Vitagerpavak

Sintomi

Descrizione del 21 marzo 2016

  • Nome latino: Vitaherpavac
  • Codice ATX: J07BX
  • Principio attivo: vaccino contro l'herpes
  • Produttore: Vitafarma Firm (Russia)

struttura

1 dose di vaccinazione (0,2 ml) include virus inattivato (antigeni) di herpes simplex di tipo I e II.

Opzionale: fino a 200 μg / ml di formaldeide; fino a 40 μg / ml di solfato di gentamicina; saccarosio fino a 0,075 g / ml; fino a 0,01 g / ml di gelatosi.

Modulo di rilascio

Vaccino contro l'herpes simplex Vitagerpavac viene prodotto sotto forma di liofilizzato (polvere) usato per la preparazione di iniezioni intradermiche, in flaconi da 0,3 ml, 5 pezzi per confezione.

Azione farmacologica

Antiherpetic.

Farmacodinamica e farmacocinetica

Vitagerpavak si riferisce ai vaccini MIBP che stimolano i meccanismi cellulari protettivi (resistenza) del corpo umano contro il virus dell'herpes simplex di tipo I e II.

Indicazioni per l'uso

Il vaccino Vitagerpavac è prescritto per prevenire possibili recidive di infezioni herpetiche di tipo I e di tipo II.

Controindicazioni

L'applicazione Vitagerpavak è controindicata in:

  • le recidive osservate di infezione da herpes che sono in fase attiva (la vaccinazione può essere effettuata 14 giorni dopo la cessazione dei sintomi clinici, con manifestazioni di herpes oftalmico 30 giorni dopo);
  • la gravidanza;
  • malattie di natura acuta di eziologia infettiva e non infettiva (la vaccinazione può essere effettuata 30 giorni dopo il pieno recupero);
  • alta sensibilità personale alla gentamicina e altri aminoglicosidi;
  • neoplasie maligne;
  • esacerbazione di malattie croniche;
  • patologie che si trovano nella fase di scompenso.

Effetti collaterali

Molto spesso, dopo la vaccinazione, sono stati rilevati effetti negativi di natura generale, accompagnati da debolezza e febbre (fino a 37,5 ° C), che si sono verificati da soli.

In alcuni casi, durante i primi giorni dopo l'introduzione del vaccino, sono state osservate reazioni locali, che sono state espresse da iperemia cutanea nel sito di iniezione con un diametro fino a 2 cm e una sensazione di bruciore debole, a passaggio rapido.

In caso di sintomi più gravi di natura generale e locale o dello sviluppo di recidiva dell'herpes, la vaccinazione viene temporaneamente interrotta. La somministrazione ripetuta del farmaco può essere effettuata 14 giorni dopo la scomparsa di tutti i sintomi clinici negativi.

Vitagerpavak, istruzioni per l'uso

Il vaccino Vitagerpavac è destinato alla somministrazione di i / c (intradermico) in un dosaggio singolo di 0,2 ml (in termini di liofilizzato). Le iniezioni vengono eseguite nell'area all'interno dell'avambraccio. L'indicatore di controllo della vaccinazione corretta è la formazione di "scorza di limone" sulla pelle.

Nella prevenzione delle infezioni da herpes delle membrane mucose e della pelle, il ciclo di vaccinazione prevede 5 iniezioni condotte dopo 7 giorni. Si consiglia ai pazienti con complicanze dell'herpes di allungare l'intervallo tra le iniezioni fino a 10 giorni. Ripetuto un ciclo simile di vaccinazione (5 iniezioni) viene eseguito dopo 6 mesi.

Per l'iniezione endovenosa, il contenuto della fiala (liofilizzato) di Vitagerpavac deve essere aggiunto utilizzando una siringa sterile con un ago con 0,3 ml di solvente (viene utilizzata solo acqua di iniezione), quindi agitare energicamente fino a quando la polvere non si è completamente dissolta.

overdose

Quando sono stati notati casi di vaccinazione per overdose.

interazione

L'incompatibilità degli ingredienti del vaccino con altri farmaci non è stata trovata.

Condizioni di vendita

Acquista Vitagerpavak solo su presentazione di una prescrizione.

Condizioni di conservazione

Le fiale chiuse del vaccino devono essere mantenute a una temperatura di 2-8 ° C.

Periodo di validità

Dalla data di produzione - 2 anni.

Istruzioni speciali

L'intero ciclo di vaccinazione dovrebbe avvenire in speciali istituzioni mediche (dispensario, ospedale, clinica) da personale medico addestrato.

La prima iniezione endovenosa può essere eseguita solo nella fase di completa remissione, dopo un minimo di 5 giorni dopo la scomparsa di tutti i sintomi clinici della precedente manifestazione di herpes.

In caso di grave reazione avversa generale e / o locale durante il processo di vaccinazione, l'introduzione del vaccino deve essere interrotta, con una possibile ripresa della vaccinazione solo con la scomparsa completa dei sintomi clinici.

Tutti gli episodi di gravi reazioni negative generali e / o locali devono essere attentamente esaminati e riportati nei documenti pertinenti.

Tutte le procedure per preparare una soluzione del vaccino e il suo ulteriore utilizzo devono essere eseguite in condizioni asettiche.

La soluzione preparata (vaccino disciolto) deve essere di colore rosa e leggermente opalescente.

Il farmaco è considerato inadatto all'uso in caso di deterioramento dell'integrità della bottiglia, etichette spalmate sull'etichetta, scolorimento, non conformità con le condizioni di conservazione e data di scadenza.

La soluzione di vaccino preparata non può essere conservata.

Per i bambini

Informazioni sulla possibilità di usare Vitagerpavac nell'infanzia dovrebbero essere chiarite con un pediatra.

Durante la gravidanza (e l'allattamento)

L'uso di Vitagerpavaka durante la gravidanza è proibito.

Non sono fornite informazioni affidabili sulla possibilità di usare questo vaccino durante l'allattamento.

Recensioni

Recensioni di Vitagerpavac quando viene utilizzato per prevenire la ricorrenza di herpes di tipo I e II sono per lo più positivi. I pazienti vaccinati con questo farmaco, hanno notato di per sé l'allungamento del periodo di remissione dell'infezione da herpes e una diminuzione delle manifestazioni di questa malattia in futuro. Tra le recensioni negative si può notare la dolenza della procedura stessa e una temporanea sensazione di bruciore e arrossamento della pelle nella zona dell'iniezione.

Prezzo dove comprare

Il prezzo medio di Vitagerpavak numero 5 è di 1500 rubli.

Vitagerpavak

Vitagerpavak: istruzioni per l'uso e recensioni

Nome latino: Vitaherpavac

Principio attivo: Vaccino per la prevenzione delle infezioni da herpes (herpes vaccino)

Produttore: Vitafarma Firm (Russia)

Attualizzazione della descrizione e foto: 06/08/2018

Prezzi in farmacia: dal 1831 rubli.

