hanno uno stretto contatto con persone infette.

Dal momento che la vaccinazione viene effettuata più spesso nei bambini piccoli e negli adolescenti, consideriamo la necessità di preparare il bambino alla procedura di vaccinazione, che consente di eliminare i rischi di effetti collaterali e complicanze.

Come prepararsi per la vaccinazione antipolio infantile

  1. Alcuni giorni prima della vaccinazione, si raccomanda di escludere contatti con bambini malati in modo che il bambino sia completamente sano al momento dell'immunizzazione.
  2. Il giorno prima della vaccinazione, sono raccomandati test di laboratorio. I risultati possono determinare la salute del bambino. Quando viene rilevata un'infezione, la vaccinazione viene posticipata per un po 'di tempo.
  3. Prima di andare in clinica, il bambino ha bisogno di essere nutrito e vestito per il tempo. Non è auspicabile consentire l'ipotermia e la sudorazione.
  4. Scegli cibi leggeri per la colazione. Evitare di mangiare troppo e assumere cibi che causano reazioni allergiche.
  5. È consigliabile assumere molti liquidi. Bere molta acqua andrà a beneficio del corpo del bambino prima della vaccinazione.
  6. All'arrivo in clinica, è necessario superare un esame di pediatra. Il medico deve confermare la possibilità di una procedura preventiva e dare la conclusione appropriata. Se un bambino ha segni di morbilità o reazioni allergiche, la vaccinazione deve essere annullata fino al completo recupero.

Se il pediatra ha confermato la possibilità di un'immunizzazione sicura, allora vai nella stanza di vaccinazione con una baby card e un medico di riferimento.

Le regole di preparazione identiche si applicano prima della vaccinazione per adulti.

Sia i bambini che gli adulti sono soggetti a una pericolosa malattia infettiva di poliomielite.

Come viene fatta la vaccinazione antipolio

Nelle istituzioni mediche della Federazione Russa vengono utilizzati due vaccini contro la poliomielite - dal vivo per via orale, prodotti sotto forma di gocce con un sapore amaro-acido (OPV) e un vaccino non vivente (IPV), somministrato con il metodo di iniezione.

Prevenzione della malattia polio virale - programma di vaccinazione:

  1. Il primo vaccino IPV viene somministrato a un bambino a tre mesi, il successivo a 4,5 mesi.
  2. Al raggiungimento di 6 mesi, la vaccinazione diminuisce. Questo è seguito da una pausa di diversi mesi.
  3. Lo stadio finale è la rivaccinazione. Si svolge a 18, 20 mesi e 14 anni.

Regole sul vaccino vivi

Il vaccino vivo OPV è una soluzione rosa. L'instillazione è fatta nella cavità orale, nella regione delle tonsille o sulla radice della lingua. Il dosaggio raccomandato è di 3-4 gocce. In caso di sovradosaggio, non sono state identificate reazioni avverse. Per una comoda introduzione di gocce si usa la solita pipetta, si usa la siringa senza ago o un contagocce di plastica.

È importante evitare che le goccioline cadano sulla lingua, dal momento che la composizione iniettata penetra istantaneamente nello stomaco del bambino, dopo di che si verificherà il naturale esaurimento della composizione dal succo gastrico. Tale vaccinazione non è efficace.

La durata del vaccino antipolio con un ceppo vivo del virus è di 60 giorni.

Politiche del vaccino vaccino

Viene iniettato un vaccino IPV costituito da virus non viventi. I produttori producono la composizione in siringhe da 5 ml, fornendo un singolo uso. Il vaccino viene conservato in frigorifero, dopo averlo scongelato può essere utilizzato per 6 mesi.

Come fare le vaccinazioni contro la polio:

  • preparare il bambino per la vaccinazione;
  • elaborare l'area in cui verrà iniettata l'iniezione con un composto speciale.

Dove vengono somministrate le vaccinazioni contro la polio ai bambini:

  • i giovani pazienti sotto un vaccino di un anno e mezzo vengono iniettati nella coscia;
  • i bambini più grandi - nella spalla.

Come comportarsi dopo la vaccinazione

Soggetto alle regole di preparazione per la vaccinazione profilattica, il vaccino contro la poliomielite è ben tollerato e non dà reazioni significative. Nell'area dell'iniezione potrebbe essere un leggero rossore.

Effetti collaterali accettabili:

  • la debolezza;
  • sonno povero;
  • leggero aumento della temperatura.

Dopo la vaccinazione, è importante seguire alcune raccomandazioni degli specialisti, che miglioreranno l'efficacia della composizione introdotta ed elimineranno gli effetti avversi.

Quanto non è dopo OPV

Dopo l'introduzione di un vaccino vivo, il bambino non deve essere nutrito per un'ora. Lo stesso periodo è inaccettabile per usare acqua e altri liquidi.

Il giorno della vaccinazione è raccomandata una corretta alimentazione ad eccezione degli alimenti che possono causare una reazione allergica. Inoltre, non inserire nella dieta del bambino nuovi prodotti per diversi giorni dopo la vaccinazione.

È possibile bagnare il vaccino IPV?

Il primo giorno, non è possibile bagnare l'area in cui è stato somministrato il vaccino. Condurre una procedura igienica completa può essere il giorno successivo in assenza di alta temperatura e rash allergico (tali reazioni avverse sono state osservate in rari casi).

È possibile camminare dopo la vaccinazione

I medici non raccomandano una passeggiata all'aria aperta il primo giorno dopo la vaccinazione. Il giorno dopo, in assenza di reazioni avverse, puoi camminare con tuo figlio per strada, ma cerca di evitare il contatto con le persone per prevenire l'infezione con altre malattie virali. Sullo sfondo della vaccinazione, l'immunità è ridotta, quindi i rischi di infezione accidentale sono piuttosto alti.

Vaccinazioni contro la polio - controindicazioni

La vaccinazione preventiva della poliomielite è una misura efficace per proteggere il corpo dall'infezione da un virus pericoloso. Questa procedura è raccomandata per tutti, ma in alcuni casi l'immunizzazione è inaccettabile.

Controindicazioni per il vaccino antipolio:

  • gravidanza (solo in caso di necessità urgente e solo con il permesso dell'ostetrico distrettuale);
  • malattie virali e infettive che si verificano nel corpo del paziente;
  • non puoi essere vaccinato quando esacerbazione di processi cronici;
  • intolleranza individuale ai componenti che compongono il vaccino.

Non è inoltre raccomandato vaccinare i bambini che hanno avuto gravi effetti collaterali dopo una precedente vaccinazione antipolio.

Determinare accuratamente la possibilità di un'introduzione sicura della vaccinazione contro la malattia virale può essere effettuata da un medico dopo un'ispezione visiva del paziente ed esaminare i risultati dei test condotti in precedenza.

Se si rilevano reazioni avverse dopo la vaccinazione, è necessario presentarsi immediatamente al proprio medico locale o chiamare un'ambulanza! Tali complicazioni sono estremamente rare. La causa principale degli effetti avversi è una somministrazione scorretta del vaccino, un corpo indebolito del bambino o il mancato rispetto dell'intervallo tra le vaccinazioni. Per prevenire tali complicazioni, fare la giusta preparazione del bambino per la prossima vaccinazione antipolio.