Vitagerpavac è un vaccino inattivato della cultura erpetica che stimola i meccanismi cellulari della resistenza umana al virus dell'herpes simplex (HSV) di tipo I e II.

Rilascia forma e composizione

Forma di dosaggio - liofilizzato per la preparazione della soluzione per la somministrazione intradermica: massa igroscopica amorfa dal colore giallo chiaro al rosa (0,3 ml in flaconcini, in un fascio di cartone 5 flaconi e istruzioni per l'uso di Vitagerpavac).

Principi attivi in ​​1 dose di vaccinazione (0,2 ml): antigeni specifici di HSV di tipo I e II (rispettivamente, il ceppo "US" e il ceppo "HH"), ottenuti con il metodo di riproduzione nella coltura di cellule renali trapiantabili della scimmia verde africana (VERO B), inattivato con formaldeide e poi liofilizzato con l'aggiunta di un mezzo di saccarosio-gelatina come stabilizzante.

Eccipienti: gentamicina solfato, formaldeide, saccarosio, gelatina.

Proprietà farmacologiche

farmacodinamica

Vitagerpavak stimola i meccanismi cellulari della resistenza dell'organismo contro il virus dell'herpes simplex (Herpes simplex) di tipo I e II.

Indicazioni per l'uso

Il vaccino Vitagerpavac viene utilizzato per prevenire il ripetersi di infezioni erpetiche causate da HSV di tipo I e II.

Controindicazioni

  • Ricorrenza dell'infezione da herpes nella fase attiva;
  • Malattie croniche nella fase di scompenso o esacerbazione;
  • Qualsiasi malattia acuta, sia di origine infettiva che non infettiva (in questo caso, la vaccinazione può essere effettuata almeno 30 giorni dopo il pieno recupero);
  • La presenza di neoplasie maligne;
  • la gravidanza;
  • Ipersensibilità alla gentamicina o altri agenti antibatterici dal gruppo degli aminoglicosidi.

Vitagerpavak, istruzioni per l'uso: metodo e dosaggio

La vaccinazione viene effettuata in strutture mediche e sanitarie su prescrizione di un medico e sotto il suo controllo. Il vaccino viene usato solo nella fase di remissione: almeno 10 giorni dopo la scomparsa di tutte le manifestazioni cliniche di infezione da herpes e dall'herpes oftalmico dopo 1 mese.

Immediatamente prima della somministrazione, Vitagerpavac viene sciolto in 0,3 ml di acqua sterile per preparazioni iniettabili. A tal fine, il solvente viene aggiunto alla fiala con il vaccino usando una siringa con un ago, quindi viene scosso completamente finché il liofilizzato non si è completamente dissolto. La soluzione finale dovrebbe essere un liquido opalescente rosa o rosa con un colore giallo tinta senza impurità meccaniche visibili.

Introdotto il vaccino per via intracutanea nella regione della superficie interna dell'avambraccio. La singola dose è 0,2 ml.

Il ciclo di vaccinazione principale consiste di 5 iniezioni, che vengono eseguite a intervalli di 7 giorni. Dopo 7-10 giorni, ripetere il ciclo in un modello simile.

Dopo 6 mesi, viene eseguito un secondo ciclo di vaccinazione, composto da 2 cicli di 5 iniezioni.

Nelle forme gravi di infezione da herpes (nei casi in cui le recidive si verificano ogni mese o una volta ogni 2-3 mesi), Vitagerpavac viene somministrato ad intervalli minimi di 10 giorni.

Effetti collaterali

  • Reazioni locali: sensazione di bruciore debole a breve termine nel sito di iniezione, iperemia cutanea con diametro fino a 2 cm durante i primi giorni dopo l'iniezione;
  • Reazioni generali: un leggero aumento della temperatura corporea (fino a 37,5 ° C) e debolezza.

Raramente contrassegnato reazioni locali e generali più pronunciate o una esacerbazione della recidiva di infezione da herpes. In questi casi, l'introduzione di Vitagerpavac deve essere sospesa. La vaccinazione può essere proseguita 14 giorni dopo la scomparsa di tutti i segni clinici di malattia e la reazione generale al vaccino.

overdose

Istruzioni speciali

Non adatto per l'uso di Vitagerpavac in fiale con integrità o etichettatura, nonché nel caso di un cambiamento nel colore della soluzione, non conformità con le regole di conservazione, data di scadenza.

L'apertura della bottiglia, lo scioglimento del liofilizzato e la procedura di vaccinazione devono essere effettuati da un medico specialista, seguendo rigorosamente le regole dell'asepsi.

Utilizzare durante la gravidanza e l'allattamento

Vitagerpavac durante la gravidanza non si applica.

Interazione farmacologica

I casi di incompatibilità del vaccino Vitagerpavac con altri farmaci non sono stati registrati.

analoghi

Gli analoghi di Vitagerpavac sono Herpovax, vaccino secco inattivato della cultura erpetica, vaccino per la prevenzione delle infezioni da herpes (herpes vaccino).

Termini e condizioni di conservazione

Conservare a una temperatura di 2-8 ºС fuori dalla portata dei bambini. Non congelare. Il trasporto della droga è permesso a una temperatura di 9-18 ºС, ma non più di 3 giorni.

Periodo di validità - 2 anni.

Condizioni di vendita della farmacia

Prescrizione.

Recensioni su Vitagerpavac

Recensioni di Vitagerpavaca abbastanza diverse. Alcuni pazienti indicano che dopo la vaccinazione non hanno più recidive di herpes. Ma ci sono anche molte risposte opposte, che affermano che dopo un ciclo completo di vaccinazione, la condizione non è venuta meno. Gli svantaggi della vaccinazione comprendono anche il dolore quando viene iniettato il farmaco, il rossore e una breve sensazione di bruciore nella zona di iniezione.

Il prezzo di Vitagerpavak nelle farmacie

Il prezzo approssimativo di Vitagerpavak (5 bottiglie da 0,3 ml) è di rubli 1979-2018.

Vitagerpavak liofilizzato 0,3 ml 5 pezzi.

Istruzione: Rostov State Medical University, specialità "Medicina generale".

Le informazioni sul farmaco sono generalizzate, sono fornite a scopo informativo e non sostituiscono le istruzioni ufficiali. L'autotrattamento è pericoloso per la salute!

Il fegato è l'organo più pesante del nostro corpo. Il suo peso medio è di 1,5 kg.

Cadendo da un asino, hai più probabilità di romperti il ​​collo che cadere da un cavallo. Basta non provare a confutare questa affermazione.

Nel tentativo di estrarre il paziente, i medici spesso vanno troppo lontano. Ad esempio, un certo Charles Jensen nel periodo dal 1954 al 1994. sopravvissuto a oltre 900 operazioni di rimozione della neoplasia.

Scienziati americani hanno condotto esperimenti su topi e hanno concluso che il succo di anguria impedisce lo sviluppo di aterosclerosi. Un gruppo di topi beveva acqua semplice e il secondo - succo di anguria. Di conseguenza, le navi del secondo gruppo erano prive di placche di colesterolo.

Secondo molti scienziati, i complessi vitaminici sono praticamente inutili per gli esseri umani.

Oltre alle persone, solo una creatura vivente sul pianeta Terra - i cani - soffre di prostatite. Questo è davvero il nostro più fedele amico.

La malattia più rara è la malattia di Kourou. Solo i rappresentanti della tribù della pelliccia in Nuova Guinea sono malati. Il paziente muore dalle risate. Si ritiene che la causa della malattia sia il consumo del cervello umano.

Durante il funzionamento, il nostro cervello impiega una quantità di energia pari a una lampadina da 10 watt. Quindi l'immagine di un bulbo sopra la testa al momento dell'emergere di un pensiero interessante non è così lontana dalla verità.

Gli scienziati dell'Università di Oxford hanno condotto una serie di studi in cui hanno concluso che il vegetarianismo può essere dannoso per il cervello umano, in quanto porta a una diminuzione della sua massa. Pertanto, gli scienziati raccomandano di non escludere il pesce e la carne dalla loro dieta.

Una persona che assume antidepressivi nella maggior parte dei casi soffrirà ancora di depressione. Se una persona ha affrontato la depressione con le proprie forze, ha tutte le possibilità di dimenticare per sempre questo stato.

Tutti hanno non solo impronte digitali uniche, ma anche linguaggio.

Se sorridi solo due volte al giorno, puoi abbassare la pressione sanguigna e ridurre il rischio di infarti e ictus.

Il primo vibratore è stato inventato nel 19 ° secolo. Lavorava su un motore a vapore e intendeva trattare l'isteria femminile.

Una persona istruita è meno suscettibile alle malattie del cervello. L'attività intellettuale contribuisce alla formazione di ulteriore tessuto che compensa i malati.

Il lavoro che non è per i gusti della persona è molto più dannoso per la sua psiche della mancanza di lavoro.

Sembrerebbe, beh, che cosa potrebbe essere nuovo in un argomento così banale come il trattamento e la prevenzione di influenza e ARVI? Tutti sono stati a lungo conosciuti come i vecchi metodi delle "nonne", quello.

VITAGERPAVAK

Tipi di antigene del virus I e II dell'herpes simplex inattivato, ottenuti riproducendo in coltura di cellule Vero B, liofilizzati.

Stimola i meccanismi cellulari di resistenza del corpo umano ai tipi di virus herpes simplex I e II.

- ipersensibilità a gentamicina e altri antibiotici del gruppo aminoglicosidico;

- Infezione erpetica in fase attiva (la vaccinazione viene effettuata non prima di 5 giorni dopo la scomparsa delle manifestazioni cliniche, con herpes oftalmico, non prima di 1 mese);

- malattie acute (infettive e non infettive);

- malattie croniche nella fase di esacerbazione o scompenso;

In / verso l'area della superficie interna dell'avambraccio in una singola dose di 0,2 ml (controllo - la formazione di "scorza di limone").

Corso di vaccinazione per l'infezione da herpes della pelle e delle mucose - 5 iniezioni, che vengono eseguite con un intervallo di 7 giorni.

I pazienti con infezione erpetica complicata ripetono la seconda e le successive iniezioni con un intervallo di 10 giorni Dopo 6 mesi, viene somministrato un secondo ciclo di vaccinazione (5 iniezioni).

Il contenuto della fiala viene sciolto in 0,3 ml di solvente (acqua d / i). Per fare ciò, il solvente che usa una siringa con un ago viene posto in una bottiglia con un vaccino, che viene poi scosso per sciogliere il contenuto.

Generale: un leggero aumento della temperatura, debolezza.

Reazione locale: iperemia della pelle con un diametro fino a 2 cm durante il primo giorno e debole sensazione di bruciore a breve termine (normale reazione del corpo all'introduzione di un vaccino).

La vaccinazione viene effettuata in istituti medici (ospedale, clinica, clinica) sotto la supervisione di un medico.

La vaccinazione viene effettuata nella fase di remissione, non prima di 5 giorni dopo la completa scomparsa delle manifestazioni cliniche di infezione da herpes.

Se si verificano reazioni locali e generali più pronunciate, o se il processo principale è esacerbato, la vaccinazione deve essere interrotta. La vaccinazione può essere proseguita dopo la completa scomparsa delle manifestazioni cliniche della reazione complessiva al vaccino.

Tutti i casi di reazioni locali e generali più pronunciate in un paziente devono essere esaminati da un medico e registrati nel documento appropriato.

Il farmaco disciolto dovrebbe essere un liquido rosa leggermente opalescente.

Il farmaco non è adatto per l'uso in flaconi con integrità ridotta, etichettatura, quando il colore cambia, è scaduto, se non correttamente conservato.

Il vaccino dissolto non è soggetto a conservazione.

L'apertura della bottiglia, lo scioglimento del farmaco e la procedura di vaccinazione avvengono in stretta osservanza delle regole di asepsi.

Istruzioni per l'uso

Vitagerpavak: vaccino inattivato con coltura erpetica, liofilizzato per preparare la soluzione per la somministrazione intradermica.

Certificato di registrazione: R No. 003193/01

Descrizione: massa amorfa da giallo chiaro a rosa. Igroscopico.

Proprietà immunologiche: il vaccino stimola i meccanismi cellulari della resistenza del corpo umano ai tipi di virus her e her dell'herpes simplex.

Scopo: prevenzione della ricorrenza di infezioni erpetiche causate dal virus dell'herpes simplex di tipo I e II.

Dosaggio e somministrazione:
La vaccinazione è effettuata in istituzioni mediche con lo scopo e sotto la supervisione di un medico. Il vaccino viene usato in remissione, non prima di 10 giorni dopo la completa scomparsa delle manifestazioni cliniche di infezione da herpes.
Il contenuto della fiala viene sciolto in 0,3 ml di solvente (acqua sterile per iniezione). Per fare ciò, il solvente che usa una siringa con un ago viene posto in una bottiglia con un vaccino, che viene poi scosso per sciogliere il contenuto. Il prodotto disciolto dovrebbe essere un liquido rosa o rosa leggermente opalescente con una sfumatura gialla. Le inclusioni meccaniche visibili dovrebbero essere assenti. Il vaccino dissolto non è soggetto a conservazione. Il farmaco non è adatto per l'uso in flaconi con integrità ridotta, etichettatura, quando il colore cambia, è scaduto, se non correttamente conservato. L'apertura della bottiglia, lo scioglimento del farmaco e la procedura di vaccinazione avvengono in stretta osservanza delle regole di asepsi.
Il farmaco viene somministrato per via intracutanea nella regione della superficie interna dell'avambraccio in una singola dose di 0,2 ml (controllo - la formazione di "scorza di limone").
Il ciclo di vaccinazione per le infezioni da herpes della pelle e delle mucose consiste di 5 iniezioni, che vengono eseguite con un intervallo di 7 giorni.
I pazienti con infezione da herpes complicata (recidive 1 o più volte al mese) ripetono la seconda e successive iniezioni con un intervallo di 10 giorni.
Dopo 6 mesi, viene eseguito un secondo ciclo di vaccinazione (5 iniezioni).

Effetto collaterale: dopo l'introduzione del vaccino in individui può sviluppare reazioni locali e generali.
Reazione locale: c'è iperemia della pelle con un diametro fino a 2 cm durante il primo giorno e una leggera sensazione di bruciore a breve termine nel sito di iniezione.
La reazione generale può essere espressa in un leggero aumento della temperatura (non superiore a 37,5 ° C), debolezza, passaggio senza trattamento.
In caso di reazioni locali e generali più pronunciate o dello sviluppo di una esacerbazione della recidiva di un'infezione erpetica, la somministrazione del farmaco deve essere sospesa. La vaccinazione può essere proseguita 14 giorni dopo la completa scomparsa delle manifestazioni cliniche di infezione da herpes e la reazione generale al vaccino.

Interazioni con altri farmaci: non sono stati identificati casi di incompatibilità con altri farmaci.

Controindicazioni:
1. Infezione erpetica nella fase attiva (recidiva). La vaccinazione è effettuata non prima di 14 giorni dopo la scomparsa di manifestazioni cliniche.
2. Malattie infettive e non infettive acute. La vaccinazione viene effettuata non prima di 30 giorni dopo il recupero.
3. Malattie croniche nella fase di esacerbazione o scompenso.
4. Neoplasie maligne.
5. Gravidanza.
6. Allergia alla gentamicina e altri antibiotici del gruppo aminoglicosidico.

Forma del prodotto: in flaconi da 0, 3 ml. Una dose di vaccinazione - 0,2 ml. In una confezione da 5 flaconi e istruzioni per l'uso.

Periodo di validità: 2 anni. L'uso del farmaco scaduto non è soggetto a.

Condizioni di trasporto: il farmaco viene trasportato secondo SP 3.3.2.1248-03 ad una temperatura compresa tra 2 e 8 ° C. A breve termine, non più di 3 giorni, è consentito il trasporto a una temperatura compresa tra 9 e 18 ° C. Non congelare.

Condizioni di conservazione: il preparato viene conservato secondo SP 3.3.2.1248-03 ad una temperatura compresa tra 2 e 8 ° C, fuori dalla portata dei bambini.

Condizioni di vacanza: disponibili su prescrizione.

Vitagerpavak (vaccino contro l'herpes)

Vitagerpavak: vaccino inattivato con coltura erpetica, liofilizzato per preparare la soluzione per la somministrazione intradermica.

Certificato di registrazione: R No. 003193/01

Descrizione: massa amorfa da giallo chiaro a rosa. Igroscopico.

Proprietà immunologiche: il vaccino stimola i meccanismi cellulari della resistenza del corpo umano ai tipi di virus her e her dell'herpes simplex.

Ingredienti: Una dose di vaccinazione (0,2 ml) contiene: Principi attivi: specifici antigeni del virus dell'herpes simplex (HSV) Ι e ΙΙ tipi (ceppo US e ceppo HV, rispettivamente), ottenuti mediante riproduzione in cellule in coltura rene di una scimmia verde africana (VERO B), inattivato dalla formaldeide e liofilizzato con l'aggiunta di un mezzo di saccarosio-gelatina come stabilizzante.

Eccipienti: formaldeide non più di 200 μg / ml; la gentamicina solfato non è superiore a 40 μg / ml, il saccarosio non è superiore a 0,075 g / ml; La gelatosi non è superiore a 0,01 g / ml.

Scopo: prevenzione della ricorrenza di infezioni erpetiche causate dal virus dell'herpes simplex di tipo I e II.

Dosaggio e somministrazione:

La vaccinazione è effettuata in istituzioni mediche con lo scopo e sotto la supervisione di un medico. Il vaccino viene usato in remissione, non prima di 10 giorni dopo la completa scomparsa delle manifestazioni cliniche di infezione da herpes.

Il contenuto della fiala viene sciolto in 0,3 ml di solvente (acqua sterile per iniezione). Per fare ciò, il solvente che usa una siringa con un ago viene posto in una bottiglia con un vaccino, che viene poi scosso per sciogliere il contenuto. Il prodotto disciolto dovrebbe essere un liquido rosa o rosa leggermente opalescente con una sfumatura gialla. Le inclusioni meccaniche visibili dovrebbero essere assenti.

Il vaccino dissolto non è soggetto a conservazione. Il farmaco non è adatto per l'uso in flaconi con integrità ridotta, etichettatura, quando il colore cambia, è scaduto, se non correttamente conservato. L'apertura della bottiglia, lo scioglimento del farmaco e la procedura di vaccinazione avvengono in stretta osservanza delle regole di asepsi.

Il farmaco viene somministrato per via intracutanea nella regione della superficie interna dell'avambraccio in una singola dose di 0,2 ml (controllo - la formazione di "scorza di limone"). Il ciclo di vaccinazione per le infezioni da herpes della pelle e delle mucose consiste di 5 iniezioni, che vengono eseguite con un intervallo di 7 giorni.

I pazienti con infezione da herpes complicata (recidive 1 o più volte al mese) ripetono la seconda e successive iniezioni con un intervallo di 10 giorni. Dopo 6 mesi, viene eseguito un secondo ciclo di vaccinazione (5 iniezioni).

Effetto collaterale: dopo l'introduzione del vaccino in individui può sviluppare reazioni locali e generali. Reazione locale: c'è iperemia della pelle con un diametro fino a 2 cm durante il primo giorno e una leggera sensazione di bruciore a breve termine nel sito di iniezione. La reazione generale può essere espressa in un leggero aumento della temperatura (non superiore a 37,5 ° C), debolezza, passaggio senza trattamento.

In caso di reazioni locali e generali più pronunciate o dello sviluppo di una esacerbazione della recidiva di un'infezione erpetica, la somministrazione del farmaco deve essere sospesa. La vaccinazione può essere proseguita 14 giorni dopo la completa scomparsa delle manifestazioni cliniche di infezione da herpes e la reazione generale al vaccino.

Interazioni con altri farmaci: non sono stati identificati casi di incompatibilità con altri farmaci.

Controindicazioni: 1. Infezione erpetica nella fase attiva (recidiva). La vaccinazione è effettuata non prima di 14 giorni dopo la scomparsa di manifestazioni cliniche. 2. Malattie infettive e non infettive acute. La vaccinazione viene effettuata non prima di 30 giorni dopo il recupero. 3. Malattie croniche nella fase di esacerbazione o scompenso. 4. Neoplasie maligne. 5. Gravidanza. 6. Allergia alla gentamicina e altri antibiotici del gruppo aminoglicosidico.

Forma del prodotto: in flaconi da 0, 3 ml. Una dose di vaccinazione - 0,2 ml. In una confezione da 5 flaconi e istruzioni per l'uso.

Periodo di validità: 2 anni. L'uso del farmaco scaduto non è soggetto a.

Condizioni di trasporto: il farmaco viene trasportato secondo SP 3.3.2.1248-03 ad una temperatura compresa tra 2 e 8 ° C. A breve termine, non più di 3 giorni, è consentito il trasporto a una temperatura compresa tra 9 e 18 ° C. Non congelare.

Condizioni di conservazione: il preparato viene conservato secondo SP 3.3.2.1248-03 ad una temperatura compresa tra 2 e 8 ° C, fuori dalla portata dei bambini.

Condizioni di vacanza: disponibili su prescrizione.

Vitagerpavak

Prezzi nelle farmacie online:

Vitagerpavak è un vaccino di coltura inattivato destinato alla prevenzione di malattie infettive, che sono causate dall'attività dei virus dell'herpes simplex del primo e del secondo tipo.

Il farmaco è disponibile sotto forma di liofilizzato per preparare una soluzione che viene iniettata per via intracutanea a una persona da vaccinare. Il volume di una dose di vaccinazione è 0,2 ml.

Rilascia forma e composizione

Una dose di Vitagerpavac contiene:

  • Antigeni specifici del virus dell'herpes simplex del primo e del secondo tipo, che si ottengono riproducendo nella coltura del rene della linea di cellule Vero B trapiantate la scimmia verde africana. Gli antigeni sono anche sottoposti ad inattivazione dalla formaldeide e sono liofilizzati (essiccati nel vuoto per la successiva conservazione a lungo termine) con l'aggiunta di un mezzo di saccarosio-gelatina come sostanza stabilizzante;
  • Formaldeide in quantità non superiore a 200 μg / ml;
  • Solfato di gentamicina in un volume fino a 40 μg / ml;
  • Saccarosio: fino a 0,075 g / ml;
  • Gelatosi in quantità non superiore a 0,01 g / ml.

Il vaccino Vitagerpavac è una massa amorfa igroscopica, il cui colore può variare da giallastro a rosa.

Azione farmacologica

Vaccino Vitagerpavac - le revisioni degli immunologi e numerosi studi confermano questo fatto, ha un'alta attività terapeutica contro l'infezione da herpes. Ha un effetto stimolante sui meccanismi cellulari di resistenza del corpo umano ai virus dell'herpes simplex del primo e del secondo tipo, che provocano la formazione di eruzioni bolla sulle labbra (virus dell'herpes HSV-1), nonché problemi genitali (virus dell'herpes HSV-2).

I risultati degli studi preclinici e clinici del farmaco indicano che il vaccino è ben tollerato dai pazienti e ha una pronunciata efficacia terapeutica. L'uso di Vitagerpavac è un metodo di trattamento anti-ricaduta che contribuisce alla normalizzazione della funzione del sistema immunitario del corpo. Ciò è assicurato principalmente dall'alta attività specifica della linea di cellule Vero B, dall'aprogenicità del vaccino (l'assenza nella soluzione di iniezione dei prodotti del metabolismo dei microrganismi - le cosiddette sostanze pirogene), e anche dall'assenza di tossicità.

Indicazioni per l'uso

Vaccinazione farmaco Vitagerpavak è appropriato per prevenire lo sviluppo di infezioni herpetic ricorrenti che provocano i virus dell'herpes del primo (HSV-1) e il secondo (HSV-2) tipo.

Dosaggio e somministrazione

La vaccinazione con Vitagerpavacom è raccomandata solo in istituzioni mediche e sanitarie specializzate e sotto la supervisione di uno specialista esperto. Il paziente deve prima sottoporsi ad un esame fisico approfondito, che implica mettere in discussione la persona da vaccinare sul suo stato di salute e sulla misurazione della temperatura obbligatoria.

La somministrazione del vaccino è consentita nella fase di remissione della malattia non prima di 5-14 giorni dopo la completa scomparsa delle manifestazioni cliniche di infezione da herpes e con herpes oftalmico - almeno un mese dopo il ricovero del paziente.

Il contenuto di una fiala di vaccino Vitagerpavac viene diluito con 0,3 ml di acqua sterile iniettabile, per cui il solvente, raccolto in una siringa con un ago, viene introdotto nella fiala, che viene quindi agitata bene fino a completa dissoluzione della massa secca. La soluzione finale è un liquido opalescente rosa-giallastro o rosa senza impurità meccaniche.

Secondo le istruzioni di Vitagerpavac, il vaccino erpetico finito viene iniettato per via intracutanea nella regione della superficie interna dell'avambraccio. La singola dose è 0,2 ml. Per controllare il processo, prestare attenzione alla formazione di una "buccia di limone" nel sito di iniezione.

Il ciclo di vaccinazione principale è di 5 iniezioni del farmaco, che vengono somministrate a intervalli settimanali. La ri-vaccinazione viene effettuata dopo sei mesi e comprende due cicli di 5 iniezioni ciascuno.

I pazienti in cui l'infezione da herpes si presenta in forma grave, la vaccinazione con Vitagerpavac è raccomandata ad intervalli di almeno 10 giorni. Sotto la forma grave significa recidiva mensile della malattia o si verificano una volta ogni due o tre mesi.

Effetti collaterali

Recensioni di Vitagerpavaca indicano che reazioni avverse locali e generali possono svilupparsi in singoli pazienti.

La reazione locale è solitamente espressa sotto forma di arrossamento di un'area cutanea di 2 cm di diametro intorno al sito di iniezione (nella maggior parte dei casi il rossore si osserva solo il primo giorno dopo la vaccinazione) e una lieve sensazione di bruciore a breve termine nel sito di iniezione.

Le reazioni avverse comuni di Vitagerpavac, secondo le revisioni, si manifestano sotto forma di un leggero aumento della temperatura corporea (di norma non superiore a 37,5 ° C) e una sensazione di debolezza. Questi sintomi non richiedono un trattamento specifico e vanno via da soli.

Nei casi in cui le reazioni locali e generali sono più pronunciate o l'introduzione del vaccino Whiterpavac è accompagnata dallo sviluppo di un'infezione erpetica ricorrente, si raccomanda di sospendere temporaneamente la vaccinazione. È consentito rinnovare il corso solo 14 giorni dopo la scomparsa di tutti i sintomi della malattia o delle manifestazioni di un effetto collaterale.

Controindicazioni

L'istruzione di Vitagerpavak proibisce la vaccinazione dei pazienti:

  • Con infezione da herpes acuta;
  • Con malattie acute infettive o non infettive. L'introduzione del vaccino è consentita non prima di un mese dopo il pieno recupero;
  • Con malattie croniche nella fase di scompenso o esacerbazione;
  • Con malattie oncologiche;
  • Allergico alla gentamicina e altri antibiotici appartenenti al gruppo degli aminoglicosidi.

È anche vietata la vaccinazione di donne in gravidanza con Vitagerpavac.

Nel caso di esacerbazione di malattie allergiche, si raccomanda la vaccinazione non prima di un mese dopo la completa scomparsa dei segni della malattia.

Istruzioni speciali

Non è permesso l'uso del vaccino Vitagerpavac se:

  • C'è una violazione dell'integrità della sua confezione;
  • Non esiste un'etichettatura del vaccino (o è effettuata in modo errato);
  • Le proprietà fisiche del vaccino non sono come descritto nelle istruzioni per questo;
  • Scadenza scaduta;
  • Le condizioni di conservazione del farmaco non sono state osservate.

Dopo aver aperto la fiala, il vaccino herpetico deve essere usato immediatamente poiché non può essere conservato. L'introduzione di Vitagerpavac deve essere eseguita nel pieno rispetto delle regole di asepsi.

Ogni vaccino è incluso in un documento speciale, che indica le sue serie, la data di scadenza e il numero di controllo.

La vacanza di Vitagerpavac è possibile solo su prescrizione medica.

Uso ed efficacia del vaccino contro l'herpes

Fino al 90% della popolazione mondiale è infettata dal virus dell'herpes. La metà di loro si ripresenta ogni anno. Il trattamento è noioso ogni volta, a volte non dà il risultato desiderato. La remissione si sviluppa per un breve periodo, seguita da una nuova esacerbazione della malattia. Il vaccino contro l'herpes aiuta a ridurre il tasso di recidiva.

Gli effetti positivi del nuovo sviluppo

Più di 15 anni fa, l'Istituto di Virologia intitolato a D.I. Ivanovsky ha sviluppato un vaccino contro il virus dell'herpes. Il suo utilizzo ha molti risultati positivi ed è approvato dal Ministero della Salute. Il vaccino antierpetico Vitagerpavac è polivalente e può essere usato per trattare l'herpes simplex cronico di tipo 1 e tipo 2. I seguenti effetti positivi sono stati dimostrati:

  • l'immunità antivirale è formata;
  • riduce la durata della recidiva nel 32% dei pazienti;
  • nel 63% delle esacerbazioni della malattia completamente interrotte;
  • il numero di focolai di herpes per anno è diminuito del 31%;
  • l'intervallo di tempo tra le recidive è aumentato di 3 volte.

Con l'aiuto della vaccinazione si ottiene un effetto terapeutico duraturo. Il costo della procedura è basso, il che aiuta a ridurre il costo della terapia di esacerbazione.

Descrizione della droga

Il vaccino Vitagerpavac è un liofilizzato proveniente dagli antigeni specifici dei virus 1 e 2 dei sierotipi di herpes. Come sostanze ausiliarie sono utilizzati:

  • formaldeide;
  • antibiotico gentamicina;
  • saccarosio;
  • zhelatoza.


Gli antigeni vaccinali stimolano la risposta specifica della risposta immunitaria, l'attività dei linfociti nei pazienti. Rimane in questa forma per diversi mesi dopo l'uso.

Una composizione simile ha la droga russa Gerpovaks, il suo produttore è l'Istituto di ricerca di San Pietroburgo di vaccini e sieri.

Il vaccino Gerpevac è disponibile in una confezione da 5 flaconi, ognuno dei quali contiene una singola dose di 0,2 ml di farmaco. È in forma secca: prima dell'iniezione, il liofilizzato viene diluito senza disturbare la sterilità della fiala.

Scopo e metodi di applicazione

Vitagerpavak e il suo analogo sono usati per la prevenzione dell'herpes di tipo 1 e 2 in pazienti con recidive frequenti di infezione.

Le istruzioni per l'uso stabiliscono che la vaccinazione viene eseguita all'interno delle mura di un istituto medico in condizioni asettiche. Per una iniezione applicare una bottiglia. Viene iniettato con 0,3 ml di acqua per iniezione, completamente scosso. Il liofilizzato è molto igroscopico, quindi si dissolve facilmente con la formazione di un liquido rosa o giallo-rosa. I grani visibili di inclusioni dovrebbero essere assenti.

Se l'integrità della bottiglia viene violata, viene erroneamente etichettata o il colore della polvere viene cambiato da giallo o rosato a un altro, quindi questa dose non viene utilizzata. Dopo la diluizione il vaccino non è soggetto a conservazione.

La pelle del lato interno dell'avambraccio viene trattata con una soluzione antisettica. 0,2 ml del vaccino viene iniettato per via sottocutanea e la pelle diventa più densa, appare l'effetto "buccia di limone".

Il corso di vaccinazione utilizza 5 flaconi del farmaco, a ciascuno dei quali viene iniettato un intervallo di 7 giorni. Nei pazienti con infezioni complicate, il vaccino viene somministrato una volta ogni 10 giorni.

Dopo 6 mesi, è necessario ripetere il corso di iniezioni.

Effetti indesiderati

Dopo la vaccinazione, alcune persone sviluppano reazioni avverse locali e generali. La loro gravità è individuale. Ma per evitare gravi complicazioni, la vaccinazione dovrebbe essere fatta sotto la supervisione di un medico.

Un punto iperemico con un diametro fino a 2 cm può comparire nel sito di iniezione e spesso persiste per un giorno dopo l'iniezione. Un po 'più a lungo può essere disturbato da una sensazione di bruciore nell'area di iniezione.

In alcuni casi, c'è una reazione generale del corpo sotto forma di un aumento della temperatura a 37,5 gradi, appare una sensazione di debolezza. Questi segni non sono pericolosi e facilmente passano senza trattamento.


Se la reazione locale o generale è più pronunciata, l'introduzione del vaccino viene interrotta. Raramente durante il periodo di trattamento può sviluppare esacerbazione di herpes. In questo caso, la vaccinazione viene sospesa e i sintomi sono completamente attesi. Dopo 14 giorni di trattamento, puoi continuare a vaccinarti.

In rari casi, se si è allergici alla gentamicina, è possibile che si sviluppi una reazione alla somministrazione del vaccino. Nei casi lievi, l'orticaria compare nei casi gravi - angioedema, che richiede una rianimazione immediata. Per fare questo, nelle sale di vaccinazione ci sono kit speciali di primo soccorso.

Controindicazioni

Non usi Vitagerpavac in pazienti con stadio acuto di infezione da herpes, dopo che la scomparsa dei sintomi deve durare almeno 2 settimane. Se ci sono altre malattie infettive acute o malattie non trasmissibili, la vaccinazione viene posticipata per 30 giorni dopo il recupero. Questo periodo è necessario affinché il corpo ripristini il normale stato del sistema immunitario in modo che possa formare una barriera protettiva contro l'herpes.

Controindicazioni per la vaccinazione è la gravidanza. Durante questo periodo, sotto l'influenza del progesterone, il sistema immunitario di una donna è in uno stato depressivo, e tenta di stimolarlo può finire in fallimento o effetti indesiderati.

Malattie croniche di qualsiasi organo nella fase di esacerbazione o scompenso sono anche una controindicazione per le vaccinazioni. Non è possibile utilizzare il vaccino in pazienti con neoplasie.

Gravi effetti collaterali comporteranno l'introduzione del farmaco per le persone allergiche agli antibiotici del gruppo aminoglicosidico o gentamicina.

Il trattamento dell'herpes labiale e genitale con la prima eruzione cutanea non richiede l'uso di antigeni contro l'herpes, nella maggior parte dei casi il corpo è in grado di cavarsela da solo. Ma frequenti recidive minano l'immunità, è già impossibile far fronte solo con Acyclovir. In questi casi, un vaccino contro l'herpes è l'unica soluzione corretta.

Vitagerpavak

Istruzioni per l'uso:

Prezzi nelle farmacie online:

Vitagerpavak - medicina per la prevenzione dei tipi di herpes virus 1 e 2.

Rilascia forma e composizione

Il farmaco viene prodotto sotto forma di liofilizzato per preparare una soluzione per la somministrazione intradermica. Una dose di Vitagerpavac (0,2 ml) contiene antigeni specifici dei tipi di virus 1 e 2 dell'herpes simplex.

Componenti ausiliari del farmaco sono gelatina, saccarosio, gentamicina solfato, formaldeide.

Esternamente, il liofilizzato è una massa amorfa con una sfumatura rosata.

Indicazioni per l'uso

Secondo le istruzioni, Vitagerpavak è progettato per prevenire il virus dell'herpes simplex e prevenirne la ricorrenza. La vaccinazione viene utilizzata per attivare l'immunità cellulare, pulire e ripristinare il corpo.

I medici raccomandano la vaccinazione Vitagerpavakom secondo categorie di pazienti:

  • In corso cronico di infezione da herpes (con recidive tre o più volte all'anno);
  • Anziani (oltre 60-65 anni);
  • Fase 1 e 2 con infezione da HIV prima della manifestazione dei sintomi attivi dell'AIDS.

Controindicazioni

Secondo le istruzioni, Vitagerpavak è controindicato nei seguenti casi:

  • La presenza di cancro;
  • Infezioni da herpes in fase acuta (la vaccinazione deve essere somministrata non prima che dopo 5 giorni dalla scomparsa dei sintomi clinici e con l'herpes oftalmico - non prima di un mese dopo);
  • La presenza di una reazione allergica alla gentamicina o ai farmaci antibatterici del gruppo aminoglicosidico;
  • Esacerbazione di malattie croniche;
  • Malattie acute di qualsiasi eziologia. La vaccinazione può essere effettuata non prima di un mese dopo il recupero;
  • Gravidanza.

Dosaggio e somministrazione

La vaccinazione con Vitagerpavac viene eseguita solo in istituti specializzati (dispensario, clinica, ospedale) sotto la supervisione di personale medico. Prima dell'immunizzazione, il paziente deve sottoporsi a una visita medica approfondita con una misurazione obbligatoria della temperatura corporea.

Il vaccino Vitagerpavac viene iniettato per via intracutanea sulla superficie interna dell'avambraccio.

Prima di usare Vitagerpavac, un flaconcino di liofilizzato deve essere sciolto in 0,3 ml di acqua sterile per preparazioni iniettabili. A tal fine, una siringa con un solvente reclutato viene introdotta nella fiala e la massa risultante viene scossa fino a ottenere una consistenza uniforme.

Una singola dose della soluzione è 0,2 ml. In caso di infezione da herpes con danni alla pelle e alle mucose, si raccomanda di sottoporsi a un ciclo di vaccinazioni costituito da 5 colpi eseguiti a intervalli settimanali.

In presenza di una complicata infezione con recidive che si verificano una volta in 1-3 mesi, si raccomanda di osservare pause di 10 giorni.

Sei mesi dopo, viene eseguito un altro corso di vaccinazione con 5 iniezioni.

Effetti collaterali

L'uso di Vitagerpavac nella maggior parte dei casi è ben tollerato dai pazienti, gli effetti collaterali sono rari. In alcuni casi, la vaccinazione può causare lo sviluppo di reazioni locali e generali.

Reazioni locali all'introduzione di Vitagerpavac espressa in iperemia della pelle, più spesso durante i primi giorni dopo la vaccinazione. Oltre al gonfiore, al sito di iniezione possono verificarsi rossore e sensazione di bruciore.

Reazioni generali all'introduzione di Vitagerpavac espresse in un leggero aumento della temperatura corporea e generale debolezza del corpo. Di norma, queste reazioni passano in modo indipendente e non richiedono un trattamento aggiuntivo.

Se si sono verificate reazioni locali o generali significative a seguito di Vitagerpavac, l'ulteriore vaccinazione deve essere interrotta e deve essere indirizzata a una struttura medica. L'ulteriore vaccinazione può essere continuata solo dopo la completa scomparsa di tutte le reazioni locali o generali.

Istruzioni speciali

La soluzione Vitagerpavac pronta all'uso è un liquido rosa leggermente opalescente.

Se il farmaco è stato conservato in flaconi con integrità compromessa, etichettatura o c'è un cambiamento nel suo colore (in caso di conservazione impropria), non è adatto all'uso.

Il vaccino disciolto non è soggetto a conservazione e deve essere usato immediatamente dopo la preparazione.

L'apertura della fiala e la dissoluzione del liofilizzato devono essere eseguite nel rispetto delle regole di asepsi.

analoghi

L'analogo strutturale di Vitagerpavak è Gerpovaks.

Farmaci che hanno effetti farmacologici simili sono i farmaci TEOVak e OspaVir.

Termini e condizioni di conservazione

Secondo le istruzioni, Vitagerpavak è conservato a una temperatura di 2-8 ºС per non più di 2 anni dalla data di rilascio.

Trovato un errore nel testo? Selezionalo e premi Ctrl + Invio.

Vitagerpavak: istruzioni per l'uso

Vitagerpavak è un vaccino di coltura contro il virus dell'herpes simplex di tipo I e II. La vaccinazione è necessaria per lo sviluppo dell'immunità cellulare a lungo termine, la sua correzione e riduzione della sensibilità del corpo alle sue manifestazioni.

Indicazioni per l'uso

Vitagerpavak ha raccomandato di ridurre il rischio di recidiva di infezione da herpes:

  • Le persone, soprattutto gli anziani, che non hanno manifestazioni di infezione da herpes di tipo I e II, ma che hanno un alto titolo di anticorpi contro il virus Herpes simplex
  • Donne che pianificano una gravidanza con una storia di herpes
  • Pazienti con sintomi clinici di infezione cronica da herpes e recidiva della malattia
  • Pazienti con stadio 1 e 2 dell'infezione da HIV - fino allo sviluppo di segni pronunciati di AIDS.

struttura

I principi attivi del farmaco sono antigeni del virus dell'herpes simplex di tipo I e II. Sono ottenuti dalle cellule renali del verde della scimmia, riprodotte in coltura, inattivate e liofilizzate con l'inclusione di uno stabilizzante nella forma di un mezzo di zucchero-gelatina.

Componenti aggiuntivi di Vitagerpavac: inattivatore del virus della formaldeide, antibiotico di gentamicina solfato (tracce), saccarosio (stabilizzante), gelatina.

Proprietà medicinali

Sotto l'influenza del vaccino Vitagerpavac, la resistenza del corpo all'attacco di un'infezione herpetica è aumentata. La sua introduzione garantisce:

  • Sviluppo dell'immunità a lungo termine
  • Diminuzione del grado di disturbi immunitari dovuti alla manifestazione dell'effetto immunocorrettivo
  • Ridurre la gravità dei sintomi dell'herpes
  • Ridurre la durata della recidiva da otto a tre giorni.

Forme di dosaggio

La Russia varia da 1.700 a 2.000 rubli per confezione.

La forma del farmaco - liofilizzato (polvere) per la produzione di una soluzione che viene iniettata per via sottocutanea. Assomiglia ad una massa amorfa igroscopica di colore giallastro o rosa.

Disponibile in flaconcini da 0,3 ml, confezionato in imballaggi di cartone, cinque pezzi ciascuno. Prezzo medio in catene di farmacie

Metodo di utilizzo

Le iniezioni con l'uso di Vitagerpavac vengono effettuate esclusivamente su prescrizione del medico curante e sotto il suo stretto controllo in ospedale. La procedura viene eseguita in remissione, non prima di 10 giorni dopo la scomparsa dei sintomi dell'herpes. Con l'herpes oftalmico, il termine è aumentato a 1 mese.

Sito di iniezione del vaccino - avambraccio (lato interno). Singola dose - 0,2 ml.

Il liofilizzato viene sciolto prima di essere iniettato direttamente in 0,3 ml di acqua per le manipolazioni iniettabili. Dopo aver aggiunto il liquido alla fiala, viene agitato fino a quando la polvere non si è completamente dissolta e si formerà una soluzione pronta di una miscela rosata (ingiallimento) senza inclusioni visibili.

La vaccinazione viene effettuata secondo il seguente schema:

  • Cinque iniezioni a intervalli settimanali
  • Sette giorni dopo la fine del corso principale, un corso aggiuntivo viene messo allo stesso modo.
  • Dopo sei mesi, viene nominato un altro corso, durante il quale due cicli sono condotti secondo uno schema simile.

Se a un paziente viene diagnosticata una forma grave di herpes, che è caratterizzata da regolari recidive diverse volte al mese, l'intervallo minimo tra le iniezioni è di 10 giorni.

Gravidanza e allattamento

Vitagerpavak non è prescritto durante la gravidanza.

Precauzioni e controindicazioni

Le istruzioni per l'uso di Vitagerpavac indicano che la vaccinazione è controindicata durante la ricorrenza dell'infezione. L'iniezione può essere effettuata solo dopo 6 - 15 giorni dopo la cessazione dei sintomi clinici e con l'herpes oftalmico - non prima di 30 giorni.

Altre controindicazioni sono:

  • Esacerbazioni di patologie croniche
  • Manifestazioni di malattie infettive o non infettive in forma acuta
  • La presenza di tumori maligni
  • Periodo di gestazione e allattamento al seno
  • Malattie allergiche
  • La presenza di sintomi acuti di AIDS
  • Ipersensibilità alla gentamicina e ad altri antibiotici del gruppo aminoglicosidico.

Interazioni tra farmaci

Non sono stati condotti studi per determinare la compatibilità del vaccino con altri farmaci.

Effetti collaterali

Durante le prime 24 ore dopo la vaccinazione, c'è un leggero prurito e arrossamento della pelle nel sito di iniezione, che è normale.

Altri effetti collaterali includono lieve febbre, debolezza e vertigini. Se si identificano reazioni più intense o esacerbazione di recidiva di infezione da herpes, il decorso della somministrazione del farmaco deve essere interrotto. È consentito continuare in due settimane dopo la cessazione della comparsa di eruzioni cutanee o reazioni avverse.

Condizioni di conservazione e durata

I flaconcini non aperti con liofilizzato devono essere conservati a temperature comprese tra 2 e 7 ° C. Il congelamento non è permesso. Il trasporto è consentito per tre giorni ad una temperatura da 9 a 17 ° C.

La durata di conservazione del farmaco è di 2 anni.

Il vaccino non è adatto per l'uso se conservato in bottiglie con violazioni di integrità, non conformità con le regole di conservazione e dopo la data di scadenza. È anche vietato introdurre un vaccino, il cui colore non corrisponde alla norma.

analoghi

Vitoherpavak (herpes vaccino) e vaccino inattivato della cultura erpetica (Vaccinum herpeticum culturalis inactivatum siccum) sono sinonimi di Vitoherpawak.

Il vaccino non ha analoghi in Russia e nel mondo, ma se è necessario eliminare l'herpes, vengono prescritti farmaci antivirali:

panavir

Produttore: CJSC Green Oak Wood, Russia.

Disponibile sotto forma di gel per applicazione locale (600 - 650 rubli per tubo), soluzione per iniezione (3500 - 4000 rubli per 5 fiale), supposte rettali (1500 - 1600 rubli per 5 pezzi) e spray (300 - 350 rubli per bottiglia).

Agente antivirale, la cui efficacia è dovuta alle peculiarità del principale ingrediente attivo: un estratto di germogli di patate. Il farmaco è destinato al trattamento del virus dell'herpes simplex di tipo I e II, papilloma, ARVI, influenza, infezione da citomegalovirus. Una caratteristica positiva è l'origine naturale, che riduce il rischio di gravi reazioni avverse. Le qualità negative comprendono un'ampia gamma di azioni antivirali, che sono inefficaci nella lotta contro uno specifico agente patogeno.

aciclovir

Produttore: AVVA-RUS (Russia).

Disponibile in forma di compresse (da 19 rubli per una vescica) e unguento per applicazione locale (da 23 rubli per un tubo).

Il principale ingrediente attivo è l'acyclovir, attraverso il quale viene condotta la lotta contro i virus dell'herpes simplex, l'herpes genitale e l'herpes zoster. Il vantaggio del farmaco è alta biodisponibilità combinato con basso costo. Gli svantaggi includono l'insorgenza ritardata dell'effetto terapeutico dovuto all'accumulo a lungo termine della concentrazione massima del principio attivo nel sangue.